Ancora Marte!!!

Home Forum EXTRA TERRA Ancora Marte!!!

Questo argomento contiene 187 risposte, ha 29 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 5 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 141 a 150 (di 188 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #20880

    CANERO
    Partecipante

    [youtube=480,385]O8DJDMT6JoA


    #20881
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1280502554=NEGUE72]
    la foto più dettagliata della famosa “faccia” su Marte mostrrebbe che si tratta solo di una collina…
    http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-1298714/New-high-resolution-photo-famous-Face-Mars-proves-just-rocky-hill.html
    [/quote1280502554]
    insistono a concentrare l'attenzione sulla “faccia”
    intanto c'è poco da fidarsi ma non di Hoagland per me..

    secondo, la questione chiave è la disposizione delle strutture e la loro forma tutte caratteristiche che non appaiono per nulla casuali, naturali
    geometria da cui Hoagland, guarda caso..ha estrappolato col suo gruppo e i suoi contatti scientifici, gli stessi concetti che ha ricostruito Haramein e su cui ora scrive fisica
    concetti che altri stanno prendendo seriamente, arrivandoci per altre vie..forse..
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6252.10

    “Per la sua analisi, Poplawski ha usato una variante della RG chiamata la teoria della gravità Einstein-Cartan-Kibble-Sciama (ECKS). A differenza delle equazioni di Einstein, la gravità ECKS tiene conto dello spin e del momento angolare delle particelle elementari. Includere lo spin della materia, rende possibile calcolare una proprietà della geometria dello spazio-tempo chiamata torsione.”

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4844

    non vi fate confondere, la chiave non è la sola “faccia”

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3518

    stessa geometria estrappolata sulla Terra in zone diverse monumentali
    http://www.edicolaweb.net/appro04a.htm

    “Altra caratteristica che aumenta il valore del complesso, visto come la più grande scoperta mai realizzata dall’umanità (al di là del chiaro valore intrinseco che essa reca con sé), è l’aver individuato siti terrestri perfettamente in linea con i numeri di Marte e la storia stessa del pianeta. Oltre alla tradizione egizia, anche gli Aztechi di Teotihuacan costruirono la Città Sacra secondo le misure che si riscontrano nella presunta architettonica del complesso di Cydonia.
    Tanto per iniziare, Teotihuacan è posta a 19,5° di latitudine nord, vicino Città del Messico. Questa cifra, ovvero 19,5, riguarda un preciso angolo detto “costante tetraedrica” cui accennammo in un precedente articolo (vedi L’inquietante Mistero dei Cerchi nel Grano – Una Cydonia ad Avebury) e che caratterizza una serie di angoli presenti nella piramide D&M, il tetraedro pentagonale orientato verso il Volto nella piana marziana in analisi. Una caratteristica saliente della piramide D&M è che “sa dove si trova”: il rapporto trigonometrico “e/pi” è espresso in 0,865; questo rapporto lo si trova 4 volte all’interno della piramide D&M; questa a sua volta ha il proprio apice posizionato a 40,86° lat. nord; il calcolo trigonometrico di tangente di 40,86 (che quindi “tocca” il puto apicale) è pari a 0,865…
    In più sono riportati 10 rapporti “pi”, 10 valori “e”, 4 valori “e/pi”; risulta davvero difficile poter immaginare una tale insistenza matematica in una formazione naturale.
    Ebbene, a Teotihuacan, la Piramide del Sole è posta a 19,69° lat. nord, come l’ampiezza dell’angolo del suo quarto livello; il corrispondente angolo della Piramide della Luna è di 19,5°, costante tetraedrica ricorrente in tutto il complesso di Cydonia.”
    http://www.edicolaweb.net/appro11g.htm


    #20882
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “An extensive remote-viewing study was conducted at The Farsight Institute in March 2010 to investigate an anomalous high resolution image of Mars that suggests artificiality. The study involves nine highly trained remote viewers across four remote-viewing methodologies, all methodologies of which are identical to or derived from remote-viewing methodologies used by the United States military forces. The image that constitutes the target of the remote viewing suggests that a spray or fountain of liquid is being discharged from a long tubular nozzle, which in turn is connected to an apparent pipeline that leads to a dome formation. There is another larger dome formation nearby that is also part of the target. The remote-viewing sessions are evaluated with respect to verifiable target qualities as determined by the target image. This study notes a high degree of correlation between obvious target characteristics as determined by the target image and the detailed remote-viewing data. In the aggregate, this study offers strong support for the idea that the spray and the two dome formations deviate from known geological processes, and thus may be artificial. The remote-viewing data also shed some light on possible current activities and/or processes that may be taking place at this location on Mars.

    http://www.examiner.com/examiner/x-2912-Seattle-Exopolitics-Examiner~y2010m7d28-Remote-viewing-JPL-photos-identify-active-industrial-site-on-Mars-corroborate-Mars-whistleblowers


    #20883

    kj7
    Partecipante

    [link]http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_settembre_04/marte-tracce-vita_3cc2fcba-b83c-11df-927f-00144f02aabe.shtml[/link]


    #20884
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #20885

    deg
    Partecipante

    Le immagini di due spettacolari pozzi su Marte, by MRO

    NEWS SPAZIO :- Torniamo su Marte per dare un'occhiata a questo incredibile paesaggio fotografato dalla sonda americana Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), dalla fotocamera telescopica dell'esperimento HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment).

    Ci troviamo nei pressi dell'equatore del Pianeta Rosso, a nordest del vulcano Ascraeus Mons. Vediamo due “pozzi” di 180 e 310 metri di diametro situati nel mezzo di un grande e sottile deposito (che potrebbe essere cosituito da materiale fuoriuscito dai pozzi stessi o da altre sorgenti e sparpagliato dai venti).

    Ecco qui sotto un ingrandimento dei due pozzi.

    Queste immagini sono state eaborate per rivelare il maggior numero possibile di dettagli.

    Si vedono ciottoli e sedimenti. Lo studio delle pareti e del fondo di tali pozzi così come lo studio del suolo circostante sono fondamentali per meglio comprendere i processi che sono responsabili della loro formazione ed evoluzione.

    http://newsspazio.blogspot.com/2010/12/le-immagini-di-due-spettacolari-pozzi.html

    A me queste voragini ricordano vagamente quelle dell'Antartico

    http://tuttouno.blogspot.com/2009/05/antartico-unaltro-mistero-di-google.html


    #20886
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1293640709=deg]
    Le immagini di due spettacolari pozzi su Marte, by MRO

    [/quote1293640709]

    Qui ci vorrebbe Hoagland, lui ha studiato nei dettagli tutto quello che riguarda Marte.
    Comunque quel buco nell 'Antartico è curioso, è normale????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #20887

    deg
    Partecipante

    Avvistata quella che sembrerebbe una sfera metallica sulla superficie marziana

    Un ‘oggetto metallico sferico’ è stato rilevato sulla superficie marziana, si trova nella valle Juventae Chasma.
    Juventae Chasma è il nome di una valle particolarmente estesa situata sulla superficie del pianeta Marte, fra la regione di Lunae Planum (ad ovest) e Xanthe Terra (ad est), nei pressi dell’equatore marziano. Poco più a sud e ad ovest si trovano, rispettivamente, Hydrae e Baetis Chasma, due depressioni minori; a settentrione è possibile individuare il cratere Chia.
    Al suo interno, la valle è in parte ricoperta da dune; nella sua parte nordorientale essa presenta inoltre un rilievo dall’altezza di circa 2,5 km, la cui base è larga fino a 23 km. Le misurazioni effettuate dallo spettrometro OMEGA, a bordo della sonda europea Mars Express, hanno determinato che il monte è costituito in gran parte di depositi di solfati.
    La sfera ‘metallica’, almeno in apparenza, ha un diametro di circa 100 metri, sembra avere un’apertura sulla sinistra, se fosse solo un meteorite allora ci sarebbe un cratere molto più grande intorno al punto dell’impatto …
    E’ possibile visionare le foto in alta risoluzione a questo link: http://www.msss.com/moc_gallery/r10_r15/images/R11/R1104144.html


    #20888
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1296057938=deg]
    Avvistata quella che sembrerebbe una sfera metallica sulla superficie marziana

    [/quote1296057938]
    Non so perchè ma mi è venuto in mente l' oggetto metallico in fondo del lago Vostok :ummmmm:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #20889
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    sembrerebbe più grande di 100 metri..ma alcune ipotesi che dicono possa essere


Stai vedendo 10 articoli - dal 141 a 150 (di 188 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.