Avete fiducia nella medicina moderna?

Home Forum SALUTE Avete fiducia nella medicina moderna?

Questo argomento contiene 533 risposte, ha 58 partecipanti, ed è stato aggiornato da Quantico Quantico 11 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 534 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #49501
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1189346452=sakamopo]
    Sono appena iscritto e trovo sto posto interessantisimo per dibattere.
    Sono un medico di 46 anni, senza specializzazioni, ho fatto una seconda laurea in Biologia molecolare e sto inziziando fisica. Amo studiare e mettere in critica quello che faccio. Mi occupo di omeopatia e di biofisica e ritengo questa la via piu bella (per ora) per il nostro corpo, anche se immagino il medico a 360 gradi sia nello studio che nella applicazione, integrando tutto quello di cui è a conioscenza per il bene dell'uomo.
    Se posso aiutare lo faccio, senza discriminazioni.

    [/quote1189346452]

    Il mio piu' caloroso: benvenuto!

    Entrando in merito al topic, cosa ne pensi della medicina tradizionale?


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #49503

    iniziato
    Partecipante

    ciao sakamoto benvenuto!
    Ho una domanda, come si fa a far conciliare la propria umanità, la propria sensibiltà, in un ambiente , quello dei medici, dove giornalmente vengono prescritti veleni e tossici in cambio di denaro, silenzio in cambio di informazione, separazione (camice bianco) invece di unione.

    Come fa un medico a vedere un tornaconto economico in un essere uguale a lui che soffre?

    Tu da medico aperto come conduci la tua vita , le tue giornate, sapendo che una parte di te conosce sempre la verità delle cose e invece i tuoi occhi e tutti i toi sensi registrano fatti di ordinaria follia , istituzionalizzati , timbrati , incamiciati?

    Lavori in uno studio o in un ospedale? se lavori in un ospedale quante doccie fai al giorno?

    qualcuno disse:

    La medicina è la sola professione che lotta incessantemente per distrugger la ragione della propria esistenza.
    James Bryce

    In medicina non è necessario – e forse è dannoso – essere troppo inteliggenti.
    Robert Hutchison

    Un medico che curi se stesso ha un matto per paziente.
    William Osler

    Colui che pecca contro il proprio Creatore sarà lasciato nelle mani dei medici.
    Ecclesiastico 38, 15

    La salute è una pianta rara di cui i medici non sono ancora arrivati a distruggere la specie.
    Pierre Veron

    La medicina consiste nell'introdurre droghe che non si conoscono in un corpo che si conosce ancor meno.
    Voltaire


    #49504

    Anonimo

    per pasqal:
    nella tradizionale ci sno dentro per forza, pero spero di avere quella obbeittività che mi consenta di aiutare al meglio i miei pazienti senza mai perdere di vista la persona prima di tutto.
    Medicina integrata: ecco la formula. Ognuno dia ciò che puo', ma alla persona , non alla malattia o al sintomo.
    La medicina complemenetare ne è la prova e funziona, però per questo non eliminerei la tradizionale, solo ne farei un uso piu corretto e piu umano.


    #49505

    iniziato
    Partecipante

    buon giorno sagamato ho visto che hai risposto al buon pasgal ma non a me ?
    Intendi rispondere in futuro? o io e gli altri amici del forum dobbiamo pensare ad un tuo rifiuto di dare delle risposte alle domende che ti si sono poste?

    Per tutti

    http://www.albanesi.it/Medalt/complementare.htm

    qui trovate una delirante definizione di medicina complementare termine , mia ignoranza, sentito da sagamoto per la prima volta nel post qui sopra.

    Sagamatta è corretto qullo che è postato sul sito di sopra riguardo la medicina complementare ? se no puoi darci una fonte presso la quale possiamo informarci?

    sul sito leggo

    Quante volte capita che un medico si senta comunque in dovere di prescrivere farmaci che sa non faranno granché nei confronti della patologia? Spesso è il paziente stesso che lo spinge a questo grossolano errore (illudere un paziente è sempre un grave errore), ma a volte la causa è una motivazione psicologica personale.

    Il delirio di onnipotenza è la pretesa da parte del terapeuta (usiamo questo termine per non riferirci ai soli medici convenzionali) di essere in grado di guarire ogni patologia. Si manifesta in due modi classici:

    *

    esteso; il terapeuta si ritiene in grado di guarire un gran numero di patologie, spesso si sente in grado di curare ogni patologia.
    *

    Ristretto; pur sapendo che le cause di una patologia sono molte e diverse, a volte sconosciute, il terapeuta pensa di essere in grado di guarire ogni forma della patologia in questione.

    ragazzi mi dovreste vedere , sto strippando!! !lol , a quest'ora leggere queste cose … penso che questa notte non dormirò !lol

    bene rispondo a quanto sopra con una nuova citazione visto che ne sono in vena

    “Se vi è qualcuno che creda che l’arte medica possa compiere più di quanto natura permetta, egli non soffre tanto di ignoranza quanto, piuttosto, di demenza”.

    questa volta detta dal grande, magnifico Leonardo da Vinci !amazed

    SakkoMolto attendiamo risposte grazie!


    #49502

    altair
    Partecipante

    Dove la medicina moderna ha peccato di presunzione e dove può migliorarsi?

    Presunzione:
    Atto o atteggiamento ispirato ad ambizioni o pretese orgogliose e indisponenti.
    Superba ostinazione.
    Supposizione, congettura. (Devoto-Oli – Il dizionario della lingua italiana – editore Le Monnier).

    Come non collegare la superba ostinazione all'accanimento terapeutico?
    In questo senz'altro la medicina moderna ha peccato e continua a peccare di presunzione. Tale atteggiamento va ricondotto alle convinzioni morali di ispirazione chiaramente religiosa che influenzano la prassi medico-legale. La medicina, come tutte le scienze, a mio avviso dovrebbe avere un atteggiamento laico e rispettoso delle scelte dei pazienti. Ferme restando le libertà di scelta dei medici obiettori per motivi religiosi o convincimenti morali (non praticare nè aborti nè eutanasia), episodi recenti come il caso Welby ci mostrano ancora come la medicina, costretta da una legislazione, a mio avviso, da rivedere, continui a peccare di presunzione (superba ostinazione). (Film consigliato: Mare dentro di Alejandro Amenabar con un grande Javier Bardem).

    Un altro campo dove la medicina pecca di presunzione è quello della formazione. In nessun altro campo come nella medicina si fa sentire a livello formativo e di alti incarichi la presenza del fenomeno della baronia. La baronia è il nepotismo, il favorire parenti e amici stretti nell'assumere docenze universitarie o incarichi di prestigio. E' un fenomeno che in Italia ha raggiunto livelli impensabili. Scuole di specializzazione dove i docenti hanno tutti lo stesso cognome o quasi (padri, figli, nipoti, generi, nuore, etc.). (Atto o atteggiamento ispirato ad ambizioni o pretese orgogliose e indisponenti).

    Il campo più discusso, nel quale la medicina moderna spesso, sembrerebbe peccare di presunzione, è il rapporto con le terapie farmacologiche. Non sono un medico, ma, la facilità e a volte, la leggerezza con la quale spesso i medici ricorrono al supporto farmacologico, a me pare evidente e allora ci si chiede:
    Perchè accade questo?
    Non è facile rispondere, sarei portato a pensare che ciò accade perchè tutto diventa più semplice e sbrigativo. Un medico di famiglia, con 1500 assistiti, 30 o più visite al giorno da svolgere ha nei farmaci un potente alleato che gli copre le spalle. Ho fatto una diagnosi e stabilito una terapia. Sono a posto.
    Si tratta di presunzione o di una situazione difficile nella quale i medici si trovano ad operare?
    Io ritengo si tratti di tutte e due le cose.
    Troppa fiducia nell'azione risolutiva dei farmaci da una parte, e dall'altra, troppo poco tempo a disposizione in rapporto al numero di pazienti che ciascun medico di famiglia deve assistere.
    L'Italia è uno dei Paesi che ogni anno sforna più medici dalle sue università. Molti di questi faticano ad inserirsi in un mercato del lavoro da tempo saturo.
    L'Italia è anche il paese dove la spesa annua per i farmaci, a carico quasi tutta dello stato, è elevatissima.
    Se si consumassero meno farmaci e si disponesse sul campo di più medici? Con diagnosi più accurate e terapie più adeguate?
    Utopia? (Le potenti case farmaceutiche non sarebbero per nulla contente).

    Dove la medicina non pecca di presunzione è quando fa delle ipotesi (supposizione, congettura). Non essendo una scienza esatta il suo modo di procedere e di evolversi si basa anche su dati e ipotesi incerte e l'esperienza assume un grande ruolo. La medicina, un tempo chiamata “ars medica”, è una disciplina particolare nella quale convivono più saperi. Scienza, umanesimo, filosofia, sembrano convergere per creare uno dei campi della conoscenza più affascinanti e nello stesso tempo più discussi. In Occidente il ruolo della scienza in ambito medico sembra da tempo aver preso il sopravvento a discapito di umanesimo e filosofia.
    Forse bisognerebbe tornare a riflettere sul concetto di “ars medica”, un'arte appunto, e non solo una scienza.


    #49506

    altair
    Partecipante

    Dimenticavo…
    bannate iniziato (io lo farei) o perlomeno richiamatelo a modi più civili di confrontarsi. 🙂


    #49507

    iniziato
    Partecipante

    il confronto in modi civili è un doveroso atto da riconoscere a tutti nel rispetto di persone che sanno , hanno capito , che su questo mondo ci siamo tutti e tutti dobbiamo darci da fare ogni giorno per migliorarlo, per aiutarci, per crescere.

    Un dottore, un medico difficilmete rientra in questa categoria, e se vi rientra temo che debba dimostrarlo forte a chiare lettere e non solo con le belle parole ma anche con i fatti.

    Io vivo su questa terra e mi faccio in 4 per fare capire alle persone il significato di essere informati perchè dall'informazione dall'opinione nasce un seme che potrà crescere.
    Di fronte ad un esponente di un ceto, di una casta , di una lobby , finanziata dalle grandi multinazionali della chimica , del crimine, che speculano sulla salute di tutti noi, anche della tua altair io chiedo come fai? come fate ? cosa siete? uomini o cosa?

    Per un uomo posso avere rispetto, per un uomo che si mette dietro un camice bianco e si autolimita appellandosi Dottore , di cosa dovrei avere più rispetto, non c'è un uomo davanti a me , c'è un dottore , c'è un distacco.

    Queste persone sono accanto a noi , vivono con noi STANNO MALE SE TU NON STAI MALE, perchè loro devono campare sul tuo dolore.

    Bannatemi a me non cambia , quello che cambia è che dobbiamo avere il RISPETTO DI NOI STESSI ; DELLA VITA ; DELLA SOFFERENZA DI CHI SOFFRE, e questo io lo dico ad alta voce.

    Altair caro mio perchè non richiami i medici a modi più umani? li hai mai visti in facccia quando prescrivono ansiolitici e droghe ai nostri figli ? quando consigliano parti cesarei alle prossime mamme, quando ti tagliano a pezzi, di asportano , ti segano, ti mettono paura?

    Altair di cuore spero tu abbia sempre una salute di ferro, perchè se domani dovessi stare male e finire sotto le loro mani sarebbe un 'esistenza di sofferenza.

    Poi non sei tu che hai parlato di macrobiotica? chiedi chiedi ad un medico , ammesso che sappia cosa sia, chiedi cosa ne pensa ?

    Civile a me…


    #49509
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1189411518=iniziato]Bannatemi a me non cambia[/quote1189411518]
    Caro iniziato, su AG nessuno mai sara' “bannato” eccetto per casi [u]gravissimi[/u] (minacce personali o simili) e tu mai farai questo…

    Le parole “Ban”, Bannatemi etc. etc. mi risultano odiose.

    Su AG esisteranno solo delle [u]sospensioni temporanee[/u], purtroppo.

    Sospendere, eliminare, bannare una persona e' quasi sempre sbagliato…


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #49508

    altair
    Partecipante

    Caro iniziato,
    rieccoti qui.

    Ti aspettavo senza ansia.

    Naturalmente la mia era solo una provocazione per attirare un po' di attenzione sul tuo caso ormai davvero particolare che merita un approfondimento.

    Mi è già capitato di notare il tuo modo di postare eccessivo e affrettato. Metti molta carne al fuoco (troppa), non rileggi quello che scrivi, rischi così di apparire piuttosto ridicolo.

    Ti va dato atto che cerchi di documentarti molto, i link e le citazioni che fornisci lo testimoniano.

    Ma passiamo a rileggere i tuoi post in questo topic.
    Purtroppo per te “Scripta manent”.

    Esordisci dicendo:
    “Avete fiducia nella medicina moderna?
    Assolutamente No, zero totale.”

    “Tolti i punti segnati da altair riguardanti la chirurgia di urgenza che anchessi comunque andrebbero rivisti sotto una luce diversa, direi che la medicina moderna è completamente da ristrutturare.”

    “Le terapie alternative funzionano?”

    “certo e inoltre concordano con i dettami di ippocrate
    Primum non nuocere , a differenza delle terapie moderne.”

    Tu dici assolutamente no, zero totale.

    Ti ricordo che la medicina moderna non è nata ieri, ha alle spalle una tradizione millenaria. Buttare tutto alle ortiche con un perentorio “assolutamente no, zero totale” è davvero un punto di vista molto personale e consentimi di dirti ingenuo e affrettato.
    Non occorre essere molto informati sull'argomento, basta avere un po' di buon senso per capire che queste affermazioni non hanno alcun fondamento.

    Continui poi dicendo che la chirurgia d'urgenza andrebbe rivista sotto una luce diversa ma non ci dici quale.
    Ti spingi fino al punto di affermare che “la medicina moderna è completamente da ristrutturare”.
    Completamente da ristrutturare un tradizione con due millenni di storia? Lascio giudicare agli altri utenti che ci leggono l'enormità di questa affermazione.

    Prosegui dicendoci che le terapie alternative funzionano, ma non ci dici a quali terapie ti riferisci e citi Ippocrate.
    Ti ricordo che Ippocrate è considerato il fondatore della medicina Occidentale e che i medici moderni, ancora oggi, a lui si richiamano con il famoso “Giuramento di Ippocrate”.

    Ma andiamo avanti.

    Continui dicendo:

    “La medicina ufficiale moderna non ha mai guarito nessuno”.

    Qui non è più questione di buon senso, siamo al delirio totale. Si tratta di un'affermazione che si commenta da se.

    Dopo l'intervento del Dott. Sakamopo gli rivolgi alcune domande ma lui risponde a Pasgal e non a te.
    Lo riprendi in maniera del tutto inopportuna con queste parole:
    “buon giorno sagamato ho visto che hai risposto al buon pasgal ma non a me ?
    Intendi rispondere in futuro? o io e gli altri amici del forum dobbiamo pensare ad un tuo rifiuto di dare delle risposte alle domende che ti si sono poste?”

    Fare delle domande è lecito, ma pretendere delle risposte, con un tono provocatorio direi di no.
    Credi che Sakamopo non abbia letto le tue domande? Perchè pretendere delle risposte? Le risposte non si pretendono mai. Evidentemente le tue domande non interessavano.

    Inoltre come puoi pretendere che un medico prenda in considerazione le tue domande dopo le tue affermazioni avventate riportate sopra?

    Continui storpiando provocatoriamente il suo nick, lo chiami “Sagamatta” e “SakkoMolto” continuando a pretendere risposte da lui.

    Poi rivolto a me continui:
    “Altair di cuore spero tu abbia sempre una salute di ferro, perchè se domani dovessi stare male e finire sotto le loro mani sarebbe un esistenza di sofferenza.”

    Altra affermazione perentoria e avventata. Ma cosa dici? Dai per scontato che chiunque si trovi ad avere problemi di salute se si affida ai medici avrà un'esistenza di sofferenza?
    Anche qui lascio giudicare a chi ci legge.
    Io, per quanto mi riguarda, è l'ultima volta che intervengo sul tuo caso.

    In futuro, se il tuo atteggiamento rimarrà questo, sarai da me ignorato, non vale più la pena prenderti in considerazione.

    Qui mi fermo, ti faccio i miei migliori auguri, e resto in attesa dei post degli altri utenti interessati al topic (ed eventualmente) al tuo caso.

    Questo post, te lo ripeto, non ha alcun carattere offensivo o derisorio nei tuoi confronti, vuole essere solo un deciso invito alla riflessione. 😉


    #49510

    iniziato
    Partecipante

    [quote1189417565=altair]
    Caro iniziato,
    rieccoti qui.

    Ti aspettavo senza ansia.

    Naturalmente la mia era solo una provocazione per attirare un po' di attenzione sul tuo caso ormai davvero particolare che merita un approfondimento.

    Mi è già capitato di notare il tuo modo di postare eccessivo e affrettato. Metti molta carne al fuoco (troppa), non rileggi quello che scrivi, rischi così di apparire piuttosto ridicolo.

    Ti va dato atto che cerchi di documentarti molto, i link e le citazioni che fornisci lo testimoniano.

    Ma passiamo a rileggere i tuoi post in questo topic.
    Purtroppo per te “Scripta manent”.

    Esordisci dicendo:
    “Avete fiducia nella medicina moderna?
    Assolutamente No, zero totale.”

    “Tolti i punti segnati da altair riguardanti la chirurgia di urgenza che anchessi comunque andrebbero rivisti sotto una luce diversa, direi che la medicina moderna è completamente da ristrutturare.”

    “Le terapie alternative funzionano?”

    “certo e inoltre concordano con i dettami di ippocrate
    Primum non nuocere , a differenza delle terapie moderne.”

    Tu dici assolutamente no, zero totale.

    Ti ricordo che la medicina moderna non è nata ieri, ha alle spalle una tradizione millenaria. Buttare tutto alle ortiche con un perentorio “assolutamente no, zero totale” è davvero un punto di vista molto personale e consentimi di dirti ingenuo e affrettato.
    Non occorre essere molto informati sull'argomento, basta avere un po' di buon senso per capire che queste affermazioni non hanno alcun fondamento.

    Continui poi dicendo che la chirurgia d'urgenza andrebbe rivista sotto una luce diversa ma non ci dici quale.
    Ti spingi fino al punto di affermare che “la medicina moderna è completamente da ristrutturare”.
    Completamente da ristrutturare un tradizione con due millenni di storia? Lascio giudicare agli altri utenti che ci leggono l'enormità di questa affermazione.

    Prosegui dicendoci che le terapie alternative funzionano, ma non ci dici a quali terapie ti riferisci e citi Ippocrate.
    Ti ricordo che Ippocrate è considerato il fondatore della medicina Occidentale e che i medici moderni, ancora oggi, a lui si richiamano con il famoso “Giuramento di Ippocrate”.

    Ma andiamo avanti.

    Continui dicendo:

    “La medicina ufficiale moderna non ha mai guarito nessuno”.

    Qui non è più questione di buon senso, siamo al delirio totale. Si tratta di un'affermazione che si commenta da se.

    Dopo l'intervento del Dott. Sakamopo gli rivolgi alcune domande ma lui risponde a Pasgal e non a te.
    Lo riprendi in maniera del tutto inopportuna con queste parole:
    “buon giorno sagamato ho visto che hai risposto al buon pasgal ma non a me ?
    Intendi rispondere in futuro? o io e gli altri amici del forum dobbiamo pensare ad un tuo rifiuto di dare delle risposte alle domende che ti si sono poste?”

    Fare delle domande è lecito, ma pretendere delle risposte, con un tono provocatorio direi di no.
    Credi che Sakamopo non abbia letto le tue domande? Perchè pretendere delle risposte? Le risposte non si pretendono mai. Evidentemente le tue domande non interessavano.

    Inoltre come puoi pretendere che un medico prenda in considerazione le tue domande dopo le tue affermazioni avventate riportate sopra?

    Continui storpiando provocatoriamente il suo nick, lo chiami “Sagamatta” e “SakkoMolto” continuando a pretendere risposte da lui.

    Poi rivolto a me continui:
    “Altair di cuore spero tu abbia sempre una salute di ferro, perchè se domani dovessi stare male e finire sotto le loro mani sarebbe un esistenza di sofferenza.”

    Altra affermazione perentoria e avventata. Ma cosa dici? Dai per scontato che chiunque si trovi ad avere problemi di salute se si affida ai medici avrà un'esistenza di sofferenza?
    Anche qui lascio giudicare a chi ci legge.
    Io, per quanto mi riguarda, è l'ultima volta che intervengo sul tuo caso.

    In futuro, se il tuo atteggiamento rimarrà questo, sarai da me ignorato, non vale più la pena prenderti in considerazione.

    Qui mi fermo, ti faccio i miei migliori auguri, e resto in attesa dei post degli altri utenti interessati al topic (ed eventualmente) al tuo caso.

    Questo post, te lo ripeto, non ha alcun carattere offensivo o derisorio nei tuoi confronti, vuole essere solo un deciso invito alla riflessione. 😉

    [/quote1189417565]

    trovi il mio nick su tanti di quei forum che non lo so neanche io quanti sono essendo più di 7 anni che mi dedico alla discussione di questi temi sul web e ti assicuro che è la prima volta che qualcuno mi dice che sono un “caso”, comunque…

    Mi farebbe piacere per migliorarmi che mi facessi capire dove appaio ridicolo, mi farebbe piacere che anche gli altri mi dicano se questa cosa che tu hai notato trova riscontro nel pensiero comune dei memnri del forum.

    Ribadisco il mio No, zero totale, che senso ha che tu mi parli di una medicina tradizionali con millenaria esperienza se oggi non vi è alcuna traccia di questa millenaria esperienza?
    Se proprio devo accogliere la tua osservazione dovrei dire : [u]Non credo e non ho fiducia dell'attuale medicina ufficiale.[/u]
    Speriamo che così vada meglio.

    ti aggiorno se me lo permetti…
    Rapporto Flexner

    [link=hyperlink url]http://www.alfa.it/collabor/velodimaya/[/link]
    clicca su Psichiatria e Scienza “ufficiale” di copertura
    e poi su “inquisizione medica”

    Ippocrate è considerato il fondatore ecc ecc lo so, lo so benissimo , imparai il suo guramento a memoria all'età di 19 anni.
    Ora ti prego illuminami dove ll'attuale medicina ufficiale segue i dettami di quell'uomo?

    ribadisco

    “La medicina ufficiale moderna non ha mai guarito nessuno”.

    Questo non è delirio ma semmai consapevolezza del mondo in cui vivo, potrei qui sparere migliaia di link , citazioni , libri ma mi stai contagiando e penso che non sia il caso di usare questi semi su di un terreno non appropriato.

    Dai per scontato che chiunque si trovi ad avere problemi di salute se si affida ai medici avrà un'esistenza di sofferenza?
    Anche qui lascio giudicare a chi ci legge.

    Rispondo con il post di quantico di sopra… chiarmante non stiamo parlando di sciocchezze, io intendo problemi seri, e ricordo di aver citato leonardo da vinci , ma forse anche lui è ridicolo allora anche io sono felice di essere ridicolo.

    Rileggo e sottoscrivo.


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 534 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.