Avete fiducia nella medicina moderna?

Home Forum SALUTE Avete fiducia nella medicina moderna?

Questo argomento contiene 533 risposte, ha 58 partecipanti, ed è stato aggiornato da Quantico Quantico 12 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 321 a 330 (di 534 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #49811

    windrunner
    Partecipante

    Questa mi è parsa una buona notizia… altresì mi chiedo la spinta di Veronesi (stimabilissimo oncologo) verso l'alimentazione vegetariana, lui stesso è vegetariano… ci sarebbe da chiedersi… perchè? Io lo sono e le risposte me le sono già date 😉

    Tumori: l'ospedale secondo Veronesi, pazienti tutti vegetariani

    Il direttore scientifico dell'Irccs di via Ripamonti riassume la sua missione:

    “Vorremmo introdurre una quantità di innovazioni che spazzi via la vecchia cultura ospedaliera del passato. L'ospedale deve essere innanzitutto parte della comunità. Il paziente si deve sentire quasi a casa propria”

    Comfort degno di un albergo a più stelle. Stanze singole, tutte con bagno. Porte sempre aperte ai parenti, fumo bandito già al cancello d'ingresso e dieta rigorosamente 'verde'.

    L'oncologo Umberto Veronesi ripropone la sua idea di ospedale modello, ma punta 'la lente' sul piatto dei malati e lancia una proposta in più: “Noi vorremmo che i nostri pazienti diventassero tutti vegetariani”, perché “questo istituto deve avere anche una funzione educativa” e “dobbiamo dare anche l'esempio di una giusta alimentazione”.

    Parlando ai giornalisti, oggi a margine delle celebrazioni per il 'raddoppio' dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano e l'inaugurazione dell'Ieo 2-Day Center, il direttore scientifico dell'Irccs di via Ripamonti riassume la sua missione: “Vorremmo introdurre una quantità di innovazioni che spazzi via la vecchia cultura ospedaliera del passato. L'ospedale – sostiene l'ex ministro della Sanità – deve essere innanzitutto parte della comunità. Il paziente si deve sentire quasi a casa propria” e deve avere un'assistenza alberghiera di altissimo livello.

    “Deve avere i parenti tutto il giorno con lui per rincuorarlo, per aiutarlo”, precisa. E ancora: “Deve avere una camera singola solo per lui. Perché se nessuno andrebbe in un albergo a dormire con uno sconosciuto, non vedo perché un malato debba dormire con persone che non conosce e che possono anche volere una privacy per confidarsi con i propri familiari”. Tutte le camere devono essere “con bagno”, l'alimentazione “buona e sana” e l'intera area dell'ospedale deve essere no-smoking. “Qui all'Ieo – ricorda – è proibito fumare in tutta l'area delimitata dal recinto esterno”.

    L'Ieo 2, che sorge di fronte all'Ieo e sarà operativo dagli inizi di aprile, punta a garantire percorsi super-rapidi per i malati di cancro. “Dalla diagnosi al trattamento in un giorno, massimo due o tre”. Il nuovo Day Center “materializza e rende concreta un'idea di medicina che coltiviamo da molti anni”, dice Veronesi. I progressi in prevenzione, diagnosi precoce e terapia “hanno cambiato volto alla cura del cancro, rendendola più efficace e più attenta alla qualità di vita del malato”. Ma “ora anche l'ospedale deve cambiare”, avverte l'ex ministro della Sanità.

    Il luogo di cura del futuro “deve proiettarsi verso la popolazione e organizzarsi per una medicina sempre più preventiva” e su misura, “orientata alle caratteristiche e ai bisogni della persona. Il nuovo ospedale deve essere più umano, più accogliente per chi varca le sue soglie con un carico di ansia spesso molto pesante e in una situazione di debolezza psicologica”. Proprio in quest'ottica l'oncologo auspica strutture sempre più simili a una casa, anche nei 'ritmi'. Basta pranzi serviti alle 11 e cene alle 18, insiste da sempre l'oncologo.

    L'ospedale, continua, “da luogo di sofferenza deve diventare luogo di speranza. Bisogna comunicare al paziente l'aspettativa di un totale recupero, la fiducia nel futuro”, insegna Veronesi. “Già oggi le percentuali di guarigione da un tumore sono pari in media all'80%, ma possono superare il 90% per il seno e arrivano al 95% per la prostata. Il medico ha il dovere di comunicare al paziente le sue reali condizioni, ma deve arricchire il suo messaggio con un forte contenuto di speranza. Il momento della diagnosi rappresenta infatti una frattura nella vita di una persona. E il medico deve accompagnare il malato in tutto il suo percorso”, aiutandolo a superare “la ribellione che scatta davanti a una diagnosi di cancro”. Il nuovo Ieo sarà “un avamposto della sanità italiana nel mondo, un esempio che spero possa essere seguito in tutto il Paese”, conclude lo scienziato.
    Milano, 23 mar. (Adnkronos Salute)

    Fonte: Adnkronos.com – http://promiseland.it/view.php?id=3531

    :bay:


    #49812
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Ottima! Tutti dovremmo smettere di mangiare animali.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #49813
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1269862006=windrunner]

    Comfort degno di un albergo a più stelle. Stanze singole, tutte con bagno. Porte sempre aperte ai parenti, fumo bandito già al cancello d'ingresso e dieta rigorosamente 'verde'.

    L'oncologo Umberto Veronesi ripropone la sua idea di ospedale modello, ma punta 'la lente' sul piatto dei malati e lancia una proposta in più: “Noi vorremmo che i nostri pazienti diventassero tutti vegetariani”, perché “questo istituto deve avere anche una funzione educativa” e “dobbiamo dare anche l'esempio di una giusta alimentazione”.

    :bay:
    [/quote1269862006]

    Sembra un sogno….ma non bisogna mai smettere di sognare


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #49814

    lila
    Partecipante

    La vita riserva sempre delle sorprese.
    6 anni fa ho incontrato Veronesi con la moglie in un autogrill
    vicino Siena .
    L'ho salutato , ha risposto al mio saluto dandomi la mano e perfino un bacio sulla guancia.
    Credo sia una gran brava persona molto semplice nonostante la sua
    notorietà. 🙂


    #49815

    windrunner
    Partecipante

    A proposito di Veronesi… anche la prevenzione dovrebbe essere parte integrante di una medicina “moderna”…

    Repubblica — 25 giugno 2008
    pagina 29 sezione: POLITICA ESTERA

    Sono vegetariano da quando ho iniziato a scegliere, e la mia è una scelta d'amore, di filosofia e di scienza. Di amore per gli animali e per la vita in tutte le sue forme, specialmente quando è inerme e non può far valere il suo bisogno disperato di sopravvivere. Nessuna esistenza è piccola, nessuna è insignificante. Mangiare è una forma di celebrazione della vita, e non negazione della vita stessa ad altri esseri viventi, perché “inferiori”. Non c'è una differenza biologica fra animali. Perché allora ci fa orrore il pensiero di mangiare il nostro cane, ma massacriamo ad ogni Pasqua centinaia di agnelli per fare festa? La filosofia del vegetarianesimo è la non-violenza e la violenza a cui gli animali da macello sono sottoposti è efferata e crudele. La pratica della macellazione poi è un rito ripugnante: l'animale viene stordito per poi essere sgozzato in modo che la morte avvenga per dissanguamento, affinché la sua carne prenda un colorito più chiaro.

    Rinunciare alla carne inoltre è per me anche una forma di solidarietà e responsabilità sociale. In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco enorme: se oltre 820 milioni di persone soffrono la fame è anche perché gran parte del terreno coltivabile viene riservato al foraggio per gli animali da carne. I prodotti agricoli a livello mondiale potrebbero essere sufficienti a sfamare tutti, se non fossero in gran parte utilizzati per alimentare gli animali da allevamento. Senza contare che il consumo eccessivo di carne è nocivo per la salute. Le cosiddette “malattie del benessere” (diabete non insulino-dipendente, aterosclerosi, obesità) colpiscono chi abusa di pasti copiosi e ricchi di grassi animali, mentre è dimostrato che una dieta ricca di vegetali ci protegge e ci aiuta a mantenere più a lungo il nostro benessere. Sono scientificamente convinto che il vegetarianesimo è una scelta non solo opportuna, ma obbligata. Per nutrire una popolazione in aumento costante saremo costretti a diventare vegetariani, ritornando in fondo alla nostra natura originaria. In termini evoluzionistici l' uomo discende dalla scimmia: il nostro organismo è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi e il nostro metabolismo è come quello dell'orango che si nutre di cereali e vegetali. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente, e ci rimetterebbe in armonia con gli equilibri naturali perfetti del nostro pianeta. – UMBERTO VERONESI

    Scarica gratuitamente “Noi siamo Vegetariani”
    http://www.oltrelaspecie.org/download/noi_siamo_vegetariani.pdf

    fonte: http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3591

    :bay:


    #49816

    raistlin
    Partecipante

    Fenomenale!!!

    IL KUWAIT SI MUOVE IN MASSA VERSO LA CCSVI!!! NOTIZIONA pubblicata da Gianfranco Campalani del quale è appena stata aggiornata la sua testimonianza post liberazione CONFERMATA DAL “KUWAIT TIMES”
    G.C.:”Ho appena ricevuto un messaggio da Zamboni: il governo del Kuwait ha deciso di effettuare il trattamento di angioplastica a tutti i suoi 6000 pazienti di sclerosi multipla al tasso di 10 al giorno ed è stata richiesta la sua assistenza tecnica. Questo è il varco che tutti stavamo aspettando e, anche se non sarà un beneficio immediato per i pazienti di SM nel mondo occidentale, preparerà il terreno, in futuro, per convertire gli scettici. G.C.” Wed Apr 07, 2010 7:03 am

    http://www.kuwaittimes.net/read_news.php?newsid=MTE5OTk0MTY5MA==


    #49817
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1270674453=raistlin]
    Fenomenale!!!

    IL KUWAIT SI MUOVE IN MASSA VERSO LA CCSVI!!! NOTIZIONA pubblicata da Gianfranco Campalani del quale è appena stata aggiornata la sua testimonianza post liberazione CONFERMATA DAL “KUWAIT TIMES”
    G.C.:”Ho appena ricevuto un messaggio da Zamboni: il governo del Kuwait ha deciso di effettuare il trattamento di angioplastica a tutti i suoi 6000 pazienti di sclerosi multipla al tasso di 10 al giorno ed è stata richiesta la sua assistenza tecnica. Questo è il varco che tutti stavamo aspettando e, anche se non sarà un beneficio immediato per i pazienti di SM nel mondo occidentale, preparerà il terreno, in futuro, per convertire gli scettici. G.C.” Wed Apr 07, 2010 7:03 am

    http://www.kuwaittimes.net/read_news.php?newsid=MTE5OTk0MTY5MA==
    [/quote1270674453]

    Ciao Splendida, come stai :bay:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #49818

    raistlin
    Partecipante

    Bene, ho anche inziato una terapia di agopuntura con un neurologo in una clinica olistica, per adesso con gli integratori mi basta.
    I neurologi dell'ospedale invece insistono con farmi iniziare con gli immunoregolatori, dovrei farmi un'iniezione al giorno inframuscolare per uccidere i globuli bianchi cattivi, magari per il resto della vita. E dovevi sentire il dottore come cercava di convincermi, con sottili allusioni al fatto che se non iniziavo subito avrei potuto un giorno avere anche problemi cognitivi. Per un momento mi è venuta voglia di piangere, poi il momento dopo mi è venuta voglia di mandarcelo… #(
    Figurati, cascano proprio male con me!


    #49819
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1270680384=raistlin]
    Bene, ho anche inziato una terapia di agopuntura con un neurologo in una clinica olistica, per adesso con gli integratori mi basta.
    I neurologi dell'ospedale invece insistono con farmi iniziare con gli immunoregolatori, dovrei farmi un'iniezione al giorno inframuscolare per uccidere i globuli bianchi cattivi, magari per il resto della vita. E dovevi sentire il dottore come cercava di convincermi, con sottili allusioni al fatto che se non iniziavo subito avrei potuto un giorno avere anche problemi cognitivi. Per un momento mi è venuta voglia di piangere, poi il momento dopo mi è venuta voglia di mandarcelo… #(
    Figurati, cascano proprio male con me!
    [/quote1270680384]
    dai che sei forte e sono sicura che troverai la cura giusta per te… :cor:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #49820
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [youtube=480,385]7WG374LZp8M


Stai vedendo 10 articoli - dal 321 a 330 (di 534 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.