BerlusCojoner

Home Forum L’AGORÀ BerlusCojoner

Questo argomento contiene 359 risposte, ha 44 partecipanti, ed è stato aggiornato da Pasquale Galasso Pasquale Galasso 10 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 81 a 90 (di 360 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #123022

    marì
    Bloccato

    Angela Sozio il nuovo acquisto de PDL per le europee, complimenti!

    fate attenzione al min. 2:50 oltre a tutto il resto

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]UZ1q2DqEBsA[/link]

    hahaha


    #123023

    Ken
    Bloccato

    BERLUSCONI: LA COSTITUZIONE SI CAMBIA
    ANCHE SENZA ACCORDO CON OPPOSIZIONE

    (AGI) – Varsavia, 28 apr. – Modificare la Carta con il concorso dell'opposizione? “Non e' necessario”. E' la costituzione stessa che non lo prevede. Silvio Berlusconi va dritto al nocciolo della questione: “Non ce' un solo articolo nella Carta che dice: e' necessario il concorso dell'opposizione”. Dunque chi pensa che sulla scia del clima instauratosi il 25 aprile Berlusconi aspetti le “richieste” del Pd per modificare la Carta si sbaglia di grosso. Certo, la premessa del Cavaliere, e' che il Pdl e' stato “sempre aperto per un confronto” con l'altro schieramento, ma e' chiaro -ragiona Berlusconi- che se il Pd vuole sedersi al tavolo, bene. Altrimenti le riforme la maggioranza le fara' in ogni caso. Il premier anzi considera “strano” la richiesta dell'opposizione di un impegno formale a essere interpellata, quella stessa opposizione che “ha approvato il titolo V con soli 4 voti di vantaggio”. Berlusconi dunque a Dario Franceschini risponde chiamando in 'causa' proprio la Carta costituzionale: “Non c'e' una norma che preveda questo. Non c'e' un solo articolo nella Costituzione che dice che e' necessario il concorso dell'opposizione”. Il presidente del Consiglio, a Varsavia per un vertice bilaterale per partecipare alla riunione del Ppe, ribadisce il concetto piu' volte: “La Costituzione indica come deve essere cambiata, quali maggioranze debbano esserci, le formule dei voti successivi. Non vedo come si possa pensare ad una innovazione in tal senso”. Il Cavaliere dice una parola chiara anche sul referendum del 21 giugno: sarebbe “da masochisti” votare no, “noi non abbiamo posto la questione, ma non si puo' chiedere a chi viene avvantaggiato di votare no per un vantaggio che altri ti regalano…”. E non importa che il Carroccio non sia soddisfatto della decisione del premier: “Anche io se fossi nei panni della Lega non sarei contento”


    #123024

    Spiderman
    Partecipante
    #123025

    deg
    Partecipante

    [quote1240956532=Ken]

    BERLUSCONI: LA COSTITUZIONE SI CAMBIA
    ANCHE SENZA ACCORDO CON OPPOSIZIONE

    (AGI) – Varsavia, 28 apr. – Modificare la Carta con il concorso dell'opposizione? “Non e' necessario”. E' la costituzione stessa che non lo prevede. Silvio Berlusconi va dritto al nocciolo della questione: “Non ce' un solo articolo nella Carta che dice: e' necessario il concorso dell'opposizione”. Dunque chi pensa che sulla scia del clima instauratosi il 25 aprile Berlusconi aspetti le “richieste” del Pd per modificare la Carta si sbaglia di grosso. Certo, la premessa del Cavaliere, e' che il Pdl e' stato “sempre aperto per un confronto” con l'altro schieramento, ma e' chiaro -ragiona Berlusconi- che se il Pd vuole sedersi al tavolo, bene. Altrimenti le riforme la maggioranza le fara' in ogni caso. Il premier anzi considera “strano” la richiesta dell'opposizione di un impegno formale a essere interpellata, quella stessa opposizione che “ha approvato il titolo V con soli 4 voti di vantaggio”. Berlusconi dunque a Dario Franceschini risponde chiamando in 'causa' proprio la Carta costituzionale: “Non c'e' una norma che preveda questo. Non c'e' un solo articolo nella Costituzione che dice che e' necessario il concorso dell'opposizione”. Il presidente del Consiglio, a Varsavia per un vertice bilaterale per partecipare alla riunione del Ppe, ribadisce il concetto piu' volte: “La Costituzione indica come deve essere cambiata, quali maggioranze debbano esserci, le formule dei voti successivi. Non vedo come si possa pensare ad una innovazione in tal senso”. Il Cavaliere dice una parola chiara anche sul referendum del 21 giugno: sarebbe “da masochisti” votare no, “noi non abbiamo posto la questione, ma non si puo' chiedere a chi viene avvantaggiato di votare no per un vantaggio che altri ti regalano…”. E non importa che il Carroccio non sia soddisfatto della decisione del premier: “Anche io se fossi nei panni della Lega non sarei contento”
    [/quote1240956532]
    Alla fine ci riuscirà a realizzare il suo Grande Sogno di sempre?!!!! !dodge
    Berlusconi for president!!!!!!!! :bravo:


    #123026

    altair
    Partecipante

    Questo è solo un assaggio:

    http://www.stefanodisegni.it/Vignette.aspx?comicID=406

    E qui troverete il resto + moolte altre cose.

    http://www.stefanodisegni.it/

    Stefano Disegni coinvolge, non fate tardi stanotte. 😀


    #123027
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    ora il nano è nella mia patria… #sich


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #123028

    marì
    Bloccato
    #123029

    marì
    Bloccato

    La virilità del Salame
    Maurizio Blondet 29 aprile 2009

    Uno vorrebbe occuparsi d’altro, mi tocca invece occuparsi della virilità del presidente del consiglio. O meglio, «delle» virilità, perchè quelle del Salame iperattivo-euforico sono due:

    1) C’è la virilità di uno di 73 anni che, di notte, si fa portare con la scorta in una discoteca di Casoria per festeggiare i 18 anni di tale Noemi; quella di chi fa ministre sue ex-fornitrici di servizi sessuali, e assegna seggi sicuri in Europa a sue veline e ragazzine tettute, con lui gentili.
    2) Poi c’è la virilità di un uomo pubblico, che pubblicamente si sente dire dalla moglie – nel caso, la ex attrice Veronica Lario –, attraverso una intervista a Repubblica, quanto segue: le veline( L'articolo completo e' disponibile solo per gli abbonati )

    fonte
    http://www.effedieffe.com/content/view/7290/174/

    hahaha insieme sono proprio delle sagome


    #123030

    lila
    Partecipante

    [quote1241193584=Marì]

    La virilità del Salame
    Maurizio Blondet 29 aprile 2009

    Uno vorrebbe occuparsi d’altro, mi tocca invece occuparsi della virilità del presidente del consiglio. O meglio, «delle» virilità, perchè quelle del Salame iperattivo-euforico sono due:

    1) C’è la virilità di uno di 73 anni che, di notte, si fa portare con la scorta in una discoteca di Casoria per festeggiare i 18 anni di tale Noemi; quella di chi fa ministre sue ex-fornitrici di servizi sessuali, e assegna seggi sicuri in Europa a sue veline e ragazzine tettute, con lui gentili.
    2) Poi c’è la virilità di un uomo pubblico, che pubblicamente si sente dire dalla moglie – nel caso, la ex attrice Veronica Lario –, attraverso una intervista a Repubblica, quanto segue: le veline( L'articolo completo e' disponibile solo per gli abbonati )

    fonte
    http://www.effedieffe.com/content/view/7290/174/

    hahaha insieme sono proprio delle sagome

    [/quote1241193584]
    Lui e sua moglie?
    Bè sua moglie era una attrice di varietà è tutto in tema. hahaha


    #123031
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Stampa, Freedom House declassa l'Italia
    “Non è più un Paese pienamente libero”

    http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/esteri/rapporto-freedomhouse/rapporto-freedomhouse/rapporto-freedomhouse.html


Stai vedendo 10 articoli - dal 81 a 90 (di 360 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.