Berlusconi: "ci hai rotto xxxxx"

Home Forum L’AGORÀ Berlusconi: "ci hai rotto xxxxx"

Questo argomento contiene 336 risposte, ha 33 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 9 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 291 a 300 (di 337 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #131431

    FREESPIRIT
    Partecipante

    [quote1300887013=farfalla5]
    [quote1300836668=FREESPIRIT]
    FARFI, QUESTI LA POLTRONA NON LA MOLLANOO!NEMMENO SE LI BECCANO AD AMMAZZARE LA PROPRIA MADRE,NON SI DIMETTERANNO MAIIIIIIIIIIII :aaaa:
    [/quote1300836668]
    ma la faccia hanno di dietro… :mah:
    [/quote1300887013]
    INTENDI DIRE SE HANNO LA FACCIA COME IL C…O ??? EBBENE SIIIIIII
    O-O


    #131432
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    la sedia non la mollano, ma può sempre essere che sia la sedia a mollare loro 😀


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #131433

    Anonimo

    A questa massa di bavosi la molerei in testa la sedia!


    #131434

    FREESPIRIT
    Partecipante

    altra bella trovata del governo B: e della Gelmini leggete, leggete, e che vengano inceneriti i maledetti sempre con i piu deboli!!!
    La Gioventù non è per i disabili
    Giochi negati ai bambini
    Nel Vicentino gli alunni con disabilità non hanno potuto partecipare ai Giochi della Gioventù: mancavano i soldi per l'assistenza durante le gare. Il ministro dell'Istruzione Gelmini si difende: “L'organizzazione era affidata al Coni”
    (GRPhoto)
    “La squadra integrata con due studenti diversamente abili e altrettanti normodotati ha gareggiato nella campestre interregionale a Treviso, su un percorso di 400 e 800 metri. Buoni risultati globali per tutti gli studenti-atleti provinciali: in particolare, i ragazzi della media di San Vito al Tagliamento hanno conquistato la qualificazione per le finali a Nove. Ma il Comitato italiano paralimpico (Cip) non ha sufficienti fondi per partecipare alla fase nazionale della campestre”.

    In Friuli la gente è abituata a dosare le parole, anche quando i sentimenti fanno venir voglia di urlare. Per questo Gianfranco Chessa, titolare dello sport all’Ufficio scolastico di Pordenone, ha commentato così gli eventi dello scorso weekend: a Nove, vicino Vicenza, si disputavano le finali della corsa campestre per i Giochi della Gioventù edizione 2010-11, ma i ragazzi con disabilità sono rimasti a casa. Mancavano i moduli per iscriverli alla gara, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini non li ha mandati alle scuole, c’erano solo quelli per i normodotati. Perché oltre a Valentina e suo figlio (la cui storia potete leggere in prima pagina), sono tanti quelli lasciati fuori dal gioco quest’anno.

    “Una discriminazione grave – ha denunciato la deputata Pd Monica Ghizzoni presentando un’interrogazione –, un brutto passo indietro nel difficile percorso di integrazione dei disabili”. Piccata la risposta ministeriale: l’organizzazione dei Giochi è stata affidata al Coni fin dall’edizione 2009, e non dipende quindi dal Miur l’esclusione dei disabili. Chi critica la Gelmini lo fa “strumentalmente, per ragioni di lotta politica”, precisa salace una nota diramata la scorsa settimana.

    “Macché politica, qui il problema vero sono i soldi – ribatte Simona Zucchet di Equality Italia, organizzazione per la difesa dei diritti civili –. A Vicenza è successa una cosa semplicissima: c’erano troppi pochi iscritti per organizzare il sostegno necessario agli atleti disabili. Se un ragazzo cieco deve affrontare la gara occorrono particolari accorgimenti, servono più persone al lavoro, più ore di servizio. Ma se arrivano al Coni poche richieste per quel tipo di competizione da classi con atleti disabili, la soluzione più ovvia è limitare la partecipazione a chi non ha problemi”.

    A maggio si terranno a Roma le finali nazionali delle altre specialità atletiche, e il Cip si è impegnato a far partecipare i disabili almeno alle prove su pista. Peccato che il senso dei Giochi studenteschi sia l’esatto opposto, ovvero promuovere la scambio tra tutti i ragazzi e favorire l’inclusione predisponendo agevolazioni particolari proprio per chi non avrebbe tutti i numeri per tutte le discipline.

    C’è però chi vanta nuove idee in merito. Il senatore leghista Giovanni Torri ha presentato un disegno di legge per rilanciare la manifestazione vincolandola alla prestazione scolastica: secondo la proposta, ora allo studio nella commissione per l’Istruzione al Senato, potranno partecipare alle gare solo gli studenti (dalla quarta elementare alla terza media) con la sufficienza in tutte le materie. Il sottosegretario Guido Viceconte ha già fatto sapere a nome della Gelmini che i 40 milioni di euro necessari alla riforma Torri non possono essere pescati dal già esangue Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa, come ipotizzato dal proponente, mentre nessuna obiezione è stata mossa sul filtro del voto. “Più valore al merito” spiega soddisfatto il senatore, “ma per i disabili sarebbe ancora peggio” ribatte la Zucchet. Che aggiunge: “Chi ha un handicap dell’apprendimento troverebbe nuovi ostacoli nel vivere un momento educativo e piacevole come lo sport fatto insieme ai compagni. Senza dimenticare che, sempre più spesso, i genitori dei bimbi con problemi fisici chiedono direttamente l’esonero dall’attività fisica per evitare tormenti e problemi continui. Gli insegnanti di sostegno sono pochi e oberati di lavoro, seguire un ragazzo con esigenze particolari richiede tanto tempo, energia, denaro. Tagliando i fondi e restringendo i criteri d’ingresso si lasciano fuori i più deboli. La storia è sempre quella”.

    Da Il Fatto quotidiano del 22 marzo 2011 :grrr:


    #131435

    Anonimo

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/29/liguria-la-casta-colpisce-ancora-tagliati-i-tagli-alle-auto-blu/100673/

    Liguria, la Casta colpisce ancora
    Tagliati i tagli alle auto blu
    La norma anti-sprechi è sparita dal bollettino ufficiale. La finanziaria regionale 2009 decurtava i rimborsi. Un segnale accolto con favore da tutte le parti politiche: “Ora chi vuole il privilegio dovrà pagare”. Al momento dell'attuazione, però, la norma è sparita. Nel silenzio generale

    Rigore all’italiana: alla Regione Liguria hanno tagliato tutto. Perfino i tagli. Proprio così: è bastato un emendamento “invisibile” e magia… le riduzioni di stipendio per assessori e presidenti (della giunta e del consiglio regionale) che usano le auto blu sono state eliminate. Senza che nessuno, o quasi, se ne accorgesse.

    Tutto comincia nel 2009, periodo di tagli selvaggi per gli enti locali. Il governo dà una sforbiciata ai trasferimenti alla Liguria: 70 milioni in meno rispetto all’anno precedente. I liguri se la passano male, sulla sanità incombe un buco di bilancio da decine di milioni, vengono chiusi ospedali, ridotti all’osso servizi essenziali perfino per i malati psichiatrici.

    Allora, ecco che la Regione decide di dare il buon esempio, annunciando tagli in casa propria. Con qualche frecciata ai colleghi di altre amministrazioni: “La Liguria – ricorda l’assessore al Bilancio, Pippo Rossetti – per gli emolumenti a consiglieri e assessori è tra le più basse d’Italia: mi chiedo per quale motivo non si vanno a cercare le Regioni a statuto speciale dove arrivano un sacco di soldi, come la Sicilia che ha 24mila dipendenti”.

    Si parte dalle odiatissime auto-blu, il simbolo della Casta, che in Italia pare siano 620mila. “Noi ne abbiamo 12, mentre la Sicilia ne ha 170”, spiega il presidente Claudio Burlando. È il simbolo, però, che conta: anche quelle dodici auto devono essere tagliate. È scritto nero su bianco nel Bollettino che riporta la Finanziaria regionale 2009: “Dal primo gennaio 2010 il rimborso forfettario mensile è decurtato del 20 per cento nel caso in cui il beneficiario abbia diritto a utilizzare usualmente l’automobile di rappresentanza o di servizio, salvo dichiarazione di rinuncia”. La norma modifica la legge 3 del 1987 sul trattamento economico dei consiglieri regionali.
    Un bel segnale: chi vuole l’auto blu se la deve pagare di tasca propria. Un’iniziativa che raccoglie il plauso unanime delle forze politiche: “Basta privilegi”. Qualcuno, però – come i cronisti di Radio Babboleo News – non dimentica quella norma e un anno dopo (il 29 dicembre 2010) va a spulciarsi il Bollettino Regionale che riporta la Finanziaria 2010, in vigore dal primo gennaio 2011. Dei tagli alle auto blu nemmeno l’ombra.

    Chissà, forse la norma si presume sottintesa anche se non espressamente menzionata in quel mare magno di leggi. E invece no. Il mistero viene svelato appena dodici giorni dopo, nel Bollettino del 12 gennaio 2011. In mezzo a pagine e pagine di norme compare un avviso di rettifica: “Il comma 3 dell’articolo 4 della legge regionale 3 del 1987 e successive modifiche e integrazioni è abrogato”.
    Una riga e mezzo, nessuno ci fa caso, anche l’occhio più smaliziato farebbe fatica a capire che cosa si nasconde dietro quella selva di richiami ad articoli e commi.

    Ma i giornalisti di Babboleo News non si arrendono, alla fine capiscono di che cosa si tratta. Quella “rettifica”, che doveva passare inosservata, restituisce centinaia di euro al mese. Non ai cittadini, ma a presidenti e assessori. In consiglio regionale pare che fossero tutti d’accordo: unanimi nel cancellare la norma anti-auto blu che appena un anno fa – anche stavolta unanimi – avevano sostenuto.
    Insomma, per dirla con parole semplici: addio alla decurtazione dell’indennità per chi usa l’auto blu. Si torna ai vecchi sani principi: paga la Regione.

    Una novità di cui quasi nessuno si era accorto, tranne le manine che l’hanno fatta inserire nella Finanziaria (guarda caso in una postilla contenuta in un supplemento). Ma adesso trovare l’autore è un’impresa. Non se n’era accorto, pare, perfino qualcuno dei beneficiari. Come lo stesso presidente Burlando, che appena informato della buccia di banana messa sul suo cammino sarebbe andato su tutte le furie: “Siamo i più morigerati d’Italia. Ci siamo ridotti gli stipendi prima che lo chiedesse Tremonti”, assicura Burlando. E le auto blu? “Appena ho saputo dell’emendamento ho chiesto ai miei assessori che usano l’auto nel tragitto casa-ufficio di restituire il denaro già percepito e di scrivere una lettera per rinunciare al privilegio”. Insomma, i soldi per adesso tornano nelle casse pubbliche. E non sono spiccioli: quelle due righe avrebbero fatto risparmiare a ogni assessore 800 euro al mese. Sessantamila euro l’anno per tutta la Giunta. Ma la norma anti-auto blu non esiste più. E scadute le lettere di rinuncia ai benefici… sarà tutto come prima.

    Da Il Fatto Quotidiano del 29 marzo 2011


    #131436
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Ascoltate questa analisi….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #131437
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1301404343=farfalla5]
    Ascoltate questa analisi….

    [/quote1301404343]
    😉


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #131438
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #131439
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1301661195=brig.zero]

    [/quote1301661195]
    hahaha
    tutta una barzelletta !


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #131441
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    :yesss: ecco l'ultima gag del n'ano rotondo :uuuu:

    http://www.leggo.it/video.php?idv=9302&id_news=115766
    dall'ano quadrato dei media :
    la promozione autoreferenziata … la [color=#3333ff]piu' casta [/color]della Castabidet a scomparsa … del fare … con le bollicine … :hehe:

    :to: , :ummmmm:ha dimenticato di dire …

    😕 … can che abbaia non morde … però lecca … :kkk:

    … !dodge


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 291 a 300 (di 337 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.