Buone Notizie

Home Forum L’AGORÀ Buone Notizie

Questo argomento contiene 891 risposte, ha 49 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 221 a 230 (di 892 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #112398

    patrizia.pr
    Partecipante

    [youtube=460,340]2kFtfjcJLZo


    #112399
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1262527167=brig.zero]
    Riso Ogm: la Bayer condannata a risarcimenti milionari … :yesss:

    http://www.terranauta.it/a1655/greenpeace/riso_ogm_la_bayer_condannata_a_risarcimenti_milionari.html !lol
    [/quote1262527167]

    Brig, questa mi era sfuggita….che meraviglia!!!!!!!!!!!


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #112400
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Usa: auto elettriche cittadine a 600 euro
    Di Marco Mancini


    Quando un Governo decide di dare incentivi all’economia, ed in particolare al settore automobilistico, può farlo in due modi. Uno è quello italiano (ma non solo), cioè dire a parole di voler dare incentivi, ma questi si basano soltanto sulla rottamazione o sugli sconti fiscali. Risultato: un risparmio di poche migliaia di euro per l’acquisto di un’auto nuova. Oppure si può fare come in America, dove un’auto che costa circa 10 mila euro si riesce a comprare con meno di 600.

    E’ esattamente quello che sta avvenendo per la nuova auto elettrica cittadina, la Kandi-Coco, un’auto di origine cinese ma sviluppata negli Stati Uniti, il cui prezzo di listino è 10.599 dollari, già di per sé basso, visto che normalmente le auto simili, almeno in Italia, vanno dai 12-15 mila euro per le Reva agli oltre 20 mila euro per tutte le altre. Ma l’amministrazione Obama, la quale ha stanziato fondi in due direzioni, per il rilancio dell’economia e per l’acquisto di prodotti ecologici, permette di tagliare 4.435 dollari con il primo incentivo e 5.299 con l’altro. Risultato: 865 dollari rimanenti, che al cambio in euro sono 599,44 euro.

    Acquistare quest’auto ha, come al solito, i suoi vantaggi e svantaggi. Anche se, a dir la verità, chi l’acquista è consapevole di star comprando una city-car, e quindi sa che è normale che l’auto sarà a due posti (assomiglia molto alla Smart, almeno esteticamente), e che non potrà raggiungere velocità elevate. La punta massima raggiunta è 40 km/h, quindi non si può uscire dalla città con la Kandi-Coco, ma ci sono anche tanti vantaggi.

    A parte i soliti delle city-car (poter viaggiare anche nei giorni di chiusura al traffico, parcheggio che si trova ovunque, ecc.), ci sono le buone prestazioni dell’auto, che non assomiglia ad un giocattolo come molte sue colleghe, ha 4 sospensioni indipendenti, 4 freni a disco, si ricarica in 6 ore ed ha un’autonomia per 60 miglia, o 96 chilometri, che per una città sono parecchi. Inoltre ha anche in dotazione un’autoradio con connessione iPod di ultima generazione. A questo prezzo non si poteva sperare di meglio.

    http://www.ecologiae.com/auto-elettriche-cittadine-600-euro/11556/?utm_source=feedburner&utm_medium=email


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #112401
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Microsoft combatte la pedofilia

    La nuova tecnologia PhotoDNA consente di tenere traccia degli scambi di immagini pedopornografiche, attribuendo a ognuna di esse un'impronta unica.

    PhotoDNA è una tecnologia donata da Microsoft (che l'ha sviluppata insieme a Handy Farid) al National Center for Missing and Exploited Children: servirà combattere la diffusione di materiale pedopornografico in Rete permettendo di tracciare gli “spostamenti” delle foto.

    “Usando PhotoDNA saremo in grado di scovare le immagini, lavorando di concerto con gli Isp, per fermare la distribuzione di queste foto” spiega Ernie Allen, presidente e Ceo del Ncmec.

    Alla base di questa tecnologia c'è il cosiddetto robust hashing che, partendo dalle caratteristiche particolari di un'immagine ne calcola una sorta di impronta digitale elettronica (l'hash); rispetto all'hashing tradizionale, che vede cambiare l'hash all'alterazione dell'immagine (ridimensionamento, salvataggio in un formato diverso, editing) anche se chi la vede non nota differenze, in questo caso l'”impronta” resta identica anche se la foto cambia un po'.

    Anche Bing e Windows Live presto integreranno PhotoDNA e i maggiori provider americani faranno lo stesso: seguendo le immagini nel passaggio da un pedofilo all'altro si spera di riuscire a fermare il traffico.
    http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=11595


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #112402
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Le 12 migliori buone notizie del 2009

    Il risultato del nostro impegno e di chi ha cuore i diritti umani è dimostrato dalle buone notizie che ci arrivano ogni giorno: prigionieri politici liberati, condanne a morte commutate, leggi liberticide cancellate e così via. Leggi le migliori 12 buone notizie del 2009 e scopri tutte le altre online.

    9 gennaio: pena di morte – Ghana
    Il 9 gennaio 2009 Il presidente uscente John Kuffour, ha commutato tutte le condanne a morte. Secondo i dati di Amnesty International, il provvedimento ha riguardato 108 prigionieri in attesa di esecuzione, 105 uomini e tre donne. L'ultima esecuzione nel paese aveva avuto luogo nel 1993.

    26 febbraio: giustizia internazionale – Kosova / Serbia
    Il 26 febbraio 2009 il Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia ha emesso cinque condanne nei confronti di altrettante persone giudicate colpevoli di crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi nell'allora provincia serba del Kosovo, nel 1999. L'ex vice primo ministro jugoslavo Nikola Sainovic, il generale dell'esecito jugoslavo Nebojsa Pavkovic e l'ufficiale della polizia serba Sreten Lukiv sono stati condannati a 22 anni, mentre Vladimir Lazarevic e Dragoljub Ojdanic, rispettivamente generale e capo di stato maggiore dell'esercito jugoslavo, sono stati condannati a 15 anni.

    16 marzo 2009: campagna “Mai più violenza sulle donne” / Diritti sessuali e riproduttivi – Messico
    Dopo una campagna condotta per molti mesi da Amnesty International e dalle organizzazioni locali per i diritti umani, il 16 marzo 2009 è entrata in vigore la Direttiva NOM-046-SSA2-2005 che prevede, tra l'altro, accesso legale e sicuro all'interruzione di gravidanza per le donne vittime di violenza sessuale.

    24 aprile: pena di morte – Burundi
    Il 24 aprile 2009, a seguito dell'introduzione del nuovo codice penale, il Burundi è diventato il 93mo paese abolizionista per tutti i reati. L'ultima esecuzione nel paese africano aveva avuto luogo nel 1997.

    11 maggio: prigionieri di coscienza – Iran
    Roxana Saberi, la giornalista irano-statunitense condannata in primo grado a otto anni di carcere per “spionaggio in favore di un paese ostile”, è stata liberata l'11 maggio 2009 dopo che una corte d'appello ha commutato l'imputazione in “possesso di materiale riservato”, emettendo una condanna a due anni di carcere con pena sospesa. Amnesty International aveva lanciato un appello per la scarcerazione di Saberi all'indomani del primo verdetto, il 18 aprile.

    23 giugno: pena di morte – Togo
    Il 23 giugno 2009 l'Assemblea nazionale ha votato all'unanimità in favore dell'abolizione della pena di morte. Il Togo diventa così il 15mo stato africano abolizionista, il 94mo a livello mondiale. “Questo paese ha deciso di istituire un sistema giudiziario sano, che riduce il rischio di errori giudiziari e garantisce i diritti delle persone”, ha commentato il ministro della Giustizia Kokou Tozoun. “Questo nuovo sistema non è più compatibile con un codice penale che mantiene la pena di morte e concede all'autorità giudiziaria un potere assoluto, con conseguenze irrevocabili”.

    1° luglio: diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender – India
    Il 1° luglio 2009 l'Alta corte di Delhi ha decriminalizzato l'omosessualità. Secondo Amnesty International, che insieme alle organizzazioni locali per i diritti umani aveva svolto una lunga campagna per questo obiettivo, la sentenza è un deciso passo avanti per assicurare che in India sia possibile esprimere il proprio orientamento sessuale e l'identità di genere senza timore di subire discriminazioni. La sentenza dell'Alta corte ha annullato, definendola discriminatoria e “contraria alla moralità costituzionale”, una norma britannica risalente al periodo coloniale che proibiva relazioni sessuali consensuali tra persone dello stesso sesso, definite “rapporti carnali contro l'ordine naturale”. La legge è stata usata per colpire l'azione degli organismi impegnati nella prevenzione dell'Hiv/Aids.

    7 agosto: Impunità – Brasile / Uruguay
    Il 7 agosto 2009 la Corte suprema brasiliana ha autorizzato l'estradizione in Argentina del colonnello uruguayano Luis Cordero Piacentini, che deve rispondere della scomparsa di cittadini argentini e uruguayani (tra cui il neonato Adalberto Soba Fernandez, sequestrato a venti giorni dalla nascita e successivamente dato in adozione illegale) nel contesto del “Piano Condor”. La massima corte brasiliana ha accolto la richiesta della magistratura argentina, che sta indagando su una serie di crimini commessi in un centro di detenzione clandestino conosciuto come “Concessionaria Orletti”, un autosalone della capitale Buenos Aires attivo negli anni della dittatura. Il “Piano Condor” fu un'operazione coordinata tra i governi militari di Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Uruguay e Paraguay destinata a eliminare esponenti dell'opposizione politica negli anni '70 e '80.

    29 settembre: diritti economici, sociali e culturali- Nazioni Unite
    All'indomani dell'apertura alla firma del Protocollo opzionale al Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali, avvenuta il 24 settembre 2009, 28 stati hanno già firmato il testo. Tra questi figura l'Italia, cui la Sezione Italiana di Amnesty International aveva chiesto di firmare il Protocollo.

    6 ottobre: Giustizia internazionale- Ruanda
    Il 6 ottobre 2009 Idelphonse Nizeyimana, uno dei maggiori ricercarti per il genocidio del 1994, è stato arrestato a Kampala, capitale dell'Uganda. Nizeyimana era a capo dell'intelligence e delle operazioni militari durante i 100 giorni in cui morirono circa 800.000 mila tutsi e hutu moderati. È accusato anche di aver creato un corpo militare speciale. Deve rispondere al Tribunale penale internazionale per il Ruanda delle imputazioni di genocidio e crimini contro l'umanità.

    19 novembre: campagna “Mai più violenza sulle donne” – Messico
    Il 19 novembre 2009 la Corte interamericana dei diritti umani ha riconosciuto colpevole e condannato lo stato messicano per la morte di otto donne a Ciudad Juarez, nel novembre 2001, nel caso conosciuto come “il campo di cotone”. Si tratta della prima sentenza di condanna per il femmicidio in corso dal 1993 nello stato di Chihuahua, nel nord del paese.

    1° dicembre: Rilasci – Sri Lanka
    Il 1° dicembre 2009 il governo ha disposto il rilascio di migliaia di civili tamil dai centri di detenzione allestiti in primavera, alla fine della guerra civile. Amnesty International aveva lanciato un'azione globale per chiedere la chiusura dei campi e il rilascio di tutti i profughi di guerra internati.

    http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2951


    #112403
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Pena di morte: non riesco e mai riuscirò a capire questa brutalità.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #112404
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Usa: Bayer condannata per ogm non autorizzati
    Per la Coldiretti la condanna della multinazionale tedesca potrebbe aprire la strada anche ad altri ricorsi da parte europea e italiana

    La multinazionale tedesca Bayer CropScience è stata condannata da una corte federale americana a pagare un milione e mezzo di dollari agli agricoltori dell’Arkansas e del Mississippi per aver venduto sementi di riso contaminate con organismi geneticamente modificati (Ogm) non autorizzati.
    Lo rende noto la Coldiretti dopo che la notizia del verdetto di venerdì scorso è stata diffusa da diversi media americani. Coldiretti sottolinea che «la sentenza apre le porte ad eventuali ricorsi anche dall’ Europa e dall’Italia dove sono stati individuati Ogm non autorizzati importati dagli Stati Uniti, secondo la relazione sul sistema di allerta comunitario del Ministero della Salute».
    Il verdetto di venerdì è il secondo verdetto nei confronti della multinazionale tedesca per i danni provocati agli agricoltori a causa della contaminazioni da varietà di riso ogm. Uno scandalo che – sottolinea la Coldiretti – si sta allargando a macchia d’olio dopo che una Corte aveva riconosciuto un risarcimento di 2 milioni di dollari a due agricoltori del Missouri lo scorso dicembre mentre altri tre casi saranno sotto esame entro l’anno con il coinvolgimento di agricoltori dalla Louisiana al Texas ma anche esportatori di riso.
    Share
    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/ogm-bayer-condannata-in-usa-235334/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #112405
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    molto bene


    #112406

    raistlin
    Partecipante

    Giro messaggio come mi è arrivato.
    :hehe:

    Un Mito!!! Con la M Maiuscola!!!!!!!
    Un pastore sardo di nome Paolo Murgia da trent'anni a questa parte rivendica la proprietà di un fazzoletto di terra in Costa Smeralda, impedendo la costruzione di un gigantesco complesso turistico, che proprio il quell'area dovrebbe sorgere.
    La cosa più interessante sta nel fatto che la società che da anni tenta di espropriare Paolo Murgia per poter costruire palazzi sulla costa sarda appartiene al gruppo Fininvest, e quindi a Berlusconi XD

    Dal 1980 il nostro Silvio sta tentando di realizzare il progetto “Costa turchese”, un comprensorio di ville, abitazioni e alberghi e un porto turistico da 2 mila posti barca. Ma una parte del terreno non viene liberata da Murgia e dalle sue pecore. “Ci pascolo da una vita”, sostiene lui, “su questa terra ho l'usucapione. Non la cedo”. E via a guerre di carta bollata davanti a Tar e tribunale di Tempio Pausania. Ma vince sempre Super-Murgia!!

    Per ricomporre la vertenza con la società dei Berlusconi, il pastore ha chiesto tre milioni di euro, ma la famiglia del premier ne vorrebbe sborsare solo 250mila.
    E quindi Murgia rimane lì con le sue capre, e Berlusconi non riesce a costruire………


    #112407
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1266236820=raistlin]
    E quindi Murgia rimane lì con le sue capre, e Berlusconi non riesce a costruire………
    [/quote1266236820]

    fantastico!!!! !lol


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 221 a 230 (di 892 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.