Caccia alla «particella di Dio

Home Forum PIANETA TERRA Caccia alla «particella di Dio

Questo argomento contiene 149 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 10 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 150 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #83828

    texeira
    Partecipante

    [quote1257355876=altair]
    Non solo texeira, ti sto anche rispondendo in un forum, digitando sulla tastiera.

    Proprio come farebbe un animale.
    [/quote1257355876]

    oh-oh…qualcuno è rimasto a corto di argomenti??


    #83829

    altair
    Partecipante

    Quali argomenti texeira?

    Ce li vorresti ricordare?


    #83830

    raistlin
    Partecipante

    [quote1257356469=altair]
    [quote1257335384=raistlin]
    [quote1257290229=altair]
    Assolutamente no!

    La scienza è basata sulle teorie.

    Le religioni sono basate sulla fede, sulle credenze.

    [/quote1257290229]

    Accidenti, leggendo questo 3d mi sono resa conto che io scelgo le parti che più mi piacciono di svariate fedi chiamandolo spiritualità individuale e mi interesso di scienza tralasciando il metodo scentifico perchè lo giudico fallace. Insomma, tutto ciò su cui mi baso per inquadrare la mia vita, la mia spiritualità e la visione che ho del mondo, toglie alla fede ed alla scienza le loro basi più caratteristiche!
    Eppure non mi sento in conflitto.
    [/quote1257335384]

    La questione posta da Detective è questa:

    In passato c'è sempre stasta disparità tra Sienza e Religione.
    Secondo voi, in base alle nuove teorie e scoperte fatte nel campo della Fisica Quantistica, si possono riconcigliare in un'unica teoria unificata?

    Tu ci dici di prendere sia dalla scienza, sia dalle varie fedi e di non sentirti in conflitto.

    Per quanto mi riguarda la trovo una cosa perfettamente plausibile, ma così facendo tu non elabori “un'unica teoria unificata” che è la cosa di cui ci parla Detective, al massimo realizzi una forma di eclettismo.

    Occhio ragazzi, “unica teoria unificata” a me come espressione non piace.

    E chi non fosse d'accordo con “quest'unica teoria”?

    Che fine farà, come verrà considerato?

    [/quote1257356469]

    No, infatti mi riferivo in generale a quello che veniva espresso in vari post: il contrasto tra fede e scienza ci sarà sempre, basta guardare le stesse parole che noi usiamo, non intendiamo lo stesso significato per gli stessi termini, quindi già questo come potrebbe portare ad un'armonizzazione di varie teorie?

    Per quel che riguarda la questione posta da Detective, le recenti scoperte della fisica quantistica mi intrigano moltissimo e verrebbe spontaneo pensare ad un'unificazione di scienza e fede attraverso esse, per svariati motivi, ma, alla fine… perchè?
    Sarebbe una teoria, magari più soddisfacente di molte altre, ma sempre una teoria.
    Il fatto è che io parto dal presupposto che avendo tutti non solo un corpo, ma anche un cervello diverso dall'altro, con diverse esperienze pregresse, diversi meccanismi di elaborazione di tali esperienze e diversi contesti ambientali, non credo che si possa arrivare alla verità assoluta, ma solo ad una parte di essa, se siamo fortunati.
    Per comprendere tutto, dovremmo comprendere tutto ciò che abbiamo nel cervello, tutto ciò che c'è fuori dal cervello (e sto parlando del resto dell'universo) e tutto ciò che c'è nei cervelli degli altri. Dico cervello, ma intendo anche mente ed anima.

    Ora, o siamo una via di mezzo fra Buddha, Reich, Tesla e via discorrendo, o la vedo dura…

    La fede e la scienza per me sono un mezzo per districarmi nella Mia scelta della Verità, ma non pretenderò mai di avere in tasca la Verità Assoluta.
    Può sembrare un discorso qualunquista per qualcuno, me ne rendo conto, ma è anche il solo che mi permette di non farmi coinvolgere nei contrasti che altrimenti arrivano inevitabili.
    Spero di essermi espressa nel modo più chiaro possibile.
    —————

    Ma altair, capisco cosa vuoi intendere con quello che stai dicendo a richard, ma perchè ti sta tanto a cuore il modo in cui si esprime? Se non sei d'accordo puoi ovviamente fare le tue obiezioni, ma se non vieni compreso quando le fai e te lo si fa notare, non ti potresti chiedere se magari il problema è il modo in cui a volte ti esprimi tu? Ognuno ha le sue convinzioni e la sua strada da illustrare, non capisco perchè fai una colpa a richard del modo in cui ti parla delle sue idee. Quello è il suo stile e a quanto pare non ti garba, ma se ci areniamo a questo non si riesce a sostenere un discorso che invece può essere molto stimolante.
    Non potresti addolcirti per la pura solidarietà in stile AG?


    #83831

    altair
    Partecipante

    Anche a te Raistlin, non mi resta che dire rileggi bene.


    #83833

    raistlin
    Partecipante

    [quote1257359143=altair]
    Anche a te Raistlin, non mi resta che dire rileggi bene.

    [/quote1257359143]

    Si, mi sono riletta e ho capito anche stavolta cosa intendi. Se da fastidio il tuo modo di esprimerti, perchè a te non dovrebbe dare fastidio il modo in cui si esprime qualcun'altro. La differenza è sempre nel buon senso. Chiedere a qualcuno di cambiare dovrebbe essere sempre sbagliato, ma dove inizia l'illecito di Richard? Dentro di te, in fondo. Dove inizia il tuo illecito? Dentro molti altri a quanto pare. (per illecito puoi leggere anche: fastidio, sbaglio, frustrazione derivante da…, a tua scelta).
    Perchè questa intolleranza?
    Sono solo mie opinioni ovviamente, ma mi viene da chiedermi sempre: perchè? Insomma, che ti cambia? Non è meglio unirsi per concentrarsi su altre cose?


    #83834

    altair
    Partecipante

    Non è questione di toni Raistlin, ma di filo del discorso.


    #83835

    Erre Esse
    Partecipante

    In un certo senso mi sento di dare ragione a texeira.
    E' la fede nella realtà come la percepiscono i sensi che ci fa alzare al mattino.
    Se non avessimo, in qualche modo, fede nel mondo che ci circonda come potremmo andare avanti?


    #83836

    altair
    Partecipante

    Chi, la sera prima ha alzato un pò il gomito, non si dovrebbe muovere dal letto quindi.


    #83832

    raistlin
    Partecipante

    [quote1257361743=altair]
    Non è questione di toni Raistlin, ma di filo del discorso.
    [/quote1257361743]

    Dissento in parte. Per quel che riguarda Richard dal tuo punto di vista può essere questione di filo del discorso. Per quel che riguarda te si parla di toni.
    Potresti argomentare con altri toni e vedresti risposte diverse, ma altri seguono altri fili di altri discorsi.
    Tu puoi rimanere deluso da questa cosa, liberissimo e comprensibilissimo, ma non fare agli altri una colpa di questo.

    Cervelli diversi, diversi pensieri. Prova a reimpostare il discorso sul filo che stavi seguendo tu per essere il più comprensibile possibile, con la stessa sollecitudine di chi ti sembra non rimanere in carreggiata, ma magari quelle che per te sono divagazioni, per altri sono spunti interessanti, a che pro stare sempre lì ad aspettare di trovare il pelo nell'uovo?

    Poi in realtà a volte sono la prima a predicare bene e razzolare male, ma perchè non partire da presupposti il più possibile positivi?


    #83838

    raistlin
    Partecipante

    [quote1257362463=Erre Esse]
    In un certo senso mi sento di dare ragione a texeira.
    E' la fede nella realtà come la percepiscono i sensi che ci fa alzare al mattino.
    Se non avessimo, in qualche modo, fede nel mondo che ci circonda come potremmo andare avanti?
    [/quote1257362463]

    Ma se non riusciamo a concordare su ciò che si intende per Fede, di cosa si sta parlando?
    Se mi sento molto spirituale ma non aderisco a nessuna fede, come mi inquadrate?


Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 150 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.