Cambiare stile di vita

Home Forum PIANETA TERRA Cambiare stile di vita

Questo argomento contiene 48 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da  xxo 10 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 49 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #76838

    ALIX
    Partecipante

    io credo che qualcosa si possa fare.
    Pensa che come consumatori in realtà siamo noi che comandiamo il mercato e nn viceversa. Se NON compriamo + certi prodotti alla fine se produrrà meno.
    Utilizzare un altro stile di vita secondo me ti fa stare anche un po' meglio. Forse ci si illude di fare qualcosa nn so, ma almeno ti senti in pace con te stesso se smetti di correre verso i bisogni indotti e riesci a trovare i TUOI bisogni.

    Quanto a noi , ovviamente nei limiti del mondo che ci circonda e che , avete ragione, bisogna ammettere e vedere, nn ce la caviamo poi male. Bicletta per tutti (uso quotidiano), orto, riciclaggio di oggetti, limitazione di acquisti inutili. Lo so lo so è la goccia nel mare….

    A proposito di diminuzione dei rifiuti andate a vedere questo sito http://www.eco-riciclo.it
    si tratta di un posto dove si regalano oggetti usati. lo scopo è cercare di far incontrare la domanda di chi cerca con l' offerta di chi si vuole sbarazzare della roba che gli occupa la cantina (es classico la roba da bambini). Devo dire che è poco frequentato, va un po' a momenti ma secondo me il principio è giusto. La cosa che temo è che secondo me spesso prima di regalare qualcosa si preferisce buttarlo in discarica!!


    #76839

    iniziato
    Partecipante

    Già oggi ognuno di voi può cambiare alimentazione diventando macrobiotico o vegano. Aiuterebbe se stesso e il Pianeta intero.

    Io e la mia famiglia lo siamo da diversi anni, voi cosa state aspettando??


    #76840

    windrunner
    Partecipante

    [quote1224835801=iniziato]
    Già oggi ognuno di voi può cambiare alimentazione diventando macrobiotico o vegano. Aiuterebbe se stesso e il Pianeta intero.

    Io e la mia famiglia lo siamo da diversi anni, voi cosa state aspettando??
    [/quote1224835801]

    quoto!
    Anch'io ho cambiato alimentazione!!! E NE POSSO SOLO CHE GIOVARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ho smesso assolutamente (già da tanto ormai!!!) di mangiare carne… per esempio…
    Leggete qui:

    Mangiare carne affama il mondo e impoverisce i terreni

    Si è appena conclusa a Roma la Fiera MEATing, fiera mondiale degli operatori del settore “carne”, appuntamento che ha visto la partecipazione di 105 nazioni e delle varie Regioni italiane con i loro prodotti derivati da allevamenti e macelli.
    Lo scopo dell'evento è stato quello di promuovere il prodotto carne ed incentivarne il consumo.

    Tutto questo in un momento in cui sempre più autorevoli e numerosi enti indicano nel consumo di carne una delle principali cause del problema della fame che colpisce molti paesi.
    E' recente l'allarme lanciato dalla Fao sui problemi creati dagli allevamenti in tutto il mondo e anche la Quarta Conferenza sul Futuro della Scienza, in svolgimento a Venezia e che è incentrata sul problema delle risorse alimentari e idriche del Pianeta, indica tra le risposte alla crisi alimentare quella della diminuzione dei consumi di carne.
    Cosa dice la Fao? Tutte cose ampiamente note, ma poco diffuse.

    A partire dagli anni sessanta il consumo di carne è cresciuto in maniera esponenziale, da 71 milioni di tonnellate si è arrivati a 284 milioni di tonnellate nel 2007, con un consumo pro-capite più che raddoppiato. Nel mondo in via di sviluppo negli ultimi vent'anni il consumo è raddoppiato. Le terre destinate all'allevamento del bestiame costituiscono il 30 per cento delle terre emerse non ricoperte da ghiacci. L'allevamento di bestiame è responsabile di un quinto delle emissioni di gas serra della Terra, più di quelle emesse dai trasporti nel loro complesso.

    Un chilogrammo di carne è stimato responsabile di una emissione di ossido di carbonio pari a quelle di una vettura media europea che viaggia per 250 chilometri circa e brucia l'energia sufficiente a tenere accesa per 20 giorni una lampadina da 100 watt.
    Un chilo di carne significa un consumo di 9 chili di petrolio e di 13mila litri di acqua.
    L'allevamento è inefficiente: per ottenere le stesse calorie dalla carne occorrono da due a cinque volte più cereali, rispetto al consumo diretto di questi.

    Negli Stati Uniti l'agricoltura praticata per soddisfare la domanda di carne contribuisce, secondo l'Agenzia per la Protezione Ambientale, per circa tre quarti alla creazione dei problemi legati alla qualità dell'acqua.
    Anche la “magica” carne italiana non sfugge a tutti questi problemi.
    Promuoverne l'uso – a prescindere dalla questione etica dell'uccidere milioni e milioni di animali spesso dopo una vita di sofferenza e umiliazione – alla luce di questa situazione dovrebbe, essere considerato un reato ambientale.

    Coloro che non riescono ancora a vedere l'abisso etico del consumo di animali dovrebbero almeno ridurne il consumo per il bene loro e del pianeta.
    Ma gli allarmi sono difficili da sentire quando a dominare sono gli interessi enormi ed immediati dell'industria chimica, farmaceutica (fitofarmaci, pesticidi, antibiotici) nonché delle sementi (5 società controllano il 65% delle vendite dei semi di mais e quasi le stesse il 75 % delle vendite dei fitofarmaci) e così continuano gli incentivi a questa agricoltura ed all'allevamento e le Fiere per promuovere prodotti dannosi a tutti come appunto la carne.

    Enrico Moriconi

    Fonte:
    Liberazione Animale – (25/09/2008 pag. 15)


    #76837
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1224838711=Simone]

    Forse è troppo tardi per fare marcia indietro. Siamo tutti dentro a un meccanismo che ci frega due volte: ti strozza sia che ci stai dentro sia che ne vieni fuori. Se tutti per esempio decidessimo, a ragione, di non comprarci più auto per non inquinare le case automobilistiche chiuderebbero, e tanti di noi insieme ad amici e parenti resterebbero senza lavoro.

    [/quote1224838711]

    Già, non so se è troppo tardi ma è proprio questo il punto: siamo in un'economia del genere,
    consumare non è più una scelta è quasi un'obbligo morale…
    Stesso dicasi per l'energia pulita (sono profondamente convinto sia possibile da decenni).
    Oggi come oggi persino gli sprechi risultano benedetti, ogni volta che compriamo anche il superfluo facciamo si che il posto di lavoro di un nostro simile sia garantito.
    Siamo in trappola?
    Sembrerebbe di si.
    Pyriel, ma non solo lui, più volte richiama all'attenzione interiore ed è probabile che tanti siano già in grado di capire, ma gli altri? Che compassione, amore possiamo dare se poi tutto dipende dal nostro grado di consapevolezza?
    Se io devo imparare da me, che ne sarà di tutti quegli altri? Carne da macello?
    E' davvero difficile da inghiottire eppure ci sarebbe bisogno davvero che fossimo tutti, o quasi, per cambiare il mondo.
    Ecco perchè forse a volte, alcuni di noi, provano un senso di impotenza e sperano in un'intervento esterno.
    Bennato cantava “per scuotere la gente ci vogliono le bombe” e non credo si riferisse necessariamente a qualcosa di “dinamitardo”.
    Cambiare stile di vita solo per se stessi, qualcuno lo prenderebbe per un atto egoistico, ma forse è l'unica cosa che al momento possiamo fare, prendendosi anche le responsabilità delle etichette che i “normali” ti affibbiano di sicuro…


    #76841
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Pensiero del giorno 24/10/2008.

    “Gli esseri umani hanno iniziato col vivere isolati, ciascuna famiglia difendendo il suo piccolo territorio. Più tardi, essi si sono costituiti in tribù, poi in nazioni, e le società sono entrate in funzione come organismi viventi; di esse si può dire che hanno raggiunto lo stadio fisiologico. L’umanità è dunque diventata un immenso organismo nel quale ciascuno lavora per tutti e tutti lavorano per esso. È ciò che viene chiamato “commercio”, e questa situazione è ovviamente un progresso.
    È tempo però di andare oltre e lavorare per una fratellanza
    umana: questo implica l’amore e la coscienza del legame profondo che esiste tra gli esseri. È lo stadio psicologico. Finché le relazioni che gli esseri umani intrattengono fra loro resteranno fondate sull’interesse, malgrado tutto quello che potranno così guadagnare, essi sentiranno che manca loro qualcosa, e la loro vita rimarrà priva di senso. Quel senso lo troveranno solo se riusciranno a coltivare un atteggiamento fraterno, cioè se riusciranno a comprendere che devono condividere con gli altri ciò che di meglio possiedono.”

    Omraam Mikhaël Aïvanhov


    #76842

    mudilas
    Partecipante

    io ho delle dipendenze che spero di ruscire ad eliminare.
    Rispetto allo stile di vita, mi vengono in mente: gli tsunami recenti che hanno causto tanti morti; la pioggia torrenziale di questi giorni che ha causato alcuni morti nelle vicinanze di Cagliari…alcuni per un'ondata di ritorno dal mare, si sono trovato i pesci in casa!

    e in Sardegna, forse grazie a Soru, sulle coste, non c'è così tanto abusivismo edilizio!

    poi mi viene in mente che nelle montagne lecchesi, qualche milione di anni fa, c'erano gli ocenani: numerosi fossili di conchiglie sono stati trovati e gli strati rocciosi confermano…

    per cui: rispetto dell'uomo, degli animali e della natura.


    #76843
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224857422=Simone]

    E' vero anche che se tutti facessimo uno sforzo in più per cambiare stile l'umanità ne gioverebbe tutta, attivare quel famoso pensiero collettivo positivo che crea un “uno” dalla somma di tanti…, ma finché le bombe, le fabbriche tossiche, le discariche, i rifiuti, le scie chimiche e co2 vari qualcuno ce le infligge, credo che resteremo impotenti. Personalmente faccio quello che posso per cercare di condurre uno stile di vita più sano possibile, per me e per gli altri, però non nascondo di avere un po' quell'atteggiamento di chi se ne sta buono con l'orecchio teso ad aspettare quel tonfo. Credo che ormai un bel cetriolone cosmico nel de retro non ce lo toglie nessuno, forse è tardi per cambiare stilee

    [/quote1224857422]

    Simone come la teoria della centesima scimmia vedrai che alla fine accadrà….non dobbiamo mai arrenderci…. :kiss:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #76844
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224857799=iniziato]
    Già oggi ognuno di voi può cambiare alimentazione diventando macrobiotico o vegano. Aiuterebbe se stesso e il Pianeta intero.

    Io e la mia famiglia lo siamo da diversi anni, voi cosa state aspettando??
    [/quote1224857799]

    Iniziato, intanto per me è già stata una sfida di diventare vegetariana se dovessi diventare vegana o macrobiotica l'ottavo di Livorno (psichiatria) non me lo leva nessuno


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #76846
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224858163=xxo]

    Il mio giorno ideale:

    Svegliarsi la mattina al sorgere del sole, montare il cavallo ed iniziare a darsi da fare per procurarsi il pranzo. Se la fortuna mi accompagna (anche chiamate particelle….) troverò cibo anche per la cena.
    Rientrare per il pranzo (non inteso l'una dall'orologio, ma percepito dalla posizione del sole).
    Poter offrire alla famiglia e a chi ha bisogno ciò che si è trovato.

    Passeggiare nella natura con i bambini piccoli, insegnare loro che tutto ha una sua vita ed un modo di rapportarcisi.
    Sviluppare sensibilità con la natura e gli animali tutti, partecipare alla vita ed ai giorni con loro.
    Farsi un bagno nel fiume vicino, divertendosi. Prepararsi per la cena.

    Mangiare prima del tramonto, all'aperto nel tramontare del sole, con acqua e caraffe contenenti il vino delle nostre viti.
    Addormentare i bambini con storie, alcune che fanno sognare al meraviglioso futuro, altre che ricordano i brutti tempi del passato.

    Meditare, concentrarsi sotto le stelle, nel silenzio più assoluto.
    Staccarsi dal corpo e sfruttare le grandi potenzialità dell'essere umano, viaggiare nell'universo, collegarsi telepaticamente con altri di tutti i mondi.
    Scambiarsi esperienze planetarie e dimensionali.
    Coricarsi con il cuore ricco, con l'anima splendente.

    Questo per me è il cambiare stile di vita!
    [/quote1224858163]

    Questo sarebbe il PARADISO per noi….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #76845
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1224859189=farfalla5]
    [quote1224858163=xxo]

    Il mio giorno ideale:

    Svegliarsi la mattina al sorgere del sole, montare il cavallo ed iniziare a darsi da fare per procurarsi il pranzo. Se la fortuna mi accompagna (anche chiamate particelle….) troverò cibo anche per la cena.
    Rientrare per il pranzo (non inteso l'una dall'orologio, ma percepito dalla posizione del sole).
    Poter offrire alla famiglia e a chi ha bisogno ciò che si è trovato.

    Passeggiare nella natura con i bambini piccoli, insegnare loro che tutto ha una sua vita ed un modo di rapportarcisi.
    Sviluppare sensibilità con la natura e gli animali tutti, partecipare alla vita ed ai giorni con loro.
    Farsi un bagno nel fiume vicino, divertendosi. Prepararsi per la cena.

    Mangiare prima del tramonto, all'aperto nel tramontare del sole, con acqua e caraffe contenenti il vino delle nostre viti.
    Addormentare i bambini con storie, alcune che fanno sognare al meraviglioso futuro, altre che ricordano i brutti tempi del passato.

    Meditare, concentrarsi sotto le stelle, nel silenzio più assoluto.
    Staccarsi dal corpo e sfruttare le grandi potenzialità dell'essere umano, viaggiare nell'universo, collegarsi telepaticamente con altri di tutti i mondi.
    Scambiarsi esperienze planetarie e dimensionali.
    Coricarsi con il cuore ricco, con l'anima splendente.

    Questo per me è il cambiare stile di vita!
    [/quote1224858163]

    Questo sarebbe il PARADISO per noi….

    [/quote1224859189]

    si farfallina e a dire il vero, il nostro creatore il paradiso ce l'ha dato da tempo, siamo noi a non vederlo tale… lo riempiamo di rifiuti, stress e cattiverie varie..


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 49 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.