CERN La collisione ha avuto successo…e la particella di DIO?

Home Forum PIANETA TERRA CERN La collisione ha avuto successo…e la particella di DIO?

Questo argomento contiene 212 risposte, ha 26 partecipanti, ed è stato aggiornato da  CANERO 9 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 213 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #87316
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Scienza e Conoscenza: Secondo lei, cosa stanno cercando di scoprire le più avanzate ricerche della fisica delle particelle, attualmente in corso al Cern di Ginevra e al Fermi Lab di Chigaco? Stanno forse cercando di risolvere le domande fondamentali sulla natura della realtà?

    Amit Goswami: Beh, dipende dal punto di vista. Per i materialisti, i fisici e gli scienziati, la natura delle particelle elementari è importante. Ma, naturalmente, il verdetto finale non è ancora stato emesso, perché ci sono delle particelle che il modello tradizionale ha predetto, ma nessuno ha mai trovato. Quindi, posso capire perché si sta investendo tanto denaro pubblico su questi progetti. Quello che non mi piace è l’esclusività di questi progetti. È evidente che potremmo anche non trovare mai queste particelle, perché non possiamo generare una quantità sufficiente di energia in nessun acceleratore costruito sulla Terra. Non dovremmo cominciare questi progetti senza prima disporre di una base teorica molto maggiore, di alcuni punti fermi condivisi dagli scienziati. Stiamo sperperando i nostri soldi senza potere avere risultati all’altezza degli investimenti.
    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/intervista-ad-amit-goswami-anteprima-da-scienza-e-conoscenza-numero-32.php


    #87317
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “Su miliardi di miliardi di neutrini lanciati dal CERN e arrivati ai laboratori dell'INFN dal 2007 è stato osservato dagli scienziati un solo neutrino che ha oscillato da muonico a tau, ma il risultato è sufficiente per suggerire fortemente che i neutrini abbiano una massa e che possano oscillare passando da una “famiglia” a un'altra. Dato però che nel Modello standard i neutrini non hanno una massa, il risultato implica la necessità di rettificarlo in questo punto, fornire nuove spiegazioni e iniziare nuove ricerche con tutte le possibili implicazioni in cosmologia, nell'astrofisica e nella fisica delle particelle.”
    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Un_neutrino__mutante__scoperto_al_Gran_Sasso/1343550


    #87318
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1275743770=Richard]
    “Su miliardi di miliardi di neutrini lanciati dal CERN e arrivati ai laboratori dell'INFN dal 2007 è stato osservato dagli scienziati un solo neutrino che ha oscillato da muonico a tau, ma il risultato è sufficiente per suggerire fortemente che i neutrini abbiano una massa e che possano oscillare passando da una “famiglia” a un'altra. Dato però che nel Modello standard i neutrini non hanno una massa, il risultato implica la necessità di rettificarlo in questo punto, fornire nuove spiegazioni e iniziare nuove ricerche con tutte le possibili implicazioni in cosmologia, nell'astrofisica e nella fisica delle particelle.”
    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Un_neutrino__mutante__scoperto_al_Gran_Sasso/1343550
    [/quote1275743770]

    http://it.wikipedia.org/wiki/Neutrino
    Il neutrino è una particella elementare. Ha spin 1/2 e quindi è un fermione.
    Recenti esperimenti (vedi Super-Kamiokande) hanno mostrato che ha massa, seppur molto piccola (da 100.000 a 1 milione di volte inferiore a quella dell'elettrone, col valore più probabile intorno a 0,05 eV/c2).
    I neutrini non hanno carica elettrica né carica di colore, interagiscono solo attraverso la forza nucleare debole e non sentono l'interazione nucleare forte e la forza elettromagnetica.
    ..

    La gran parte dell'energia di una supernova collassante viene irradiata in forma di neutrini, prodotti quando i protoni e gli elettroni del nucleo si combinano a formare neutroni. Questa reazione produce un flusso considerevole di neutrini.
    ..
    Nel modello standard (MS) i neutrini sono ipotizzati esistere privi di massa. Tuttavia, esperimenti recenti suggeriscono che ciò sia falso. ..

    ..
    Gli scienziati dell' INFN (Istituto nazionale di fisica nucleare) che gestisce il laboratorio del Gran Sasso hanno osservato l' “oscillazione” di un neutrino, un fenomeno che fa mutare la particella da una “famiglia” ad un'altra, suggerendo che che questa particella possegga una massa, così come già teorizzato dal fisico Bruno Pontecorvo nel 1969. ..

    http://www.lngs.infn.it/lngs_infn/index.htm?mainRecord=http://www.lngs.infn.it/lngs_infn/contents/lngs_it/public/educational/physics/neutrinos/

    I neutrini sono le particelle più elusive finora scoperte. Il loro studio è estremamente interessante e ci da' importantissime informazioni in molti campi della fisica: dalla struttura della materia alla struttura stellare, alla cosmologia.

    I neutrini sono particelle prive di carica elettrica e con una massa estremamente piccola (che non si è ancora riusciti a misurare). I neutrini interagiscono molto raramente con la materia; possono infatti attraversare praticamente indisturbati enormi spessori di materia.

    ——————-
    [youtube=420,347]portalplayer.swf
    [youtube=420,347]portalplayer.swf

    ————–
    G.Conforto:

    Molti dei segni zodiacali compongono forme animali e soprattutto trasmettono al pianeta terra le loro caratteristiche psichiche, scoprono gli antichi astronomi: ariete, toro, cancro, leone, scorpione, capricorno e pesci sono non solo dei simboli, ma note musicali, psichiche, che accomunano stelle e biologia terrestre, incluso l'uomo.
    Le Costellazioni dello Zodiaco sono gli strumenti musicali di un'orchestra che suona la sinfonia cosmica, che si riflette nella sfera emotiva e psichica dell'uomo. L'astrologia studia la traccia musicale, emozionante di una realtà virtuale interattiva che l'essere umano rende “reale”, prestando ascolto alle proprie emozioni, cioè alle forze deboli che può ricevere e trasmettere. Se le forze deboli sono le emozioni, come credo, si spiega anche l'audace tesi di Giordano Bruno: non solo le stelle influenzano l'uomo, ma anche l'uomo influenza le stelle. Allorché presta attenzione a se stesso, ai suoi sogni e bisogni, l'uomo modifica il suo rapporto con le stelle, può trasformare l'intero Zodiaco. Infatti oltre all'immagine dell'universo ovvero della pista video, c'è quella audio che ci può collegare all'unità. I tanti infiniti ritmi del mondo terreno sono particelle leggere e copiosissime che la fisica chiama neutrini. Sono le emozioni “deboli” che ci collegano a sole, luna e pianeti, segni e stelle delle Zodiaco e non solo: anche agli altri due mondi, composti dagli Elementi Acqua e Aria. I neutrini, data la loro lievità, velocità diffusione e cospicua abbondanza, compongono una sinfonia cosmica unica che batte con tre ritmi di base dell'intero supercosmo.

    Nell'uomo gestiscono la secrezione delle ghiandole endocrine, gli ormoni legati alle emozioni, i sogni, ma per coloro disattenti a se stessi e alle proprie emozioni, rappresentano quella mole misteriosa di se stessi che gli psicologi chiamano subconscio. La comprensione integrale di se stessi di soma e psiche, sia conscia che subconscia, è la via per l'unità con il vero Sole: la possibilità quindi di trasformare il proprio stato e la relazione con questo film apparente; insomma per cambiare film, passare da questo inferno ad un nuovo paradiso.
    http://www.astropoli.it/oroscopo/astrologia-scienza.html


    #87319
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.galileonet.it/dossier-intro/7184/il-caso-pontecorvo
    Il caso Pontecorvo

    A proposito di Bruno
    Il fratello Gillo, gli amici e i colleghi italiani. Tutti seduti intorno a un tavolo per ricordare l’uomo e lo scienziato
    http://www.galileonet.it/dossier/5940/a-proposito-di-bruno

    http://bericercatore.it/232/il-bruno-pontecorvo-al-fisico-alexander-dolgov/
    Il professor Alexander Dolgov, dell’ Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Ferrara ha ricevuto a Mosca il 19 febbraio il prestigioso premio Bruno Pontecorvo, attribuito ogni anno all’autore delle più significative ricerche nel campo della fisica delle particelle elementari.

    La motivazione del premio riguarda il ruolo dei neutrini nella cosmologia, un tema sul quale Dolgov ha dato importanti contributi negli anni e che si innesta sul filone della fisica del neutrino, particolarmente sviluppato nell’Ateneo.

    Alexander Dolgov, allievo della scuola russa di fisica teorica che faceva capo a Landau e a Zeldovich, ha svolto la sua carriera scientifica prima in Russia e quindi in Europa occidentale, al CERN di Ginevra e nei più prestigiosi istituti europei. Ha insegnato nelle Università del Michigan, di Valencia, di Kyoto e alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

    È stato insignito del premio Lenin e del Premio Landau – Weizmann. Da 10 anni risiede e lavora a Ferrara, prima come dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e quindi come professore ordinario dell’Ateneo associato alla sezione di Ferrara dell’INFN. All’Università di Ferrara tiene corsi di Cosmologia e Relatività generale e insegnamenti specialistici nel Dottorato di Ricerca in Fisica.


    #87320

    Anonimo

    [quote1275812246=Richard]
    Scienza e Conoscenza: Secondo lei, cosa stanno cercando di scoprire le più avanzate ricerche della fisica delle particelle, attualmente in corso al Cern di Ginevra e al Fermi Lab di Chigaco? Stanno forse cercando di risolvere le domande fondamentali sulla natura della realtà?

    Amit Goswami: Beh, dipende dal punto di vista. Per i materialisti, i fisici e gli scienziati, la natura delle particelle elementari è importante. Ma, naturalmente, il verdetto finale non è ancora stato emesso, perché ci sono delle particelle che il modello tradizionale ha predetto, ma nessuno ha mai trovato. Quindi, posso capire perché si sta investendo tanto denaro pubblico su questi progetti. Quello che non mi piace è l’esclusività di questi progetti. È evidente che potremmo anche non trovare mai queste particelle, perché non possiamo generare una quantità sufficiente di energia in nessun acceleratore costruito sulla Terra. Non dovremmo cominciare questi progetti senza prima disporre di una base teorica molto maggiore, di alcuni punti fermi condivisi dagli scienziati. Stiamo sperperando i nostri soldi senza potere avere risultati all’altezza degli investimenti.
    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/intervista-ad-amit-goswami-anteprima-da-scienza-e-conoscenza-numero-32.php
    [/quote1275812246]
    Ciao Richard, gli scienziati giustamente teorizzano guardando però in una unica direzione dove gli fa più comodo perché cercano un inizio, le particelle fondamentali sempre più piccole ed un senso nell'universo, ma se l'universo non ha avuto alcun inizio (la teoria dell'universo stazionario), se la materia non ha mattoni base (l'infinitamente piccolo potrebbe essere senza limiti e confini) e se il senso dell'universo è la sua stessa esistenza senza alcun nesso con l'ipotetico inizio (Dio, creazione, gestione e il mantenimento della nostra realtà) evidentemente non scopriranno nulla di significativo e stanno quindi sprecando inutilmente il loro tempo e tanto denaro. L'energia prodotta dai moderni acceleratori è sufficiente per sconvolgere l'ordine del microcosmo distruggendo innumerevoli mondi dell'infinitamente piccolo. Questi scienziati pazzi sembrano in pieno delirio di onnipotenza tuttavia molti di loro certamente non possono vantarsi di conoscere se stessi il presupposto per ogni ricerca nel campo della scienza con coscienza.


    #87321
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    arroganza, ego, ignoranza…
    [youtube=420,347]portalplayer.swf

    [youtube=420,347]portalplayer.swf


    #87322
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Cos’è il Bosone di Higgs ? e perché i fisici di tutto il mondo lo stanno cercando ?
    Perché una particella ha una massa? Il concetto di massa è sicuramente fondamentale nella fisica,tuttavia non abbiamo ancora un modello dimostrato per spiegare cos’è che fa ottenere massa alle particelle.
    http://link2universe.wordpress.com/2010/05/25/cose-il-bosone-di-higgs-e-perche-i-fisici-di-tutto-il-mondo-lo-stanno-cercando/


    #87323
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1277198706=CANERO]
    …ah dimenticavo hanno solo speso 8 miliardi di euro sti cervelloni.
    [/quote1277198706]
    eh beh esatto e ora cosa ti tirano fuori ??
    Che ci siano altri 4 bosoni di Higgs da scoprire?
    http://www.ditadifulmine.com/2010/06/che-ci-siano-altri-4-bosoni-di-higgs-da.html

    [youtube=480,385]SShypQnkXBA
    [youtube=420,347]portalplayer.swf


    #87324
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    non sanno piu cosa inventare

    Scientists have simulated the sounds set to be made by sub-atomic particles such as the Higgs boson when they are produced at the Large Hadron Collider.

    Their aim is to develop a means for physicists at Cern to “listen to the data” and pick out the Higgs particle if and when they finally detect it.
    http://news.bbc.co.uk/1/hi/science_and_environment/10385675.stm

    gli scienziati simulano i suoni che dovrebbero emettere le particelle come il bosone di Higgs quando vengono prodotte nel LHC. Cercano di sviluppare mezzi per “ascoltare i dati” al Cern e rilevare la particella di Higgs quando la troveranno.


    #87325
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    così pero si rendono un pò ridicoli dai


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 213 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.