Che Cos'è la Materia ?

Home Forum TEOLOGIA Che Cos'è la Materia ?

Questo argomento contiene 73 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  derekwillstar 7 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 74 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #36937

    Kame1
    Bloccato

    [quote1331724528=Magagna]

    Ok, ho capito il tuo punto di vista, non riusciamo ad incontrarci perché partiamo da presupposti-opposti 🙂

    Io ritengo l'anima-spirito immortale ed eterno (memorie comprese) e tu no (solo chi si illumina si rincarnerà).

    Io vedo lo spirito ed il corpo come le varie espressioni di un unico essere (il corpo come un'abito dello spirito, o come i capelli, le unghie, le cellule…), tu mi pare di aver capito che li vedi come esseri distinti…

    Sono 2 differenze sostanziali che se non trovano un punto di incontro ne impediscono la discussione seguente purtroppo.

    Non ho ben capito se questa tua visione della reincarnazione è una tua intuizione-pensiero oppure si trova in qualche testo o qualche documento? se metti i link o i titoli dei libri sarei curioso di leggere qualcosa al riguardo e vedere se risuona in me qualche campanella 🙂

    se vuoi posso indicarti uno dei testi che più hanno vibrato in me “come” verità, ma niente dò per scontanto…

    si intitola: Matthew, Parlami del Paradiso
    Messaggi dall'aldilà per comprendere la vita terrena
    Un ampio sguardo sul Paradiso che cambierà la vostra vita!
    Cosa accade dopo la morte?

    Esistono gli Angeli? E com’è il Paradiso?

    Una serie di toccanti conversazioni telepatiche tra Matthew Ward (morto all’età di 17 anni) e sua madre Suzanne, per imparare a conoscere la vita del regno che chiamiamo Paradiso.

    Attraverso informazioni dettagliate, insegnamenti e messaggi di speranza, Matthew ci dona l’immagine più completa che il mondo abbia mai avuto dell’Universo da cui tutti proveniamo e a cui tutti ritorneremo quando le nostre vite, qui, avranno fatto il loro corso.

    Matthew chiarisce le idee erronee più comuni riguardo al mondo in cui vive, spiegando perché, in questo periodo di crisi dell’umanità, sia essenziale che conosciamo la verità sulle nostre origini e sulla nostra relazione con tutto il Creato. Senza conoscere queste verità, non potremo capire né lo scopo della nostra vita, né come prepararci con gioia e fiducia a ciò che verrà.

    Alcuni degli argomenti trattati:

    Legami tra Anime
    Affrontare la Perdita
    Corpi Eterici
    L’accoglienza delle Anime
    Il Ricongiungimento con i propri Cari
    I Bambini
    Gli Angeli e gli Spiriti Guida
    Il Suicidio
    Le Comunicazioni tra Paradiso e Terra
    Gli Effetti della Preghiera
    Il Karma
    Le Anime in Transizione
    Le Esperienze di Premorte

    [/quote1331724528]

    Per me in tutti vi è la possibilità di “confermare” la caratteristica spirituale che è in noi ma poi in sostanza non tutti la vogliono e quindi rifiutandola è impossibile che essa diventi strutturale. Quindi io credo che noi oggi siamo un insieme molto variegato di elementi, anche immortali ma che se non vengono inseguiti, periscono. Tu invece dai apparentemente la possibilità a tutti di essere eterni ed infiniti ma purtroppo i risultati oggi non si vedono. Ripeto, il Male è un Non valore e chi persegue questo lato della dualità (la quale serve appunto per prendere una decisione) diviene egli stesso un non valore o una non persona. Come potrebbe quindi, un non valore essere eterno? Il Male è qualcosa che sussiste in questa nostra realtà parziale e non assoluta, nell'assolutezza il Male non esiste.
    In quanto a me, il mio percorso mi aveva già portato in 35 anni di vita e di esperienza a cogliere quasi tutti i valori che ora sto scrivendo, poi tra gli ultiimi libri lessi Il Libro di Urantia o meglio la V Rivelazione Epocale, dove tutto è spiegato esattamente secondo quanto io già pensavo e mi ero fatto una convizione. C'è tutto quello che si potrebbe voler conoscere in tutti i campi. Per me non è stata una svolta ma una conferma, come tanti altri libri, che sono stati conferme o smentite.


    #36938
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    abbiamo continue 'illuminazioni' ogni giorno…in fin dei conti tutti siamo illuminati ma c'è chi raggiunge uno stato + eleveato chi meno…quindi quando leggo solo chi si è illuminato si reincarna,bhè si infatti ci reincarniamo tutti fondamentalmente…riprovare e rivivere situazioni all'infinito finchè non si raggiunge la COMPLETA illuminazione…
    chiaramente quando parlo di riprovare e rivivere situazioni all'infinito non è una cosa letterale,ma comportamenti azioni pensieri anche si è passati da un involucro ad un altro….


    #36939

    Kame1
    Bloccato

    Non ci sono stati da raggiungere, questo discorso è soltanto illusione, c'è una strada da prendere senza tanti mezzi termini. O illuminati o abbuiati che siano ogni persona prima o poi muore e di certo non ritorna qui a raccontare come è stato, non ci ritorna neppure con un corpo diverso, smette di frequentare la nostra dimensione una volta per sempre. E questo è qualcosa di verificabile anche di persona, basta chiedere a qualcuno se è mai ritornato e se si ricorda delle sue vite. Non sto parlando di casi eccezionali mi riferisco a 7 miliardi di persone, domandiamo in giro e sentiamo se qualcuno sia ritornato. Quindi sembra un dato di fatto e non una ipotesi.
    Poi c'è tutto il discorso del dopo morte ma ora sembrerebbe davvero prematuro.


    #36940

    Xeno
    Partecipante

    [quote1331750541=Kame1]
    Non ci sono stati da raggiungere, questo discorso è soltanto illusione, c'è una strada da prendere senza tanti mezzi termini. O illuminati o abbuiati che siano ogni persona prima o poi muore e di certo non ritorna qui a raccontare come è stato, non ci ritorna neppure con un corpo diverso, smette di frequentare la nostra dimensione una volta per sempre. E questo è qualcosa di verificabile anche di persona, basta chiedere a qualcuno se è mai ritornato e se si ricorda delle sue vite. Non sto parlando di casi eccezionali mi riferisco a 7 miliardi di persone, domandiamo in giro e sentiamo se qualcuno sia ritornato. Quindi sembra un dato di fatto e non una ipotesi.
    Poi c'è tutto il discorso del dopo morte ma ora sembrerebbe davvero prematuro.
    [/quote1331750541]
    Finalmente riesco a capire il tuo pensiero in merito.
    [u]Il succo[/u] è questo: non si ritorna ma in qualche modo si procede.

    La mia domanda però è questa:da dove nasce questa convinzione?
    Cioè è una tua idea o nasce da un tuo bagaglio di info prese nel corso dei tuoi “studi”?
    E se si, quali?
    2)
    Il chiedere alla gente riscontri in merito come dici ,non ti fa nascere eventualmente il dubbio che in qualche modo ci possa essere un occlusione imposta o meno e come dice Pas che basterebbe spezzare l'incantesimo?
    Si spiegherebbero i casi eccezionali che tu non escludi (bambini che ricordano per filo e per segno ecc…)
    Quindi qualcuno allora ritorna?
    E se si,perchè?
    E perche gli altri no?


    #36941

    Magagna
    Partecipante

    [quote1331750648=Kame1]
    Non ci sono stati da raggiungere, questo discorso è soltanto illusione, c'è una strada da prendere senza tanti mezzi termini. O illuminati o abbuiati che siano ogni persona prima o poi muore e di certo non ritorna qui a raccontare come è stato, non ci ritorna neppure con un corpo diverso, smette di frequentare la nostra dimensione una volta per sempre. E questo è qualcosa di verificabile anche di persona, basta chiedere a qualcuno se è mai ritornato e se si ricorda delle sue vite. Non sto parlando di casi eccezionali mi riferisco a 7 miliardi di persone, domandiamo in giro e sentiamo se qualcuno sia ritornato. Quindi sembra un dato di fatto e non una ipotesi.
    Poi c'è tutto il discorso del dopo morte ma ora sembrerebbe davvero prematuro.
    [/quote1331750648]

    Frena!

    abbassa le vele un secondo, queste affermazione appaiono troppo perentorie e populiste.

    Dovresti cominciare il discorso con: Io penso, io credo, ho letto ecc. ed eventualmente riportare le fonti o i testi.

    PS ho cominciato a leggere Urantia (la versione on-line), inizialmente sfogliando a destra e a sinistra cercando delucidazioni sulla reincarnazione, purtroppo ho ancora molti termini da assimilare e perciò credo di dover iniziare dall'inizio 🙂
    cmq a prima vista, in fatto di reincarnazioni ed immortalità, non è esattamente come da te spiegato… se hai voglia potresti riportare quì sul forum quei paragrafi che mi aiuterebbero a capire, tipo così:

    (1226.3) 112:0.15 13. La personalità può sopravvivere alla morte fisica con l’identità che è nell’anima sopravvivente. L’Aggiustatore e la personalità sono immutabili; la relazione tra di loro (nell’anima) non è che cambiamento, evoluzione continua; e se questo cambiamento (crescita) cessasse, l’anima avrebbe fine.


    #36942

    Kame1
    Bloccato

    [quote1331751218=Xeno]
    [quote1331750541=Kame1]
    Non ci sono stati da raggiungere, questo discorso è soltanto illusione, c'è una strada da prendere senza tanti mezzi termini. O illuminati o abbuiati che siano ogni persona prima o poi muore e di certo non ritorna qui a raccontare come è stato, non ci ritorna neppure con un corpo diverso, smette di frequentare la nostra dimensione una volta per sempre. E questo è qualcosa di verificabile anche di persona, basta chiedere a qualcuno se è mai ritornato e se si ricorda delle sue vite. Non sto parlando di casi eccezionali mi riferisco a 7 miliardi di persone, domandiamo in giro e sentiamo se qualcuno sia ritornato. Quindi sembra un dato di fatto e non una ipotesi.
    Poi c'è tutto il discorso del dopo morte ma ora sembrerebbe davvero prematuro.
    [/quote1331750541]
    Finalmente riesco a capire il tuo pensiero in merito.
    [u]Il succo[/u] è questo: non si ritorna ma in qualche modo si procede.

    La mia domanda però è questa:da dove nasce questa convinzione?
    Cioè è una tua idea o nasce da un tuo bagaglio di info prese nel corso dei tuoi “studi”?
    E se si, quali?
    2)
    Il chiedere alla gente riscontri in merito come dici ,non ti fa nascere eventualmente il dubbio che in qualche modo ci possa essere un occlusione imposta o meno e come dice Pas che basterebbe spezzare l'incantesimo?
    Si spiegherebbero i casi eccezionali che tu non escludi (bambini che ricordano per filo e per segno ecc…)
    Quindi qualcuno allora ritorna?
    E se si,perchè?
    [/quote1331751218]

    Di solito si dice che è l'eccezione che conferma la regola, in questo caso l'eccezione di qualche decina di testimoni conferma che la stragrande maggioranza (noi compresi) di 7 miliardi di persone non ha la benché minima idea e quindi non si ricorda nulla. Questo significa essenzialmente noi tutti oggi siamo solo quello che ricordiamo, se non abbiamo ricordi è perché non abbiamo un passato, peggio sarebbe se avessimo un passato ma non lo potessimo o volessimo ricordare. Per quanto riguarda il discorso per il quale nasca la mia convinzione sarebbe lungo parlarne e credo anche non necessario. basta sapere che oggi la vedo in questo modo, ho avuto un periodo in cui studiando lo spiritismo mi è passato per la mente che forse potessimo essere fin da sempre spiriti eterni ma questa idea è durata molto poco. Di libri ne ho letti ma alla fine noi siamo quello che scriviamo, ovvero un riassunto delle nostre esperienze di vita in tutti i campi, materiali, spirituali e mentali.
    Non credo che qualcuno ritorni, non mi so spiegare al momento il perché ci siano queste “interferenze” ma se accadono ci deve essere una spiegazione. Cioè ci sono fenomeni che come le possessioni e tanto altro spiegano anche questo tipo di cose. Quindi ribadisco che di base, nessuno ricorda di aver già vissuto dato che non lo ha fatto, se avessimo vissuto ce lo ricorderemo. Non ha senso soprattutto dal lato evolutivo dimenticare la propria storia. Oggi io sono quello che sono dato che mi ricordo il mio passato, se invece avessi avuto un'amnesia ad un certo punto della mia vita, allora non sarei stato più lo stesso, non quello che sono oggi, anche se il mio aspetto forse sarebbe stato lo stesso.
    Se il tuo essere non ricorda ciò che sei stato significa che sei quello che ti senti di essere o che oggettivamente gli altri percepiscono di te.


    #36943

    Xeno
    Partecipante

    [quote1331752872=Kame1]

    Di solito si dice che è l'eccezione che conferma la regola, in questo caso l'eccezione di qualche decina di testimoni conferma che la stragrande maggioranza (noi compresi) di 7 miliardi di persone non ha la benché minima idea e quindi non si ricorda nulla. Questo significa essenzialmente noi tutti oggi siamo solo quello che ricordiamo, se non abbiamo ricordi è perché non abbiamo un passato, peggio sarebbe se avessimo un passato ma non lo potessimo o volessimo ricordare. Per quanto riguarda il discorso per il quale nasca la mia convinzione sarebbe lungo parlarne e credo anche non necessario. basta sapere che oggi la vedo in questo modo, ho avuto un periodo in cui studiando lo spiritismo mi è passato per la mente che forse potessimo essere fin da sempre spiriti eterni ma questa idea è durata molto poco. Di libri ne ho letti ma alla fine noi siamo quello che scriviamo, ovvero un riassunto delle nostre esperienze di vita in tutti i campi, materiali, spirituali e mentali.
    Non credo che qualcuno ritorni, non mi so spiegare al momento il perché ci siano queste “interferenze” ma se accadono ci deve essere una spiegazione. Cioè ci sono fenomeni che come le possessioni e tanto altro spiegano anche questo tipo di cose. Quindi ribadisco che di base, nessuno ricorda di aver già vissuto dato che non lo ha fatto, se avessimo vissuto ce lo ricorderemo. Non ha senso soprattutto dal lato evolutivo dimenticare la propria storia. Oggi io sono quello che sono dato che mi ricordo il mio passato, se invece avessi avuto un'amnesia ad un certo punto della mia vita, allora non sarei stato più lo stesso, non quello che sono oggi, anche se il mio aspetto forse sarebbe stato lo stesso.
    Se il tuo essere non ricorda ciò che sei stato significa che sei quello che ti senti di essere o che oggettivamente gli altri percepiscono di te.
    [/quote1331752872]

    😕

    -|-


    #36944

    Kame1
    Bloccato

    Cosa vorresti leggere? O capire?


    #36945
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Stevenson catalogava le storie dei singoli bambini ma era anche interessato a richiedere informazioni mediche sulla natura delle cicatrici riportate da questi al momento della nascita, delle loro anomalie congenite con tanto di referti ospedalieri e altre testimonianze fisiche o fotografiche che comprovassero la reincarnazione. I casi raccolti e documentati da questo studioso furono oltre 3000 e tra questi è interessante citarne almeno uno, quello più indicativo. E’ la storia di Gopal, bimbo indiano
    http://predire.vos.it/2008/11/09/ian-stevenson-e-le-ricerche-sulla-reincarnazione/

    http://www.medicine.virginia.edu/clinical/departments/psychiatry/sections/cspp/dops/home-page

    The Division of Perceptual Studies (DOPS), formerly the Division of Personality Studies , is a unit of the Department of Psychiatry & Neurobehavioral Sciences at the University of Virginia, in Charlottesville, VA. The Division of Perceptual Studies (DOPS) was founded as a research unit of the Department of Psychiatric Medicine at UVA by Dr. Ian Stevenson in 1967. (see History and Description for more information about the founding of DOPS).

    Utilizing scientific methods, the researchers within The Division of Perceptual Studies investigate apparent paranormal phenomena, especially:

    Children Who Claim to Remember Previous Lives ..

    http://www.near-death.com/experiences/reincarnation01.html
    Ian Stevenson is the former head of the Department of Psychiatry at the University of Virginia, and now is Director of the Division of Perceptual Studies at the University of Virginia. He has devoted the last 40 years to the scientific documentation of past life memories of children from all over the world and has over 3000 cases in his files. Many people, including skeptics and scholars, agree that these cases offer the best evidence yet for reincarnation

    Il problema dell'ipermnesia ottenuta tramite ipnosi, è un problema dibattuto da molto tempo. L'ipnosi è uno strumento in grado di ottenere dei risultati spettacolari, poco credibili ai non addetti ai lavori. È possibile ad esempio recuperare ricordi precocissimi risalenti alle esperienze in utero e addirittura memorie che alcuni ricercatori fanno risalire ad esperienze di “vite passate”. Sulle regressioni a vite passate, alle quali si accederebbe attraverso un percorso ipnotico a ritroso A.Pacciolla in un suo libro afferma che alcuni ricordi affascinanti delle vite trascorse, in realtà sono solo il frutto della fantasia del soggetto in quanto, dopo aver cercato in biblioteche e in antichi documenti non ha trovato corrispondenza fra i racconti dei pazienti e i documenti rilevati né di luoghi, né di nomi, né di famiglie, né di abitazioni con i fatti raccontati. Di opposto parere sono altri ricercatori quali Ian Stevenson (1966), Brian Weiss, (1997) e Angelo Bona (2001), che hanno portato evidenze opposte
    http://www.oloscience.com/35101.html


    #36946

    Kame1
    Bloccato

    Indagare sui casi eccezionali non credo che sia il mio compito ma invece far riflettere sui 7 miliardi di persone che non hanno alcun ricordo mi sembra molto più utile. Ripeto, oltre a noi, sembra che ci siano altri esseri e che alcuni di essi non siano poi del tutto pacifici o rivolti al bene. Quello che voglio dire è che fenomeni che riguardano lo spiritismo, i medium, la chiaroveggenza, i miracoli e tanto altro avrebbero una unica fonte e che i casi di ricordi potrebbero rientrare in questa cosiddetta parapsicologia. Razionalmente parlando è impossibile che le eccezioni confermino una regola. Se 7 miliardi di persone non hanno ricordi è questo quello che conta. Altrimenti avremmo potuto anche dire il contraio. Nel caso che 7 miliardi di persone avessero avuto ricordi e 2 o 3 mila non li avessero avuti, potremmo dire che la stessa eccezione sia valida? Non credo. Cioè in quel caso tutti avrebbero ammesso che le reincarnazioni siano state la regola e non viceversa.


Stai vedendo 10 articoli - dal 31 a 40 (di 74 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.