Chi o cosa é l'essere umano, chi o cosa sono IO?

Home Forum SPIRITO Chi o cosa é l'essere umano, chi o cosa sono IO?

Questo argomento contiene 286 risposte, ha 22 partecipanti, ed è stato aggiornato da  michele2007 10 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 221 a 230 (di 287 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #40903

    zret
    Partecipante

    Potenti sono i Simboli e l'hybris umana è nel grido: “Io!”

    “Gli Arconti vollero ingannare l'Uomo (13)… hanno deliberato di prendere l'uomo e di fare di lui uno schiavo per sempre… La verità non è come per l'uomo mondano: egli vede il Sole e vede il cielo e la terra, ma non sono per nulla quelli autentici (44)”.

    (Vangelo di Filippo)


    #40904

    Omega
    Partecipante

    “Gli Arconti vollero ingannare l'Uomo hanno deliberato di

    prendere l'uomo e di fare di lui uno schiavo per sempre… La verità

    non è come per l'uomo mondano: egli vede il Sole e vede il cielo

    e la terra, ma non sono per nulla quelli autentici”.

    C'è chi è [color=#cc0066]padrone del proprio sogno[/color] e chi si perde in esso.

    No. Forse sarebbe meglio Uscire dal proprio Sogno, piuttosto che cercare di domarlo – anche perché, come si fa a “gestire una menzogna”, una illusione ? Là fuori c'è Realtà; non fuori di noi, ma fuori della “mente” impostaci dagli “Arconti” per la questione della “incoscienza”… Gli Umani hanno rifiutato il risveglio – ed ecco che i Guardiani della Verità (una verità che non si trova nella mente ordinaria) ci hanno presentato un conto da pagare: la Prigionia dell'Essere; ci hanno rinchiusi nelle nostre immagini e fantasticherie.

    Questa è, l'apparenza: il modo di “vedere” e interpretare la Realtà, che pur “guardando” non riusciamo a Vedere. :scare:

    ” [color=#0066bb]Gli arconti vollero ingannare l’uomo, a motivo della sua parentela con quelli che sono veramente buoni. Presero il nome di coloro che sono buoni e lo attribuirono a coloro che non sono buoni, per poterlo ingannare mediante i nomi e poterlo vincolare a quanti non sono buoni.[/color] ” (Vangelo di Filippo)

    In pratica, tutto il discorso verte sui NOMI veri o falsi di oggetti o esseri veri o falsi. Trattasi di [color=#0066ff]sostituzione tra i contrari[/color].

    Potenti sono i Simboli e l'hybris umana è nel grido: “Io!”

    “1. Quel giorno, i discepoli erano raccolti in cima ad una montagna.
    2. Il Maestro stava fra loro in Silenzio.
    3. E Myriam Gli era accanto.
    4. Andrea disse:
    5. «Maestro, ecco che [B]il Tuo Silenzio ci sorprende[/B].
    6. Perché ci hai riuniti? Non hai niente da dirci, oggi?».
    7. Allora l’Insegnante rispose loro:
    8. «E voi, non avete niente da dire a me?
    9. Perché mai la fonte dovrebbe andare incontro ai pellegrini?
    10. [B]Il pellegrino dimentica a volte di avere gambe per camminare[/B].
    11. [B]Dimentica che non è la strada a scorrergli sotto i piedi[/B],
    . . ma che è la sua mente a proiettarsi verso l’orizzonte.
    12. Chiedete, se avete intenzione di ricevere.
    13. Quando la terra ha sete
    14. tocca a lei chiamare la pioggia».
    15. Ed ecco che Simon Pietro si alzò fra tutti e disse:
    16. «[B]Maestro, ogni giorno Ti seguiamo e Ti ascoltiamo[/B].
    17. [B]Eppure, il nostro cuore conosce ancora l’aridità[/B].
    18. Ogni giorno, speriamo nella quiete e nella gioia.
    19. Ma esse non vengono a visitarci.
    20. [B]Dicci perché[/B].
    21. La Forza dell’Eterno non è forse nelle Tue parole?
    22. [B]Più seguiamo le Tue orme sulla terra[/B]
    23. [B]più siamo turbati[/B]
    24. e l’acqua continua a mancarci».

    31. Andrea alzò una mano e disse:
    32. «Perché interrogare il Maestro giacché conosci la risposta?».
    33. Allora l’Insegnante si alzò e disse:
    34. «[B]Anche tu la sai, ma lui incomincia a capire[/B].
    35. [B]Colui che vuole Comprendere per Conoscere, alla fine[/B],
    36. [B]si rende conto che non deve seguire le mie orme[/B],
    37. bensì lasciare le sue spostandosi all’interno delle mie,
    38. perché è dentro che troverà se stesso,
    39. perché è dentro che si trova la gioia perduta,
    40. perché è sempre dentro che si trova
    41. la porta verso l’esterno dei mondi,
    42. l’esterno che è il vero Interno.
    43. [B]Così la gioia non sorride a colui che raccoglie le mie parole[/B],
    44. [B]bensì a colui che si sposta all’interno[/B]».

    45. Uno dei discepoli chiese:
    46. «Dicci come fare per spostarci dentro».
    47. Allora il Maestro disse:
    48. «Cominciate con il porvi in Lui.
    49. Non andate nelle spaccature.
    50. [B]Perché, in verità, non vi è frontiera[/B].
    51. [B]Soltanto gli occhi creano la frontiera[/B]
    52. perché non vedono il Dentro che sta nel fuori.
    53. Solo l’Occhio crea l’unione.
    54. È attraverso l’occhio che vi porrete in Lui.
    55. L’Occhio crea il Mondo, che fa i mondi.
    56. L’Orecchio che intende crea l’Occhio e lo fa crescere.
    57. Così, la realtà che si apre all’Occhio ed all’Orecchio
    58. [B]apre la strada ad un’altra realtà[/B].
    59. [B]L’Uno nutre il molteplice[/B]
    60. [B]ed il molteplice rimanda sempre all’Uno[/B].
    61. [B]Vi annuncio: non separate[/B],
    62. [B]spostatevi fra le separazioni[/B].
    63. È in questo modo che voi vi porrete [B]in voi[/B].
    64. [B]Questa è la via della quiete[/B],
    65. perché la quiete è il + [B]centro del cambiamento[/B]».

    66. Simon Pietro parlò con queste parole:
    67. «L’Uno si avvicina nella quiete e nella gioia.
    68. L’Uno è stabile e solo.
    69. Ma dicci [B]come mantenere la stabilità nel cambiamento[/B]».
    70. L’Insegnate rispose:
    71. «[B]Contemplando la realtà del sogno dei mondi[/B],
    72. [B]poi immaginando il Sogno dietro a quel sogno[/B]».
    73. Il discepolo Andrea si stupì davanti a tutti:
    74. «Bisogna sognare?».
    75. Allora il Maestro gli disse:
    76. «[B]Bisogna uscire dal sogno dei mondi[/B]
    77. perché la gioia nasce nel Sogno
    78. che ha concepito [B]il gioco[/B] dei sogni e dei mondi.
    79. [B]Comprenda chi vuole comprendere[/B].
    80. [B]Dorma chi si compiace nel lamento dei sogni[/B].
    81. Vi dico questo:
    82. [B]L’Uno sta nel risvegliarsi al Sogno[/B] ».

    83. Il discepolo si espresse ancora:
    84. «Insegnaci: il Sogno è forse la cessazione della sofferenza?».
    85. Il Maestro parlò a tutti in questi termini:
    86. «[B]Il Sogno è oltrepassare il sogno delle frontiere[/B], e
    87. [B]le frontiere sono la sofferenza[/B]
    88. perché la sofferenza è il tu e l’io
    89. che si sognano come essendo due».
    90. Allora, Simon Pietro chiese:
    91. «Ma la Materia e la Non-materia, non sono forse due?
    92. Come uscire dalla frontiera?».
    93. L’Insegnante li benedisse tutti, poi disse loro:
    94. «[B]La Materia e la Non-materia fanno parte del Sogno del mondo[/B].
    95. [B]Esse sono Una, sono il gioco[/B]
    96. attraverso il quale l’Oblio tesse l’opera sua.
    97. La separazione è un gioco,
    98. come la sofferenza, e
    99. [B]la sofferenza nasce dall’orgoglio fondamentale che gioca a separare[/B].
    100. [B]La Materia, vi dico, è un sorriso dell’Eterno[/B],
    101. [B]per farci uscire dai mondi[/B]
    102. [B]e farci volere la Realtà[/B]».

    103. Simon Pietro prese di nuovo la parola:
    104. «[B]Dicci, ora: cos’è la Realtà?[/B]».
    105. Il Maestro disse:
    106. «La Realtà è Ciò che ha concepito il gioco delle realtà.
    107. La Realtà è Ciò che vi farà spostare le vostre orme dentro alle mie.
    108. È immaginazione nella fiducia.
    109. [B]È ciò che genera la Conoscenza[/B]».
    110. Il discepolo chiese ancora:
    111. «Abbiamo sete.
    112. [B]Come raggiungere la Realtà?[/B]».
    113. L’Insegnante parlò a tutti:
    114. «[B]Smontando ciò che non è Uno[/B],
    115. [B]Contemplando la materia che inventa la frattura[/B],
    116. amando la frattura per i suoi giochi,
    117. amandone i giochi per la strada che essa traccia verso il Gioco».
    118. Poi disse ancora:
    119. «[B]Osando[/B]».

    120. Uno dei discepoli si alzò allora e chiese:
    121. «E dicci, ora: cosa significa la Materia?
    122. Dobbiamo credere che si perpetui all’infinito?».
    123. Il Maestro insegnò:
    124. «[B]Tutto ciò che è stato inventato e che è stato creato[/B],
    125. [B]tutti gli elementi che compongono la natura dei mondi[/B]
    126. [B]sono interdipendenti e sposati fra loro[/B].
    127. [B]Ma sarà smontato tutto ciò che è stato montato[/B]
    128. [B]affinché tutto ritorni alla Radice-Madre[/B].
    129. Così, colui che ha orecchie per ascoltare
    130. faccia appello all’[B]O[/B]recchio per intendere».
    131. Simon Pietro chiese:
    132. «Poiché ti dici messaggero e interprete
    133. degli elementi e dei fenomeni di questo mondo,
    134. dicci dunque: [B]qual’è la natura dell’errore?[/B]».
    135. Il Maestro alzò la mano e disse:
    136. «[B]L’errore non esiste[/B].
    137. [B]Perché siete voi soltanto che lo fate esistere[/B].
    138. [B]Lo fate ogni volta che vi piegate ai riflessi[/B]
    139. della [B]vostra[/B] realtà [B]costruita ed adultera[/B].
    140. [B]Ecco come l’errore prende forma[/B].
    141. Ecco anche perché il Bene vi ha fatto visita.
    142. [B]Il Bene ha partecipato agli elementi delle vostre realtà[/B]
    143. per sposarle di nuovo alla Radice-Madre».

    144. Il Maestro continuò e disse:
    145. «[B]Ascoltate la ragione che fa di voi dei malati[/B]
    146. [B]ed anche dei morenti[/B]:
    147. guardate i sogni delle vostre azioni,
    148. e [B]saprete che cosa vi allontana da voi stessi[/B].
    149. Comprenda colui che vuole comprendere.
    150. [B]Dall’essere incatenati ai giochi della Materia[/B]
    151. [B]nasce una passione contro l’Essenza-Madre[/B]
    152. e [B]nel corpo sorge allora un disturbo[/B].
    153. Ecco perché, in verità, vi annuncio:
    154. [B]cercate l’armonia insieme all’Essenza[/B].
    155. E se accade che siate in rotta con l’ordine di Quest’ultima,
    156. [B]traete ispirazione da tutte le immagini naturali[/B]
    . . che [B]evocano la vostra realtà profonda[/B].
    157. Così, colui che ha sviluppato le orecchie
    158. impari ad intendere con l’[B]O[/B]recchio» .
    159. Dopo queste parole, il Beato accordò loro la Sua benedizione.
    160. «Che la Pace sia con voi.
    161. Che la mia Pace metta radici, si incarni in voi e si moltiplichi.
    162. [B]E che nessuno vi smarrisca dicendo:[/B]
    163. “[B]Guardiamo questo, guardiamo quello[/B]”
    164. [B]perché in verità, è nel vostro Centro[/B]
    165. che risiede Colui che si chiama “Figlio dell’Uomo”.
    166. Portate a Lui andando a Lui.
    167. Perché [B]coloro che hanno la volontà di cercarLo Lo trovano[/B].
    168. Levatevi dunque,
    169. e fatevi testimoni della Parola del Vostro Regno.

    170. [B]Guardatevi bene dall’imporre regole[/B]
    171. a parte quella di cui porto la fiaccola
    172. [B]altrimenti sprofonderete ancora di più nella schiavitù[/B].
    173. Io sono [B]Colui che rinverdisce il Ricordo[/B]».
    174. Dopo aver pronunciato queste parole, il Maestro li lasciò.
    175. I Suoi discepoli sentirono la solitudine e la tristezza.

    181. Fu per questo che Myriam si alzò,
    182. li baciò ed annunciò ai suoi Fratelli:
    183. «[B]Perché rimanete nel dubbio e nella sofferenza?[/B]
    184. Vi dico che la Sua [B]Essenza di Luce[/B] non ci abbandona.

    187. [B]perché ecco che Egli ci chiede di tornare ad essere dei veri Umani[/B]».
    188. Con queste parole, Myriam orientò il cuore dei discepoli verso il bene,
    189. ed essi si aprirono un po’ di più alle parole dell’Insegnante. [color=#0099ff](..)[/color]”

    [color=#0077dd](Tratto da “Il Vangelo di Maria Maddalena”/ “Libro del Tempo”)[/color]: –> http://www.rosacroceoggi.org/testi/Il%20Vangelo%20di%20Maria%20Maddalena.pdf

    L'hybris umana è nel grido: “Io!” – ma ugualmente ( l'altra estremità ) nel pensare: “Non sono stato io!”, ovvero “io non Sono”, cercando dell'altro…

    Sophia, soffio, ruach…

    Sì… Curiosa similitudine, la Sapienza, l'Archetipo “Femminile” divino [color=#cc0066](Pyriel, non “femminista”)[/color] che soffia dove vuole, che procede dalla Sorgente in direzione di Colui che la Riceve senza opposizione, sapendo abbandonare la propria, per rendersi accessibile e disponibile a quella vera.


    #40905

    Pyriel
    Bloccato

    …..

    Quanta pazienza hai Omega, Tu, Anima che tocca le Stelle. Il Sogno di Dio è l'unico vero, perché uscirne?


    #40906
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1229705832=Richard]
    ho ascoltato un breve mp3 con una rapida intervista al mr.x intervistato dal project camelot, trovate l`intervista nella rubrica relativa, in questa riassume che lavorando in ambito aerospaziale si offri volontario con altri per un lavoro particolare che hanno scoperto dopo. In poche parole archiviavano materiale tra foto e video e documenti in merito a ufo ed et.
    Dice che ci sono diversi et tipo Grigio come fattezze,di colore diverso e altezza diversa, parlando dei documenti che ha visto.
    Alcuni ad es. arancioni e altri bianchi, vedono il corpo come contenitore e si sarebbero praticamente creati geneticamente fra loro e infine avrebbero influito geneticamente sui nostri corpi.
    Dai mezzi recuperati si sarebbe appreso che agiscono per controllare soprattutto le armi nucleari e si mostrerebbero solo in caso di enorme pericolo nucleare,inoltre non muoiono,ma passano da un corpo all`altro senza perdere memoria.
    Dice che quelli alti bianchi o arancioni avrebbero creato i grigi di cui si parla piu spesso e questi avrebbero creato noi stando a informazioni recuperate dagli ufo e per noi io direi che si intendano i corpi,stessa cosa la spiegava Siragusa,che i Grigi sono maestri nella genetica piu avanzata
    [/quote1229705832]

    • Mr X, the former UFO archivist who recorded a brief audio message for us for presentation at the recent Las Vegas Crash Retrieval Conference, has died suddenly. He was 48. The cause is unknown.

    His wife said this to us in a phone call today: He didn't want to be famous, he didn't want money. He just wanted to help everyone. This is exactly the man we knew, and we reproduce those spontaneous words here with her very kind permission.

    He leaves behind his beautiful young wife and their one-year old son, both of whom he loved dearly. At the moment we can say no more except that he was our friend, and we are shocked.

    http://projectcamelot.org/index.html

    http://projectcamelot.org/mr_x.html


    #40907
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    e non si capisce la causa….?????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #40908
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    a quanto pare al momento non si sa..


    #40909

    zret
    Partecipante

    Poco sappiamo…


    #40910
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1230914187=Richard]
    ho ascoltato un breve mp3 con una rapida intervista al mr.x intervistato dal project camelot, trovate l`intervista nella rubrica relativa, in questa riassume che lavorando in ambito aerospaziale si offri volontario con altri per un lavoro particolare che hanno scoperto dopo. In poche parole archiviavano materiale tra foto e video e documenti in merito a ufo ed et.
    Dice che ci sono diversi et tipo Grigio come fattezze,di colore diverso e altezza diversa, parlando dei documenti che ha visto.
    Alcuni ad es. arancioni e altri bianchi, vedono il corpo come contenitore e si sarebbero praticamente creati geneticamente fra loro e infine avrebbero influito geneticamente sui nostri corpi.
    Dai mezzi recuperati si sarebbe appreso che agiscono per controllare soprattutto le armi nucleari e si mostrerebbero solo in caso di enorme pericolo nucleare,inoltre non muoiono,ma passano da un corpo all`altro senza perdere memoria.
    Dice che quelli alti bianchi o arancioni avrebbero creato i grigi di cui si parla piu spesso e questi avrebbero creato noi stando a informazioni recuperate dagli ufo e per noi io direi che si intendano i corpi,stessa cosa la spiegava Siragusa,che i Grigi sono maestri nella genetica piu avanzata
    [/quote1230914187]
    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.206
    Le Interviste del Project Camelot: “Mr.X”, l'archivista di materiale Top Secret

    B: Ricordi cosa hai letto sulle autopsie sulla loro fisiologia e biologia ?

    X: Ciò che ricordo è che il loro sangue era basato sulla clorofilla e non mangiano come noi. Non hanno stomaco, non hanno materiale di scarto come noi. Sono come a metà tra piante e animali e accumulano energia assorbendo minerali dalla pelle. Usano la luce per la fotosintesi.

    ———–

    18. IL SISTEMA SIRIUS E L'EQUILIBRIO
    I. LE ENTITA' DI TERZA DENSITA' SI SONO EVOLUTE DAGLI ALBERI

    DOMANDA: Mi stavo chiedendo se il complesso di memoria sociale dalla stella Sirio si sia evoluto dagli alberi?
    RA: Questo si avvicina correttamente.

    Questa forma di vegetazione di seconda densità che si è graduata in terza densità sul pianeta e che porta il nome di Dog, era vicina agli alberi per come li conoscete. (B2, S38, 72 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )

    II. DEVONO MEDITARE SULLE AZIONI OSTILI

    DOMANDA: Dato che le azioni di guerra sono impossibili per la vegetazione, non avrebbero il vantaggio di passare in terza densità dalla seconda, se non trasportando la memoria sociale della guerra e quindi sviluppando una natura più armoniosa e accelerare la propria evoluzione? (B2, S38, 72 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )

    RA: Questo è corretto.
    Comunque, per divenire bilanciati e iniziare a polarizzare propriamente è necessario investigare i movimenti di tutti i tipi, specialmente quelli come la guerra. (B2, S38, 72 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )

    DOMANDA: Le loro investigazioni in ambito di azioni come la guerra sarebbero primariamente del tipo che hanno estratto dalla memoria di Charlie Nixon piuttosto che di guerra fra loro stessi?
    RA: Questo è corretto.

    Le entità di questa eredità troverebbero quasi impossibile combattere. Infatti, i loro studi sui movimenti di tutti i tipi sono la loro forma di meditazione per il fatto che la loro attività usuale è del tipo che chiamereste meditazione.
    Questo deve essere bilanciato, come le vostre entità necessitano di momenti costanti di meditazione per bilanciare le proprie attività. (B2, S38, 72-73 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )

    III. SI MUOVEVANO SENZA MUOVERE LE GAMBE
    DOMANDA: Ci è stato detto da Charlie Nixon che queste entità si muovevano senza muovere le gambe. E' una funzione diretta della mente in qualche modo connessa all'azione magnetica del pianeta?

    RA: Questo è in gran parte corretto. E' un fenomeno elettromagnetico controllato dagli impulsi del pensiero di natura elettrica debole. (B2, S38, 73 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )

    DOMANDA: Le loro astronavi erano visibili a noi e fatte di materiale di terza densità come questa sedia?
    RA: Questo è corretto.

    Fonte: http://www.divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=129&Itemid=36
    tradotto da Richard per Altrogiornale.org


    #40911

    Omega
    Partecipante

    [quote1230916271=Richard]
    III. SI MUOVEVANO SENZA MUOVERE LE GAMBE

    DOMANDA: Ci è stato detto da Charlie Nixon che queste entità si muovevano senza muovere le gambe. E' una funzione diretta della mente in qualche modo connessa all'azione magnetica del pianeta?

    RA: Questo è in gran parte corretto. E' un fenomeno elettromagnetico controllato dagli impulsi del pensiero di natura elettrica debole. (B2, S38, 73 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_38 )
    [/quote1230916271]
    Se i popoli Antichi li vedevano muoversi in questo modo, per forza poi li

    credevano “divinità soprannaturali”, oggi sappiamo che divinità non sono…


    #40912
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    XI. DIFESE
    DOMANDA: Persino la quarta densità positiva ha il concetto delle azioni difensive, ma sopra questo livello il concetto di azione difensiva non è in uso. Sia le azioni offensive e difensive avvengono frequentemente nella nostra densità presente.
    Se una entità è abbastanza polarizzata nei suoi pensieri in senso positivo, l'azione difensiva non sarà necessaria per lei, perchè l'opportunità di applicare l'azione difensiva non si originerà da lei. Corretto? (B2, 47)
    RA: Questo non si può conoscere. Una entità in grado di programmare esperienze può scegliere il numero e l'intensità delle lezioni da apprendere. E' possibile che una entità estremamente polarizzata in positivo possa programmare per sè situazioni di test per l'abilità di frenarsi da azioni difensive, persino al punto della morte fisica del sè o degli altri sè.
    Questa è una lezione intensa e non si sa cosa hanno programmato le entità per sè stesse. Possiamo, se desideriamo, leggere questa programmazione. Comunque, questo è una infrazione e scegliamo di non farlo. (B2, 47)

    XII. IL RUOLO DELLA LUCE, LA LUCE SPIRALEGGIANTE CHE “SALE”
    RA: Il termine “luce spiraleggiante che sale” non significa il movimento verso l'alto nel senso usuale; si riferisce a ciò che si muove verso la fonte di amore e luce. (B3, 61)
    DOMANDA: Assumo che da tutti i punti nello spazio la luce si irradia nella nostra illusione ad angolazione di 360° e questa forma a cucchiaio con la piramide è come un meccanismo di messa a fuoco. Corretto?
    RA: Questo è precisamente corretto. (B3, 61)
    AFFERMAZIONE: L'adepto vede o visualizza la luce che si muove verso il basso dal chakra della corona verso i piedi. Ra ha affermato che il Creatore entra dai piedi e si muove verso l'alto, che questa luce entra dai piedi e si muove verso l'alto. (B3, 170)
    RA: La luce spiraleggiante che sale, si sviluppa nel suo percorso con la volontà e raggiunge infine un punto alto di accoppiamento col fuoco entrante dell'Uno Creatore, così questa è solo preparazione per il lavoro sul complesso mente/corpo/spirito che deve essere fatto dall'adepto. (B3, 172)
    XIII. DESIDERIO, VOLONTA' E POLARITA' SONO LE CHIAVI
    DOMANDA: Desiderio e volontà sono i fattori importanti in questo processo. Corretto?
    RA: Aggiungeremmo un'altra qualità. Nella personalità magica, desiderio, volontà e polarità sono le chiavi. (B3, 172)
    ….
    V. L'ADEPTO
    RA: L'adepto è quello che ha liberato sè stesso sempre più dalle costrizioni dei pensieri, delle opinioni e dei legami degli altri sè.
    Che venga fatto col servizio agli altri o col servizio al sè, è una parte necessaria del risveglio dell'adepto. Questa libertà da quelli non liberi, come direste voi, è vista come diabolica o oscura. Il magico è riconosciuto; la natura spesso non lo è. (B4, 50)
    RA: Nel servizio agli altri esiste una associazione col cuore di tutti gli altri sè e una dissociazione dall'illusione che non permette all'adepto ( o a chiunque) di percepire correttamente il sè e gli altri sè come uno. (B4, 51)
    DOMANDA: L'adepto polarizzato positivamente o negativamente costruisce un potenziale per attingere potere direttamente dallo spirito, corretto?
    RA: Sarebbe più appropriato dire che l'adepto prende dall'universo il potere tramite lo spirito, in quanto lo spirito è una navicella. (B4, 51)

    Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
    Fonte: http://www.divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=category&sectionid=6&id=23&Itemid=36


Stai vedendo 10 articoli - dal 221 a 230 (di 287 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.