"Con te e senza di te"

Home Forum SPIRITO "Con te e senza di te"

  • This topic has 16 partecipanti and 160 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 161 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #48734
    renae
    Bloccato

    [color=#003399]oh..è già finitoe è tornato il sole…incredibile…[/color]


    #48735
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1353766705=Renée]
    [color=#003399]oh..è già finitoe è tornato il sole…incredibile…[/color]
    [/quote1353766705]
    ci tengo a precisare certi punti

    solitamente non perdo la pazienza.. :fri:


    #48736
    renae
    Bloccato

    [color=#0033ff]Io criptica…

    Frammenti:[/color]
    Ecco perché, di tanto in tanto, da qualche parte sulla Terra scoppiano delleguerre. È una malattia grave. Ma tutti i politici continuano a parlare di pace:preparano la guerra e parlano di pace. Di fatto, dicono: «Prepariamo la guerraper proteggere la pace». Piuttosto irrazionale! Se stai preparando la guerra,come puoi proteggere la pace? Per proteggere la pace, bisogna preparare la pace.Ecco perché, in tutto il mondo, ogni nuova generazione rappresenta ungrandissimo pericolo per il potere costituito. Il suo unico interesse è lafelicità; è interessata all'amore, alla meditazione, alla musica, alla danza…i politici, in tutto il mondo, sono sempre preoccupati. Le nuove generazioni nonsono interessate alla politica, che sia di destra o di sinistra; no, quello nonè affatto un loro interesse. I giovani non appartengono ad alcun «ismo».Una persona felice appartiene a se stessa. Perché dovrebbe appartenere a qualcheorganizzazione? Quella è la via di una persona infelice: appartenere aun'organizzazione, a qualche tipo di folla. Poiché non ha radici in sé, nonappartiene a se stessa. Quel senso di sradicamento crea in lei un'ansiaprofonda: deve appartenere a qualcosa. Crea dunque un'appartenenza sostitutiva:diventa membro di un partito politico, di un partito rivoluzionario, di unareligione, di qualsiasi cosa. Adesso sente di avere trovato il suo posto, diappartenere: c'è una folla in cui ha messo radici.Bisognerebbe essere radicati in se stessi, perché la via che parte da se stessisi addentra in profondità nell'esistenza. Se appartieni a una folla, ti trovi inun'impasse. Da lì non è possibile alcuna crescita ulteriore: sei in un vicolocieco.37Ebbene, io non ti insegno a essere altruista, perché so che, se sei egoista,sarai altruista automaticamente, spontaneamente. Se non sei egoista, hai mancatote stesso; a quel punto non puoi entrare in contatto con nessun altro, perchémanca il contatto fondamentale. Hai sbagliato il primo passo.Dimenticati il mondo, la società, le utopie e Karl Marx, dimenticati tuttoquesto. Resterai vivo ancora per pochi anni; goditeli, divertiti, sii felice,danza, ama e grazie al tuo amore, alla tua danza, al tuo profondo egoismo,l'energia comincerà a straripare. Sarai in grado di condividere con gli altri.L'amore, per me, è una delle cose più egoiste che esistano.


    #48737
    Anonimo

    [quote1353770078=Renée]
    dicono: «Prepariamo la guerra per proteggere la pace». Piuttosto irrazionale! Se stai preparando la guerra,come puoi proteggere la pace? Per proteggere la pace, bisogna preparare la pace.
    [/quote1353770078]
    I politicanti intendono dire: «La Pace ci sarà DOPO che avremmo distrutto il nemico», non sapendo che l'unico Nemico che c'è è dentro di loro – perciò sono incapaci di 'governare'.

    Una persona felice appartiene a se stessa. Perché dovrebbe appartenere a qualche organizzazione?

    Una persona felice non appartiene a nessuno, però appunto perché felice potrebbe decidere di aiutare una grande causa. A quel punto non è la persona felice ad appartenere a un'organizzazione ma è l'organizzazione ad 'appartenere' alla persona felice, che non la possiede ma la 'guida' o amministra secondo Giustizia (= equilibrio tra le parti in gioco).

    Quella è la via di una persona infelice: appartenere a un'organizzazione, a qualche tipo di folla.

    Esiste però un'eccezione. Per farti sentire è necessario essere in tanti perché il finto 'potere' non ascolta mai il singolo soggetto. Ma, nella maggior parte dei casi è valida la tua descrizione…


    #48739
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    Io criptica…


    🙂

    Ecco perché, di tanto in tanto, da qualche parte sulla Terra scoppiano delleguerre. È una malattia grave. Ma tutti i politici continuano a parlare di pace:preparano la guerra e parlano di pace. Di fatto, dicono: «Prepariamo la guerraper proteggere la pace». Piuttosto irrazionale! Se stai preparando la guerra,come puoi proteggere la pace? Per proteggere la pace, bisogna preparare la pace.Ecco perché, in tutto il mondo, ogni nuova generazione rappresenta ungrandissimo pericolo per il potere costituito. Il suo unico interesse è lafelicità; è interessata all'amore, alla meditazione, alla musica, alla danza…i politici, in tutto il mondo, sono sempre preoccupati. Le nuove generazioni nonsono interessate alla politica, che sia di destra o di sinistra; no, quello nonè affatto un loro interesse. I giovani non appartengono ad alcun «ismo».Una persona felice appartiene a se stessa. Perché dovrebbe appartenere a qualcheorganizzazione?

    :ok!:

    Ebbene, io non ti insegno a essere altruista, perché so che, se sei egoista,sarai altruista automaticamente, spontaneamente. Se non sei egoista, hai mancatote stesso; a quel punto non puoi entrare in contatto con nessun altro, perchémanca il contatto fondamentale. Hai sbagliato il primo passo.Dimenticati il mondo, la società, le utopie e Karl Marx, dimenticati tuttoquesto. Resterai vivo ancora per pochi anni; goditeli, divertiti, sii felice,danza, ama e grazie al tuo amore, alla tua danza, al tuo profondo egoismo,l'energia comincerà a straripare. Sarai in grado di condividere con gli altri.L'amore, per me, è una delle cose più egoiste che esistano.

    :ummmmm:
    per me c'e' un punto di equilibrio
    se sei egoista veramente non mi risulta che divieni altruista automaticamente
    e altruista non significa annullare il proprio ego o stima di sè
    mantenere la propria identità e stima di sè non equivale a essere egoista per me, è diverso
    il punto è essere uniti pur mantenendo la propria individualità
    divieni altruista quando capisci di essere parte di un organismo, altrimenti no
    lo divieni quindi anche perchè capisci che è anche utile a te stesso, in quanto volendo o meno, siamo tutti parte dello “schema di gioco”

    R- Ogni movimento che è diverso da quello della fratellanza dell’uomo, la Paternità di Dio è pericoloso…
    Non elevate la democrazia o qualsiasi altro nome al di sopra della fratellanza dell’uomo, della Paternità di Dio. (Reading dato nel 1939) 3976-24

    Quale diritto ha un uomo a porre lo stato o la nazione al di sopra del principio dell’amore fraterno ? 3976-27

    http://www.edgarcayce.it/media/ideepredizioni.htm

    Nell’amore il mondo venne salvato e fatto; nell’odio e nell’indifferenza il mondo può essere distrutto. 903-3

    http://www.edgarcayce.it/media/paceoguerra.htm

    Se il mondo vuole mai conoscere il meglio di sé deve imparare la cooperazione. 759-12

    “Sappi, Oh Israele, il tuo Signore tuo Dio è Uno” (Marco 12:29). E mentre ogni anima cerca di manifestarsi in un mondo materiale, lo scopo, l’idea – anzi, l’ideale è che tutti lavorino all’unisono per il bene di tutti. 3976-23

    http://www.edgarcayce.it/media/lospiritodiarmo.htm

    per Dio intendeva:
    http://www.edgarcayce.it/media/diol%27energia.htm

    concetto che condivido..


    #48738
    renae
    Bloccato

    [quote1353771823=♫nessuno♫]
    [quote1353770078=Renée]

    [/quote1353770078]

    Una persona felice appartiene a se stessa. Perché dovrebbe appartenere a qualche organizzazione?

    Una persona felice non appartiene a nessuno, però appunto perché felice potrebbe decidere di aiutare una grande causa. A quel punto non è la persona felice ad appartenere a un'organizzazione ma è l'organizzazione ad 'appartenere' alla persona felice, che non la possiede ma la 'guida' o amministra secondo Giustizia (= equilibrio tra le parti in gioco).

    [u]E' proprio questo uno dei più grandi drammi umani… mancanza di meritocrazia forse?[/u]

    Quella è la via di una persona infelice: appartenere a un'organizzazione, a qualche tipo di folla.

    Esiste però un'eccezione. Per farti sentire è necessario essere in tanti perché il finto 'potere' non ascolta mai il singolo soggetto. Ma, nella maggior parte dei casi è valida la tua descrizione…
    [/quote1353771823]

    Volevi scrivere” farsi”?


    #48740
    renae
    Bloccato

    [quote1353772219=Richard]

    Io criptica…


    🙂

    Ecco perché, di tanto in tanto, da qualche parte sulla Terra scoppiano delleguerre. È una malattia grave. Ma tutti i politici continuano a parlare di pace:preparano la guerra e parlano di pace. Di fatto, dicono: «Prepariamo la guerraper proteggere la pace». Piuttosto irrazionale! Se stai preparando la guerra,come puoi proteggere la pace? Per proteggere la pace, bisogna preparare la pace.Ecco perché, in tutto il mondo, ogni nuova generazione rappresenta ungrandissimo pericolo per il potere costituito. Il suo unico interesse è lafelicità; è interessata all'amore, alla meditazione, alla musica, alla danza…i politici, in tutto il mondo, sono sempre preoccupati. Le nuove generazioni nonsono interessate alla politica, che sia di destra o di sinistra; no, quello nonè affatto un loro interesse. I giovani non appartengono ad alcun «ismo».Una persona felice appartiene a se stessa. Perché dovrebbe appartenere a qualcheorganizzazione?

    :ok!:

    Ebbene, io non ti insegno a essere altruista, perché so che, se sei egoista,sarai altruista automaticamente, spontaneamente. Se non sei egoista, hai mancatote stesso; a quel punto non puoi entrare in contatto con nessun altro, perchémanca il contatto fondamentale. Hai sbagliato il primo passo.Dimenticati il mondo, la società, le utopie e Karl Marx, dimenticati tuttoquesto. Resterai vivo ancora per pochi anni; goditeli, divertiti, sii felice,danza, ama e grazie al tuo amore, alla tua danza, al tuo profondo egoismo,l'energia comincerà a straripare. Sarai in grado di condividere con gli altri.L'amore, per me, è una delle cose più egoiste che esistano.

    :ummmmm:
    per me c'e' un punto di equilibrio
    se sei egoista veramente non mi risulta che divieni altruista automaticamente
    e altruista non significa annullare il proprio ego o stima di sè
    mantenere la propria identità e stima di sè non equivale a essere egoista per me, è diverso
    il punto è essere uniti pur mantenendo la propria individualità
    divieni altruista quando capisci di essere parte di un organismo, altrimenti no
    lo divieni quindi anche perchè capisci che è anche utile a te stesso, in quanto volendo o meno, siamo tutti parte dello “schema di gioco”

    R- Ogni movimento che è diverso da quello della fratellanza dell’uomo, la Paternità di Dio è pericoloso…
    Non elevate la democrazia o qualsiasi altro nome al di sopra della fratellanza dell’uomo, della Paternità di Dio. (Reading dato nel 1939) 3976-24

    Quale diritto ha un uomo a porre lo stato o la nazione al di sopra del principio dell’amore fraterno ? 3976-27

    http://www.edgarcayce.it/media/ideepredizioni.htm

    Nell’amore il mondo venne salvato e fatto; nell’odio e nell’indifferenza il mondo può essere distrutto. 903-3

    http://www.edgarcayce.it/media/paceoguerra.htm

    Se il mondo vuole mai conoscere il meglio di sé deve imparare la cooperazione. 759-12

    “Sappi, Oh Israele, il tuo Signore tuo Dio è Uno” (Marco 12:29). E mentre ogni anima cerca di manifestarsi in un mondo materiale, lo scopo, l’idea – anzi, l’ideale è che tutti lavorino all’unisono per il bene di tutti. 3976-23

    http://www.edgarcayce.it/media/lospiritodiarmo.htm

    per Dio intendeva:
    http://www.edgarcayce.it/media/diol%27energia.htm

    concetto che condivido..
    [/quote1353772219]
    Carina la tua gif…


    #48741
    Anonimo

    [quote1353772899=Renée]
    E' proprio questo uno dei più grandi drammi umani… mancanza di meritocrazia forse?
    [/quote1353772899]
    Sì, nella Vita quotidiana ma non sarebbe sufficiente nella Politica. Probabilmente ci vuole la Geniocrazia e il Paradismo.

    Nella Meritocrazia, solo alla fine si scopre chi era il più saggio (quando è troppo tardi)..

    Nella Geniocrazia è possibile saperlo all'inizio. Mentre nel Paradismo viene abolito il denaro e il lavoro obbligatorio. Il denaro è sempre stata l'arma del “diavolo” mentre il lavoro obbligatorio sta limitando enormemente la Creatività dell'Essere umano.

    Per la “Fine dei Tempi” a mio avviso ci vogliono grandi cambiamenti, perché dunque accontentarci delle briciole?

    Volevi scrivere” farsi”?

    Riguarda tutti quanti. Chi crede in Dio vorrebbe farsi ascoltare da Dio. Chi crede nello Stato vorrebbe farsi ascoltare dallo Stato. Chi crede nella Coscienza universale vorrebbe farsi ascoltare da quella. L'interlocutore lo si trova sempre… «[color=#0077ff]Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro[/color]».

    Una persona felice appartiene a se stessa.

    Non è detto. Forse l'”Anima” o DNA appartiene al suo Creatore.


    #48742
    renae
    Bloccato

    [color=#0066ff]La Geniocrazia sarà probabilmentemente il passo successivo…ma non credo che l Umanitàne sia ancora cosciente..molti passi avanti ma molto lenti per adesso.

    Per quanto riguarda a chi o a cosa appartenga l Anima lascio a voi il quesito….

    Un solo Creatore?

    Più di uno?

    Nessuno?[/color]


    #48743
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1353780753=Renée]
    [color=#0066ff]La Geniocrazia sarà probabilmentemente il passo successivo…ma non credo che l Umanitàne sia ancora cosciente..molti passi avanti ma molto lenti per adesso.

    Per quanto riguarda a chi o a cosa appartenga l Anima lascio a voi il quesito….

    Un solo Creatore?

    Più di uno?

    Nessuno?[/color]

    [/quote1353780753]
    C'è chi pensa che l'Anima di tutte le creature componga l'”Energia Intelligente” alla base della manifestazione o Dio..l'idea mi piace.
    Quindi ognuno di noi è Dio nella sua Anima, ma qui comunque direi che è un Dio in divenire.

    Però ho sempre pensato che esiste una Intelligenza alla base della manifestazione o creazione se vuoi, che abbiamo in parte in noi come Anima.
    Quindi esiste contemporaneamente l'”Energia Intelligente dell'Infinito” e l'”Energia Intelligente del Finito”, la nostra Anima.

    Esiste il Mare contemporaneamente a tutte le singole Onde e le tiene in costante comunicazione istantanea.

    Poi c'è il discorso che le Anime evolvendo possono arrivare a co-creare altri esseri o a disseminarne il codice, ma creeranno o modificheranno comunque dei corpi, non altre Anime e comunque useranno l'energia/materia che viene dall'”Energia/Mare Intelligente dell'Infinito” o Dio, per me.


Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 161 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.