Connubio tra Calendario Tzolk'in, Crop Circle e DNA

Home Forum MISTERI Connubio tra Calendario Tzolk'in, Crop Circle e DNA

  • This topic has 8 partecipanti and 64 risposte.
Stai vedendo 5 articoli - dal 61 a 65 (di 65 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1286
    giusparsifalgiusparsifal
    Partecipante

    Meskalito, ho calcolato il mio giorno ma poi non riesco a capire come avere le spiegazioni, ritorno alla home page ma non riesco a districarmi, come hai fatto?
    Grazie

    Edit: capito ūüôā


    #1287
    meskalito
    Partecipante

    ūüôā


    #1288
    meskalito
    Partecipante

    E ancora

    The Hidden Agenda of The Dreamspell Calendar

    A calendar plays a significant role in the life of a society. Usually it tells people what events to commemorate and celebrate and what they are supposed to consider as being part of their tradition. Hence, the Gregorian calendar obviously implicitly places a great role on Jesus and the Muslim calendar on Muhammad. In the corresponding societies people are supposed to relate the roles of their own lives in the temporal contexts of those founders of religions. This way of organizing life in relation to the passage of time plays a much greater role than most people would probably think.

    But the Gregorian calendar, for instance, also conveys a certain world view based on the very way that it is structured. It conditions us to a view of creation that is not going anywhere and has no higher purpose. In the same sense as this calendar is based on the mechanical year of our planet, and endless revolutions of this around the sun, life with this calendar comes to be perceived as an endless merry-go-round and people view their lives and purpose in a similar way. The way of counting years according to the time-line of this calendar fosters a world view where life seems to have no higher purpose. As a consequence human beings would not have any responsibility to deliver a divine plan and so the planet may be regarded just as dead matter to be exploited. Consider for instance the possibility that we would be calling the present time 7 BCE (the year 7 Before Collective Enlightenment) rather than AD 2005, and it is easy to realize that if this was the case life as lived both individually and collectively would have a totally different meaning and direction than it presently mostly is perceived as having. A whole subconscious world view is actually linked to the particular calendar we use and the effects of this are partly overt (such as through the celebration of Christian or national holidays) and partly insidious (such as in promoting a mechanical world view where life has no higher purpose).

    In my view, the central message of the Mayan calendar is that we are living in an exact divine time plan that has a higher purpose in store for humanity at the completion of linear time. If we are able to make this time plan conscious to broader groups of people the prospects of this intended divine time plan manifesting will directly increase. Yet, in many parts of the world broad groups of people are blocked from knowledge about the divine time plan because the Dreamspell/Thirteen Moon calendar falsely has been presented as the Mayan calendar and hence this calendar still needs to be discussed.

    In articles on my web site I have already pointed out that the Dreamspell/Thirteen Moon calendar is a mechanical calendar based on the astronomical year and that its New Year’s day in fact was something that came to be imposed on the Maya as they were forced to abandon their traditional calendar and convert to the ecclesiastical year of the Christian missionaries. I have also pointed out that there is nothing natural whatsoever about the 28-day cycle, as the full moon has a period of 29.5 days, and despite what patriarchal medicine may say the cycles of the female are directly linked to the light of the full moon rather than to the mathematical construct of 28 days.

    Yet, I am often given the question why someone would invent a new tzolkin (260 day) count such as the Dreamspell, especially considering that the Maya have been using their Sacred Calendar for thousands of years. ‚ÄĚWhat right do they have to change our calendar?‚ÄĚ asks Don Alejandro Oxlaj, head of the council of elders of the Maya when refering to Arguelles calendar. Is there then a hidden agenda behind this one might ask. To begin with let me say that I do not think that there is something wrong in principle with deviating from the traditional Mayan calendar provided that there are good reasons to do so and that they are clearly specified. I, myself, for instance, deviate from the Izapan Long Count when it comes to its starting point. I have concluded that this traditional calendar deviates by 420 days from the universal process of creation because in the location where it was developed the day (August 11) when the sun was in zenith in that particular location was chosen as its starting point. My own ambition is to extract the universal truth of the Mayan calendar freed of what is local tradition, such as the day the sun is in zenith in Izapa. Hence, although it is different from a certain Mayan tradition I do not see the end of linear time as December 21. 2012, but as October 28, 2011. Increasing numbers of people are incidentally starting to experience themselves that the true rhythm of creation is inconsistent with the traditional end date. There is however nothing hidden in my position and it is an argument that is openly presented to people so that they can evaluate it for themselves.

    Thus, although I acknowledge my indebtedness to the Mayan people and tradition, especially from Classical time, I do not hold the view that things are true because they are Mayan. Besides, also in the Mayan tradition the emphasis placed on different calendars has varied greatly over time, and so for instance, hardly anyone today follows the 819-day cycle, the traditional katun wheel, the quintana or the 52 year cycle. The choice of cycles to incorporate into a calendar system depends on what it is you want that calendar system to describe. What I personally feel is the most urgent is to communicate to the modern people are the cycles pertaining to the divine process of creation. Through empirical evidence and my research in general I have found that the traditional Mayan Sacred Calendar is a true description of the divine process of creation and so I find it extremely important to follow this and no other. Thus I do not follow the traditional tzolkin (or Cholquij) because it is traditional Mayan, but because it is true. I feel this is a very important distinction.

    But what then is the origin of the Dreamspell tzolkin count? If the traditional Mayan tzolkin count is a true description of the energies of the divine process of creation, why was this alternative tzolkin count invented by the Arg√ľelles in the early nineties? The question is all the more relevant as the actual function of this invention has been among some to replace the true tzolkin count. The reasons for this replacement has always been a very well kept secret and it seems that people in the Dreamspell/Thirteen Moon Movement have rarely, if ever, undertaken to explore it. Lloydine Arguelles, co-inventor of the Dreamspell calendar gives us a hint of why as she wrote in Crystal Skywalker Day Report in 1997: ‚ÄĚAll of the knowledge in the Dreamspell is unalterable knowledge.‚ÄĚ ‚ÄĚIf we think to ourselves, I can agree with 98 % of the new knowledge, but the other knowledge I can‚Äôt accept, then we must consider how ego can enter and cause distortion of knowledge.‚ÄĚ These statements reveal a mentality similar to autocratic rule as well as a desire to keep the followers in the fold.

    Not surprisingly then it seems that Lloydine Arg√ľelles played a crucial role in deciding how their particular tzolkin count would be anchored in time. In the Thirteen Moon movement Lloydine Arg√ľelles was often identified as Bolon Ik, 9 Wind, which in the ancient Mesoamerican tradition was an energy associated with the light deity of Quetzalcoatl, the Plumed Serpent. Thus, her particular birthday (May 15, 1943) was given the energy 9 Wind (kin 22) in the Dreamspell count. This was an anchoring point for the tzolkin count that was chosen by the Arguelles? and the consequence was that its followers came to identify her with this deity of light. Along the same line, provided that the leap day was removed, Jose Arg√ľelles birthday (Jan 24, 1939) became 11 Monkey (kin 11) and in this arrangement not only did he become the Monkey, the weaver, the central day-sign that everything revolves around, but the two of them also got the master numbers 11 and 22 for their dates of birth. In an apparent slip of the tongue Jose Arguelles talks about kin 11 as ‚ÄĚthe one designated as Valum Votan (which is a name he uses)‚ÄĚ. Obviously, the more people that follow their calendar the more these identities have been reinforced and the daily work with the flase day-signs of their followers surely extracts a lot of energy to its inventors. Thus, those that are followers of this particular tzolkin count will give the founders central roles and synchronize their lives around these.

    It is common for followers of the Dreamspell calendar to say that this ‚ÄĚworks‚ÄĚ or that it provides an entry point to the ‚ÄĚsynchronous order‚ÄĚ. Given the above the relevant questions to ask are however ‚ÄĚworks for what‚ÄĚ? and ‚ÄĚWhose synchronic order‚ÄĚ? It seems obvious that with the particular set-up of this calendar it works very well as an entry point to the synchronic order of its inventors as well as with a number of other people that likewise have been attracted to their energies. The problem is however that those looking for an entry point to the synchronic order of the divine time plan are drawn away from that and into something entirely different, namely the energies of two human beings and their personal agendas of being in central positions of leadership etc. We thus have reasons to suspect that this set-up would give these founders a considerable power, especially, since its followers have not been made aware of what they are synchronizing their lives with.

    There is a hidden agenda in operation here, and I question whether it is ethical to keep the origin of this Dreamspell count secret, especially since the price is so high in people being kept in the dark about the true count. The true Mayan calendar is not in this way subordinated to the energies or agendas of any human individuals, living or dead. Instead, the uninterrupted traditional tzolkin count is a direct reflection of the divine process of creation, which the world now sorely needs to know about. Unfortunately, the Dreamspell calendar survives not because it would have any advantage whatsoever compared to the true Mayan calendar, but because of the conservatism of those that have been teaching and practicing it for years. Many simply refuse to believe that they have been conned or want to sweep under the rug the enormous difference between a truly divine calendar and one that is ego-based. Today, despite overwhelming evidence that this is not an egalitarian (or feminine) calendar, it is being kept in existence by sheer inertia and the relatively high number of people that was drawn into it under false pretenses.

    Carl Johan Calleman
    cjcalleman@swipnet.se

    http://www.calleman.com/content/articles/hidden_agenda_dreamspellcalendar.htm


    #1289
    RichardRichard
    Amministratore del forum

    [quote1246802246=meskalito]
    Aggiungerei che i “portali” in nero dello Tzolk'in sono 64,come i codoni del DNA e come gli esagrammi dei Ching….la connessione non √® in dubbio per me.

    C'è anche da dire però che il lavoro di Arguelles è strutturato su basi genuine ma ha cambiato parecchie cose,per esempio simboli e significati dei glifi.

    Un articolo sulla questione Arguelles

    Il falso Calendario Maya: Dreamspell/Tredici Lune

    E' BASATO SUL PREDOMINIO PATRIARCALE

    di

    Carl Johan Calleman

    http://www.calleman.com

    Per molti nel mondo un sistema di calendario, inventato da Jos√© e Lloydine Arguelles nei primi anni Novanta, e cio√® il Calendario Dreamspell/delle 13 Lune, √® diventato noto come il “Calendario Maya”.

    Malgrado il fatto che questo è un sistema di calendario che non è stato mai usato dai Maya, molti dei suoi protagonisti hanno comunque voluto presentarlo come se fosse Maya.

    Tramite campagne su vasta scala, e molti siti web su Internet, molte persone sono state così indotte a credere in esso e oggi una delle funzioni principali di questo calendario è quella di creare confusione e specialmente di impedire l'accesso della gente al vero Calendario Sacro usato per millenni nel Messico e nell'America Centrale.

    I calendari dell'anno scorso, basati sul conteggio del vero Calendario Sacro, vennero pubblicati, per quanto ne so, solamente in Guatemala e in Svezia. Il resto del mondo ha invece pensato che il Dreamspell fosse il calendario dei Maya.

    La struttura del sistema di calendario noto come il calendario delle Tredici Lune/Dreamspell √® di base come segue: esso propone che noi usiamo un calendario di 13 differenti Lune di 28 giorni, presentato come il ciclo femminile, al quale viene il 25 luglio aggiunto un giorno “fuori dal tempo” per rendere conto dei 365 giorni di un anno solare (13 x 28 + 1= 365 giorni). Collegato a questo c'√® un conteggio di 20 glifi e di 13 numeri, che sono stati presi in prestito dal Sacro Calendario Maya.

    In questo i simboli sono comunque associati con i giorni in un modo interamente diverso comparato con il significato nel vero calendario, per cui, quando alle persone viene dato il loro presunto giorno di nascita secondo lo Tzolkin Maya in questo sistema, chiamato la “Firma Galattica”, questo √® invariabilmente differente dai simboli del Sacro Calendario che i Maya hanno usato, e stanno usando, per quel giorno particolare.

    Molti sono stati ingannati nel senso di pensare che questo è il loro vero Segno del giorno e così sono stati deviati dal flusso cosmico del tempo.

    Un aspetto importante di questo sistema di calendario è quello che viene semplicemente ignorato il giorno intercalare del Calendario Gregoriano e così in questi giorni, ogni 4 anni, viene interrotta la sequenza dei simboli del Dreamspell ed essa fa un salto, ignorando così di dare energia spirituale al giorno intercalare.

    Quanto è Maya questo sistema? Eccetto che per i segni e i simboli usati nel conteggio Tzolkin (conteggio dei 260 giorni ) non lo è per nulla. Mentre ciò sta ora divenendo noto a un numero sempre maggiore di persone, specie nel mondo anglofono, pochi sono arrivati alla comprensione che questo sistema di calendario su molti livelli differenti è un'espressione di dominio patriarcale.

    La prima di queste espressioni √® che il ciclo femminile √® di 28 giorni. Questa idea √® davvero una costruzione della medicina patriarcale, che tanto a lungo √® stata spaventata da ci√≤ che essa ha percepito come un legame magico tra la donna e il pieno ciclo della Luna che √® di giorni 29,5. Gli antichi Maya seguivano un ciclo lunare che si alternava tra 29 e 30 giorni, come fecero molti altri popoli, creando uno strumento coerente con il pieno ciclo lunare. Ritengo che oggi molte donne, come pure molti uomini, hanno delle sensazioni speciali collegate con i loro ormoni nei giorni di Luna piena.[…]

    Nel Calendario delle Tredici Lune il giorno 26 Luglio √® stato scelto come un giorno di Capodanno e voi talvolta sentite che esso viene chiamato il “Capodanno Maya”. Talvolta emerge il suggerimento che l'origine di questa data sia il sorgere eliacale della Stella Cane, ma nello Yucatan Sirio non sorge per nulla in quel giorno, n√© questo mai successe nemmeno nei tempi antichi.

    In realt√† questo giorno, fissato come primo del cosiddetto Calendario delle 13 Lune, √® il vero e proprio opposto del sistema del Calendario Maya. Lo stabilirlo in questa data signific√≤ in realt√† la fine nello Yucatan del tradizionale Calendario Maya. Nei tempi antichi, e ancora tra i Quich√© -Maya viventi, il Calendario Maya non aveva una data fissa per il Capodanno, che potesse ora venire tradotta direttamente in quello Gregoriano. Tuttavia esso seguiva un anno di 365 giorni chiamato Haab e, poich√© questo era di circa un quarto di giorno pi√Ļ breve di quello solare, la posizione del suo inizio continu√≤ a muoversi all'indietro di un giorno ogni quattro anni nei termini delle date Gregoriane.

    La distinzione del tradizionale Calendario Maya, per cui esso non ha una data fissa di Capodanno, è in realtà di grandissima importanza oggi. Essa significa che, a differenza della maggior parte degli altri calendari del mondo, questo Calendario non è subordinato al tempo meccanico e a cicli astronomici. Come ho descritto nei miei libri, il profetico sistema del Calendario Maya esprime infatti delle energie che influenzano la Coscienza umana, che non si riferiscono a cicli fisici.

    Per esemplificare l'operare di questo Haab, il suo primo giorno cadde il 13 Febbraio dell'anno 694 a. C., mentre nel 1540 a. C. esso cadde nel giorno corrispondente al 26 luglio.
    Il 1541 fu comunque l'anno in cui lo Yucatan venne conquistato dagli Spagnoli. Questo significò che la sua forzata conversione al Cristianesimo iniziò contraddistinta dal rogo dei Calendari Maya, cosa che venne istigata dal Vescovo Diego de Landa nel 1562. Proprio da questo Vescovo noi udiamo parlare per la prima volta del giorno 26 Luglio come il giorno in cui i Maya celebravano sempre il loro Capodanno. In realtà, come parte del forzato adattamento al Cristianesimo e al suo anno ecclesiastico, con le celebrazioni di santi e del Natale, ecc., i sottomessi Maya dovettero congelare il precedentemente in movimento primo giorno dell'Haab, alla data che esso aveva al tempo della conquista spagnola nel 1541.

    Questo congelamento significò la fine effettiva del sistema del calendario Maya nello Yucatan e la sua conversione a un sistema di tempo meccanico astronomico. Gli Spagnoli in effetti videro come idolatria i simboli del Calendario Maya e lo repressero severamente come riflesso nell'autodafè di Mani.

    Questo significa che la data del 26 Luglio venne in realtà imposta dai Conquistadores spagnoli ed è chiara espressione della loro dominazione sui Maya. Essa è il vero contrario del Capodanno Maya. Il suo uso simboleggia proprio la fine nello Yucatan del sistema originale del Calendario Maya.

    Tuttavia, nell'attuale Guatemala, aspetti significativi del sistema dell'antico calendario, come l'Haab e lo Tzolkin (Cholqui), continuarono in modo clandestino e sopravvissero sino ai nostri tempi nelle zone di montagna. Può essere verificato tramite dei manufatti archeologici che il Calendario Sacro è stato conservato inalterato sin dall'antichità dai Quiché-Maya.

    La mia personale visuale è che questo particolare autentico conteggio tzolkin è un dono per il futuro dell'umanità se solo noi possiamo farne un giusto uso. Oggi un numero sempre maggiore di persone, che stanno iniziando a usare questo Sacro Calendario, stanno sperimentando le energie del tempo che esso descrive.
    Tuttavia non è parte del Dreamspell/calendario delle 13 Lune, principalmente perchè questo fa un salto ogni 4 anni sul giorno intercalare del calendario Gregoriano, un giorno che secondo il Dreamspell non ha energia tzolkin.
    Pertanto l'esperienza del flusso di energie del tempo è interrotta in questo giorno e i segni e i numeri del giorno successivo si sposteranno di un passo in rapporto con il vero conteggio tzolkin.

    Ciò crea un effetto scalata molto sostanziale dopo molte decadi che attraversano molti giorni intercalari. Di conseguenza coloro che hanno i loro segni e numeri di giorno, calcolati seguendo questo conteggio tzolkin inventato, non si conformeranno mai a quelli veri basati su un flusso di tempo ininterrotto.
    Adam Rubel di Saq Be, un'organizzazione che riflette vedute indigene e specie dei Maya, dice: “A proposito del Dreamspell e del lavoro di Arguelles √® stata evidenziata, e ritengo che tutti quelli che sono qua comprendano, la necessit√† di distinguere questo sistema da qualsiasi relazione con la tradizione Maya. Questo √® il desiderio degli anziani: che cessi la confusione e la cattiva rappresentazione”.

    Perché gli inventori dello Tzolkin Dreamspell scelsero di deviare in questo modo dal tradizionale Calendario Sacro?, potremmo domandarci. La ragione è ovviamente che, per adattarsi al tempo meccanico astronomico e all'esattezza dell'anno solare, esso ha incorporato il giorno intercalare dei calendari europei (cosa mai fatta tra i Maya).

    Il calendario Gregoriano incorpora un giorno intercalare ogni 4 anni sino da quando Giulio Cesare decise di rendere tale il 23 Febbraio.
    Il che significa che le Firme Galattiche calcolate dai conteggi del Dreamspell dipendono direttamente dalla decisione di Giulio Cesare di rendere questo giorno particolare il giorno intercalare. Se questo Imperatore romano avesse scelto un altro giorno come intercalare, diciamo il 4 Aprile o l'11 Novembre, queste “Firme Galattiche” sarebbero state allora interamente differenti.

    Quanto è galattico tutto questo?!. Di conseguenza la deviazione del Dreamspell dal Sacro Calendario Maya è una creazione di un Imperatore romano e, come tale, è un riflesso del dominio patriarcale che oggi pure inganna la gente in merito alle identità dei loro segni -giorno Maya.

    L'intero sistema del calendario Dreamspell/13 Lune è quindi un riflesso del dominio patriarcale e i suoi veri creatori sono la medicina moderna, i Conquistadores spagnoli e Giulio Cesare, il che è piuttosto in contrasto con molta della retorica dei suoi inventori. Naturalmente potrebbe allora essere appropriato chiedersi quanto un sistema, così tanto basato sul predominio di dominatori, sia pure riflesso nell'operatività interna di questo movimento. Sembra proprio che lo sia.

    Lloydine Arguelles, co-fondatrice del movimento Dreamspell/13 Lune, in una E-mail del 1997 ai sostenitori disse: “Dovete comprendere la promessa di essere al 100% fedeli alla nuova conoscenza. Nulla che Valum Votan (Jos√® Arguelles, mia spiegazione) presenta non √® in accordo con il Piano divino”.

    Questo √® difficilmente un incoraggiamento ai membri del movimento di farsi una propria opinione, √® invece un riflesso di un dominio patriarcale di natura quasi religiosa. Il tono √® ovviamente cambiato da allora e l'attitudine √® ora pi√Ļ quella di gente “arcobaleno” e di “qualsiasi cosa va bene”, mentre il suo proprio ordine del giorno patriarcale si proietta sul calendario Gregoriano in modo avverso. E cos√¨ fino a oggi l'uomo “che ha disciplinato se stesso in una maniera superumana”(ibid) non √® stato ancora richiesto dal suo movimento di spiegare pubblicamente perch√© ha inventato un conteggio tzolkin che mantiene la gente nell'oscurit√† in merito a quello tradizionale. A parte il fatto che, per persone che pensano in modo indipendente, √® facile vedere che il sistema Dreamspell/13 Lune corrisponde a un sistema di pensiero patriarcale.

    Non √® molo cortese pubblicare un articolo di questo tipo che per la maggior parte della gente comporter√† una delusione e, specialmente nell'America Latina e in certe altre parti del mondo, ci sono molti che sono rimasti delusi. E' allora necessario dire che dove Arguelles prese l'autorizzazione a condurre le persone in questo sistema fu attraverso alcuni grandissimi precedenti: il libro “The Mayan Factor” fu il primo, in tempi moderni, a dimostrare veramente la validit√† profetica del Calendario Maya. Ugualmente importante fu il suo portare al mondo la Convergenza Armonica, che metteva in risalto dei momenti di un nuovo risveglio spirituale per molti (anche se purtroppo egli non indic√≤ che le date scelte per questo evento erano state scelte dal Nativo americano Tony Shearer, basandosi sul vero Calendario.).

    Incidentalmente, pure io stesso gli chiesi di scrivere una prefazione al mio pi√Ļ recente libro, in riconoscimento di questi grandi sforzi pionieristici. I contributi iniziali di Arguelles furono molto significativi ed √® pure un fatto che Arguelles √® la persona che port√≤ al mondo la conoscenza dell'esistenza del Calendario Maya (sebbene in una forma seriamente distorta tramite il Calendario Dreamspell/13 Lune).

    L'umanità è comunque ora arrivata a un punto nella sua evoluzione in cui il costo di essere cortesi è troppo grande. Il Calendario Maya è una cosa davvero troppo preziosa per l'umanità per essere presente in una forma illusoria e distorta, basata su una velata agenda patriarcale.
    Le energie di quanto io ho definito il Quarto Giorno del Sottomondo Galattico, che inizia il 4 Dicembre 2004, tenderanno a palesare il predominio in tutte le sue forme e non è un momento che arriva troppo presto.

    Nelle parole degli anziani Maya “la confusione deve cessare” e questo nell'interesse di molti. Il calendario Dreamspell/13 Lune non dovrebbe mai venire presentato da persone di integrit√† come il Calendario Maya o come una forma di esso. Nel nome dell'integrit√† i siti Web che presentano il Dreamspell come calendario Maya dovrebbero smantellare i testi relativi.

    La verit√† √® ora una materia urgente e il tempo √® essenziale. Adesso anche molte persone che sono partecipanti di movimenti con aspirazioni spirituali potrebbero dover esaminare a fondo l'esistenza del predominio entro i loro ranghi e la sua pi√Ļ vasta ripercussione sulle loro vite. Enorme √® il costo della confusione continua causata dalle false pretese del Dreamspell.

    Questo sistema di calendario blocca il cammino dell'umanità verso il tesoro del vero sistema del Calendario Maya, che giocherà un ruolo decisivo nel guidare l'umanità verso la libertà e l'illuminazione negli anni che ci stanno davanti.

    Per favore sentitevi liberi di pubblicare e divulgare.

    C.J.Calleman

    C.J.Calleman √® l'autore di due libri sul calendario Maya: “The Mayan Calendar” 2001 e “The Mayan Calendar and the Transformation of Consciousness” 2004 e di numerosi articoli sull'argomento in varie riviste. Ha tenuto corsi e conferenze in nove differenti paesi ed √® stato uno dei principali oratori alla conferenza sul Calendario Maya organizzata dal Capitolo Messicano del Concilio dei Nativi delle Americhe a Merida (Yucatan 1998). Ha un Ph.D. in Bio-Fisiologia dell'Universit√† di Stoccolma e, tra le altre cose, ha prestato servizio come Senior Researcher nel dipartimento di Salute Ambientale all'Universit√† di Washington di Seattle ed esperto sul cancro per l'Organizzazione Mondiale della Sanit√†. La sua pagina web personale √® http://www.calleman.com

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/calleman_13-lune.htm
    [/quote1246802246]

    64 è un numero particolare ripetuto nella Torah e in altri libri sacri, 64 è il numero di tetraedri intrecciati che formano la struttura del vuoto, la struttura della realtà come studiato da Haramein e come combacia nei crop circles e negli studi di Hoagland sulla piana di Cydonia
    Il flusso del tempo √® ciclico, nella teoria del tutto in sviluppo di Haramein, il tempo √® la componente circolare di questa teoria, il dna esce dalla struttura dello spazio tempo, come spiega anche Wilcock in base alla sua ricerca e alle fonti che ha unito, come dice Clifford Stone del disclosure project: il dna √® una forma d'onda scelta dalla Galassia che √® un Creatore cosciente, √® una forma d'onda √® informazione scritta nello spazio-tempo come dicono le ricerche Russe….il calendario Maya √® basato su queste conoscenze

    [youtube=425,344]ir5sQEg0rs4

    Stiamo scoprendo che Tutto è UNO e che c'è un UNO


    #1290
    meskalito
    Partecipante

    :tk:


Stai vedendo 5 articoli - dal 61 a 65 (di 65 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.