Contattiamo gli alieni – #ChasingUFOs

Home Forum EXTRA TERRA Contattiamo gli alieni – #ChasingUFOs

Questo argomento contiene 31 risposte, ha 9 partecipanti, ed è stato aggiornato da InneresAuge InneresAuge 7 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 32 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #32997

    giovanni
    Partecipante

    Andiamoci piano, sarà tutto da vedere e da capire.

    Purchè non si venga messi di fronte al fatto compiuto.


    #32998

    Rebel
    Partecipante

    scusate.


    #32995
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Post molto interessante, mi accingo a risponderti:
    [quote1341096192=♫nessuno♫]
    [quote1341073064=InneresAuge]
    È più libero uno schiavo che pensa di essere libero, o uno schiavo che sa di esserlo…?
    [/quote1341073064]
    Quello che sa di esserlo? Ma, a dire la verità, entrambi sono tremendamente inguaiati. Non vorrei essere nessuno dei due. Il primo si illude, per un tempo, ma quando sarà costretto a svegliarsi per lui sarà un improvvisa catastrofe interiore, assai grande. Non è da invidiare, lui. Il secondo è uno disilluso ma anche per lui la libertà è sempre molto lontana, praticamente anche per lui un miraggio. :hehe: [/quote1341096192]
    Esatto, nella migliore delle ipotesi siamo nella seconda situazione… secondo me.
    [quote1341096192=♫nessuno♫]
    [quote1341073064=InneresAuge]
    Io da parte mia, penso che siamo tutti schiavi… chi più chi meno, anche se non so se di extraterrestri o umani (e forse poco importa a quel punto).
    [/quote1341073064]
    Se osservo dentro di me, vedo la Libertà Totale perché nessuno può interporsi tra me e la Realtà, tra me e la Sorgente, tra me e fratelli. La vera Vita (in Cielo e in Terra) non consiste in quello che si vede (apparenza) ma in quello che non si vede (Essenza).[/quote1341096192]

    Tu non ti confronti con la realtà? Non ci vivi? Per quanto puoi essere libero dentro, devi per forza e a volte violentemente, confrontarti con una realtà che è quella che è…
    Nel mio caso anch'io la sento completamente aliena… ma ci hanno sbattuto dentro, e forse qualcuno ci si trova anche bene… :ummmmm:

    [quote1341096192=♫nessuno♫]Certo, la società è stata organizzata in maniera completamente errata quindi se dovessi guardare là fuori potrei anche giungere alla conclusione che, forse, c'è qualcosa che non va, ma il fuori non sono io. Anche se il fuori fosse perfetto, quello non sarei io.

    Colui che vive di fuori e si nutre del fuori sarà un iettatore, è uno fuori di sè, fuori di testa, probabilmente sta peggio di quei due (schiavi), di sopra.

    Tutto quello che si trova fuori, è lo specchio del dentro di coloro che lo hanno costruito – quindi non lo giudico perché non mi riguarda. Non ha alcun nesso con ME.[/quote1341096192]

    Hai trovato il totale distacco, ma in realtà per vivere devi confrontarti, lottare per giunta, anche quando non lo vuoi (a meno che riesci a vivere da quasi eremita in un posto sperduto e ti autosostieni letteralmente dalla terra…).

    [quote1341096192=♫nessuno♫]Là fuori, non c'è nessun essere, Dio o entità, che potrebbe sostituirmi come un Clone o sosia, là fuori ci sono solo strumenti, che posso scegliere di utilizzare e che possono essere fatti bene o male a seconda della saggezza dei governi o di chi ha il potere decisionale; ma là fuori non ci sono io.

    L'Essere o la Coscienza è esclusivamente dentro, e dentro di me non c'è nessun usurpatore, voladores, arconte, diavolo, nessuno, nemmeno uno. Ovviamente ho guardato con attenzione, non sono uno illuso anzi ci guardo continuamente.

    Valuto il grado della (mia) Libertà sulla base di quanto accade dentro, non fuori, per il semplice motivo che mi trovo 24 ore su 24 dentro – e non riconosco “il fuori”, qualunque forma dovesse avere o assumere questo “fuori”. La mia Libertà interiore la valuto pari a 100%.

    Inoltre, il fuori non è di mio gradimento anche se diventasse Paradiso Terrestre e se dovessi avere tante ricchezze, materiali e/o spirituali. Non lo considero nemmeno.

    In che modo, dunque, gli ipotetici extraterrestri cattivi potrebbero catturarmi o rendermi il loro schiavo, se non esco mai dall'Essere, se davanti alla mia Porta si trova il Guardiano Celeste con la spada fiammeggiante, se quelli, (presunti alieni malvagi) non hanno le chiavi per entrare dentro?[/quote1341096192]

    Qui potresti spiegarmi meglio? Parli di un Guardiano celeste… per fede o perché l'hai riconosciuto in qualche modo? Se posso chiedere…

    [quote1341096192=♫nessuno♫]Risposta: non c'è modo, è IMPOSSIBILE.

    Pensi che all'Essere umano è stata data la coscienza con infinite potenzialità per perdere tempo? A mio avviso no, abbiamo avuto questo dono per proteggerci e per sconfiggere ogni usurpatore.
    [/quote1341096192]

    Non so… forse è stata semplicemente un esigenza evolutiva?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #33000
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    E poi ci preoccupiamo degli alieni… Ma in che pianeta siamo nati? Che “fratelli” ci ritroviamo?

    Kolia, 11 anni, il ragazzo con la pistola da Chavez
    Kolia ha 11 anni ed è il figlio prediletto del dittatore bielorusso Lukashenko. Ma va in giro con la pistola. Le immagini di questa galleria si riferiscono all'incontro a Caracas tra il padre e Chavez. Le foto stanno facendo il giro del web riproponendo l'immagine di questo ragazzino al quale si prospetta un futuro in politica (Lukashenko lo considera il suo successore) e che aveva già dato prova di buona predisposizione negli incontri ufficiali ai quali partecipa senza timori reverenziali. Per lui anche un precedente famoso: aver palleggiato con un pallone di cuoio nella sala udienze del Papa.

    fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2012/06/30/foto/kolia_11_anni_il_ragazzo_con_la_pistola_da_chavez-38262566/1/?ref=HRESS-6


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #33001
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1341097177=Richard]
    e comunque abbiamo già fatto
    http://it.wikipedia.org/wiki/Messaggio_di_Arecibo
    [/quote1341097177]
    C'è una piccola differenza, quel messaggio non l'abbiamo scelto noi.
    Stavolta, in teoria, manderemo messaggi veramente nostri… umani.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #33002
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1341097238=Erre Esse]
    [quote1341076775=Rebel]
    Insomma venite a fare questo benedetto raccolto (vedi sempre Ra-material).
    🙂
    [/quote1341076775]
    Non per essere pessimista, ma potrebbe non essere tutto “rosa e fiori” questa esperienza. Pensa a quando vi “purificate dalle scorie” dopo un'indigestione…e noi facciamo indigestioni di percezioni e pensieri nocivi…
    [/quote1341097238]

    Spesso lo penso anch'io, ma sono d'accordo anche con erre esse, potrebbe non essere rose e fiori un eventuale purificazione :hehe:
    A rigor di logica poi, dovrebbero buoni il minimo quanto basta per non autodistruggersi (altrimenti la loro evoluzione si sarebbe fermata prima).


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #32986
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    in questo ultimo periodo sono incasinata persa ….
    perciò perdonate se ciò che stò scrivendo risulterà un cumulo di parole deliranti

    alieni buoni o cattivi, libertà interna/condizionamento esterno, dualità …

    sono certa di aver percepito la libertà interna, di aver osservato i condizionamenti esterni, di essere nell'altalena del giudizio tra buono e cattivo, giusto e sbagliato … ma ….

    senza voler “distruggere” nessuna fede altrui, senza voler alterare nessun “equilibrio” che qualcuno sente di aver raggiunto …

    quello che penso in queste settimane è che: … fino a che staremo in questo mondo fisico, non potremo mai essere totalmente liberi dalla dualità e dal condizionamento (schiavitù) che essa stessa è.

    quello che chiamiamo equilibrio, libertà, non è più dualismo ma trialismo … aggiungiamo una terza “lettura” al buono/cattivo … che si chiama neutralità … cioè impariamo a dare poca importanza a questi due aspetti, inglobandoli in un'altra unità di misura ….

    certo ci può far sentire decisamente meglio, al punto da crederci liberi …. ma, a mio avviso, in questo piano fisico, materiale, non esiste totale liberazione ….

    esiste invece un prendere coscienza dei meccanismi delle “trappole”, la possibilità di imparare ad osservarle per riconoscerle, e trovare provvisoriamente un modo per non esserne totalmente travolti …. ma in un modo o nell'altro ne siamo parte.

    Tutto questo, non serve ora, per trovare qui, su questo piano, la liberazione …. ma è una preparazione al passo successivo …quando saremo su un altro piano e verremo assegnati ad un'altra “esperienza” … solo allora tutto questo “bagaglio di conoscenza e questa consapevolezza cosciente” potrà fare la differenza tra chi potrà sceglire la “libertà” e chi ritornerà ad essere inconsapevolmente “schiavo”

    :amicil:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #32999

    Anonimo

    [quote1341132460=InneresAuge]
    Tu non ti confronti con la realtà? Non ci vivi? Per quanto puoi essere libero dentro, devi per forza e a volte violentemente, confrontarti con una realtà che è quella che è…
    Nel mio caso anch'io la sento completamente aliena… ma ci hanno sbattuto dentro, e forse qualcuno ci si trova anche bene…

    Hai trovato il totale distacco, ma in realtà per vivere devi confrontarti, lottare per giunta, anche quando non lo vuoi (a meno che riesci a vivere da quasi eremita in un posto sperduto e ti autosostieni letteralmente dalla terra…).
    [/quote1341132460]
    Non intendevo dire isolarsi, ma reagire in modo diverso agli stimoli esterni. Paradossalmente integrarsi è pià facile per un Buddha, che per un uomo ordinario perché il primo non resta turbato, il secondo sì. Un altro discorso è quando la società ti spinge o costringe a fare scelte sbagliate o se tu desideri rivoluzionare “la società”, ma io parlavo della libertà interiore dalle entità (provenienti dal mondo di-vino o “alieno”). Non mi metto a pensare alle malefatte dei delinquenti che sono il prodotto del sistema, dovrebbe farlo chi lo ha costruito, questo sistema. Soltanto il creatore può distruggere o modificare le sue creature. Quindi soltanto i politici, i vecchi partiti, e coloro che li hanno votati e approvati hanno il diritto a “distruggere” o modificare l'attuale sistema perché fa parte di loro. Il sistema non fa parte di me quindi per me è come se non esistesse, lo vedo ma non mi disturba minimamente la sua presenza in quanto non può agganciarmi e non può specchiarsi dentro di me. Quando il sistema (gli agenti “Smith”) mi incontra, è come se rimbalzasse da un muro di gomma. Il tutto avviene in modo trasparente, non appariscente.

    [quote1341132460=InneresAuge]
    Qui potresti spiegarmi meglio? Parli di un Guardiano celeste… per fede o perché l'hai riconosciuto in qualche modo? Se posso chiedere…
    [/quote1341132460]
    In questo caso, ho parlato in simboli. La porta sarebbe quella dello “Spirito”, il guardiano sarebbe la connessione con la Sorgente (che automaticamente crea barriera tra Luce e Tenebra) e il nemico diabolico sarebbe l'ignoranza, la quale potrebbe creare forme pensiero che hanno il potere di entrare nella coscienza soprattutto degli uomini ordinari. Mi accorgo dei tentativi di intrusione ogni istante ma tutto ciò che non è dall'Alto viene automaticamente respinto. L'Arconte di turno o chi per lui non dorme ed è più attivo che mai.

    [color=#ff3300]Il “diavolo”, ex angelo di luce, viene dipinto come un leone ruggente che si aggira impaziente in cerca di prede da sbranare per soddisfare la sua spasmodica bramosia.[/color] http://www.chiesadicristo-padova.it/armatura.html

    Quando si parla in simboli, si descrive l'effetto concreto e tangibile che ha un azione compiuta nello “Spirito”, sulla Materia. Che poi ci sia anche uno, due o tre guardiani invisibili anche “fuori”, non lo posso sapere ma da alcune testimonianze pare che chiunque riconosce il Padre celeste ha sempre accanto, giorno e notte almeno due Esseri Celesti, molto alti, uno a sinistra, l'altro a destra.

    [quote1341132460=InneresAuge]
    Non so… forse è stata semplicemente un esigenza evolutiva?
    [/quote1341132460]
    E' vero, potrebbe essere per quanto riguarda la coscienza di base o inferiore, sarebbe funzionale alle attività ordinarie degli umanoidi. Ma la Coscienza superiore?


    #33003
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1341196414=♫nessuno♫]
    [quote1341132460=InneresAuge]
    Tu non ti confronti con la realtà? Non ci vivi? Per quanto puoi essere libero dentro, devi per forza e a volte violentemente, confrontarti con una realtà che è quella che è…
    Nel mio caso anch'io la sento completamente aliena… ma ci hanno sbattuto dentro, e forse qualcuno ci si trova anche bene…

    Hai trovato il totale distacco, ma in realtà per vivere devi confrontarti, lottare per giunta, anche quando non lo vuoi (a meno che riesci a vivere da quasi eremita in un posto sperduto e ti autosostieni letteralmente dalla terra…).
    [/quote1341132460]
    Non intendevo dire isolarsi, ma reagire in modo diverso agli stimoli esterni. Paradossalmente integrarsi è pià facile per un Buddha, che per un uomo ordinario perché il primo non resta turbato, il secondo sì. Un altro discorso è quando la società ti spinge o costringe a fare scelte sbagliate o se tu desideri rivoluzionare “la società”, ma io parlavo della libertà interiore dalle entità (provenienti dal mondo di-vino o “alieno”).[/quote1341196414]

    Es. Volente nolente, sei costretto a cercarti un lavoro o creartelo se vuoi vivere, e quindi gioco forza rendere conto a tante persone… (se sei fortunato).
    Devi pagare le tasse, muoverti con mezzi e in una città che non hai costruito tu… è tutto ormai un enorme gabbia.
    Io ad esempio ormai ho perso quasi completamente la speranza che qualcosa cambi, ma ciò non toglie che ogni giorno devo pensare a come costruirmi a una vita, e questo purtroppo non può prescindere da sistemi a me completamente estranei e quindi confrontarmi con essi.

    [quote1341196414=♫nessuno♫]Non mi metto a pensare alle malefatte dei delinquenti che sono il prodotto del sistema, dovrebbe farlo chi lo ha costruito, questo sistema. Soltanto il creatore può distruggere o modificare le sue creature. Quindi soltanto i politici, i vecchi partiti, e coloro che li hanno votati e approvati hanno il diritto a “distruggere” o modificare l'attuale sistema perché fa parte di loro. Il sistema non fa parte di me quindi per me è come se non esistesse, lo vedo ma non mi disturba minimamente la sua presenza in quanto non può agganciarmi e non può specchiarsi dentro di me. Quando il sistema (gli agenti “Smith”) mi incontra, è come se rimbalzasse da un muro di gomma. Il tutto avviene in modo trasparente, non appariscente.[/quote1341196414]

    Ma una sorta di compromesso con gli Smith ce l'hai comunque, o sbaglio? Lavori? Paghi tasse e casa? Guidi? Per questo ti ho fatto un esempio come l'eremita…
    [quote1341196414=♫nessuno♫]
    [quote1341132460=InneresAuge]
    Qui potresti spiegarmi meglio? Parli di un Guardiano celeste… per fede o perché l'hai riconosciuto in qualche modo? Se posso chiedere…
    [/quote1341132460]
    In questo caso, ho parlato in simboli. La porta sarebbe quella dello “Spirito”, il guardiano sarebbe la connessione con la Sorgente (che automaticamente crea barriera tra Luce e Tenebra) e il nemico diabolico sarebbe l'ignoranza, la quale potrebbe creare forme pensiero che hanno il potere di entrare nella coscienza soprattutto degli uomini ordinari. Mi accorgo dei tentativi di intrusione ogni istante ma tutto ciò che non è dall'Alto viene automaticamente respinto. L'Arconte di turno o chi per lui non dorme ed è più attivo che mai. [/quote1341196414]

    Vorrei sapere di cosa parli…
    Parli della Sorgente riconosciuta attraverso la meditazione?

    [quote1341196414=♫nessuno♫][color=#ff3300]Il “diavolo”, ex angelo di luce, viene dipinto come un leone ruggente che si aggira impaziente in cerca di prede da sbranare per soddisfare la sua spasmodica bramosia.[/color] http://www.chiesadicristo-padova.it/armatura.html

    Quando si parla in simboli, si descrive l'effetto concreto e tangibile che ha un azione compiuta nello “Spirito”, sulla Materia. Che poi ci sia anche uno, due o tre guardiani invisibili anche “fuori”, non lo posso sapere ma da alcune testimonianze pare che chiunque riconosce il Padre celeste ha sempre accanto, giorno e notte almeno due Esseri Celesti, molto alti, uno a sinistra, l'altro a destra.

    [quote1341132460=InneresAuge]
    Non so… forse è stata semplicemente un esigenza evolutiva?
    [/quote1341132460]
    E' vero, potrebbe essere per quanto riguarda la coscienza di base o inferiore, sarebbe funzionale alle attività ordinarie degli umanoidi. Ma la Coscienza superiore?
    [/quote1341196414]

    Al momento riconosco solo la coscienza, e già quella è un bel casino :ummmmm:


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #33004

    Anonimo

    [quote1341297235=InneresAuge]
    Ma una sorta di compromesso con gli Smith ce l'hai comunque, o sbaglio? Lavori? Paghi tasse e casa? Guidi? Per questo ti ho fatto un esempio come l'eremita…[/quote1341297235]
    Lasciate i Morti seppellire i morti. (Gesù)

    Significa: non preoccuparti del sistema di “vita” dei [color=#cc3300]Morti nello Spirito[/color], è sufficiente che tu faccia la [color=#0088ff]tua parte correttamente[/color].

    Date a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio quello che è di Dio.

    Cercate prima il regno di Dio e la [color=#0088ff]sua giustizia[/color], e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. (Gesù)

    Guai a colui che nasce Vivo e muore Morto. (Ω)

    [quote1341297235=InneresAuge]
    Vorrei sapere di cosa parli…
    Parli della Sorgente riconosciuta attraverso la meditazione?[/quote1341297235]
    La Sorgente è semplicemente Ego Sum, l'Io Sono, il vero Essere che sono, e che si trova nella stessa misura “in” me e “nel” Padre celeste quindi non abbiamo bisogno di incontrare “fisicamente” il Padre o la Sorgente per sapere com'è. Basta (ri)Conoscere noi stessi e già abbiamo (ri)Conosciuto la Sorgente.

    “Chi ha visto Me, ha visto il Padre”.

    [quote1341297235=InneresAuge]
    quindi gioco forza rendere conto a tante persone…[/quote1341297235]
    Ma se quelle persone non le considero Nemici ma Fratelli, cambia tutto. La Rivoluzione interiore dovrebbe partire da noi.


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 32 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.