contro la mafia

Home Forum PIANETA TERRA contro la mafia

Questo argomento contiene 148 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  sephir 10 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 149 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #74699

    marì
    Bloccato

    [color=#0000ff]… a me Di Pietro fa morire[/color] hahaha

    ECONOMIA

    Ripresi i lavori che il presidente Fini intende chiudere entro le 13
    Bersani (Pd): “E' una vergogna”. Di Pietro (Idv): “Napolitano non firmare”

    Scudo fiscale, voto slitta a venerdì
    L'opposizione: proteste e sit-in


    La protesta di Antonio Di Pietro

    ROMA – Il voto finale dell'Aula della Camera sul decreto correttivo del provvedimento anticrisi, e che comprende fra l'altro la misura dello scudo fiscale, slitta dalle 15 di oggi alle 13 di domani. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo, nel corso della quale è stato lo stesso presidente della Camera Gianfranco Fini a proporre lo slittamento del provvedimento, sul quale ieri in tarda serata il governo ha incassato la fiducia http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/fisco-2/fini-scudo/fini-scudo.html .

    Fini ha confermato di voler mettere in pratica la ghigliottina parlamentare http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/fisco-2/scheda-ghigliottina/scheda-ghigliottina.html , ossia l'imposizione del voto finale anche se il dibattito e l'esame degli ordini del giorno non saranno stati ultimati. Questo per dare tempo al presidente della Repubblica di valutare il contenuto del decreto che scade alla mezzanotte di sabato 3 ottobre.

    E nel frattempo non si arrestano le critiche dell'opposizione nei confronti del provvedimento. “E' una vergogna, un luogo di menzogne a ripetizione”, ha detto Pierluigi Bersani, candidato alla segreteria del Pd. “Ci guadagneranno i molto ricchi e furbi, un certo numero di criminali e il sistema bancario che maneggerà un bel po' di soldi”, ha spiegato. Non solo. “Chi paga le tasse ne pagherà di più”, ha assicurato, “perché le tasse si alzano alla fine dei condoni”. “Siamo ridotti a questo – ha proseguito – ad abbonare i reati per tirar su un po' di soldi e poi decidere a quali bisogni primari destinarli. L'anno prossimo si metterà una tariffa per i reati? Un tot per l'omicidio, un tot per il furto o lo stupro, uno esce e così finanziamo la sanità: è un discorso aberrante che dovrebbe suscitare una reazione più netta e non solo da parte dell'opposizione”.

    Antonio Di Pietro ha scelto di manifestare con un sit-in di fronte a palazzo di Montecitorio. “Lanciamo un estremo, ultimo appello al Capo dello Stato perché fermi per tempo una norma che sancisce definitivamente l'aiuto da questo governo e da questo Parlamento alla criminalità”. Il leader Idv, con coppola in testa, sigaro in bocca e al collo un cartello “La mafia ringrazia”, se la prende anche con il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti: “Dice che così rientrano 300 miliardi di euro? Non ne beneficeranno gli italiani, ma i delinquenti italiani, che se li terranno stretti per poi riportarseli all'estero. E' riciclaggio di Stato” accusa l'ex pm.
    (1 ottobre 2009

    altre foto di Tonino
    http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/protesta-idv/1.html

    http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/fisco-2/scudo-voto/scudo-voto.html

    hahaha meglio ridere va …


    #74700

    marì
    Bloccato

    [color=#0000ff]Anche questa e' andata …[/color]

    A Montecitorio, con solo venti voti di scarto via libera al dl anticrisi In Aula mancavano, tra gli altri, 23 deputati del Pd. Soro: “Verificheremo”

    Camera, passa lo scudo fiscale
    Decisive assenze dell'opposizione

    Barbato (Idv): “Berlusconi e il Pdl sono mafiosi”. E' bagarre. Fini: “Affermazioni gravi”

    ROMA – Via libera definitivo della Camera al decreto correttivo del dl anti-crisi che comprende, tra l'altro, le contestate norme sullo scudo fiscale. I sì sono stati 270 e i no 250. Un via libera ottenuto con solo 20 voti di scarto. Ciò significa che, se l'opposizione fosse stata al completo, il provvedimento non sarebbe passato. Sono 279 infatti i deputati che non appartengono ai gruppi del Pdl e della Lega.

    La maggior parte delle assenze si registrano nel Pdl (213 presenti su 269 appartenenti al gruppo) ma subito dietro c'è il Pd (23 i deputati che non hanno partecipato al voto. I big c'erano tutti). Ed ancora 6 su 37 sono i deputati dell'Udc assenti, uno solo tra le file dell'Idv

    “Stiamo verificando -spiega il capogruppo del Pd, Antonello Soro- e comunque so che almeno 7 o 8 dei nostri non c'erano perchè malati, 2 sono in missione e poi possono esserci stati errori al momento del voto. Ad esempio, risulta tra quelli che non hanno partecipato al voto anche Furio Colombo che in aula c'era e magari si è sbagliato al momento del voto. Ora verificheremo”.

    continua
    http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/fisco-2/bagarre-in-aula/bagarre-in-aula.html

    [color=#0000ff]… non ci resta che piangere a questo punto.[/color]


    #74701
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    attenzione perche e' un periodo pieno di sorprese


    #74702

    marì
    Bloccato

    [quote1254491854=Richard]
    attenzione perche e' un periodo pieno di sorprese
    [/quote1254491854]

    Ancora? … speriamo nella sorprese buone, belle :hehe:


    #74703
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    certo ma se avviene un confronto vero con i problemi e' bella cosa dipende come la vedi


    #74704

    marì
    Bloccato

    Lo Scudo della Vergogna

    Lo Scudo Fiscale è passato al Senato per 20 voti. VENTINOVE senatori della più vergognosa opposizione della storia d'Italia erano assenti. VENTIDUE del PDmenoelle, SEI dell'Udc e UNO dell'Idv. Morfeo Napolitano ha detto http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/fisco-2/firma-napolitano/firma-napolitano.html che firmerà, non avevo dubbi. 300 miliardi di euro di capitali mafiosi e frutto dell'evasione torneranno in Italia ripuliti e con l'anonimato pagando il 5% allo Stato. Tra qualche tempo sapremo di chi sono, prima o poi la verità viene a galla. Sapremo se ci sono dei collegamenti di qualche natura con dei parlamentari. Nel frattempo i cittadini onesti sono spolpati dal Fisco ma, con questi esempi, per quanto pagheranno le tasse? Poco ancora. Domani sul blog l'elenco (permanente) dei dipendenti dell'opposizione che hanno fottuto gli italiani.

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]Xdp7L_en1JE[/link]

    http://www.beppegrillo.it/

    … si salvi chi puo … ~grrr Napolitano … pensavo di conoscerlo, MAH!


    #74705
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2009/10/17/visualizza_new.html_987829534.html
    PALERMO – “Non so se mi va più di continuare. Sono molto stanco. Anche per questo, oggi, sono qui davanti ai magistrati”. L'ha detto Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo condannato per mafia, Vito, prima del nuovo interrogatorio che sta rendendo davanti ai pm di Palermo e Caltanissetta.

    A giustificazione del suo sfogo Ciancimino, che sta raccontando ai magistrati della cosiddetta trattativa tra Stato e mafia, ha raccontato un episodio che ha definito “preoccupante”. “Ieri sera – ha detto – alla vigilia delle importanti dichiarazioni che dovrò rendere sui carabinieri del Ros, la mia scorta, mentre mi riaccompagnava nella mia casa di Bologna, insospettita dalla presenza di due persone, davanti al palazzo, ha deciso di fare un controllo. Si trattava di due carabinieri del Ros, armati, che hanno dichiarato di essere lì per indagini”. “La scorta – ha proseguito – li ha identificati e ha fatto una relazione di servizio che ha trasmesso alle procure di Palermo e Caltanissetta”. Ciancimino nel raccontare della trattativa ha parlato del ruolo svolto dagli ufficiali del Ros Mario Mori e Giuseppe De Donno, intermediari – a suo dire – tra le istituzioni e Don Vito Ciancimino che agiva per conto dei corleonesi, nella cosiddetta trattativa…

    http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/cronaca/mafia-10/grasso-trattativa/grasso-trattativa.html
    ROMA – La trattativa con la mafia nei primi anni 90 c'è stata e anzi Cosa nostra aveva capito di poter ricattare lo Stato. A sostenerlo è il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, intervistato dal Tg3 della sera. E le sue parole rilanciano la polemica esplosa in questi giorni dopo la consegna alla Procura di Palermo delle copie di quello che il figlio di Vito Ciancimino assicura essere il “papello” elaborato da Riina per avviare la trattativa tra Stato e mafia.

    E Piero Grasso spiega: “Quando Riina dice a Brusca, come lui ci riferisce, che 'si sono fatti sotto' vuol dire che è scattato il meccanismo di ricatto nei confronti dello Stato: la strage di Falcone ha funzionato in questo modo. L'accelerazione probabile della strage di Borsellino può allora essere servita a riattivare, ad accelerare la trattativa con i rappresentanti delle istituzioni”…


    #74706

    marì
    Bloccato

    [quote1255974499=Richard]
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2009/10/17/visualizza_new.html_987829534.html
    PALERMO – [color=#ff0000]”Non so se mi va più di continuare. Sono molto stanco[/color]. Anche per questo, oggi, sono qui davanti ai magistrati”. L'ha detto Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo condannato per mafia, Vito, prima del nuovo interrogatorio che sta rendendo davanti ai pm di Palermo e Caltanissetta.

    A giustificazione del suo sfogo Ciancimino, che sta raccontando ai magistrati della cosiddetta trattativa tra Stato e mafia, ha raccontato un episodio che ha definito “preoccupante”. “Ieri sera – ha detto – alla vigilia delle importanti dichiarazioni che dovrò rendere sui carabinieri del Ros, la mia scorta, mentre mi riaccompagnava nella mia casa di Bologna, insospettita dalla presenza di due persone, davanti al palazzo, ha deciso di fare un controllo. Si trattava di due carabinieri del Ros, armati, che hanno dichiarato di essere lì per indagini”. “La scorta – ha proseguito – li ha identificati e ha fatto una relazione di servizio che ha trasmesso alle procure di Palermo e Caltanissetta”. Ciancimino nel raccontare della trattativa ha parlato del ruolo svolto dagli ufficiali del Ros Mario Mori e Giuseppe De Donno, intermediari – a suo dire – tra le istituzioni e Don Vito Ciancimino che agiva per conto dei corleonesi, nella cosiddetta trattativa…

    http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/cronaca/mafia-10/grasso-trattativa/grasso-trattativa.html
    ROMA – La trattativa con la mafia nei primi anni 90 c'è stata e anzi Cosa nostra aveva capito di poter ricattare lo Stato. A sostenerlo è il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, intervistato dal Tg3 della sera. E le sue parole rilanciano la polemica esplosa in questi giorni dopo la consegna alla Procura di Palermo delle copie di quello che il figlio di Vito Ciancimino assicura essere il “papello” elaborato da Riina per avviare la trattativa tra Stato e mafia.

    E Piero Grasso spiega: “Quando Riina dice a Brusca, come lui ci riferisce, che 'si sono fatti sotto' vuol dire che è scattato il meccanismo di ricatto nei confronti dello Stato: la strage di Falcone ha funzionato in questo modo. L'accelerazione probabile della strage di Borsellino può allora essere servita a riattivare, ad accelerare la trattativa con i rappresentanti delle istituzioni”…
    [/quote1255974499]

    … lo credo bene … speriamo che non lo fanno fuori.


    #74707
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Mori, nessuna trattativa con Cosa Nostra
    Il prefetto depone spontaneamente a Palermo
    PALERMO – “Una trattativa, per sua natura, deve essere riservata, presuppone il rispetto del segreto. Io parlai dei miei incontri con Ciancimino prima con Violante, allora presidente dell'Antimafia, poi con Caselli, che si era appena insediato al vertice della Procura di Palermo”. Respinge l'accusa di avere dato il via alla cosiddetta trattativa tra Stato e mafia il prefetto Mario Mori, ex comandante del Ros sotto processo a Palermo per favoreggiamento a Cosa nostra.
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2009/10/20/visualizza_new.html_988725159.html


    #74708

    marì
    Bloccato

    … ma quale lotta alla mafia, legalita', triccaballacche e putipu' … questo e' un mondo di merda e basta … piu' in basso di cosi non puo' scendere

    diceva Toto'nella poesia Sarchiapone e Ludovico:

    Chi pe na mano, chi pe n'ata mano,
    ognuno tira ll'acqua al suo mulino.
    So chiste tutte 'e sentimente umane:
    'a mmiria, ll'egoismo, 'a falsità.

    [color=#ff0000]'a mmiria [/color]= L'invidia e' una terribile fonte di infelicita' per moltissima gente. ( Bertrand Russell )

    [color=#ff0000]ll'egoismo [/color]= Un egoista non sa mai con precisione cosa vuole, ma lo vuole furiosamente. ( Charles Macklin )

    [color=#ff0000]'a falsita'[/color] = La fantasia umana è immensamente più povera della realtà.
    ( Cesare Pavese )


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 149 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.