Cosa è Dio ?

Home Forum SPIRITO Cosa è Dio ?

Questo argomento contiene 125 risposte, ha 21 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mukunda 10 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 126 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #41408
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    … ma in ultima analisi … 😕

    Cos'è la Realta?
    L'uomo è smarrito nella via della vita, contimuamente sviato da
    miraggi e illusioni.
    Il suo scopo è quello di imparare non filosofie,non teologie, ma esperienze.
    Così, ogni illusione svanita, ogni speranza
    perduta, è tanto triste quanto utile a questa scopo, trovare la
    realtà della vita.
    Ma cos'e la Realta? E' lo scopo e la meta ultima
    delle incarnazioni umane: corrisponde alla comprensione, all'amore
    di Cristo, alla carità di S. Paolo, al Tempio Salomonico dei
    Massoni, al Messia dei Giudei, alla Grande Opera degli Occultisti;
    si identifica con la discesa dello Spirito Santo, la purificazione dell'uomo,
    la sua iniziazione, la comunione con tutti gli esseri del creato.
    Perche è questa la Realtà?
    Non potrebbe esserlo l'amore egoistico
    e passionale, la ricchezza, il successo e via dicendo?
    Colui che vive nell'universo non puo che giungere alla scoperta
    dei valori essenziali sui quali è basato questo universo; non può
    che giudicare visione reale, la visione e la conoscenza di questi
    valori; se dalla Realtà è nato, alla Realtà deve tornare.
    Cosa importa se l'ignoranza dell'individuo lo fa soffermare sull'illusione
    della forma?
    Imparerà a sue spese che questa non è la
    Realtà e quando sarà giunto alla scoperta che, inevitabilmente,
    deve venire, saprà tutte quelle cose senza che nessuno gliele abbia
    insegnate.
    Saprà che il dolore insegna la comprensione e libera l'individuo.
    Saprà che l'umano non è spirito né materia, ma spirito
    e materia uniti, che non si coltiva la parte spirituale separatamente
    dalla vita attiva, ma che l'evoluzione è di ogni giorno , e giorno per
    giorno.
    Non esiste pratica o teoria, ma voi siete ciò che siete ogni giorno;
    non ciò che pensate, bensì ciò che «sentite», ciò che rivela il
    vostro essere. Potete chiamarvi cristiani, pensare come cristiani,
    ma non esserlo affatto.
    Tutto ciò perchè siete abituati al falso puritanesimo, all'ipocrisia.
    Le leggi morali sono belle, ma diventano
    magnifiche quando sono trascritte nell'intimo vostro, quando di
    esse siete intimamente convinti, quando non fate alcuno sforzo per
    seguirle, perchè l'esperienza vi ha dato la convinzione.
    Ma se fate sforzo per seguirle, non fate che ritardare certe esperienze.
    Quando Mosè, iniziato, dette i comandamenti, stimò che ritardare
    certe esperienze non era poi un grande male in confronto al
    disordine che sarebbe regnato altrimenti. Ma quando cominciate
    ad avere una coscienza, gettate pure ogni legge morale, per trovarla
    poi scritta in voi in modo incancellabile ed inelusivo.
    Questo vi diciamo oggi: imparate ad usufruire di tutta la libertà che la vostra
    evoluzione vi concede.
    L'uomo non è nato per essere infelice, da solo crea la propria
    infelicità; nessuna deità rimane offesa se anela alla gioia; nessuna
    deità può condannarlo eternamente se non ha cercato di rendersi
    infelice.
    Conquistate l'equilibrio intimo e con esso verrà la pace,
    procuratrice di ogni felicità.

    Cambiate voi stessi e cambierà il mondo, ma tale cambiamento
    solo le esperienze della vita possono operarlo.
    Cercate di rendere proficua di esperienze la vostra esistenza,
    conquistando la vostra libertà. Ricordate che la vita è continua
    rinnovazione: solo quando è veramente tale è vita; quando
    subentra il ristagno è morte.
    Non cristallizzatevi dunque in sistemi di pensiero, non dipendete
    da alcuna organizzazione, da partiti, religioni, ma rimanete completamente
    soli, semplici e liberi.

    Sarete così difficilmente influenzati e non dipenderete più da alcun
    conformismo, sarete individui messi a nudo, pronti ad ogni chiamata;
    questo significa in parte: sii sempre te stesso.
    In seguito constaterete che solo dimenticando se
    stessi nell'altruismo, si è veramente se stessi.
    Comprensione; ecco ciò che può pacificarvi. Ciascun uomo
    preso a sé è buono; ognuno ha delle angolosità nel proprio carattere
    che, messe di fronte alle angolosità degli altri, lo mettono in
    contrasto. Essere tolleranti: ecco la prima forma di altruismo.
    Giungere all'olocausto di sé stesso per gli altri; ecco la vittoria dell'altruismo.
    Aiutatevi dunque reciprocamente ricordandovi che:
    «E' il sapere che vi rende capaci di aiutare; è la volontà che dirige il
    sapere; è l'amore che ispira la volontà»;

    ecco la manifestazione della Trinità dell'uomo:
    l'Uno che è in tutte le cose e tutte le cose che sono nell'Uno.

    Cf77 estratto da : il libro di François


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #41409
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    III. QUALI SONO ALCUNI ESERCIZI DA ESEGUIRE?
    RA:
    ESERCIZIO 1: Realizzare che il momento contiene amore.
    Questa è la lezione di questa densità.
    Consciamente vedere questo amore nella consapevolezza
    e nella comprensione delle distorsioni.
    ESERCIZIO 2: L'universo è un essere. Quando vedete un altro,
    vedete il creatore.
    ESERCIZIO 3: Fissate uno specchio.
    Vedete il creatore.
    ESERCIZIO 4: Fissate la creazione, che giace nella mente, nel corpo e nello spirito di ogni entità.
    Vedete il creatore.
    La base di questi esercizi è la meditazione, la contemplazione o preghiera. Con questa attitudine si possono processare questi esercizi. Senza di essa, i dati non affonderanno nelle radici dell'albero della mente, per abilitare e nobilitare il corpo e toccare lo spirito. (B1, S10, 114 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_97 )
    IV. IL MISTERO DELL'UNO
    RA: Fissate l'impressionante mistero dell'Uno Infinito Creatore. Scorgete la gloria, la maestà, il mistero e la pace dell'unità. Non considerate che uccello o bestia, oscurità o luce, forma o ombra possa trattenere chi cerca la considerazione centrale dell'unità. (B4, S97, 194 – http://wiki.lawofone.info/index.php?title=Ra_Session_97 )

    Fonte: http://www.divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=129&Itemid=36


    #41410

    mysterio
    Partecipante

    [quote1231019917=brig.zero]
    Non cristallizzatevi dunque in sistemi di pensiero, non dipendete
    da alcuna organizzazione, da partiti, religioni, ma rimanete completamente
    soli, semplici e liberi.

    Sarete così difficilmente influenzati e non dipenderete più da alcun
    conformismo, sarete individui messi a nudo, pronti ad ogni chiamata;
    questo significa in parte: sii sempre te stesso.
    In seguito constaterete che solo dimenticando se
    stessi nell'altruismo, si è veramente se stessi.

    [/quote1231019917]

    Questa parte in particolar modo a pare mio è da quotare assolutamente..


    #41413

    windrunner
    Partecipante

    Un uomo andò dal barbiere per tagliarsi i capelli e dare una spuntatina alla barba. Dal momento che il barbiere cominciò a lavorare, i due iniziarono una bella conversazione. Parlarono davvero di tante cose.

    Ad un certo punto infine toccarono l'argomento Dio,
    il babrbiere disse: “Io non credo che Dio esista.”

    “Perchè dici questo?” chiese l'uomo.
    “Bhè, basta che tu vada in mezzo alla strada
    per realizzare che Dio non esiste. Dimmi, se Dio esistesse,
    ci sarebbero così tante persone malate?
    Ci sarebbero bambini abbandonati?”

    “Se Dio esistesse non ci sarebbero sofferenze
    e dolori. Non riesco ad immaginarmi un Dio amorevole
    che permetta tutte queste cose.”

    L'uomo pensò per un po, ma poi non rispose
    in quanto non voleva cominciare una discussione.

    Il barbiere terminò il suo lavoro e l'uomo
    lasciò il negozio.

    Appena lasciato il barbiere, egli vide un uomo
    in strada con lunghi e sporchi capelli e barba incolta.

    Appariva sporco e malandato.
    L'uomo tornò indietro ed entrò dal barbiere dicendo:
    “Sai cosa? I barbieri non esistono.”

    “Come puoi dire ciò?” disse il barbiere sorpreso.
    “Sono qui, e sono il barbiere ed ho appena finito di lavorare su di te!”

    “No!” esclamò l'uomo. “I barbieri non esistono perchè se esistessero,
    non ci sarebbero persone con capelli sporchi e lunghi e barba incolta
    come quell'uomo qui fuori.”

    “Oh, ma i barbieri esistono eccome! Quello capita quando le persone non vengono da me.”

    “Esatto!” confermò l'uomo. “Questo è il punto!
    Anche Dio esiste! Questo è quello che accade quando
    le persone non vanno da Lui e non cercano il Suo aiuto.
    Ecco perchè c'è così tanto dolore e tanta sofferenza nel mondo.”

    Cosa voglio dire? Nulla!
    Mi piaceva e l'ho voluta condividere 🙂


    #41412

    ezechiele
    Partecipante

    :yesss: grazie wind… chissamai che mi aiuti pure con l'influenza… son BEN cagionevole quest'anno… mai successo due influenze in un anno…


    #41414
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    🙂


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #41415

    patrizia.pr
    Partecipante

    [quote1234181320=ezechiele]
    :yesss: grazie wind… chissamai che mi aiuti pure con l'influenza… son BEN cagionevole quest'anno… mai successo due influenze in un anno…
    [/quote1234181320]

    Per consolarti……. :fri:
    siamo tutti cagionevoli quest'anno, era vent'anni che non avevo l'influenza, ho sempre detto che non mi facevo influenzare da nessuno, soprattutto i telegiornali, ed invece….. :aaaa:


    #41411

    ezechiele
    Partecipante

    :yesss: uffi uffi….


    #41416

    deg
    Partecipante

    [quote1234183449=ezechiele]
    :yesss: grazie wind… chissamai che mi aiuti pure con l'influenza… son BEN cagionevole quest'anno… mai successo due influenze in un anno…
    [/quote1234183449]
    Me lo sentivo che non stavi al top, Eze………
    Ma con la vitamina C hai lasciato perdere???


    #41417
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    La Reale Identità di ogni essere umano È Dio. La Reale Identità È il Sé. L'Assoluto. La Realtà. L'Uomo Vero è Anima e l'anima o coscienza è l'unica componente reale nel mondo illusorio in cui vivia… 🙂

    [youtube=425,344]pD9N0H-ltls


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 126 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.