Cosa c'è alle porte del nostro sistema solare?…NIBIRU?

Home Forum EXTRA TERRA Cosa c'è alle porte del nostro sistema solare?…NIBIRU?

Questo argomento contiene 144 risposte, ha 21 partecipanti, ed è stato aggiornato da  CANERO 9 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 145 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30454

    CANERO
    Partecipante

    [quote1265875704=Richard]
    qua sta il punto, le tavole vanno interpretato come lingua e come contesto, descrizione ecc.. Haramein dice che l'interpretazione giusta per lui è cometa come dice anche Rabolu dai video che hai postato giusto?
    Puoi mettere in discussione, sto semplicemente rispondendo, poi sembra che attendiate con ansia il disastro portato da Nibiru? 🙂
    Ho ascoltato la recente intervista di Haramein su Coast to Coast

    http://www.space.com/scienceastronomy/comet_conspiracy_030228.html
    Alleged NASA Cover-up of Menacing 'NEAT' Comet Threat is Pure Bunk, Experts Say

    Anche in questo caso pare che dopo le domande sollevate sull'evento, la NASA abbia giocato con le immagini
    http://www.bibliotecapleyades.net/hercolobus/esp_hercolobus_5.htm

    La cometa NEAT C/2002 V1 ha destato relativamente poca attenzione sui grandi media, pur se il prestigioso Corriere della Sera (1) le ha dedicato un servizio specificando che il suo spettacolare passaggio accanto al sole si sarebbe verificato tra il 16 e il 20 febbraio e sarebbe stato possibile osservarlo attraverso gli occhi del satellite SOHO, fornendo addirittura orari e informazioni utili all’osservazione. Tutto bene dunque? Non esattamente: questo articolo infatti è comparso sul quotidiano il giorno 25 febbraio, quindi con ben cinque giorni di ritardo rispetto all’evento. Come mai?
    http://www.nexusedizioni.it/apri/La-Campana-dello-zio-Tom/Ultimi-articoli/NEAT-LA-COMETA-SILENZIOSA/

    http://www.zetatalk.com/index/battros.htm
    by Mitch Battros (ECTV)
    “This means the CME is directly Earth bound. If this is correct,
    watch for sudden windstorms to occur. Also watch for huge and spectacular
    Aurora's which may come down to 35 degree's latitude. Keep an eye
    on the Kp index and GOES for spikes in geomagnetic flux.
    http://www.maj.com/sun/noaa.html Now, lets consider the size of this
    comet. I had to take a double look when I located the diameter of
    comet “C/2002 V”. It is approximately 176,000 miles across. This is
    twice the size of Jupiter. Twenty two times the size of Earth.

    Remember, the size of the last known “planet buster” asteroid 65
    million years ago was bout 6 miles in diameter. Any celestial orb 1
    kilometer or (.6 miles) is considered a great danger to Earth. This
    would mean even a small particle from the tail of this comet could be
    devastating. I do not believe there is any danger of a near miss,
    however, there is no doubt in my mind, a celestial orb of this size
    coming into our solar system will have an effect on ever planet. Just
    what that will be, no one in the science community really knows.”

    con questo non voglio dire che Dean menta, ma che ci possa ancora essere molta confusione sulla questione
    [/quote1265875704]

    …e no richard io personalmente non aspetto nessun disastro, ci tengo ancora alla mia vita e a quella dei miei cari, ma e' solo un intersse innato nella mia coscenza che richiede spiegazioni e verita' dato che per cercarla bisogna scavalcare l'informazione diretta ed e' anche per questo che scrivo e leggo su AG.


    #30455
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    pensa anche che il nostro sistema solare si sposta in zone energeticamente diverse della Galassia, ci sono tante cose che vanno ancora ben comprese
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5705.10

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5721.10

    sarebbe bello saperne di piu sulle analisi di Haramein

    http://ufoplanet.ufoforum.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=8452
    Obiettivi scientifici dell'SDO.

    SDO ci aiuterà a comprendere il perché delle variazioni del campo magnetico solare. Esso determinerà come è generato e strutturato il campo magnetico e come l'energia magnetica immagazzinata viene rilasciata nell'eliosfera e nello spazio vicino alla Terra. I dati e l'analisi dell'SDO ci aiuteranno anche a sviluppare la capacità di prevedere le variazioni solari che influenzano la vita sulla Terra e sui sistemi tecnologici.

    L'SDO misurerà le proprietà del Sole e dell'attività solare. Ci sono pochi tipi di misure da fare, ma verranno prese in grandi quantità. Ad esempio, la velocità superficiale sarà misurata con l'HMI. Questi dati potranno essere utilizzati per molti studi diversi. Una è la velocità di rotazione superficiale, che deve essere sottratta per studiare le altre caratteristiche. Dopo aver sottratto la velocità di rotazione, si riescono a calcolare la velocità di oscillazione ed i fenomeni convettivi. Questi ultimi hanno l'aspetto di ondate di nubi in tempesta che coprono la superficie solare. Gas caldo si sposta verso l'alto al centro delle onde e verso il basso lungo i bordi, proprio come nell'acqua bollente. Analizzando queste velocità si potrà vedere come le macchie solari influiscono sulle zone di convezione. Guardando una lunga sequenza di dati (più di 30 giorni), si vedranno le oscillazioni del Sole (come nella foto). Questi dati potranno essere utilizzati per studiare l'interno del Sole.

    Gli obiettivi scientifici del progetto SDO sono di migliorare la nostra comprensione su:

    1. Quali meccanismi sono all'origine del ciclo quasi-periodico di 11 anni dell'attività solare?
    2. Come è sintetizzato, concentrato e diffuso su tutta la superficie solare il flusso magnetico della regione attiva?
    3. Come riesce la riconnessione magnetica su piccola scala ad influire sulla topologia del campo su larga scala scala e come influisce sul riscaldamento della corona e sull'accelerazione del vento solare?
    4. Dove nascono le variazioni osservate dell'irradianza spettrale EUV e come si relaziona ai cicli dell'attività magnetica?
    5. Quali configurazioni del campo magnetico causano le CME, espulsioni di massa coronali, ed i lampi che producono particelle energetiche e radiazioni?
    6. è possibile determinare la struttura e la dinamica del vento solare vicino alla Terra dalla configurazione del campo magnetico e dalla struttura atmosferica in prossimità della superficie solare?
    7. Quando si verifica dell'attività, è possibile effettuare accurate e affidabili previsioni del tempo spaziale e del clima?


    #30456

    CANERO
    Partecipante

    lo so richard io per primo ho postato articoli sul passaggio del nostro sistema solare in zone energeticamente “diverse”.


    #30457
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    esatto quindi voglio dire che ci sono fattori di questo tipo da prendere in considerazione per valutare anche particolari eventi del passato

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm

    Le correnti alterazioni PianetoFisiche della Terra, stanno divenendo irreversibili. Esistono forti evidenze per cui queste trasformazioni vengano causate da materiale altamente carico e da una non uniformità energetica nello spazio interstellare anisotropico penetrata nell'area interplanetaria del nostro Sistema Solare. Questa “donazione” di energia sta producendo processi ibridi e stati energetici eccitati in tutti i pianeti, come nel Sole. Gli effetti qua sulla Terra si trovano nell'accelerazione dello spostamento dei poli magnetici, nella distribuzione di ozono verticale e orizzontale e nell'aumento di frequenza e magnitudine degli eventi climatici catastrofici. Esiste un'alta probabilità che ci stiamo muovendo in un rapido periodo di instabilità nelle temperature simile a quello avvenuto 10.000 anni fa. La risposta adattativa della biosfera e dell'umanità a queste nuove condizioni, può portare ad una revisione globale della gamma delle specie e della vita sulla Terra. Solo tramite una profonda comprensione dei cambiamenti fondamentali che stanno avvenendo nell'ambiente naturale attorno a noi, i politici e i cittadini, saranno capaci di ottenere l'equilibrio con il rinnovato flusso degli stati e dei processi PianetoFisici.
    http://www.tmgnow.com/repository/global/planetophysical.html

    come una cellula risente e si adatta al cambiamento d'ambiente, cosi avviene nel sistema solare

    comunque i video sono belli e utili, grazie


    #30458

    CANERO
    Partecipante

    …si si sono d'accordo nel tenere bene a mente anche queste osservazioni e di certo hanno avuto ripercussioni anche nel passato sul nostro pianeta ma la mia e' una ricerca sulla storia di nibiru, marduk, hercolubus o ultimamente chiamato anche G1.9 e che non riesco a tirare le fila di questo dilemma e spero che col tempo riusciro' a colmare questa mia sete di verita' su questa teoria che mi affascina ormai da anni.


    #30459
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    speriamo di saperlo tutti
    e magari scopriamo che abbiamo rischiato la distruzione e non ci hanno detto nulla

    per il panico?
    perche si apriva la domanda..ma ci siamo salvati per caso oppure?
    perche si apriva la coscienza…oggi ci siamo e domani puf!
    ecc..


    #30460

    CANERO
    Partecipante

    …e' molto probabile caro richard.
    anche perche' altrimenti non mi spiego l'avvelenamento quotidiano, il continuo tentativo di diminuire la popolazione globale, i bunker sottorranei con i sementi…ecc ecc.


    #30461
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    G.: Rimarrà tutto come è ora, le case, le fabbriche, gli ospedali ecc…
    E.: No, mi dispiace, perché se passa l'asteroide, l'acqua invaderà tutta la Terra. Perché aumentando il movimento di rotazione è inevitabile che l'acqua dei mari invada i continenti.
    ..

    G.: Quindi non ci sarà scampo per nessuno.
    E.: Si che ci sarà. La salvezza è già prevista per coloro che si realizzano per essere eletti, è stato detto: “molti i chiamati, ma pochi gli eletti”. Io so che gli eletti ci saranno e saranno portati su Io ed Europa quando la Terra verrà messa in prova per essere purificata dall’'energia atomica e dagli tutti gli altri inquinamenti umani!
    ..
    G.: Eugenio, torniamo agli eventi particolari, tu ci hai raccontato che ti hanno fatto vedere una cosa eccezionale, un asteroide che…..
    E.: …..che si avvicina verso il sistema solare, e che, in relazione a quanto è stato detto e scritto dal Padre Glorioso: “io mi son pentito di aver creato l'uomo, io lo distruggerò”, questo asteroide potrebbe passare molto vicino alla Terra, da provocare una rotazione più rapida del pianeta e fare in modo che le acque possano coprire tutte le terre emerse.

    G.: Tu pensi che non impatterà!
    E.: No, la Terra non può essere distrutta perché è abitata da esseri angelici della quarta dimensione, sotto terra, l'Eldorado dove ci sono navi spaziali e dischi volanti.
    http://www.associazionesaras.it/Spiritualita/Spiritualita.asp?IDSpiritualita=921

    In relazione alle fotografie
    trasmesse dal telescopio HUBBLE

    Più che di morte di una Stella, dobbiamo parlare del passaggio della dimensione fisica a quella astrale.
    Il Pianeta si spoglia dalla materialità per assumere la sua natura astrale. Il nucleo centrale ridotto a nebulosa è la parte materiale meno densa e quindi più vicina allo stato di energia cosmica perché gassoso.
    Questa nebulosa può essere a sua volta inseminata da uno zooide (Cometa) per diventare nuovamente un mondo in formazione se la causa della morte del Pianeta è dovuta a fattori distruttivi da parte dei suoi enzimi (così come sta succedendo al pianeta Terra), e alla loro irresponsabilità che interrompe il normale ciclo evolutivo del Pianeta.
    Gli stati esterni espulsi diventano asteroidi vaganti nello spazio e che si dissolvono con il tempo per attrito con le energie cosmiche.
    Quando un Sistema Solare ha compiuto il suo ciclo di vitalità e di funzione cosmica, subisce un mutamento totale.
    Il Sole o i Soli si spengono e diventa un Buco Nero.

    Eugenio Siragusa
    Nicolosi, Giugno 1978
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/780600_1.htm


    #30462
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    le interpretazioni…

    http://codenamejumper.wordpress.com/2010/02/09/il-sigillo-va-243/#more-2445
    Nell’ ambiente del movimento ‘anti-Sitchin’ ci si è dati un bel da fare per smontare pezzo per pezzo la sua teoria, si trovano su internet decine di documenti che però, a ben vedere, si basano tutti su due unici studi proposti da Michael Heiser e da Ian Lawton.
    In questo articolo mi preme prendere in considerazione le analisi svolte da Heiser, e riproposte da altri ‘debunkers’, del famoso sigillo VA243, presentato da Sitchin nel suo primo libro ‘Il pianeta degli dei’.


    #30463

    CANERO
    Partecipante

    …si conosco anche questa “interpretazione” che rimane tale come quella di sitchin. :tk:


Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 145 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.