CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Questo argomento contiene 3,275 risposte, ha 80 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 2 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,061 a 1,070 (di 3,276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #116288
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante
    #116289
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [color=#0033ff]”La finanza etica non esiste”[/color]

    Il presidente della Banca del Vaticano IOR (Istituto per le Opere di Religione) Ettore Gotti Tedeschi (sotto indagine da parte della Procura di Roma per riciclaggio) ha detto che “la banca etica e la finanza etica non esistono”. Ugo Biggeri, presidente di Banca popolare Etica, non ci sta.
    Il presidente dello IOR (Istituto Opere Religiose), Ettore Gotti Tedeschi, ha recentemente affermato che ''la banca etica e la finanza etica non esistono. Quando ascoltate queste affermazioni vi stanno imbrogliando, perche' uno strumento in se' non puo' essere etico, ma e' l'uomo che gli da' il valore etico''.

    Queste dichiarazioni hanno creato ''profondo sconcerto in tutto il movimento italiano per la finanza etica'', come sottolinea una nota diffusa da Banca popolare etica. ''Un conto e' affermare che non sono gli strumenti di per se' ad essere etici, ma l'uso che se ne fa – puntualizza Ugo Biggeri, presidente di Banca popolare Etica, primo istituto di credito italiano interamente dedito alla finanza etica -. Tutt'altra cosa e' affermare che la finanza etica non esiste''.

    Per Biggeri, ''dire questo significa ignorare l'ampissimo movimento internazionale che sta intercettando la richiesta di un numero crescente di cittadini di vedere banche e istituzioni finanziarie capaci di operare sui mercati al servizio della collettivita', allontanandosi dalle logiche di puro profitto di breve periodo, per trovare strade sempre nuove per coniugare la giusta remunerazione degli investimenti e del risparmio con il perseguimento del bene comune''.

    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1026654


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #116290

    Anonimo

    [quote1288257212=Olegna]
    Per cambiare il mondo non serve un sistema finanziario diverso, ne serve cambiare i politici, quello che vediamo è subiamo siamo stati noi a crearlo, il mondo è come noi lo facciamo.
    Siamo tutti responsabili chi meno chi piu.
    [/quote1288257212]

    Concordo.


    #116291
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Sospettando una truffa ai suoi danni nella sottoscrizione di contratti derivati, il Comune di Milano ha intentato un’azione legale contro le banche responsabili dell’operazione nel gennaio 2009. Ma le criticità contrattuali al centro dell’esposto, e tuttora oggetto del processo penale a carico degli istituti, erano state rese note al sindaco Letizia Moratti già nel febbraio 2008, ovvero quasi un anno prima.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/29/milano-truffa-derivati-la-moratti-informata-gia-a-inizio-2008/74139/


    #116292
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [youtube=425,340]aY-KyLjye9I


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #116293
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ieri sera ho visto un pezzetto di un programma a fox news
    il conduttore parlava del dollaro e delle recenti manovrine finanziarie
    mostrando a video alcune affermazioni di pezzi grossi della finanza che parlavano in poche parole di “svalutazione controllata del dollaro”
    il conduttore quindi avvisava gli americani che i loro risparmi erano in pericolo e che potevano finire come in Islanda
    non riuscivo a seguirlo perfettamente perche non sono pratico di queste cose, ha citato anche 3-4 volte la parola “nuovo ordine mondiale”, perchè sarebbe stata citata da quei personaggi
    e diceva che questa “svalutazione controllata” poteva servire per arrivare ad una moneta unica, anni fa citata come Amero, monetizzando il debito e se non ho capito male comprando beni all'estero per elevare l'economia in altri paesi..comunque in generale mi ha colpito come ha trattato aggressivamente questi temi alla Fox TV

    Monetizzazione del debito pubblico. Procedimento di riduzione del debito pubblico attraverso l’acquisto (sul mercato aperto) di grossi quan¬titativi di titoli del debito pubblico da parte delle autorità monetarie. L’effetto di tali acqui¬sti è l’aumento della moneta in circolazione.
    http://www.0net.net/macro_economia/definizione.asp?economia=11

    http://www.globaleconomiccrisis.com/blog/archives/1153
    Federal Reserve Begins Massive Monetization of U.S. Government Debt

    [youtube=480,385]vwiIHLxtRyk

    [youtube=480,385]SKsiZdOD5u4


    #116294
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    insomma, andiamo dritti dritti verso la moneta unica, nuovo ordine mondiale….chissà cosa porterà????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #116295
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    diciamo che intanto parlano apertamente di queste cose che prima erano relegate a internet


    #116296
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    La notizia del giorno, che non avete trovato sulle prime pagine dei giornali, è questa: gli Stati Uniti d'America hanno iniziato le pratiche di fallimento.
    Senza dirlo esplicitamente, ma si capisce lo stesso.
    Come? La Federal Reserve, cioè la Banca Centrale americana, annuncia l'”acquisto” di 600 miliardi di $. Lo chiamano acquisto (purchase) in termine tecnico, ma si deve leggere “stampa”.
    Altri 350-500 miliardi di dollari verranno prelevati dal debito che la Fed ha già acquisito, proveniente dai derivati tossici dei mutui facili, e “investiti”. Leggi immessi sul mercato. Totale: all'incirca 1000 miliardi di carta, semplice carta, che la Banca Centrale USA stampa per comprare i titoli del debito pubblico americano. La mano sinistra eroga i soldi alla mano destra.
    Se, a questi, si aggiungono (e occorre farlo, perchè sono a bilancio) i circa 800 miliardi già stampati per salvare le banche americane dal tracollo, si arriva a un trilione e 800 miliardi di dollari.
    Una creazione di moneta che non ha precedenti nella storia di tutti i tempi.

    Perchè lo fanno? Bastino alcune cifre. Nel 2007 la Cina comprava circa la metà (esattamente il 47%) delle nuove emissioni di cedole americane. Nel 2008, in piena crisi finanziaria, la Cina aveva ridotto della metà, al 20% circa. L'anno scorso gli acquisti cinesi si sono drasticamente quasi azzerati. Eravamo al 5%.
    In queste condizioni non c'è più modo per pareggiare la bilancia commerciale degli Stati Uniti.
    Con un debito di queste dimensioni bisogna inoltre mettere a bilancio 300 miliardi di interessi annui da pagare. Come? Non lo sa nessuno.
    http://www.antimafiaduemila.com/content/view/31474/48/

    http://www.antimafiaduemila.com/content/view/31487/48/
    Quando il settimanale economico tedesco «Focus Money» (N. 2 / 2010) aveva pubblicato un clamoroso articolo di Oliver Janich sull’11/9 (“Non vi crediamo”) la rivista aveva aumentato le vendite di un terzo. La Gemania, stufa della guerra in Afghanistan, cominciava a interrogarsi sulle sue cause. Un nuovo articolo di Janich uscito l’8 settembre 2010, ancora più documentato e critico nei confronti delle versioni ufficiali, aveva i numeri per fare il botto. E l’ha fatto.
    Un botto così forte che l’altro settimanale dell’establisment tedesco, «Der Spiegel», ha sparato ad alzo zero contro Janich, accusandolo di fare sensazionalismo al fine di acquisire fama per conto del nuovo partito da lui fondato, il Partito della Ragione (Partei der Vernunft). Risultato: Janich non scriverà più per «Focus Money» e la rivista ha addirittura cancellato l’inchiesta dal proprio archivio, come se vi fosse passato Winston Smith, il protagonista del «1984» di Orwell che riscriveva o cancellava gli articoli in archivio secondo le verità ufficiali ammissibili.

    Fulford:

    Weekly Geopolitical News and Analysis101108: Red alert for new criminally insane move by Satanic Federal Reserve Board cabal

    Multiple reliable sources are warning of an extremely horrific act by the criminally insane cabal behind the soon to be bankrupt Federal Reserve Board, possibly on November 11, 2010: 101109 or 11/9/2010, which has uncanny reverse similarity to 9/11/2001.
    http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/2010/11/weekly-geopolitical-news-and-analysis101108-red-alert-for-new-criminally-insane-move-by-satanic-fede.html

    Weekly Geopolitical News and Analysis101025: Major announcements due for mid-November, legal action against illuminati possible this week

    Events are starting to unfold at an accelerating pace as the ancient “New World Order” continues its collapse. First of all, sources in Japanese military intelligence say there will be “huge announcements” sometime in mid-November, no doubt linked in part to the November 11th G20 meeting in Korea. T
    http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/2010/10/weekly-geopolitical-news-and-analysis101025-major-announcements-due-for-mid-november-legal-action-against-illuminati-possib.html

    http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/2010/11/weekly-geopolitical-news-and-analysis101101-bilderberg-chairman-davignon-contacts-the-white-dragon-society-promising-we-a.html


    #116297
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [color=#0033ff]Brasile: crollo del 36% per Banco Panamericano su voci di liquidazione[/color]

    La nuova fonte di proccupazione per il comparto mondiale bancario potrebbe arrivare dal Brasile. Banco Panamericano e' arrivato a cedere -36% sulla borsa di San Paolo su voci di una possibile liquidizione. La banca centrale del paese, che e' corsa ai ripari iniettando $1.5 miliardi per “preservare gli attuali livelli di capitale”, sta investigando su un possibile caso di frode. L'AD e parte del board sono stati rimpiazzati per aver messo in cattiva luce gli asset del gruppo. La conseguenza immediata: un rialzo del rendimento delle obbligazioni con scadenza 2020 dell'istituto al 10.54% (+314 punti base).

    Le sorti della banca con sede a San Paolo, per quanto sia la piu' piccola ad essere quotata sulla borsa locale, fanno preoccupare gli investitori internazionali che hanno scelto il Brasile nonostante le rassicurazioni della banca centrale secondo cui le altre banche non sono a rischio.

    Intanto Moody's ha messo sotto osservazione il rating del gruppo per un possibile downgrade alla luce di “un rapido calo del valore di mercato” negli ultimi giorni, alla sostituzione del management e alla iniezione di capitali.

    Gli analisti si dicono convinti che istituti di dimensioni simili “saranno sotto la lente delle autorita' al fine di adottare pratiche piu' conservative con tanto di criteri sul capitale piu' stringenti e freno alla loro capacita' di crescita”, ha detto a Bloomberg Marcelo Telles di Credit Suisse.

    La banca centrale sta conducendo delle indagini sui manager della societa', che vanno cosi' ad aggiungersi a quelle condotte dagli stessi azionisti di Panamericano tra cui Caixa Economica Federal, banca con controllo statale che nel dicembre 2009 ha comprato il 35% dell'istituto.

    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1035092


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,061 a 1,070 (di 3,276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.