CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Questo argomento contiene 3,275 risposte, ha 80 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,551 a 1,560 (di 3,276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #116781

    Anonimo

    LE MIE NOTTI CON GLI INDIGNATI
    Postato il Domenica, 02 ottobre @ 06:59:30 CDT di davide

    DI MICHAEL MOORE
    repubblica.it

    New York ha otto milioni di persone: e un milione vive in povertà. È una vergogna. Eppure il sistema non si ferma qui.
    Non importa quanta vergogna possiamo provare: la macchina va avanti – per fare altri soldi. Per trovare nuovi modi di imbrogliare la gente che lavora. Nuovi modi per accaparrarsi le pensioni: di rubare ancora di più. Ma qualcosa sta succedendo a Liberty Plaza.

    Sono stato a Liberty Plaza per un paio di notti. E ci tornerò. Sapete? Stanno facendo un gran lavoro laggiù. E stanno ricevendo sempre più sostegno. L´altra notte il sindacato dei ferrotranvieri – gli autisti di bus, gli autisti della metropolitana – ha votato con entusiasmo per sostenere la protesta. Tre giorni fa 700 piloti di linea – soprattutto United e Continental – hanno marciato su Wall Street.

    Non so se avete avuto modo di vedere queste cose nei tg. So bene com´è andata la copertura fin qui: vi hanno mostrato pochi hippy che picchiavano duro sui tamburi – le cose tipiche che cerca la stampa. Per carità: che Dio benedica gli hippy che picchiano sui tamburi! Ma c´è una ragione per cui “loro” vogliono farci vedere solo questo. E allora ve lo dico io che cosa ho visto in quella piazza. Ho visto i giovani. Ho visto gli anziani. Ho visto la gente di tutti i tipi e di tutti i colori e di ogni religione. Ho visto anche la gente che vota per Ron Paul (il candidato presidenziale ultraconservatore che vuole abolire la Banca centrale). Voglio dire: è un gruppo di gente davvero assortita. Ci stanno le infermiere in quella piazza. Ci stanno gli insegnanti in quella piazza. Gente di ogni tipo.

    Martedì ci sarà una nuova manifestazione: anche gli autisti di autobus e della metropolitana marceranno su Wall Street. E ho già sentito dire che l´Uaw (il sindacato degli operai dell´automobile) sta pensando a qualcosa del genere. Pensate: il loro incubo peggiore diventa realtà. Gli hippy e gli operai dell´auto che marciano insieme! Ma vedete: la gente ha capito. E tutta questa storia sulle divisioni interne e questo e quell´altro: alla gente non gliene importa più niente. Perché stavolta si tratta dei propri figli: che rischiano di non poter più andare al college. Stavolta si rischia di restare senza un tetto. Questo è quello che è davvero in gioco.

    Ma quello che mi sembra più strano e bizzarro, dei ricchi, è come abbiano deciso di strafare fino a tanto. Voglio dire: gli stava andando tutto così bene. No: per loro non era abbastanza. Per i nuovi ricchi non era abbastanza. I nuovi ricchi che hanno fatto quattrini non grazie a buona idea. Non a un´invenzione. Non con il loro sudore. Non con il loro lavoro. I nuovi ricchi che si sono arricchiti con i soldi degli altri: con cui hanno giocato come se fossero al casinò. Soldi su soldi. E adesso ci ritroviamo con una generazione di ragazzi per cui gli eroi da seguire sono quelli dei canali tv di business: quelli che si sono arricchiti facendo soldi su quelli che fanno soldi su quelli che fanno i soldi… Ma quanto bisogno avremmo di giovani che si mettessero al lavoro per salvare questo pianeta? Per trovare le cure a tutti questi mali. Per trovare un modo di portare acqua e servizi igienici ai miliardi di persone su questa Terra che non ne hanno.

    Questo è ciò che ci vorrebbe. E invece le 400 persone più ricche di questo paese oggi hanno più ricchezza che 150 milioni di americani messi tutti insieme. Dicevano: oh, sarà uno di quei numeri che Michael Moore butta giù. Beh, è una statistica vera: verificata da Forbes e da PolitiFact. Le 400 persone più ricche di questo paese hanno più ricchezza che 150 milioni di persone messe insieme! Ma questa non si può chiamare democrazia. La democrazia implica una qualche sorta di eguaglianza: una qualche sorta di egalitarismo. Io non dico che ogni pezzo della torta dev´essere della stessa misura: però non siamo andati ormai oltre?

    Ma ora c´è questa buona notizia. Perché fino a quando avremo qualcuno che pone delle sfide alla nostra democrazia – fino a che la Costituzione resterà intatta – vorrà dire che ciascuno di noi avrà lo stesso diritto di voto dei signori di Wall Street: una persona vota per una persona. E loro potranno pure comprare tutti i candidati che vogliono: ma la loro mano non guiderà la nostra mano quando saremo in cabina. Questo è il messaggio da gridare forte: da fare arrivare a quei milioni di persone che si sono arresi – o che sono stati convinti e fuorviati per ignoranza. Ecco: se riusciremo a far arrivare il nostro messaggio, beh, per quei 400 sarà il peggiore degli incubi. Perché l´unica cosa che sanno fare bene sono i conti. E sanno che noi siamo un fottìo più di loro. Dipende solo da noi. Basta svegliarsi al mattino e dire ok, adesso basta, fine. Ho deciso di impegnarmi. E ho deciso di coinvolgere 10 persone tra i miei vicini. Questa adesso è la nostra missione: impegnarci. Per questo vi dico: sostenete la protesta di Liberty Plaza.

    Micahel Moore
    Fonte: http://www.repubblica.it
    2.10.2011


    #116782
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1317627827=Richard]“Ogni presidente – dicono – è schiavo di Wall Street”. [/quote1317627827]

    Sono ormai quasi 4 anni che ve li descrivo come fantocci. C'è solo un'aggravante: questi fantocci sanno sin da subito e “firmano” degli “accordi”. Sono fantocci volontari.

    Dare un Nobel a Obama è stato vergognoso.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #116783
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    #116784
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Organizers of a protest slated to take place on Toronto’s Bay Street later this month say they’re following in the footsteps of American activists who have stormed Wall Street in New York and other U.S. cities in a rally against the global financial system.

    Hundreds of people are expected to meet in the heart of Toronto’s financial district, at the intersection of Bay and King streets, on Oct. 15 to prepare for a march two days later as the Toronto Stock Exchange opens that Monday.
    http://news.nationalpost.com/2011/10/02/wall-street-protests-spread-to-toronto-calgary-montreal/


    #116785

    Erre Esse
    Partecipante

    Fulford:
    http://benjaminfulford.net/2011/10/03/the-pole-shift-in-global-financial-power-is-almost-complete/

    The pole-shift in global financial power is almost complete

    The process of removing the cabal that has controlled most of the world for the past 300 years is almost complete, according to sources directly involved in the takedown. The takedown is being done by the world’s military, police and intelligence agencies. The group being taken down is the Thule Society, Skull&Bones Nazi conglomerate headed by George Bush Senior. This group was trying to start world war 3 in order to reduce the world’s population by 85% and start a fascist world government. Instead, they will be bankrupted and put in jail. Evidence of the takedown is now becoming visible for all to see. For example the IMF, supposedly the world’s lender of last resort, is saying they have no money to help the Euro. This is publicly available evidence that the post war power structure is ending. The best way to understand what is happening is to take a look at this map:

    Lo slittamento dei poli nel potere finanziario è quasi completo

    Il processo di rimozione della cabala che ha controllato gran parte del mondo nei passati 300 anni è quasi completo, secondo le fonti direttamente coinvolte nello smantellamento, al quale stanno partecipando agenzie spionistiche, militari e di polizia di tutto il mondo. Il gruppo che si sta sciogliendo è la Società di Thule-Skull&Bones, una specie di associazione nazista guidata da George Bush padre. Questo gruppo stava provando a far scoppiare la terza guerra mondiale allo scopo di ridurre la popolazione della terra dell'85% e implementare un governo fascista mondiale. Invece, verranno portati in bancarotta e messi in gattabuia. L'evidenza dello smantellamento sta ora diventando visibile per coloro che hanno occhi per vedere. Per esempio, quelli del Fondo Monetario Internazionale, presumibilmente il prestatore mondiale considerato “l'ultima spiaggia”, stanno dicendo che non hanno più soldi per aiutare l'Euro. Questa è la pubblica, disponibile evidenza che la struttura di potere del dopoguerra sta terminando. Il miglior modo per capire ciò che sta accadendo è dare un'occhiata a questa mappa:

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/3/32/Cumulative_Current_Account_Balance.png/800px-Cumulative_Current_Account_Balance.png


    #116786
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Scusa sono un po' fuori ma questa mappa che vorrebbe dire????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #116787

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1317677475=farfalla5]
    Scusa sono un po' fuori ma questa mappa che vorrebbe dire????
    [/quote1317677475]

    Gli stati più verdi non sono in deficit nella bilancia dei pagamenti, non hanno grossi problemi di debito e c'è equilibrio tra i beni e servizi che importano e quelli che esportano. Gli stati più marroni-viola hanno grossi problemi di debito, sono quasi al default (bancarotta), e importano più di quello che esportano. L'Italia, per esempio, è tra questi ultimi. 🙁


    #116788
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1317678393=Erre Esse]
    [quote1317677475=farfalla5]
    Scusa sono un po' fuori ma questa mappa che vorrebbe dire????
    [/quote1317677475]

    Gli stati più verdi non sono in deficit nella bilancia dei pagamenti, non hanno grossi problemi di debito e c'è equilibrio tra i beni e servizi che importano e quelli che esportano. Gli stati più marroni-viola hanno grossi problemi di debito, sono quasi al default (bancarotta), e importano più di quello che esportano. L'Italia, per esempio, è tra questi ultimi. 🙁

    [/quote1317678393]
    No, non so perchè il colore verde l' ho associato con essere al verde :hehe:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #116789
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1317678833=farfalla5]
    [quote1317678393=Erre Esse]
    [quote1317677475=farfalla5]
    Scusa sono un po' fuori ma questa mappa che vorrebbe dire????
    [/quote1317677475]

    Gli stati più verdi non sono in deficit nella bilancia dei pagamenti, non hanno grossi problemi di debito e c'è equilibrio tra i beni e servizi che importano e quelli che esportano. Gli stati più marroni-viola hanno grossi problemi di debito, sono quasi al default (bancarotta), e importano più di quello che esportano. L'Italia, per esempio, è tra questi ultimi. 🙁

    [/quote1317678393]
    No, non so perchè il colore verde l' ho associato con essere al verde :hehe:
    [/quote1317678833]
    hahaha

    !heart


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #116790
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1317680114=prixi]
    [quote1317678833=farfalla5]
    [quote1317678393=Erre Esse]
    [quote1317677475=farfalla5]
    Scusa sono un po' fuori ma questa mappa che vorrebbe dire????
    [/quote1317677475]

    Gli stati più verdi non sono in deficit nella bilancia dei pagamenti, non hanno grossi problemi di debito e c'è equilibrio tra i beni e servizi che importano e quelli che esportano. Gli stati più marroni-viola hanno grossi problemi di debito, sono quasi al default (bancarotta), e importano più di quello che esportano. L'Italia, per esempio, è tra questi ultimi. 🙁

    [/quote1317678393]
    No, non so perchè il colore verde l' ho associato con essere al verde :hehe:
    [/quote1317678833]
    hahaha

    !heart
    [/quote1317680114]
    Come dici tu sempre: – “Sono fritta, bollita e ripassata in padella…” :hehe:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,551 a 1,560 (di 3,276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.