CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Questo argomento contiene 3,275 risposte, ha 80 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 3 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,591 a 1,600 (di 3,276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #116821

    Erre Esse
    Partecipante

    Alex Jones vuole occupare in questi giorni la succursale FED del Texas.

    http://www.infowars.com/the-revolution-against-the-federal-reserve-starts-now/


    #116822

    Xeno
    Partecipante

    [quote1317918143=Richard]
    Mi risulta che stiano manifestando anche contro la FED
    che poi non si vedano o non vediamo i cartelli è altra cosa..

    [/quote1317918143]
    Ok Richard l'importante però che il tutto non venga politicizzato,dx,sx,ecc…
    Una cosa simile è successa a Milano nell'antibanks day
    (fra l'altro un flop purtroppo)

    [quote1317918457=Erre Esse]
    Alex Jones vuole occupare in questi giorni la succursale FED del Texas.

    http://www.infowars.com/the-revolution-against-the-federal-reserve-starts-now/

    [/quote1317918457]
    La cosa inizia a farsi interessante Rossano.

    Nel tuo link cè un video che mostra alex con il megafono già nel 2008 contro la FED
    Ma oggi il tutto si somma alle altre manifestazioni il chè non è poco.


    #116823

    giorgi
    Partecipante

    Scritto da Giorgi:

    Questo succederà sulla nostra Terra:

    Avete presente quando esistevano i dinosauri e venendo alla luce l'uomo con una intelligenza maggiore ha dato fine a quelle creature robuste.

    Oggi come oggi siamo ai cambiamenti e dove c'è tenebra verrà cancellata dalla Luce, quindi tutto ciò che è ingiusto cadrà per sempre, per dare posto all'amore che fa parte della Luce.

    la Luce che sta per arrivare qui sulla terra proviene dall'universo e mai come ora qui sulla terra si sono incarnati molte persone che erano già evolute, queste persone non si riconoscono dato che vivono pure loro nella terza dimensione ma questi hanno potere di far potenziare le energie di Luce che ci arrivano qui sulla terra, quindi ne è coinvolto tutto il sistema del cosmo, la terra sta lasciando la terza dimensione per prendere dimensioni superiori, ed è qui che tutto il vecchio è inutile non ha più senso che funzioni, perché tutto dovrà arrivare alla perfezione.

    I nostri potenti sarebbero arrivati a fare una guerra mondiale per poter rimediare questo caos che nessuno governo mondiale fino al giorno d'oggi non è in grado di far funzionare il paese, perché come la pensano questi governi con le guerre si deve poi ricominciare da capo nel ricostruire ciò che è stato distrutto e solo in questo modo riuscirebbero a dare lavoro a tutti, ma di guerre mondiali oramai ai tempi che siamo sono proibite dai nostri Esseri di Luce per il fatto che questo pianeta deve lasciare le tenebre per entrare nell'età dell'oro.


    #116824

    Anonimo

    La scorsa settimana Michael Moore si è presentato nello studio di Piers Morgan (il giornalista che ha preso il posto di Larry King alla CNN) eccitato ed ansimante, poco dopo aver partecipato ad una manifestazione accanto agli “indignados” di Wall Street.

    E’ stata quella la prima volta che il pubblico americano è venuto a sapere da una rete televisiva mainstream di un evento – l’ “occupazione” di Wall Street, appunto – che era in corso già da 4 giorni. E lo hanno saputo da un talk-show della CNN, non da un regolare TG.

    Da quel momento in poi sono stati costretti un pò tutti ad inseguire la notizia, dal New York Times a Fox News, dal Washington Post a tutti gli altri network nazionali.

    Ma la riluttanza con cui i media mainstream stanno dedicando il loro spazio alle proteste di Wall Street viene superata solo dalla disperazione con cui cercano a tutti i costi di far apparire la protesta per quello che non è: una specie di “happening” stile anni 70’, animato di fricchettoni che non hanno niente di meglio da fare nella vita, di cui “non si capisce nemmeno bene cosa vogliano”.

    Di certo è molto divertente vedere come i grandi media americani siano prontissimi a celebrare le “primavere colorate” altrui, ma fatichino decisamente a riconoscere che qualcosa sta cambiando anche in casa loro.

    In tutto questo i media alternativi si stanno divertendo un mondo, nel prendere in giro i loro colleghi delle “corporate news” chiaramente terrorizzati dall’idea di dover prendere seriamente …

    … quello che sta succedendo nelle strade di Manhattan.

    Keith Olberman, passato a Current TV, si diverte nel raccontare come dopo 5 giorni di protesta fossero usciti in nordamerica soltanto due articoli, di cui uno in Canada.

    Su Democracy Now Amy Goodman e Naomi Klein rifanno il verso ad una giornalista della CNN, che è “scesa in piazza” insieme ai manifestanti, facendo finta di non capire cosa volessero, e riuscendo addirittura a concludere dicendo che “in fondo il salvataggio delle banche ha fatto guadagnare dei soldi ai cittadini”.

    Nella stessa intervista, Naomi Klein offre anche una seria analisi dei danni portati dal capitalismo estremo, che dopo aver allargato al massimo la forbice del benessere si ritrova costretto a “mangiare i propri figli per sopravvivere”. In alte parole, spiega la Klein, dopo aver tolto alla middle-class quasi tutto quello che aveva, i grandi monopoli finanziari hanno dovuto inventarsi il giochino del credito facile purchè questi continuassero comunque a fare acquisti.

    Anche “The Real News” presenta una interessante intervista nella quale l’economista Gerry Epstein propone un’analisi storica che individua le radici dell’odierna crisi finanziaria globale al fatidico 1971 (sganciamento del dollaro dalla parità con l’oro). Ma non fu tanto la fine della parità in sè – dice Epstein – a gettare le basi per la crisi odierna, quanto lo spostamento delle alleanze che ne derivò, fra potere industriale e potere finanziario, nel momento in cui il secondo ricevette il via libera per operare senza più restrizioni, finendo per lasciare a terra l’intera forza-lavoro americana.

    Altri commentatori indipendenti suggeriscono che le proteste di Wall Street rappresentino il punto in cui il cittadino ha capito che un vero cambiamento non potrà mai avvenire attraverso le urne, e quindi ha deciso di prendere il futuro nelle proprie mani.

    Insomma, sui media alternativi si discute, ci si confronta, si cerca di capire, mentre sui media mainstream si continua a far finta che sia sempre domenica.

    Ma gli “indignados” di Wall Street non mollano, e stanno entrando ormai nella terza settimana di protesta. Curiosamente, era stata una delle prime cose che Michael Moore aveva detto, presentando da Piers Morgan le proteste appena iniziate: “This won’t go away,” disse. “Questa roba non se ne andrà da sola, è perfettamente inutile ignorarla. Nelle strade di Manhattan sta iniziando qualcosa che è destinato ad arrivare molto lontano”.

    Fino ad oggi ha avuto ragione lui.

    Massimo Mazzucco


    #116825

    Anonimo
    #116826

    Anonimo

    http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9101

    “SAN MARINO BOND ? SONO UNA SCIOCCHEZZA” (INTERVISTA A PAOLO BARNARD)
    Postato il Venerdì, 07 ottobre @ 06:25:00 CDT di davide

    DI DAVID ODDONE
    libertas.sm

    David Oddone, de L'Informazione di San Marino, propone un'intervista con il giornalista Paolo Barnard, esperto di economia.

    Il Titano ha problemi di liquidità e pensa all’emissione dei cosiddetti “San Marino Bond”. Cosa pensi di questa ipotesi? E della possibilità di avere una borsa sammarinese?

    “Penso che sia una sciocchezza, perché significa emettere titoli che il Titano dovrà poi onorare con una moneta straniera, l’Euro, che deve prendere in prestito all’esterno e che non può emettere liberamente. Sarebbe come se emettesse titoli denominati in Yen giapponesi: per pagarli alla scadenza dovrebbe prendere in prestito gli Yen da Tokyo, con costi altissimi. Bisognerebbe che i politici prima di tutto si studiassero un paio di pagine di economia monetaria per capire la differenza fra emettere bond denominati con una moneta sovrana (dollaro, Yen ecc.) e non sovrana (Euro, o come era il pesos argentino quando era legato al dollaro)”.

    Che cosa consigli ad uno Stato come San Marino – dove su 30mila abitanti, una persona su tre è impiegata nella pubblica amministrazione per uscire dal guado?

    “Abbandonare l’Euro, ed emettere una propria moneta sovrana, floating e non convertibile, cioè una valuta che 1) sia di proprietà esclusiva di San Marino, 2) che non possa essere scambiata agli sportelli con oro o altri beni preziosi, 3) che non sia legata come cambio ad altre valute a un tasso fisso. Poi dovrà avere un proprio ministero del Tesoro e una propria banca centrale. Poi leggersi i testi delle scuola economica americana del Modern Money Theory (oppure il mio saggio in uscita che la spiega in italiano) e vivere sereni con una economia fiorente. L’Argentina è uscita dalla catastrofe del fallimento di Stato proprio con la Modern Money Theory, e oggi ha una crescita economica che fa invidia alla Germania”.

    David Oddone
    Fonte: http://www.libertas.sm
    Link: http://www.libertas.sm/cont/news/san-marino-bond-sono-una-sciocchezza-parola-di-paolo-barnard/50852/1.html
    6.10l.2011


    #116827

    DESTINO
    Partecipante

    [quote1317992515=Pier72Mars]
    [quote1317882398=DESTINO]
    baratto?….ma non fu soppiantato dalle monete perche piu semplice e comodo?,ma bisogna per forza tornare indietro?…..se mi serve un litro di latte e ho un cavallo? che faccio? mi devo scanbiare il cavallo con una mucca?ma cerchiamo di non sognare…..guardiamo in faccia la realta….
    [/quote1317882398]

    Se non si hanno i soldi che fai, muori di fame?
    Si barattano non solo le cose materiali, anche le prestazioni, che so, se sei un elettricista magari potrebbe fare comodo il tuo lavoro in cambio di qualcosa di utile, per intenderci
    [/quote1317992515]
    ……………………………..e secondo voi ci si metterebbe d accordo in 5 minuti?………..


    #116828

    Anonimo

    [quote1317992823=DESTINO]
    [quote1317992515=Pier72Mars]
    [quote1317882398=DESTINO]
    baratto?….ma non fu soppiantato dalle monete perche piu semplice e comodo?,ma bisogna per forza tornare indietro?…..se mi serve un litro di latte e ho un cavallo? che faccio? mi devo scanbiare il cavallo con una mucca?ma cerchiamo di non sognare…..guardiamo in faccia la realta….
    [/quote1317882398]

    Se non si hanno i soldi che fai, muori di fame?
    Si barattano non solo le cose materiali, anche le prestazioni, che so, se sei un elettricista magari potrebbe fare comodo il tuo lavoro in cambio di qualcosa di utile, per intenderci
    [/quote1317992515]
    ……………………………..e secondo voi ci si metterebbe d accordo in 5 minuti?………..
    [/quote1317992823]

    riposto magari può interessare…

    Il ragioniere che spazza i camini:
    a Gonnosfanadiga è boom di richieste

    Valerio Lecca

    Ha iniziato 5 anni fa per caso snobbando il diploma di ragioniere. Lo chiamano in tutte le case, in cambio non vuole soldi ma baratta la pulizia con ciò che ciascuno può dare: «S'aggiudu torrau» .

    … :hehe:


    #116829
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    Nel mio quartiere, in un piccolo paese alle porte di una città di provincia, succede regolarmente. Recentemente ho barattato la riparazione della serratura di un cancello con delle ripetizioni di matematica per il figlio del vicino che l'ha riparato.
    Ma, da quel che ho capito, il nuovo paradigma per il futuro non sarà rappresentato dal baratto : si farà del bene a prescindere, e sarà generalizzato. Quindi, se farò un favore ad un amico, lo stesso “bene” mi tornerà, magari da una terza persona….
    Sò che sembra pura utopia, ma io ci voglio credere, e già ora mi sto accorgendo che sta iniziando a funzionare!!!


    #116830

    Anonimo

    [quote1317993893=maraxma]
    Nel mio quartiere, in un piccolo paese alle porte di una città di provincia, succede regolarmente. Recentemente ho barattato la riparazione della serratura di un cancello con delle ripetizioni di matematica per il figlio del vicino che l'ha riparato.
    Ma, da quel che ho capito, il nuovo paradigma per il futuro non sarà rappresentato dal baratto : si farà del bene a prescindere, e sarà generalizzato. Quindi, se farò un favore ad un amico, lo stesso “bene” mi tornerà, magari da una terza persona….
    Sò che sembra pura utopia, ma io ci voglio credere, e già ora mi sto accorgendo che sta iniziando a funzionare!!!
    [/quote1317993893]

    io lho fatto per varie cose…
    alleno una squadra di pallacanestro ed in cambio ricevo altri favori…


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,591 a 1,600 (di 3,276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.