CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Questo argomento contiene 3,275 risposte, ha 80 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 3 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 2,211 a 2,220 (di 3,276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #117438

    giovanni
    Partecipante

    Da: Kempis, dal libro “Conosci te stesso” C.F77

    “… Parlate un nuovo linguaggio agli uomini ed essi non vi comprenderanno.

    Indicate una via diversa da quella che seguono e che dà loro un qualsiasi interesse, ed essi vi combatteranno.

    Ecco perché chi vuol comprendere deve nascere ogni giorno; conoscere, ma non essere legato; credere, ma essere pronto a dubitare di tutto.

    Chi si cristallizza in canoni di pensiero, chi rimane legato al passato, necessariamente confronta le nuove con le vecchie convinzione e condanna senza comprendere… ”

    Da: Kempis, dal libro “Conosci te stesso” C.F77


    #117439
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1329496032=farfalla5]
    [quote1329346237=InneresAuge]
    [quote1329273944=brig.zero]
    https://www.youtube.com/watch?v=yr2cMJuDfZI … :hehe:
    [/quote1329273944]
    Grazie Brig, interessante… Ho cercato di capire almeno la metà di quello che dice :hehe:

    Comincio dal primo video:
    https://www.youtube.com/watch?v=QOcVSCXuCag
    [/quote1329346237]
    Io ho cominciato a vederlo perchè Mara lo ha messo nel altro topic…interessante linguaggio… :hehe:
    [/quote1329496032]
    Che topic?
    Mi sembra piuttosto bravo… continuo a vedere il video.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #117440
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Procura Potenza sequestra 6.000 miliardi di bond Usa. Washington “fasulli”
    (AGI) – Potenza, 17 feb. – Come in un romanzo, una cifra enorme in bond Usa e' stata sequestrata in Svizzera su ordine della procura di Potenza. Tre casse contenevano titoli falsi per un valore di seimila miliardi di dollari, datati 1934 e riportano il logo della Federal Reserve. I funzionari americani hanno accertato che si tratta di patacche.
    http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201202171619-ipp-rt10176-sequestrati_6_000_miliardi_di_bond_usa_washington_fasulli


    #117441
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    Fitch premia Islanda, rating torna alla 'decenza' :ok!:

    Roma – L'agenzia di rating Fitch ha rivisto al rialzo il rating sul debito sovrano dell'Islanda da “BBB-” a “BB+”, facendo tornare il giudizio al livello di investment grade per la prima volta dalla crisi finanziaria.

    “E' in atto una ripresa economica promettente, la ristrutturazione del settore finanziario va avanti, mentre il rapporto debito/Pil sembra essere vicino ad aver testato il massimo, sulla scia di un processo robusto di consolidamento fiscale”.
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1325677/crisi-europa/fitch-premia-islanda-rating-torna-alla-decenza.aspx

    Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    :to: …Quello da prendere a esempio del caso islandese e’ invece il comportamento tenuto dal suo popolo. Gli islandesi, vittime innocenti del crack, si sono ribellati, tanto che in alcuni circoli si parla di una vera e propria rivoluzione. Non hanno accettato di pagare per la crisi, rifiutandosi di sottostare ai diktat del sistema finanziario globale. La stessa “macchina infernale” che sta soffocando la Grecia e gli altri paesi della periferia dell’area euro.

    Nel marzo del 2010 si tenne un referendum in cui il 93% degli islandesi si e' opposto alla legge di rimborso. Una nuova proposta di rimborso e' stata nuovamente bocciata mediante referendum nel marzo dell'anno successivo. In altre parole, il debito estero e' stato letteralmente “cancellato” anziche' pagato, in quanto ritenuto la causa di azioni criminose di banchieri e membri del governo e non del popolo. Per la classe politica italiana e i grandi media questa “mini rivoluzione”, un raro caso di giustizia sociale, non e’ mai esistita. E' passata inosservata.

    Ora le agenzie giudicano “investment grade” il piccolo stato del nord. Fitch ha alzato il giudizio sul debito islandese a BBB-. Il sistema finanziario islandese e’ stato lasciato fallire e ora l’isola sta cercando di rinascere, con il governo che sta persino lavorando a una nuova costituzione, proprio come succede alla fine di una guerra strenuante.
    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1320757 #fisc


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #117442

    Anonimo

    http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9880

    L'ECONOMIA GRECIA SI AVVITA MENTRE L'UE FORZA PER LA CATARSI FINALE
    Postato il Mercoledì, 15 febbraio @ 19:16:49 CST di supervice

    DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
    Telegraph.co.uk
    Il default greco e la traumatica espulsione dall’euro hanno fatto un passo in avanti la scorsa notte dopo che i ministri delle Finanze dell’eurozona hanno annullato una riunione cruciale, accusando Atene di non essere riuscita a imporre i tagli di austerity.

    I rischi sono aumentati di intensità dopo che i nuovi dati hanno mostrato come l'economia della Grecia si sia contratta del 6,8% nell’ultimo anno accelerando il passo al 7% nell'ultimo trimestre, molto peggio di quanto si attendeva la “troika”, Unione europea (UE), Banca Centrale Europea (BCE) e Fondo Monetario Internazionale (FMI).

    Il paese sembra essere entrato in una situazione avvitamento che sta provocando grossi danni agli obiettivi di bilancio, costringendo la Grecia a un compito ancora più impervio.

    Il Primo Ministro Lucas Papademos ha riunito la scorsa notte il suo governo per reperire altri 325 miliardi di euro richiesti dalla troika, che potrebbero venire dai tagli alla difesa e da una riduzione degli stipendi.

    I partiti della coalizione non sono riusciti a convincere l'Eurogruppo della riuscita dell’accordo, e l'umore diventato ancora più cupo dopo che l’UE ha rischiesto la creazione di conto di garanzia per prelevare le entrate fiscali greche alla fonte.

    Gli edifici neri incendiati domenica dai manifestanti sono stati isolati nelle strade vicino al parlamento in Piazza Syntagma, e ricordano fattivamente ai politici greci che un qualsiasi errore di valutazione potrebbe portare il paese verso l'anarchia.

    C’è bisogno dell’approvazione dei ministri delle finanze dell’UE per sbloccare tutte le componenti del complesso pacchetto di salvataggio da 130 miliardi di euro, compreso un “haircut” del 70% per i detentori del titoli greci, premettendo così al paese di evitare il default a marzo.

    La Germania e gli alleati settentrionali sembrano disposti a forzare la Grecia all’uscita dall'euro a meno che non ci sia un’accondiscendenza totale, ritenendo che adesso l'eurozona sia abbastanza forte per arginare il contagio.

    Luc Frieden, il ministro degli Esteri del Lussemburgo, ha pronunciato un avvertimento in modo netto: “Se i greci o l’élite politica greca non applicheranno tutte le condizioni, penso che si escluderanno dall'eurozona. L'impatto sugli altri paesi è ora meno forte rispetto a un anno fa.”

    Frieden ha persino suggerito un ritorno alla dracma: “Potrebbe permettere alla Grecia di ripartire da capo, creando un'economia che può creare posti di lavoro.”

    Il tono degli ultimi commenti che arrivano da Germania, Olanda e Finlandia suggerisce che i grossi creditori hanno già deciso di espellere la Grecia, causando una grande amarezza nella capitale greca.

    “Alla guerra si risponde con la guerra”, ha detto Kostas Kiltidis, un deputato del partito conservatore LAOS: “Siamo la culla della civiltà europea e nessuno può buttarci fuori di casa. Non esiste una scappatoia legale per farlo. Se ci proveranno, anche altri moriranno economicamente insieme a noi.”

    I ministri delle finanze dell’eurozona terranno oggi una videoconferenza per discutere la prossima iniziativa. Jean-Claude Juncker, direttore dell'Eurogruppo, ha detto che l’ostacolo insormontabile della scorsa notte è stato il fallimento dei partiti nell’impegnarsi a realizzare i tagli prefissati dopo le elezioni di aprile.

    Antonis Samaras, dirigente del partito Nuova Democrazia, ha fatto infuriare Berlino nella fine settimana, suggerendo che avrebbe stralciato l’accordo appena avuta l'opportunità.

    “Voglio evitare di buttarmi subito nel burrone, voglio prendere tempo e andare domani alle elezioni”, aggiungendo che i greci sarebbero stati poi in grado di “modificare le politiche che ci sono state imposte.”

    Comunque, i sondaggi mostrano un panorama politico frammentato con un incremento del sostegno all’estrema sinistra e all’estrema destra. È probabile che l'ordine esistente verrà travolto.

    “Il prossimo governo sembrerà uno gnu. Sarà instabile, impacciato e non durerà, a questo punto un vero disastro”, ha affermato Spyros Kouvelis, un deputato che domenica ha votato contro i tagli ed è uscito dal PASOK.

    La gravità della crisi greca potrebbe far fallire in ogni caso l’ultimo accordo dell’UE. Mette anche in dubbio la strategia della troika, che ha tralasciato di ascoltare gli avvertimenti che le avevano segnalato come una forte austerità senza il cuscino della svalutazione avrebbe asfissiato l'economia.

    La disoccupazione sta volando in alto e ha raggiunto il 20,9% a novembre. È certo che avrà un altro aumento quando il governo inizierà a tagliare 150.000 lavori nel pubblico impiego.

    “Noi pensiamo che il PIL cadrà di un altro 7% quest’anno, e le nostre previsioni sono state molto accurate”, ha detto Yannis Panagopoulos, direttore della Confederazione del Lavoro greca: “Questi tagli alimenteranno un circolo vizioso.”

    Angelos Tsakanakis dalla Fondazione per Ricerca Economica e Industriale (IOVE) ha detto che la minaccia di uscita dall’UEM e il ritorno alla dracma sta prevenendo qualsiasi speranza di ripresa.

    “Nessuno progetterà di venire a investire finché sarà presente un rischio valutario. In molti sono convinti che è tutto inutile, come se il paese fosse stato abbandonato”, ha detto.

    Tsakanakis ha detto che la Grecia aveva riottenuto il 15% della competitività perduta dall’inizio della crisi, potendo così tornare vitale se anche l’UE assolvesse alle proprie responsabilità.

    “Non siamo bambini piccoli che hanno mangiato troppo gelato e che vanno puniti. I deficit dell'Europa Meridionale sono stati alimentati dalle eccedenze del nord”, ha detto.

    In un raro accenno di buone notizie per la Grecia, la BCE ha segnalato di voler contribuire al condono del debito facendo a meno dei profitti su 47 miliardi di euro di obbligazioni greche acquistati al 22% di sconto.

    Benoît Cœuré, membro francese del CDA della BCE, ha asserito che ciò potrebbe esser fatto senza violare il trattato dell’UE distribuendo soldi agli stati membri potendo quindi aiutare la Grecia.

    Non è chiaro come questo possa combaciare con le promesse del capo della BCE Mario Draghi, quando ha affermato che la banca non ricorrerà a “trucchi legali”, aggirando il divieto del trattato per poter salvare i governi dell’UE.


    #117443

    ezechiele
    Partecipante

    abbiamo la consapevolezza di una gallina(senza offesa per i polli) e l'eta media di matusalemme, altro che rivoluzione islandese… qui continuano a fare bunga bunga alle nostre spalle ma il lamento è cosi flebile che da dietro non capiscono se sia dolore o un'ansimare di piacere…

    forza iuve forza roma, viva il grande fratello, scusate devo andare, ho da giocare al superenalotto….


    #117444
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Un erede della dinastia Kennedy punta a tornare in parlamento. Joseph Kennedy III, nipote appena trentunenne di Robert F. Kennedy, ha lanciato la sua candidatura per un seggio del Massachusetts al Congresso degli Stati Uniti, quello del 4/o distretto, lasciato vacante dal ritiro di Barney Frank, in carica da oltre tre decenni, considerato uno di parlamentari gay più conosciuti d'America
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/speciali/2012/02/08/visualizza_new.html_75723293.html


    #117445
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.signoraggio.info/index.php/7-notizie/50-il-ritorno-di-lord-james-of-blackheath-15-trilioni-di-dollari-e-750-000-tonnellate-d-oro
    Lord James of Blackheath, barone e business man con una variegata carriera alle spalle nella City londinese, è venuto alla ribalta delle cronache internazionali il 1° novembre 2010 per il discorso tenuto presso la Camera dei Lord, nel quale parlò di una Fondazione X, di altissimo profilo, che si sarebbe resa disponibile a finanziare vasti progetti nel Regno Unito, per un valore iniziale di 5 miliardi di sterline ed eventuali altri 17 successivamente. Tutti gold-backed, garantiti cioè da oro fisico, reale. Questo discorso generò vaste discussioni e ricerche sull'esistenza o meno di tale Fondazione e, in caso positivo, di quale Fondazione si trattasse. Varie ipotesi furono formulate, e la più “gettonata” risultò essere l'ipotesi secondo la quale si trattasse dell'OITC (Office of International Treasury Control) o, quantomeno, qualcuno che si spacciava per l'OITC o qualche Fondazione ad essa connessa…

    Dopo quella vicenda, Lord James non dette più particolare scalpore almeno fino alla giornata di ieri, 16 febbraio 2012, quando nel pomeriggio ha tenuto un nuovo intrigante discorso alla Camera dei Lord, non parlando più questa volta di una misteriosa Fondazione X bensì di una non trasparente transazione finanziaria, avvenuta tra aprile e maggio del 2009, per un ammontare totale di 15 trilioni di dollari. Trasferiti, secondo Lord James, all'HSBC di Londra e poi in parte movimentati sulla Royal Bank of Scotland. Il proprietario di tali fondi risulta essere un certo Yohannes Riyadi.


    #117446

    Xeno
    Partecipante

    Si mi ricordo di questo tizio che aveva denunciato se non ricordo male alla camera dei comuni questa strana cosa.
    Come ricordo la storia dei giapponesi bloccati per i bond falsi alla frontiera.

    Mah secondo me è qualcosa di mediatico qualcosa che qualcuno vuole comunicare qualcosa….mah;oppure farci crdere qualcosa.
    Bah.
    Certo riuscire a capirlo…..troppe coincidenze e casi analoghi.
    mmm..

    Cmq questo sistema è talmente malato che recentemente sono venuti alla ribalta facendo scalpore dei fondi tedeschi denominati db Kompass Life 3
    In pratica si scommette sulla vita delle persone anziane.Più l'aspettativa di vita si accorcia più guadagnano le banche.

    Allucinante.


    #117447
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1329695944=ezechiele]
    abbiamo la consapevolezza di una gallina(senza offesa per i polli)
    [/quote1329695944]
    :hehe:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 2,211 a 2,220 (di 3,276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.