CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Questo argomento contiene 3,275 risposte, ha 80 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 3 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 2,881 a 2,890 (di 3,276 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #118109

    Anonimo

    http://pubblicogiornale.it/attualita/svizzera-esercito-guerra-civile/

    GUERRA CIVILE EUROPEA IN VISTA ? LA SVIZZERA SI PREPARA
    Postato il Domenica, 14 ottobre @ 21:15:00 CDT di davide

    L’esercito svizzero si prepara in vista di una possibile agitazione sociale a livello europeo e di un conseguente afflusso di rifugiati provenienti dagli altri paesi del continente. Questa è la tesi di Russia Today (1), il canale televisivo russo d’impostazione filo-governativa. A settembre l’esercito svizzero ha condotto alcune esercitazioni denominate “Stabilo Due” con scenari che includevano agitanzioni violente in tutta l’Europa.

    La preoccupazione principale della Svizzera – secondo Russia Today – è generata soprattutto dalla disorganizzazione degli eserciti dei paesi confinanti e della loro impreparazione nei riguardi di una possibile situazione di insabilità. La crisi generale ha portato molti paesi europei a tagliare in modo significativo le spese militari e gli eserciti – così come le forze di polizia – potrebbero non essere pronti ad affrontare eventuali rivolte.

    «Non escludo l’idea che potremmo aver bisogno dell’esercito nei prossimi anni» ha dichiarato il ministro della difesa svizzero Ueli Maurer, che ha insistito per la modernizzazione dell’esercito nonostante l’opposizione della politica. Attualmente l’esercito svizzero conta 200mila soldati ed è in programma l’acquisto di nuovi aerei.

    Russia Today riferisce che il capo delle forze armate svizzere, il generale André Blattmann, ha svelato un piano di incentivi per la polizia militare che dovrebbe essere inviata a controllare una serie di punti strategici del Paese. In tutto si tratterebbe di 1600 unità. A dicembre il piano sarà ufficializzato.

    Una Svizzera che va in controtendenza, investendo laddove gli altri paesi stanno tagliando la spesa militare. «Il ministro Maurer, insieme ad importanti rappresentati dell’esercito, sta provando a far capire che la crisi politico-economica europea potrebbe sfociare in qualcosa di molto spiacevole» ha dichiarato John R. Schindler, professore presso lo US Naval War College.


    #118110
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Il bellissimo nuovo ordine mondiale che che stanno creando, con una polizia che non risponde al popolo ne' alla giustizia…



    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #118111
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Della serie, ogni tanto battono un colpo, timidamente…

    [size=22]Un numerino errato
    Chi si assume la responsabilità politica delle scelte? Nei sistemi democratici è una domanda ineludibile. Eppure, oggi, è senza risposta. Che vuol dire democrazia quando chi è formalmente responsabile politico delle scelte non decide e chi decide non è responsabile politicamente? E chi è che davvero decide? L'8 ottobre, il Fondo Monetario Internazionale, in occasione degli annual meetings, ha pubblicato il suo World Economic Outlook. In esso, è contenuto un box agghiacciante dedicato ai “fiscal multipliers”. Un box apparentemente tecnico. In realtà, radicalmente politico. In sostanza, i fiscal multipliers sono i numerini che vengono applicati per prevedere l'impatto delle manovre di finanza pubblica sul Pil.

    Il Fondo, in un'operazione trasparenza di cui va dato merito al Chief Economist Olivier Blanchard, passa in rassegna una trentina di casi di interventi di risanamento attuati negli ultimi anni, compresi i programmi della troika in Grecia, Irlanda e Portogallo. Viene fuori che i moltiplicatori utilizzati da tutte le principali istituzioni economiche internazionali e, aspetto rilevante, dal Fondo e dalla Commissione europea, autori dei programmi dei Piigs, non semplici centri studi, sono largamente sottostimati: invece che 0,5 arrivano anche a 2. Che vuol dire?
    [size=18]
    [u]Vuol dire, ad esempio, che per definire il programma della Grecia, il Fondo e la Commissione hanno previsto che, per 10 miliardi di euro di manovra di aggiustamento, la contrazione del Pil sarebbe stata di 5 miliardi. Invece, l'analisi evidenzia che l'impatto recessivo è stato di 20 miliardi. Una differenza enorme che si riverbera sulla previsione di entrate e di spese e, quindi, sul saldo e sul rapporto tra debito pubblico e Pil. Non a caso, dopo correzioni di bilancio di circa 10 punti di Pil all'anno, il debito pubblico greco balza, nonostante la ristrutturazione, dal 120 percento del Pil nel 2009 al 167% del Pil nel 2013.[/u]

    L'ordine di grandezza dell'errore è tale da generare il fallimento a ripetizione degli sforzi greci. Ma il fallimento non viene ricondotto al numerino. La troika boccia il governo greco di Papandreu. Così si inseguono giudizi sprezzanti o commiserevoli da parte di tanti leader politici e commentatori europei. E alle review e ai giudizi negativi, conseguono richieste di ulteriori manovre correttive, sempre impostate in riferimento a moltiplicatori ridicoli rispetto all'effettivo impatto degli interventi su entrate e spese pubbliche. Manovra dopo manovra, il numerino sottostimato, determina un'economia di guerra, un impennata della disoccupazione e l'impoverimento brutale delle classi medie. Il dato più drammatico, però, è politico, democratico e psicologico: l'enorme sofferenza sociale è inutile. A causa del numerino errato, il debito pubblico, in rapporto all'economia reale sempre più rattrappita, impazzisce. I populismi si gonfiano. I neo-nazisti arrivano in Parlamento.

    Ma non è stato un errore. È stata una scelta politica, consapevole o, peggio ancora, inconsapevole. La scelta è stata la conseguenza di un paradigma culturale ritenuto naturale (il neo-liberismo), oggettivo, in realtà politico. Dall'inizio della crisi una valanga di economisti, tanti anche mainstream, mettono in guardia sull'austerità auto-distruttiva, ossia sulla effettiva dimensione del numerino. Ma ideologia e interessi corporativi ciechi hanno prevalso. Oggi, chi risponde della scelta politica? L'econometrico che ha stimato il numerino? I Mission Chiefs di Fondo e Commissione? Christine Lagarde e Manuel Barroso? La Merkel e Sarkozy? La punizione politica l'ha subita uno statista vero come Papandreu e il suo partito, il Pasok. Ma è lui il responsabile? O va giustificato perché messo alle strette dai mercati e dai tecnici? E ora che farà la troika? Che numerino intende utilizzare per valutare la performance della Grecia e degli altri 'program countries' e decidere lo sblocco degli aiuti? Il numerino del paradigma liberista oppure il numerino “vero”? E il Fiscal Compact sulla base di quale numerino è stato definito?

    Con quale credibilità le tecnocrazie continueranno a proporsi come detentrici della verità economica e depositarie autoreferenziali dell'interesse generale? Come si può continuare a presentare ricette politiche come fossero oggettive verità assolute? Sopratutto, le classi dirigenti della politica possono continuare ad essere così inconsapevoli, disinteressate e subalterne alla presunta tecnica? Quando torniamo a considerare l'economia per quello che è, ossia politica? Come si arresta l'anti-politica se la democrazia è svuotata di poteri di scelta, ma responsabile dei risultati?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #118107
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Bond Lehman: round alle banche
    È da poco iniziata la “partita” sulle richieste di rimborso a causa del fallimento di Lehman Brothers e il sistema bancario sta conducendo due a uno contro i risparmiatori. Dopo la sentenza del Tribunale di Venezia favorevole agli intermediari (si veda «Plus24» del 9 gennaio 2010) e quella del Tribunale di Udine a beneficio invece dei risparmiatori (si veda «Plus24» del 27 marzo 2010), arriva adesso la n. 454 del 18 maggio 2010 del Tribunale di Savona nella quale il vantaggio passa nelle mani delle banche.
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-10-12/bond-lehman-round-banche-160437.shtml?uuid=AbMWsHsG

    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-10-12/cause-lehman-altro-round-155843.shtml?uuid=Ab7lHHsG
    Cause Lehman, altro round ai clienti
    Venezia, Udine, Savona e adesso Torino. Sembrano tappe di un tour ciclistico ma, in realtà, sono alcuni dei tribunali che sino a oggi si sono espressi sul crack Lehman Brothers. L'ultima “tappa” è stata vinta dai consumatori: il tribunale di Torino (sentenza 22 dicembre 2010 n. 7674) ha infatti condannato Intesa Sanpaolo a restituire a una cliente 474mila euro oltre a rivalutazione monetaria, interessi e spese legali.

    Il Fmi rinvia la riforma della governance: stallo sul progetto di dare più poteri ai Paesi emergenti
    TOKYO – Il Fondo Monetario invoca riforme ai Paesi membri e ne chiede una accelerazione, ma è costretto a subire un grave ritardo nella riforma di se stesso: anche se il cambiamento della sua governance – che darebbe più quote e voce in capitolo ai Paesi emergenti – è stato approvato già nel 2010, l'obiettivo di decidere sul farlo diventare esecutivo nel vertice chiusosi oggi non è stato raggiunto.
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-10-13/rinviata-riforma-governance-115441.shtml?uuid=Ab38wYsG

    Il problema dei mercati è l'opacità «fuori-Borsa»
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-10-14/problema-mercati-opacita-fuoriborsa-151313.shtml?uuid=AbaTjvsG
    Siccome la risposta giusta è la prima, non si capisce perché le regole e le normative europee abbiano fatto di tutto per rendere i mercati finanziari opachi e oscuri come una nebbiosa foresta. Posti dove chi ama speculare, anche al limite tra il lecito e l'illecito, può agevolmente nascondersi.

    Fulford:

    http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/2012/10/weekly-geopolitical-news-and-analysis20121015-the-oligarchs-of-the-west-keep-churning-their-wheels-but-only-manage-to-get-de.html
    Last week 20,000 bureaucrats, journalists and government officials descended on Tokyo for a WB (World Bankrupt) and IMF (International Masturbation Fund) meeting and accomplished exactly nothing. The meeting was a total waste of time because neither of these two Western controlled institutions are willing to hand over control to the people and countries of the world. As a result, the 180 or so countries that are kept out of the control room naturally refused to hand over any more money to these defunct, unlicensed institutions.

    Although this writer was in Tokyo and even walked within a few hundred yards of the festivities, he did not bother to go because having attended many such meetings over the years, he knew this one was doomed to be a dud. The Chinese made their feelings clear by not sending anybody senior.


    #118112
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    #fisc


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #118113

    Rebel
    Partecipante


    #118114
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [color=#0033ff]Pensione ormai un miraggio. In Usa (e non solo) si lavorerà fino a 80 anni [/color] http://www.wallstreetitalia.com/article/1449469/crisi/pensione-ormai-un-miraggio-in-usa-e-non-solo-si-lavorera-fino-a-80-anni.aspx :legg:
    Questo avverrà finché “una Sana e Santa Rivoluzione” …evoluzione della Legge di Evoluzione… non riporterà tutto ad un'etica sociale … o [color=#00ff00]Co[/color][color=#0033ff]Scienza[/color].


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #118118
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    questa è PESANTE!

    http://www.marketwatch.com/story/major-banks-governmental-officials-and-their-comrade-capitalists-targets-of-spire-law-group-llps-racketeering-and-money-laundering-lawsuit-seeking-return-of-43-trillion-to-the-united-states-treasury-2012-10-25
    NEW YORK, Oct. 25, 2012 /PRNewswire via COMTEX/ — Spire Law Group, LLP's national home owners' lawsuit, pending in the venue where the “Banksters” control their $43 trillion racketeering scheme (New York) – known as the largest money laundering and racketeering lawsuit in United States History and identifying $43 trillion ($43,000,000,000,000.00) of laundered money by the “Banksters” and their U.S. racketeering partners and joint venturers – now pinpoints the identities of the key racketeering partners of the “Banksters” located in the highest offices of government and acting for their own self-interests.

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fwww.marketwatch.com%2Fstory%2Fmajor-banks-governmental-officials-and-their-comrade-capitalists-targets-of-spire-law-group-llps-racketeering-and-money-laundering-lawsuit-seeking-return-of-43-trillion-to-the-united-states-treasury-2012-10-25


    #118119
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #118120
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    https://www.youtube.com/watch?v=P0butvMva-w


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 2,881 a 2,890 (di 3,276 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.