Cuore di cane..e altri cuori.

Home Forum PIANETA TERRA Cuore di cane..e altri cuori.

Questo argomento contiene 67 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da sphinx sphinx 8 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 68 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #91426
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Il bambino delle stelle

    Una tempesta terribile si abbattè sul mare.
    Lame affilate di vento gelido trafiggevano l'acqua e la sollevavano in ondate gigantesche che si abbattevano sulla spiaggia come colpi di maglio, o come vomeri d'acciaio. Aravano il fondo marino scaraventando le piccole bestiole del fondo, i crostacei e i piccoli molluschi, a decine di metri dal bordo del mare.
    Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l'acqua si placò e si ritirò. Ora la spiaggia era una distesa di fango in cui si contorcevano nell'agonia migliaia e migliaia di stelle marine. Erano tante che la spiaggia sembrava colorata di rosa.
    Il fenomeno richiamò molta gente da tutte le parti della costa. Arrivarono anche troupe televisive per filmare lo strano fenomeno. Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo.
    Tra la gente, tenuto per mano dal papà, c'era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. Tutti stavano a guardare e nessuno faceva niente.

    All'improvviso il bambino lasciò la mano del papà, si tolse le scarpe e le calze e corse sulla spiaggia. Si chinò, raccolse con le piccole mani tre piccole stelle del mare e, sempre correndo, le portò nell'acqua. Poi tornò indietro e ripetè l'operazione.
    Dalla balaustra di cemento, un uomo lo chiamò: “Ma che fai ragazzino?”

    “Ributto in mare le stelle marine. Altrimenti muoiono tutte sulla spiaggia” – rispose il bambino senza smettere di correre.
    “Ma ci sono migliaia di stelle marine su questa spiaggia: non puoi certo salvarle tutte. Sono troppe!” – gridò l'uomo. “E questo succede su centinaia di altre spiagge lungo la costa! Non puoi cambiare le cose!”
    Il bambino sorrise, si chinò a raccogliere un'altra stella di mare e gettandola in acqua rispose: “Ho cambiato le cose per questa qui”.

    L'uomo rimase un attimo in silenzio, poi si chinò, si tolse scarpe e calze e scese in spiaggia. Cominciò a raccogliere stelle marine e a buttarle in acqua. Un istante dopo scesero due ragazze ed erano in quattro a buttare stelle marine nell'acqua. Qualche minuto dopo erano in cinquanta, poi cento, duecento, migliaia di persone che buttavano stelle di mare nell'acqua.

    “Per cambiare il mondo basterebbe che qualcuno, anche piccolo, avesse il coraggio di incominciare.”

    🙂 :cor:
    http://www.raccontiepoesie.org


    #91427
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1306315406=sphinx]
    Potremmo inserire qui storie vere o di fantasia,racconti,fiabe,esperienze personali o di cui siamo venuti a conoscenza che aprono il Cuore.
    Cose Preziose..che infondono speranza,empatia,gioia..
    Ne abbiamo tutti bisogno.
    Comincio con una vecchia storia. La storia di un cane la cui fedeltà e l'amore sopravvivono alla morte del suo compagno umano.

    :tesor:

    [youtube=]7tGZuxBZS8A
    [/quote1306315406]
    Che storia meravigliosa :cor:
    Delle volte mi domando perchè noi adoriamo i cani e gatti e altri animali no, semplicemente li mangiamo…. :ummmmm:
    E poi ci disgusta tanto che i cinesi li mangiano…. :ummmmm:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #91428
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1306315897=sphinx]

    La mucca che pianse!

    “Tre operai, subito dopo aver assistito a questa scena, si licenziarono. Dissero che non sarebbero stati mai più in grado di uccidere un animale, perché avrebbero sempre ricordato quella mucca, e come le sue lacrime scorrevano lungo il suo muso dai grandi occhi tristi. ”
    :cor:

    Tratto da: http://groups.yahoo.com/group/Spirituality_GR/message/2886

    [/quote1306315897]
    Lo sapevo che le mucche piangono prima di morire…solo che qui almeno i tre operai hanno cambiato il mestiere, questa si che è una buona notizia. !lol
    Non so se avete mai sentito le grida dei maiali…. -|-
    Non li scorderò mai §(°


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #91429
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    [quote1306326206=farfalla5]

    Delle volte mi domando perchè noi adoriamo i cani e gatti e altri animali no, semplicemente li mangiamo…. :ummmmm:
    E poi ci disgusta tanto che i cinesi li mangiano…. :ummmmm:
    [/quote1306326206]

    Personalmente amo tutti gli animali,infatti non li mangio. Sono miei amici,tutti..e non mangio gli amici .
    Non mi disgusta in modo particolare che i cinesi mangino cani e gatti,non più di quanto mi disgusta che la maggior parte delle persone si nutra delle carcasse di bovini,ovini,uccelli,rettili,pesci e insetti.
    Un giorno queste inutili stragi finiranno..ne sono certa.


    #91430
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1306330751=sphinx]

    [/quote1306330751]
    Sphinx tesoro, non credo, se succede, succederà nella dimensione più alta dove non c'è più l' orrore, paura e odio. Cosa darei per vedere un mondo come è descritto nel film Pianeta Vedere °lov


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #91431
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    [color=#330099][/color][youtube=]tYe56AutTzI

    Si chiamava Baxter ed era “il miglior cane terapeuta al mondo”.

    Anche a 19 anni e muovendosi a stento continuava a regalare amore ovunque andasse.
    Un cane che “portava luce dove c'era oscurità”, a persone anziane, le più vicine al saluto finale… Una creatura “magica” da conoscere.

    a cura di Adriana Silvestro

    :cor: :cor: :cor: :cor:

    “Quando io e mio marito andammo nell'ospizio di San Diego per diventare dei volontari, Baxter ci accompagnò, perchè lui veniva ovunque con noi. Durante quelle lunghe ore, lui riempì le camere del suo magico entusiasmo. E, alla fine, lo staff ci esortò dicendoci: “Dovete far ottenere a Baxter il certificato di cane terapeuta. Lui è magico, e sarebbe un cane perfetto per un ospizio.”

    Questo è il racconto di Melissa Joseph, la mamma umana di Baxter, premiato come “Best Therapy Dog in the World”, che si è spento il 16 ottobre scorso. Aveva 19 anni.

    Perché era “il migliore”? Forse perchè Baxter aveva un potere che i membri dello staff dell'ospizio in cui lui “lavorava” definirono “magico”, fin dal primo momento in cui lo videro.

    “Ciò che riconobbero subito in Baxter era la sua capacità di portare luce dove c'era oscurità, un sorriso su labbra tristi, rispetto su volti riempiti di lacrime e sollievo ai cuori che soffrivano. La sua sola presenza portava gioia in quelle stanze, che erano piene di tragedie e di perdite imminenti.”

    Baxter ha continuato ad offrire la sua allegria, un'incredibile quantità di amore e la sua insostituibile vicinanza alle persone anziane dell'ospizio di San Diego, anche quando lui stesso è diventato un vecchietto….

    …. Anche quando ha incominciato a diventare sempre più lento e sempre più difficile gli era diventato camminare: doveva essere sollevato e disteso sul letto accanto agli anziani: quanta tenerezza e quanta consolazione avranno tramesso i suoi “occhioni di cane” alle persone che si trovavano vicine al termine del loro viaggio. come del resto lui…

    Melissa non ha mai smesso di fargli fare “quattro passi”. Racconta che in alcuni giorni Baxter sembrava proprio dirle che non aveva alcuna voglia di una “passeggiatina”. Ma lei lo portava fuori ugualmente, lo prendeva in braccio, lo riponeva dall'altro lato del marciapedi, gli parlava dolcemente, gli diceva quanto lo amava… Immancabilmente Baxter, ad un certo punto, riusciva ad alzarsi e a camminare, anche per un'ora al giorno.

    “Moments with Baxter” è il libro che Melissa Joseph ha dedicato al suo incredibile cane, nato il 23 marzo 1990 e morto il 16 ottobre 2009. Il libro contiene 36 storie che raccontano e descrivono la relazione speciale, se non unica, che Baxter sapeva instaurare con le persone sofferenti, sole, impaurite…

    Il carattere di Baxter, la sua attività e la sua rara capacità di far sorridere chi di certo non ne aveva più motivo, ci hanno ricordato una considerazione di A. Toussenel su queste magnifiche creature che sono i cani:

    “Dio creò l'uomo, poi vedendolo così debole, creò il cane.”

    La sua gioia di vivere era più forte della paura di morire delle persone a cui andava “a fare visita”” ed era, cosa assai rara, realmente “contagiosa”: lui voleva regalarla a tutti e gli è sempre riuscito

    Così sono i cani….

    NOTA.
    [color=#cc3366]Alcuni credono che i nostri animali, quando muoiono,[/color][color=#ff9900] vadano in un luogo chiamato “Il ponte dell'Arcobaleno”[/color][color=#ffcc00], dove stanno ad aspettarci e dove li ricontreremo…[/color][color=#33cc00] Che sia andato lì, Baxter,[/color][color=#0000ff] o che sia già nella sua prossima esistenza, o che si trovi in altri Paradisi,[/color][color=#9966ff] con altri nomi … siamo certi che ovunque sia andato[/color][color=#6600cc], questo grande cane sarà stato accolto da un grande applauso.

    Ciao, piccolo angelo…[/color]

    20 Ottobre 2009

    http://www.farminachannel.com


    #91432
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    che storie meravigliose


    #91433
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #91435
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    RIMEDIO CONTRO LA PENA

    Una farfalla volava instancabile tra i fiori, quando d'un tratto le arrivo' alle orecchie un pianto sommesso la fece sobbalzare. Che fatto strano, penso’, in un giardino, e impaurita si ruppe le ali andando a urtare contro un giovane limone. “Ah, che sara’ mai di me adesso! ’ Non volero’ piu' e di moriro’ tristezza !”. E mentre si stava lamentando si ricordo’ del pianto appena udito e chiese al vento: “Chi stava piangento prima di me?”. “Io, stelo nudo senza fiore, una folata di vento mi ha reso cieco. E a che serve uno stelo senza fiore?”. La farfalla si trascino’ stancamente fino a lui e gli disse :”Non sei il solo a soffrire; con le mie ali spezzate, non volero’ mai piu’ libera nell'aria”. Lo stelo tacque e sembro’ riflettere, ma il suo silenzio era talmente lungo, che la farfalla quasi si innervosi’. Alla fine parlo’: “Insieme, ci possiamo aiutare. Posati su di me, cosi’ tu porgerai le tue ali al vento ed io avro’ di nuovo un fiore”. La farfalla si illumino’ tutta di un sorriso. I passeri accorsero per aiutarli e unirono per sempre la farfalla al verde stelo. Da allora ci sono farfalle che volano ed altre che, trasformate in fiori, si lasciano cullare sugli steli.

    :cor: :cor:


    #91436
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1306671823=sphinx]

    Si chiamava Baxter ed era “il miglior cane terapeuta al mondo”.

    Anche a 19 anni e muovendosi a stento continuava a regalare amore ovunque andasse.
    Un cane che “portava luce dove c'era oscurità”, a persone anziane, le più vicine al saluto finale… Una creatura “magica” da conoscere.

    [/quote1306671823]
    Sphinx, che commozione…da brivido :cor:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 68 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.