David Wilcock – 2012 Event Horizon: Prophecies and Science of a Golden Age

Home Forum MISTERI David Wilcock – 2012 Event Horizon: Prophecies and Science of a Golden Age

Questo argomento contiene 76 risposte, ha 9 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Kame1 7 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 77 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15651

    Kame1
    Bloccato

    [quote1328528851=Richard]
    Sei libero di approfondire o meno
    Ma il lavoro di Wilcock non e basato su canalizzazioni
    [/quote1328528851]
    Mi riferivo al fatto che lui stesso dice di aver avuto canalizzazioni e questo secondo me non è un buon inizio, però se avrò modo vedrò quello che ha fatto o detto.


    #15652

    Kame1
    Bloccato

    [quote1328528913=prixi]
    [quote1328478178=Kame1]
    Giusto, siamo quelli che siamo e non quello che pensiamo di essere. Almeno questo è un punto fermo.
    Ora il fatto sta che al contempo non è possibile essere in due forme o due modalità differenti o si “sarà” l'una oppure si sentirà ll'altra. Resta indubbio che però in noi coesistano questi due livelli separati da una parte dalle percezioni sensoriali e dall'altra da quello che si definisce a volte spirito o anima o Se Superiore o termini similari.
    [/quote1328478178]
    Coesistono in noi mente e “spirito”.
    La separazione è “voluta” dalla mente che concepisce la spititualità come rivale antagonista … ciò che la mente non può “spiegare”razionalmente, rappresenta una “minaccia” alla sua stabilità …

    [quote1328478178=Kame1]

    Pur tuttavvia mi sembra che la Realtà debba avere una sola faccia e non potrebbe essere multipla come il nostro “penso di essere” sta sperimentando. Altra cosa, ognuno di noi si fa una idea di questa Realtà e se la immagina, altri non credono che possa esistere ma si basano soltanto sui loro sensi. Chi si basa sui soli sensi è fuori gioco e quindi non può partecipare a questa corsa (o no?). Resterebbero in gara cmq dei partecipanti che pur uniti nel credere alle loro doppie nature in effetti ne sono separati nella sostanza.
    [/quote1328478178]
    Non esiste separazione effettiva, siamo ciò che siamo e possediamo, quali esseri spirituali, una mente che và osservata … nell'osservazione dei pensieri, delle azioni, dei desideri, ci si libera dalla predominanza mentale e dalla conseguente distorta percezione di realtà separate.
    [quote1328478178=Kame1]

    La Realtà per esempio non potrebbe essere il Nulla, per quanto io immagino, la Realtà invece dovrebbe essere quell'insieme di valori che anche noi riusciamo a intravvedere pur nel miscuglio della nostra natura, quali il Bello, il Buono e il Vero. La Bellezza, la Bontà e il concetto di Verità dovrebbero far parte della Realtà Suprema. Ora per esempio non tutti sarebbe d'accordo con questa semplice affermazione, oppure si, non saprei ma ci sarebbe sempre qualcuno che mediante la sua natura umana sarebbe portato a vedere nella Realtà tutto l'opposto di quanto credo io.
    [/quote1328478178]
    La Realtà percepita dalla Conoscenza (spirituale) è esente da valori quali il bello, il buono, il vero, poichè è Comprensione del Tutto.
    Ancora una volta è la mente (parte razionale) che concepisce e stabilisce valori, misure e differenze
    La Verità è nell'Uno … indefinibile per la mente … la si può solo Sentire.

    [/quote1328528913]
    Lo spirito non è una minaccia per la mente, ma la mente non potrà mai sondare questo elemento e quindi si dovrà limitare a dare il “SI” ad un processo che avviene nelll'incognito per questa mente.
    La Realtà come ultima scala dei valori non può esser esente o peggio comprendere tutto. C'è una Realtà Indifferenziata, questo è vero ma che non fa parte ancora della Realtà Manifesta. Se tale Realtà fosse indiscriminatamente Vero e Falso secondo me non sarebbe Realtà ma indiscriminata confusione.
    Un esempio materiale, se questa Realtà è l'origine della materia, essa ha impresso nella materia stessa un ordine, quindi al tempo stesso non potrebbe essere (ll'Universo) un disordine. E' chiaro che ci sia una Realtà Indifferenziata a monte della Realtà o cmq separata da essa ma è cosa distinta e non confusa.


    #15654
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1328546667=Kame1]
    [quote1328528851=Richard]
    Sei libero di approfondire o meno
    Ma il lavoro di Wilcock non e basato su canalizzazioni
    [/quote1328528851]
    Mi riferivo al fatto che lui stesso dice di aver avuto canalizzazioni e questo secondo me non è un buon inizio, però se avrò modo vedrò quello che ha fatto o detto.
    [/quote1328546667]
    ok accetto benissimo il tuo parere sulle canalizzazioni
    anche se io non reputo la questione negativa a priori, ma nonostante abbia citato un paio di fonti canalizzate nei suoi libri perchè si interessa di coscienza e parapsicologia, le basi della sua ricerca non sono assolutamente canalizzazioni, lui stesso riconosce che sono rari i casi di canalizzazioni, medianità o come ti pare, ai quali potersi riferire con buona affidabilità
    Però fa notare che poche ma buone fonti hanno fornito dati poi confermati e notevolmente in linea con le più moderne teorie scientifiche
    Wilcock interessandosi di parapsicologia ha studiato anche quanto ha potuto sui sogni e soprattutto i sogni lucidi, annotandoli poi per anni

    Ti faccio però notare che le equazioni modulari di Ramanujan sono alla base della teoria delle stringhe e lui stesso affermò di averle ricevute in sogno
    Idem affermava Tesla, di ricevere istruzioni e nozioni scientifiche in sogno o per visioni
    E sicuramente sono tanti altri i casi


    #15655

    Kame1
    Bloccato

    [quote1328548711=Richard]
    [quote1328546667=Kame1]
    [quote1328528851=Richard]
    Sei libero di approfondire o meno
    Ma il lavoro di Wilcock non e basato su canalizzazioni
    [/quote1328528851]
    Mi riferivo al fatto che lui stesso dice di aver avuto canalizzazioni e questo secondo me non è un buon inizio, però se avrò modo vedrò quello che ha fatto o detto.
    [/quote1328546667]
    ok accetto benissimo il tuo parere sulle canalizzazioni
    anche se io non reputo la questione negativa a priori, ma nonostante abbia citato un paio di fonti canalizzate nei suoi libri perchè si interessa di coscienza e parapsicologia, le basi della sua ricerca non sono assolutamente canalizzazioni, lui stesso riconosce che sono rari i casi di canalizzazioni, medianità o come ti pare, ai quali potersi riferire con buona affidabilità
    Però fa notare che poche ma buone fonti hanno fornito dati poi confermati e notevolmente in linea con le più moderne teorie scientifiche
    Wilcock interessandosi di parapsicologia ha studiato anche quanto ha potuto sui sogni e soprattutto i sogni lucidi, annotandoli poi per anni

    Ti faccio però notare che le equazioni modulari di Ramanujan sono alla base della teoria delle stringhe e lui stesso affermò di averle ricevute in sogno
    Idem affermava Tesla, di ricevere istruzioni e nozioni scientifiche in sogno o per visioni

    E sicuramente sono tanti altri i casi

    [/quote1328548711]

    Questo potrebbe essere interessante, io considero che quanto derivi da sogni lucidi o intuizioni coscienti sia veramente valido, il resto un po meno, non sarebbe da scartare a priori ma molto meglio la visione lucida. Ho problemi con il video, l'ho modificato per riusciere a vederlo ma non so se funziona.


    #15656
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1328550642=Kame1]
    Lo spirito non è una minaccia per la mente, ma la mente non potrà mai sondare questo elemento e quindi si dovrà limitare a dare il “SI” ad un processo che avviene nelll'incognito per questa mente.
    La Realtà come ultima scala dei valori non può esser esente o peggio comprendere tutto. C'è una Realtà Indifferenziata, questo è vero ma che non fa parte ancora della Realtà Manifesta. Se tale Realtà fosse indiscriminatamente Vero e Falso secondo me non sarebbe Realtà ma indiscriminata confusione.
    Un esempio materiale, se questa Realtà è l'origine della materia, essa ha impresso nella materia stessa un ordine, quindi al tempo stesso non potrebbe essere (ll'Universo) un disordine. E' chiaro che ci sia una Realtà Indifferenziata a monte della Realtà o cmq separata da essa ma è cosa distinta e non confusa.

    [/quote1328550642]
    pare sia ormai enunciato anche a livello scientifico che la materia sia generata da un certo tipo di frequanze …
    e ci stà il discorso che possa esserci un ordine (matematico) nella sua organizzazione …
    ma ciò che noi vediamo e percepiamo attraverso il nostro sistema nervoso
    (o se preferisci, sensi)
    è solo un'infinitesima parte di ciò che Esiste …
    Come si può quindi definire Realtà, qualcosa di percepito in modo cosi limitato ?
    Quello che noi chiamiamo reale, materiale, è a mio avviso qualcosa di illusorio, poichè parziale.
    Non di meno, la percezione ha variabili sostanziali dettate dalla soggettività ed anche questo concorre in buona sostanza a limitarne la credibilità …
    Ciò che invece può essere percepito come Realtà nella sua interezza, trascende dalla materia e dalle frequenze “visibili”
    Non stò facendo filosofia spicciola, e neppure misticismo religioso …
    Parafrasando, si può “toccare con mano”, ma è indispensabile, per accedere a questo Sentire, uscire dalla percezione fisica e dalle gabbie mentali.
    … questa nostra disquisizione, dimostra che partiamo da presupposti differenti ..
    e alla fine, più se ne parla e più si cerca di razionalizzare, più ci si allontana dalla possibilità di Conoscere la Verità.


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #15657
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1328552402=Kame1]
    [quote1328548711=Richard]
    [quote1328546667=Kame1]
    [quote1328528851=Richard]
    Sei libero di approfondire o meno
    Ma il lavoro di Wilcock non e basato su canalizzazioni
    [/quote1328528851]
    Mi riferivo al fatto che lui stesso dice di aver avuto canalizzazioni e questo secondo me non è un buon inizio, però se avrò modo vedrò quello che ha fatto o detto.
    [/quote1328546667]
    ok accetto benissimo il tuo parere sulle canalizzazioni
    anche se io non reputo la questione negativa a priori, ma nonostante abbia citato un paio di fonti canalizzate nei suoi libri perchè si interessa di coscienza e parapsicologia, le basi della sua ricerca non sono assolutamente canalizzazioni, lui stesso riconosce che sono rari i casi di canalizzazioni, medianità o come ti pare, ai quali potersi riferire con buona affidabilità
    Però fa notare che poche ma buone fonti hanno fornito dati poi confermati e notevolmente in linea con le più moderne teorie scientifiche
    Wilcock interessandosi di parapsicologia ha studiato anche quanto ha potuto sui sogni e soprattutto i sogni lucidi, annotandoli poi per anni

    Ti faccio però notare che le equazioni modulari di Ramanujan sono alla base della teoria delle stringhe e lui stesso affermò di averle ricevute in sogno
    Idem affermava Tesla, di ricevere istruzioni e nozioni scientifiche in sogno o per visioni

    E sicuramente sono tanti altri i casi

    https://www.youtube.com/watch?v=f2d82c42
    [/quote1328548711]

    Questo potrebbe essere interessante, io considero che quanto derivi da sogni lucidi o intuizioni coscienti sia veramente valido, il resto un po meno, non sarebbe da scartare a priori ma molto meglio la visione lucida. Ho problemi con il video, l'ho modificato per riusciere a vederlo ma non so se funziona.

    [/quote1328552402]
    esatto
    la guida che ha ricevuto come la definisce è derivata dai suoi sogni, indizi che interpretati lo hanno portato in un tempo relativamente breve a mettere assieme una certa mole di dati da molta letteratura e vari autori/scienziati, che poi sia stata una entità “esterna” o il suo Sè Superiore o il suo Intuito o come preferiamo..sta di fatto che il lavoro che ne è nato è molto valido, impegnativo e interessante
    vorrebbe cercare anche di diffonderlo con un film

    http://divinecosmos.com/start-here/convergence-movie/42-about-convergence-the-movie
    The CONVERGENCE trilogy is the result of David Wilcock's work in categorizing, analyzing and distilling over 213 volumes worth of research he uncovered and printed off the Internet between 1999 and 2005, occupying over nine and a half feet of width on his bookshelves.
    ——–

    ——-

    se ti incuriosisce o interessa qui racconta un po il suo percorso


    #15658

    Kame1
    Bloccato

    [quote1328556728=prixi]
    [quote1328550642=Kame1]
    Lo spirito non è una minaccia per la mente, ma la mente non potrà mai sondare questo elemento e quindi si dovrà limitare a dare il “SI” ad un processo che avviene nelll'incognito per questa mente.
    La Realtà come ultima scala dei valori non può esser esente o peggio comprendere tutto. C'è una Realtà Indifferenziata, questo è vero ma che non fa parte ancora della Realtà Manifesta. Se tale Realtà fosse indiscriminatamente Vero e Falso secondo me non sarebbe Realtà ma indiscriminata confusione.
    Un esempio materiale, se questa Realtà è l'origine della materia, essa ha impresso nella materia stessa un ordine, quindi al tempo stesso non potrebbe essere (ll'Universo) un disordine. E' chiaro che ci sia una Realtà Indifferenziata a monte della Realtà o cmq separata da essa ma è cosa distinta e non confusa.

    [/quote1328550642]
    pare sia ormai enunciato anche a livello scientifico che la materia sia generata da un certo tipo di frequanze …
    e ci stà il discorso che possa esserci un ordine (matematico) nella sua organizzazione …
    ma ciò che noi vediamo e percepiamo attraverso il nostro sistema nervoso
    (o se preferisci, sensi)
    è solo un'infinitesima parte di ciò che Esiste …
    Come si può quindi definire Realtà, qualcosa di percepito in modo cosi limitato ?
    Quello che noi chiamiamo reale, materiale, è a mio avviso qualcosa di illusorio, poichè parziale.
    Non di meno, la percezione ha variabili sostanziali dettate dalla soggettività ed anche questo concorre in buona sostanza a limitarne la credibilità …
    Ciò che invece può essere percepito come Realtà nella sua interezza, trascende dalla materia e dalle frequenze “visibili”
    Non stò facendo filosofia spicciola, e neppure misticismo religioso …
    Parafrasando, si può “toccare con mano”, ma è indispensabile, per accedere a questo Sentire, uscire dalla percezione fisica e dalle gabbie mentali.
    … questa nostra disquisizione, dimostra che partiamo da presupposti differenti ..
    e alla fine, più se ne parla e più si cerca di razionalizzare, più ci si allontana dalla possibilità di Conoscere la Verità.

    [/quote1328556728]

    Non a caso ho scritto Realtà con R maiuscola intendendo con questo termine quella Realtà ultlima e non quella dei nostri 5 sensi, altrimenti tutto il discorso che ho fatto non avrebbe avuto un “senso”.
    Ho dato per scontato che quello che intedessi io con Realtà con la R maiuscola venisse in qualche modo percepito, mi sbagliavo :bay:


    #15659
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1328558730=Kame1]
    [quote1328556728=prixi]
    [quote1328550642=Kame1]
    Lo spirito non è una minaccia per la mente, ma la mente non potrà mai sondare questo elemento e quindi si dovrà limitare a dare il “SI” ad un processo che avviene nelll'incognito per questa mente.
    La Realtà come ultima scala dei valori non può esser esente o peggio comprendere tutto. C'è una Realtà Indifferenziata, questo è vero ma che non fa parte ancora della Realtà Manifesta. Se tale Realtà fosse indiscriminatamente Vero e Falso secondo me non sarebbe Realtà ma indiscriminata confusione.
    Un esempio materiale, se questa Realtà è l'origine della materia, essa ha impresso nella materia stessa un ordine, quindi al tempo stesso non potrebbe essere (ll'Universo) un disordine. E' chiaro che ci sia una Realtà Indifferenziata a monte della Realtà o cmq separata da essa ma è cosa distinta e non confusa.

    [/quote1328550642]
    pare sia ormai enunciato anche a livello scientifico che la materia sia generata da un certo tipo di frequanze …
    e ci stà il discorso che possa esserci un ordine (matematico) nella sua organizzazione …
    ma ciò che noi vediamo e percepiamo attraverso il nostro sistema nervoso
    (o se preferisci, sensi)
    è solo un'infinitesima parte di ciò che Esiste …
    Come si può quindi definire Realtà, qualcosa di percepito in modo cosi limitato ?
    Quello che noi chiamiamo reale, materiale, è a mio avviso qualcosa di illusorio, poichè parziale.
    Non di meno, la percezione ha variabili sostanziali dettate dalla soggettività ed anche questo concorre in buona sostanza a limitarne la credibilità …
    Ciò che invece può essere percepito come Realtà nella sua interezza, trascende dalla materia e dalle frequenze “visibili”
    Non stò facendo filosofia spicciola, e neppure misticismo religioso …
    Parafrasando, si può “toccare con mano”, ma è indispensabile, per accedere a questo Sentire, uscire dalla percezione fisica e dalle gabbie mentali.
    … questa nostra disquisizione, dimostra che partiamo da presupposti differenti ..
    e alla fine, più se ne parla e più si cerca di razionalizzare, più ci si allontana dalla possibilità di Conoscere la Verità.

    [/quote1328556728]

    Non a caso ho scritto Realtà con R maiuscola intendendo con questo termine quella Realtà ultlima e non quella dei nostri 5 sensi, altrimenti tutto il discorso che ho fatto non avrebbe avuto un “senso”.
    Ho dato per scontato che quello che intedessi io con Realtà con la R maiuscola venisse in qualche modo percepito, mi sbagliavo :bay:

    [/quote1328558730]
    ho sottolineato la differenza tra realtà e Realtà, proprio perchè nel secondo caso(quello con la R maiuscola) non è possibile razionalizzare per comprenderla …
    perciò discorsi come vero o falso presenza o assenza di tutto, genera automaticamente confusione alla mente, ma ciò non significa che E' confusione …
    si stà solo utilizzando uno “strumento” inadeguato :hihi:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #15660

    Kame1
    Bloccato

    Richard,
    il primo video l'ho visto e non è che quello che dice sia sbagliato ma per il mio punto di vista o meglio secondo quello che sono riuscito a capire, dovremmo basarci soltanto sui nostri sensi. Non per escludere tutto il resto ma perché ricercando spasmodicamente il diverso si finisce per cadere in errore. Noi già abbiamo dentro noi stessi la possibilità di sperimentare “stati diversi” del nostro essere, essi sono connaturali a noi stessi da quel punto di vista ma quando cerchiamo di voler trasmettere a livello della coscienza questo nostro vissuto naturale ci inganniamo. Secondo me c'è qualcosa o qualcuno che si traspone tra il nostro se reale (r minuscola) fatto di quotidianità e il nostro se Reale (R maiuscola) fatto di Immensità. I due livelli non credo siano interconnessi (non a livello cosciente) ma c'è l'illusione in noi che attraverso una o più pratiche il tutto possa venire “a galla”. E' proprio qui che secondo me subentra l'inganno, questo è fatto di una linea di demarcazione molto sottile e alla fine non si capisce più cosa sia veramente quella parte di noi Immensa. Se essa sia quella nostra propria oppure un riflesso di qualcuno o qualcosa in grado di intercettare questo livello. Se fosse qualcosa di connaturale alla nostra natura dovremmo tutti nascere con questi “poteri” e ritenerli una regola e non una eccezione che conferma la regola. Se siamo fatti a “compartimenti” ci sarà pure un motivo.


    #15661

    Kame1
    Bloccato

    Sto anche vedendo i video di Wilchok ma ho l'impressione che lui stia parlando di sogni cercati e non semplicemente avuti. E qui la differenza pur se minima non è da poco. E' un conto che io mi metta a dormire senza alcun proposito e è altro conto che vada a cercare di fare certi sogni, insomma che ci parta già predisposto. Lui ha avuto sin da bambino esperienze fuori dal corpo e capisco che la prima volta non è stata voluta ma poi c'è stata una ricerca in quella direzione. Questo mi da da pensare. Non sto arrivando ad alcuna conclusione dato che i video sono più di uno ma già le premesse non mi suonano giuste. Credo che parli anche dell'entità RA di cui tempo fa lessi tutti i capitoli, anche li siamo nel campo di possessioni psichiche come tu le hai definite, ora non so come si ponga Wilchok nei suoi confronti….


Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 77 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.