Fa che il tuo cibo sia la medicina…

Home Forum SALUTE Fa che il tuo cibo sia la medicina…

Questo argomento contiene 313 risposte, ha 24 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 231 a 240 (di 314 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57751

    Anonimo

    http://www.disinformazione.it/guarita_fibromialgia_mcs.htm

    Come sono guarita dalla fibromialgia e MCS (Sindrome della Sensibilità Chimica Multipla)
    Testimonianza di Gabriella Fasone

    La mia storia, per non dire il mio incubo, è iniziato circa 5 anni fa, quando mi fu fatta una estrazione di una amalgama dentaria contenente mercurio e altri metalli pesanti.
    L’incauto e ignorante dentista, senza alcuna protezione per lui e per me, durante la rimozione scorretta, maldestramente, mi fece ingoiare un frammento di amalgama.
    Da quel giorno iniziai a manifestare i sintomi classici dell'intossicazione acuta da mercurio.
    Per oltre un mese e mezzo sono stata costretta a letto, avvitandomi su me stessa per i forti dolori in zona toracica antero-posteriore, quasi non riuscivo a respirare, pensando addirittura che fosse arrivata la mia ora…

    All'epoca non avevo alcuna consapevolezza della reale pericolosità del mercurio, e in particolare di quello contenuto nelle otturazioni dentarie. Il mercurio è uno dei metalli pesanti più pericolosi per la salute umana.
    Dopo essere stata rivoltata come un calzino da più di un medico, aver effettuato ben 3 risonanze magnetiche che non evidenziavano nulla di anormale, da una serie di radiografie finalmente qualcuno cominciò a “notare” delle protrusioni vertebrali, e dopo essere stata sottoposta a tutta la terapia farmacologica di rito per combattere il forte dolore e l'infiammazione, cominciai a soffrire della cosiddetta fibromialgia e stanchezza cronica.

    Ormai da molto tempo soffrivo di svariate intolleranze alimentari che in quell'occasione però divennero ancora più gravi, in special modo alla frutta e a tutti i prodotti contenenti nichel e grassi vegetali idrogenati.
    La mia alimentazione fino a quel periodo della mia vita era come quella di molte persone, e cioè basata sulle proteine animali: prosciutti e formaggi, niente frutta e naturalmente pochissima verdura cruda.
    Ho dovuto toccare il fondo per redimermi e comprendere che così non potevo andare avanti: piangevo ogni giorno e non nego che speravo anche di morire.

    Un giorno grazie ad un test sulle intolleranze alimentari, compresi che il mio organismo era in totale repulsione per qualsiasi sostanza chimica e sintetica.
    Decisi quindi di mettere in pratica gli apprezzabili consigli della dottoressa omeopata che mi seguiva all'epoca, e cominciai ad avere dei netti miglioramenti, con perdita di peso consistente e riduzione anche dei forti spasmi muscolari in tutto il corpo, tipici della fibromialgia.
    Timidamente cominciai a mangiare frutta biologica e verdura.

    Ma il grande cambiamento è avvenuto un giorno, quando il destino mi fece incontrare lo straordinario libro: “La Medicina naturale alla portata di tutti”, del grande Manuel Lezaeta Acharan.
    Seguendo i consigli dell’igienista cileno, cominciai a praticare ogni giorno le frizioni (spugnature della pelle con acqua fredda) e il lavaggio del sangue tramite saune.
    Da anni soffrivo di una dermatite eczematosa a volte lieve a volte più virulenta, ma dal momento in cui cominciai a disintossicarmi, la dermatite si trasformò in una piaga purulenta enorme, fino a coprire tutto il dorso della mano destra. A quel punto avrei dovuto ricorrere a farmaci molto forti e con pesanti effetti collaterali, a detta della dermatologa. La stessa, non sapeva come diagnosticarla e quindi non sapeva neppure come curarla. In un primo momento ipotizzò si trattasse di lesmaniosi, poi una biopsia sciolse ogni dubbio: psoriasi pustolosa grave.

    A quel punto, dopo aver provato con un farmaco corticosteroide molto forte, che ebbe come grave effetto collaterale la comparsa di dermatite suppurativa su altre parti del corpo, decisi di chiudere con il trattamento farmacologico convenzionale e impegnandomi più a fondo con il naturoigienismo della scuola di Luigi Costacurta, così acquistai il libro “La nuova dietetica” e iniziai un semidigiuno a base di mele e succo di limoni, per tre giorni.
    La piaga nella mano continuava a spurgare un forte quantitativo di tossine e mi guardai bene dal reprimere quel naturale processo di eliminazione, correttamente definito anche nel libro, come “crisi curativa”, “crisi di guarigione” che il corpo e la sapienza perfetta della Natura stava mettendo in atto.

    Miracolosamente per i medici, ma non per me che ormai avevo capito come funziona il processo di disintossicazione naturale, dopo alcune settimane di coerente naturoigienismo, la psoriasi ebbe una risoluzione del 100%. Sparita completamente.
    Ma non è tutto: insonnia, depressione, cefalea, fibromialgia e stanchezza esagerata, spasmi esofagei dovuti agli effetti collaterali del cortisone per il trattamento del forte dolore in seguito alla rimozione dell'amalgama dentale, stitichezza cronica, colite, ecc… sono, ancora oggi a distanza di 5 anni, un vago ricordo.
    L'ultimo regalo che mi è rimasto è qualche disagio legato alla MCS (Sensibilità Chimica Multipla). Mi nutro esclusivamente di cibo biologico, non uso profumi, detersivi o altre sostanze chimiche.

    Quest'ultima patologia, che sta crescendo nella nostra società intossicata e inquinata a ritmi esponenziali, porta la persona che ne è affetta a non tollerare la “civiltà moderna”, perché tutto diventa veleno e fonte di dolore: smog, elettrosmog, conservanti, coloranti e additivi chimici, prodotti OGM….
    Tutto quanto.

    Molte persone sono costrette a vivere in case totalmente decontaminate e lontanissime dai “centri” abitati, alcuni addirittura vivono in seminterrati coibentati. Si è costretti a nutrirsi solo di cibo biologico se non si vuole incorrere in una crisi allergica grave, e soprattutto si deve, nella maggioranza dei casi, indossare una maschera antigas specifica per muoversi in mezzo alla gente che fuma, che usa profumi, deodoranti o shampoo e detersivi molto aggressivi e fortemente “chimici”. Non ne parliamo degli inquinanti emessi dalle auto.

    Insomma chi è affetto da MCS deve, per motivi di sopravvivenza, allontanarsi dalla “civiltà”.
    Ormai da mesi non indosso più la maschera antigas, e cioè da quando ho dato un giro di vite effettuando una visita iridologica con uno dei migliori discepoli diretti di Luigi Costacurta, il quale ha evidenziato la debolezza di alcuni miei organi emuntori e mi ha sottoposta ad una terapia mirata con rimedi a base di erbe, cataplasmi di fango ecc… ma soprattutto non abbassando mai la guardia, con una costante osservazione dell'equilibrio termico ed energetico e con una alimentazione impeccabile ma mai noiosa o restrittiva.

    Dopo il dimagrimento eccessivo iniziale ho ripreso il mio peso forma e ho visto trasformare la mia persona da un rottame ad una persona rinvigorita ed entusiasta della vita. In seguito a questa mia esperienza ho deciso di condividere con altri questo percorso affinchè possa essere di incoraggiamento a chi vive situazioni analoghe.
    Il messaggio che voglio lanciare è questo: possiamo occuparci di noi stessi, non abbiamo bisogno di demandare ad altri la gestione della nostra salute. Il benessere fisico nonchè psichico è un diritto di tutti e si deve poter esercitare liberamente. Le malattie causate da abuso di farmaci sono peggiori dei mali che si vogliono curare. Un maggior rispetto per la propria persona include esprimere coscientemente il desiderio di osservare alcune regole basilari: magiare sano e non artefatto, coltivare buoni pensieri e rispettare l'ambiente e il pianeta in cui si vive.

    Gabriella Fasone


    #57752
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1370600332=Pier72Mars]
    http://www.disinformazione.it/guarita_fibromialgia_mcs.htm

    Come sono guarita dalla fibromialgia e MCS (Sindrome della Sensibilità Chimica Multipla)
    Testimonianza di Gabriella Fasone

    [/quote1370600332]
    Che casino abbiamo combinato 🙁 siamo costretti a scappare da noi stessi.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57753
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1370600634=maraxma]
    In questo periodo sto facendo la “[u]TERAPIA DELL'ARGILLA VERDE VENTILATA[/u]” , che sembrerebbe avere un valido effetto anche sull'espulsione di metalli pesanti… :ok!:

    http://www.greenme.it/spazi-verdi/naturomania/538-depurarsi-con-largilla-ventilata

    Già dai tempi antichi l’argilla era utilizzata come portentoso rimedio: si applicavano localmente impacchi per risolvere situazioni di acne, dermatiti, scottature ma anche problemi articolari, ossei e muscolari come distorsioni, contusioni, fratture e dolori reumatici. Le vere e più profonde potenzialità dell’argilla sono però quelle che si evidenziano nel caso si scelga di farne un[u] uso interno[/u]. [color=#ff0000]L'argilla è infatti ricca di oligoelementi e minerali come silice, ferro, calcio, magnesio e potassio, ha quindi un forte potere rimineralizzante oltre che antisettico, assorbente, battericida e cicatrizzante. Contribuisce inoltre a de-acidificare il corpo dato il suo ph leggermente alcalino.
    [/color]

    [/quote1370600634]
    Interessante, da provare. Aspettiamo Mara le tue conclusioni… :legg:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57754

    Anonimo

    [quote1370604341=farfalla5]
    [quote1370600332=Pier72Mars]
    http://www.disinformazione.it/guarita_fibromialgia_mcs.htm

    Come sono guarita dalla fibromialgia e MCS (Sindrome della Sensibilità Chimica Multipla)
    Testimonianza di Gabriella Fasone

    [/quote1370600332]
    Che casino abbiamo combinato 🙁 siamo costretti a scappare da noi stessi.
    [/quote1370604341]

    stiamo creando le condizioni per non poter tornare + indietro.


    #57755

    Anonimo

    http://www.tuttogreen.it/le-piante-della-salute-la-centella/

    Le piante della salute: la centella

    riginaria delle zone paludose dell’India e del Madagascar ma coltivata in tutti i paesi dai climi tropicali e subtropicali, la centella asiatica è una pianta erbacea perenne dal gambo strisciante le cui foglie sono di colore verde-grigio, con fiori violacei di piccole dimensioni. Il suo nome scientifico è Hydrocotyle asiatica e fa parte della famiglia delle Apiaceae.

    La storia. Da sempre la centella è conosciuta come ‘erba della tigre’ poiché gli animali selvatici usano rotolarsi tra sul suo fogliame per lenire ferite ed escoriazioni. Il suo nome deriverebbe dal termine latino ‘centellinare’ per via della caratteristica della pianta di ‘bere’ piccoli sorsi di acqua prelevate dalla paludi in cui si moltiplica. Anche la medicina cinese e ayurvedica la osannano per le sue proprietà cicatrizzanti, tanto da essere impiegata anche nella cura di piaghe, lebbra, tubercolosi, artrite ed emorroidi.

    e proprietà. Della centella si utilizzano essenzialmente le foglie, ricche di oli essenziali, flavonoidi, fitosteroli, ma soprattutto saponine e acidi triterpenici, principi attivi molto efficaci nella cura della cellulite. Essi, infatti, agiscono nell’organismo come potenti vaso-protettori che migliorano l’elasticità delle pareti delle vene favorendo la circolazione periferica. Per le sue spiccate proprietà flebotoniche, dunque, la centella è indicata per prevenire e curare varici, insufficienza venosa, ma anche per contrastare crampi e pesantezza alle gambe.

    Queste stesse sostanze sono in grado di stimolare nel derma la produzione di collagene esaltando le proprietà eudermiche e riepitelizzanti della pianta: ecco perchè è molto facile ritrovare i suoi estratti in creme antirughe, anticellulite, preparazioni erboristiche varie e prodotti di bellezza rassodanti. Infine, la centella è utilizzata come cicatrizzante naturale in caso di ustioni, lesioni, psoriasi e dermatosi.

    La ricetta. La centella si assume sottoforma di tintura madre, capsule o infuso. La sua assunzione è sconsigliata durante l’esposizione al sole poiché agisce da fotosensibilizzante. Un ottimo rimedio per contrastare la cellulite, oltre alle varie creme presenti in commercio, è assumere un infuso di centella ogni giorno, lontano dai pasti, preparato con 1 cucchiaio raso di foglie di centella lasciate in infusione in 1 tazza d’acqua bollente per almeno 10 minuti.


    #57756
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [size=20][color=#ff0000]Tanti buoni motivi per consumare l’origano[/color]

    La pianta dell’origano è considerata ricca di proprietà terapeutiche, utilizzata anche come olio essenziale per migliorare diversi problemi come [color=#ff0000]tosse, emicrania, disturbi digestivi e dolori reumatici[/color]. I suoi principi attivi sono i fenoli timolo e carvacrolo, oltre a grassi, proteine, sali minerali, vitamine (tiamina) e carboidrati. È ricca inoltre di ferro,calcio, magnesio e vitamina C.

    L’origano ha proprietà medicinali indiscutibili, contenute nelle sommità fiorite, che i fitoterapisti usano in quanto svolgono un’azione efficace e stimolante sul sistema nervoso; inoltre, ha [color=#ff0000]proprietà antidolorifiche[/color]. Si può guarire rapidamente un [color=#ff0000]torcicollo[/color] riscaldando dei fiori appena colti, oppure facendo infusi per curare la [color=#ff0000]tosse, le emicranie di origine nervosa, i disturbi dello stomaco, la depressione e il mal d’auto.[/color] In particolare i principi attivi dell’origano responsabili delle loro innumerevoli virtù sono i fenoli: uno è il timolo che è un [color=#ff0000]antisettico, antispasmodico e funghicida[/color], molto usato contro i [color=#ff0000]problemi respiratori[/color] e in grado di prevenire il deterioramento dei tessuti, l’altro è il carvacloro, potente antisettico, usato per conservare il cibo, proteggere [color=#ff0000]contro vari tipi di batteri[/color] e molto utilizzato in profumeria.

    La pianta ha inoltre delle [color=#ff0000]proprietà che aiutano la digestione, attenuano i dolori intestinali ed il meteorismo[/color] e sono un ottimo calmante per la tosse con [color=#ff0000]proprietà espettoranti[/color].

    Ecco adesso [u]alcuni modi per utilizzarlo[/u]:

    le inalazioni in acqua bollente liberano il naso, sparso sul cibo aiuta nella cattiva digestione, bevuto come infuso è ottimo nei trattamenti per la cellulite, inoltre mescolato al vino stimola le funzioni digestive, aiuta contro il mal di testa, i dolori intestinali e nei casi di raffreddore, e per finire i gargarismi agevolano il miglioramento nei casi di infiammazione della gola.

    Vorrei ricordare che l’olio [u]non è indicato per le persone allergiche all’origano, al timo, al basilico e alla menta[/u], perché la famiglia delle piante è la stessa e potrebbe dare effetti collaterali come sfoghi o vomito.

    L’olio essenziale è adoperato in aromaterapia, ma è irritante sulla cute e sulle mucose e va usato soltanto su prescrizione medica. Un infuso di quest’erba aggiunto all’acqua del bagno ha potere rilassante, mentre usato per lavare i capelli li rinforza.

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=283810385002017&set=a.283554035027652.57214.122966567753067&type=1&theater


    #57757
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Grazie cara, quest'anno l'ho piantato in giardino 🙂


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #57758
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [color=#66cc00][size=20]Frutta e verdura ancora 'vive' sui banchi del mercato[/color]

    Frutta e verdura che compriamo al mercato sono ancora vive anche quando si trovano sui banchi del mercato o nelle nostre case. Vale a dire che continuano a rispondere alla luce, all'umidità e agli stimoli ambientali come quando erano sulla pianta.

    Realizzata da un gruppo di ricerca dell'Università Rice, in Texas, e pubblicata sulla rivista Current Biology, la scoperta impone un ripensamento sulle procedure finora adottate per immagazzinare ortaggi e frutta, in modo da ottenerne il massimo valore nutritivo.
    A differenza degli animali le piante sono costituite da molte parti distinte, una sorta di 'moduli' come sono foglie, frutti e radici, che possono continuare ad aver un metabolismo e sopravvivere in maniera indipendente almeno per un certo tempo.

    Lo studio realizzato dai ricercatori statunitensi dimostra come frutta e verdure continuino a percepire la luce e, di conseguenza, i loro orologi biologici continuano a 'ticchettare'. Quindi anche dopo la raccolta, le cellule di queste parti delle piante rimangono attive e vive, quindi capaci di modificare i livelli di sostanze chimiche al loro interno in base al momento della giornata, della quantità di luce o della temperatura.

    La scoperta dell'esistenza di queste variazioni potrebbe suggerire gli orari migliori per cibarsi di specifici frutti, adeguandoci ai loro ritmi interni in modo da sfruttarne al massimo il potere nutritivo e la riserva di vitamine. Allo stesso tempo la scoperta potrebbe suggerire miglioramenti per una conservazione ottimale durante le fasi di trasporto ed esposizione delle merci.

    http://notizie.tiscali.it/articoli/scienza/13/06/verdura-frutta-viva-123.html


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #57759

    pancia37
    Partecipante

    Procedimenti per i fruttariani e chiarimento sulla frutta che sembra acida ma in realtà non lo e : http://www.veggiechannel.com/IT/3/5d7027fd-c563-472c-a45c-677d29025c97/Frutta_acida_e_PH.aspx


    #57760
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [color=#ff0000][size=20]ANGURIA : il frutto dell'estate
    [/color]

    Tonda..ovale..voluminosa..l’ ANGURIA è sicuramente il frutto estivo per eccellenza.

    – ricca di acqua (94%)
    – sali minerali (sodio, potassio, ferro, fosforo, calcio)
    – vitamine (del gruppo B)

    e il [color=#ff0000]LICOPENE[/color] sostanza antiossidante che regala al frutto questo rosso fuoco.

    Tanti buoni motivi per mangiare l’ ANGURIA?

    Utile per:
    [color=#ff0000] Contrastare stanchezza e spossatezza[/color]
    [color=#ff0000]Dietetica per il basso aporto calorico[/color]
    [color=#ff0000] Saziante ma non ingrassante[/color]
    [color=#ff0000]Favorisce l’abbronzatura[/color]
    [color=#ff0000]Depurativa[/color]
    [color=#ff0000]Disintossicante[/color]
    [color=#ff0000]Drenante[/color]
    [color=#ff0000]Anticellulite[/color]
    [color=#ff0000]Antitumorale[/color]

    Più di così !!!

    http://www.dietistacremona.it/2013/07/16/anguria-il-frutto-dell-estate/


Stai vedendo 10 articoli - dal 231 a 240 (di 314 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.