Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Home Forum SALUTE Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Questo argomento contiene 393 risposte, ha 16 partecipanti, ed è stato aggiornato da Genio Genio 7 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 394 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60788
    Genio
    Genio
    Partecipante

    viandante, consentimi una precisazione che risponde alla domanda che ti poni riguardo al perchè la magnetoterapia è efficace.
    Come ho scritto sopra, il magnete attrae l'Ossigeno paramagnetico nelle aree cellulari infiammate o altre patologie, la maggiore concentrazione dell'O2 paramagnetico in queste aree cellulari, genera un'aumento dell'attività bioelettrica in quelle cellule infiammate, ed è proprio il meccanismo di azione terapeutica prodotto dall'aumento dell'attività bioelettrica cellulare che toglie l'infiammazione.
    Può risultare anche a te viandante, questo meccanismo di azione terapeutica?


    #60782
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Ciao viandante benvenuto sono contento per il tuo intervento
    Facevo delle ricerche e vi segnalo http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22469841/?i=41&from=ascorbic%20acid%20cancer


    #60789
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Questo ragazzino disse in tv che puntava ai canali ionici per una terapia sul cancro che studiava https://www.altrogiornale.org/news.php?item.3805.7

    http://www.prevenzionetumori.it/archivio/archivio_text.php?cat_id=441&pos=70
    Professor MacKinnon, perché sono importanti i canali ionici? Tutti gli organismi viventi sono costituiti dacellule circondate da membrane in cui i canali ionici fungono da cancelli tra spazio intra ed extracellulare. Si aprono e chiudono, lasciando passare molecole di varie dimensioni cariche positivamente (i cationi, come il potassio), o negativamente (gli anioni, come il cloro), allo scopo di mantenere la cellulain equilibrio con l’ambiente circostante. Questi canali appartengono a un’ampia famiglia di proteine di membrana che sottendono al trasporto ionico, che è alla base dell’attività cellulare. Senza i canali, i neuroni non potrebbero generare i segnali elettrici che danno vita ai nostri pensieri, farci sollevare una penna mandandoil giusto impulso ai muscoli, e far battere ritmicamente il nostro cuore.

    These findings will lead to a better understanding of how ion channel disorders contribute to cancer development. Ion channels may represent new targets for cancer therapy
    http://www.damonrunyon.org/current_projects/more/daniel_schmidt_phd


    #60790
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1351808426=Richard]
    Ciao viandante benvenuto sono contento per il tuo intervento
    Facevo delle ricerche e vi segnalo http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22469841/?i=41&from=ascorbic%20acid%20cancer
    [/quote1351808426]
    Infatti quel professore russo che curava gli astronauti e ora ha scritto il libro sulla terapia con l'acqua ossigenata consiglia assolutamente prima di cominciare la terapia preventiva o curativa di fare la pulizia di intestino e l' assunzione massiccia di vitC insieme alle gocce di quest'acqua.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #60792
    Genio
    Genio
    Partecipante

    Eccellente Richard, le ricerche che hai pubblicato indicano il meccanismo di azione terapeutica dell'ACIDO ASCORBICO e del PEROSSIDO DI IDROGENO (H2O2), i quali assunti insieme sono in grado di eliminare le cellule tumorali del neuroblastoma, (tumore al cervello) e altri tumori.
    Infatti, l'Acido Ascorbico è un VASODILATATORE, il Perossido di Idrogeno è un INTEGRATORE DI OSSIGENO, quindi, l'azione vasodilatatoria dell'Acido Ascorbico, più l'aumento di Ossigeno Disciolto nel sangue dovuto al Perossido di Idrogeno, producono quella maggiore quantità di Ossigeno Disciolto Paramagnetico AUMENTANDO L'ATTIVITA' BIOELETTRICA nell'area dove persistono le cellule tumorali, eliminandole, e sostituendole con nuove cellule, grazie all'effetto RIGENERATIVO (crescita di nuove cellule) che si ottiene con l'aumento dell'Attività Bioelettrica Cellulare.


    #60793
    Genio
    Genio
    Partecipante

    Un'altra importante descrizione giornalistica che hai riportato Richard, sono le scoperte scientifiche premiate dal Nobel, la più importante delle quali penso sia quella dello Scienziato Roderick MacKinnon, il quale ha scoperto la funzionalità dei CANALI IONICI DELLE MEMBRANE CELLULARI.
    Lo Scienziato MacKinnon e tutta la Comunità Scientifica hanno pensato che questa funzionalità dei Canali Ionici GENERA I SEGNALI ELETTRICI i quali determinano tutte le attività del Cervello e del Corpo.
    Lo Scienziato MacKinnon però, non ha capito che i Canali Ionici delle Membrane Cellulari non sono sufficienti per GENERARE L'ATTIVITA' BIOELETTRICA DI TUTTE LE CELLULE, ma bensì, il Professor MacKinnon ha scoperto la funzionalità dell'INNESCO ELETTROMAGNETICO prodotto dalle membrane cellulari.
    Questo INNESCO ELETTROMAGNETICO determina la forza che interagisce con la forza PARAMAGNETICA dell'Ossigeno Disciolto, producendo in questo modo la REAZIONE E QUINDI L'ENERGIA ELETTROCHIMICA CHE SI IRRADIA NELLE CELLULE DEL CERVELLO E DEL CORPO determinando tutte le Attività Cerebrali-Organiche.
    Noi Richard dobbiamo assolutamente far capire questa realtà ai Ricercatori di Medicina, non è difficile, è solo necessario capiscano che ESISTE la funzionalità della forza PARAMAGNETICA dell'Ossigeno Disciolto nel sangue, O2 paramagnetico, il resto sarà più semplice da capire.


    #60794

    viandante
    Partecipante

    Per fare un po' di chiarezza è bene sottolineare alcuni punti.
    L'ossigeno viene trasportato nel sangue attraverso due meccanismi distinti: la sua dissoluzione nel plasma ed il suo legame all'emoglobina contenuta nei globuli rossi od eritrociti. Dal momento che l'ossigeno è scarsamente solubile in soluzioni acquose, la sopravvivenza dell'organismo umano è subordinata alla presenza di quantitativi adeguati di emoglobina. Infatti, in un individuo sano più del 98% dell'ossigeno presente in un dato volume di sangue è legato all'emoglobina e trasporato dagli eritrociti.

    Il legame dell'ossigeno all'emoglobina è reversibile e dipendendente dalla pressione parziale di questo gas (PO2): nei capillari polmonari, dove la PO2 plasmatica aumenta per via della diffusione di ossigeno dagli alveoli, l'emoglobina si lega all'ossigeno; in periferia, dove l'ossigeno è impiegato nel metabolismo cellulare e la PO2 plasmatica scende, l'emoglobina cede l'ossigeno ai tessuti
    Quando parliamo di ossigeno paramagnetico ci riferiamo all'ossigeno non legato all'emoglobina.
    Questo per diffusione entra nelle cellule per entrare a far parte di una serie di reazioni(ciclo di Krebs) che portano alla formazione di molecole di ATP,che sono la nostra riserva energetica.
    Altra cosa è parlare del potenziale di membrana che è alla base dell'elettromagnetismo cellulare,generato da differenze di potenziale intra ed extracellulare. Questa differenza di potenziale è possibile grazie alle diverse concetrazione di ioni presenti in ambiente intra ed extra cellulare, determinate dall'azione della pompa sodio/potassio che si svolge attraverso i canali ionici.
    Cio' detto, aumentare la concetrazione di ossigeno paramagnetico a livello extra cellulare potrebbe avere la doppia funzione di permettere un maggiore apporto di ossigeno all'interno della cellula,e quindi maggiore energia, sia quella di aumentare la differenza di potenziale della membrana,aumentandone l'attività bioelettrica.
    Ecco,direi quindi che un maggiore apporto di ossigeno paramagnetico non determina l'attivtà bioelettrica, ma puo' sicuramente migliorarla.
    Sul come è un altro capitolo.


    #60795
    Genio
    Genio
    Partecipante

    Ciao Viandante grazie a te stiamo facendo passi avanti, il tuo discorso in termini Medici è perfetto, però, scusa se insisto, non consideri la forza paramagnetica dell'Ossigeno Disciolto nel sangue, la forza paramagnetica dell'O2 Disciolto, e la forza altrettanto paramagnetica dell'Ossigeno gassoso nell'aria NON SONO ANCORA STATE STUDIATE, ne dai Fisici, ne dai Biologi Cellulari, o Biochimici, e neanche dai Ricercatori di Medicina.
    Queste forze PARAMAGNETICHE delle due forme di Ossigeno, possono SVILUPPARE ENERGIA, è solo necessario un'INNESCO ELETTROMAGNETICO, il quale, nel sangue, tramite le membrane cellulari elettromagnetiche sviluppa E IRRADIA energia elettrochimica che genera tutta l'attività bioelettrica cellulare, e nell'aria un'INNESCO ALTRETTANTO ELETTROMAGNETICO, il quale sviluppa Energia Elettromagnetica che potrà essere utilizzata, con opportuni impianti elettromagnetici, per gli autoveicoli, per le aziende, e per altri usi, compresa l'energia che occorre per le nostre case.
    Dobbiamo solo far capire alle Persone di competenza, che le due forme di Ossigeno Paramagnetiche sono FORZE CHE POSSONO SVILUPPARE ENERGIA.
    Possiamo così capire che, come ho già scritto, l'eventuale carenza TRANSITORIA O CONTINUA di Ossigeno Disciolto nel sangue, controllabile anche semplicemente verificando la Saturimetria, o meglio ancora verificando tramite l'Emogasanalisi la pO2 Arteriosa, questa carenza causa la riduzione dell'attività bioelettrica NEURALE-CELLULARE, provocando l'invecchiamento cellulare precoce, le malattie neurodegenerative, oncologiche, e altre malattie.
    Viandante, è molto apprezzato un tuo Giudizio di Medico, può risultare anche te il mio ragionamento?
    A risentirci


    #60796

    viandante
    Partecipante

    Caro Genio,come ho già detto l'attività bioelettrica cellulare e determinata dal potenziale di membrana,che in una cellula sana si aggira tra i -60 e i -90 mV,ed è determinato dalla differenza di gradiente elettrico che esista tra ambiente extra e intra cellare. Riuscire a far arrivare piu' ossigeno all'interno della cellula equivale ad aumentare il gradiante e quindi la vitalità. Considera che in una cellula tumorale il gradiente arriva anche a -10 mV.
    Quindi per quanto ne so ,l'ossigeno non determina l'attività bioelettrica ,ma potrebbe aumentarla.
    Ti seguo meno quando parli di innesco,ma potrebbe essere un mio limite,quindi ti chiedo di chiarire meglio il concetto.
    p.s.per quel che ne so nelle università di medicina non si studia il ruolo del ossigeno paramegnetico per come noi lo intendiamo.


    #60798
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Benvenuto Viandante :bay:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 101 a 110 (di 394 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.