Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Home Forum SALUTE Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Questo argomento contiene 393 risposte, ha 16 partecipanti, ed è stato aggiornato da Genio Genio 7 anni fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 391 a 394 (di 394 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61077
    Genio
    Genio
    Partecipante

    http://www.tauleto.it/consigli/159-polifenoli-uva.html

    In questo articolo possiamo leggere che i Polifenoli sono Vasodilatatori, nello studio precedente abbiamo visto che i Polifenoli fanno prevenzione e curano il cancro, questa è una chiara dimostrazione che, se i Polifenoli Vasodilatatori prevengono e curano il cancro, vuol dire che la causa del cancro è la VASOCOSTRIZIONE ARTERIOSA, cioè, la restrizione soprattutto delle arterie a causa della quale si RIDUCE l'apporto del solito Ossigeno Disciolto Paramagnetico, causando quella RIDUZIONE di Energia Elettrochimica la quale causa il deterioramento cellulare provocando conseguentemente le cellule cancerose.
    La Vasocostrizione Arteriosa si verifica quando un Organo del Corpo subisce un danno, il quale può essere l'accumulo di sostanze tossiche del tabacco, oppure la disidratazione organica, o altri danni organici, ma soprattutto il cancro può insorgere a causa dell'insufficiente Attività Fisica Aerobica, a causa della quale diminuisce la pO2 arteriosa che indica i livelli del preziosissimo Ossigeno Disciolto Paramagnetico e quindi ELETTRIFICATORE del sangue.
    Finchè i ricercatori di medicina non capiranno questa realtà le cause del cancro e altre gravi malattie degenerative rimarranno un mistero.

    Diamoci da fare Richard e a chi interessa, possiamo essere decisivi per indicare come si fa per avere la Salute.


    #61078
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fwww.neuroquantology.com%2Findex.php%2Fjournal%2Fuser%2FviewPublicProfile%2F1060

    Anche se la biochimica prende in considerazione la presenza di elettroni, si ignora ancora il ruolo di fotoni, fononi, solitoni, spin, campi elettromagnetici, e bioplasma nei processi vitali dell'organismo. ..


    #61079
    Genio
    Genio
    Partecipante

    Richard, pur osservando il tuo impegno nella collaborazione della ricerca, e ti ringrazio, osservo però che non riusciamo a capirci, è come se parlassimo due lingue differenti.

    Ma c'è una prova che può essere decisiva per capirci bene.

    La mia pO2 arteriosa attuale riscontrata con l'Emogasanalisi è 86,1 mmHg, che vuol dire, in base all'età, una buona pressione parziale e quantità di Ossigeno Disciolto Paramagnetico nel sangue.

    Tu sei più giovane di me Richard e se consenti la mia domanda è: qual'è la tua pO2 arteriosa ?

    E anche, chi di voi conosce la propria pO2 ?

    Dobbiamo chiarire questa realtà fondamentale che determina la condizione psico-fisica nella Persona.

    Quando la pO2 è nella norma o più alta della norma abbiamo la Salute del Cervello e del Corpo.

    Al contrario, quando la pO2 è più bassa della norma rischiamo le malattie.

    I medici però richiedono ai loro assistiti di fare l'Emogasanalisi solo in caso di malattie polmonari o respiratorie, questo è l'errore dei medici, se controllassero più frequentemente la pO2 arteriosa delle Persone si accorgerebbero che chi è ammalato ha la pO2 più bassa della norma, chi invece sta bene ha la pO2 normale o più alta.

    Questa è una realtà non ancora conosciuta ne dai ricercatori e neanche dai medici, incredibile, ma è proprio così.


    #61080
    Genio
    Genio
    Partecipante

    [color=#0000ff]EMOGASANALISI (pO2, pCO2)[/color]

    v.n.: pO2 sangue intero arterioso 100 mmHg

    sangue intero venoso 35-40 mmHg

    pCO2 sangue intero arterioso 35-45 mmHg

    sangue intero venoso 38-49 mmHg

    pH sierico 7.35-7,45

    sangue intero arterioso 7,33-7,43

    sangue intero venoso 7.35-7,45

    % saturazione in O2 (sangue arterioso) 93-98%

    I gas vengono trasportati ai tessuti e dai tessuti dal sangue circolante ed a livello capillare si verifica lo scambio tra sangue e cellule; a livello polmonare si verifica poi lo scambio di gas tra sangue e aria alveolare per diffusione attraverso le pareti alveolari. L'analisi dei gas nel sangue è importante per definire l'insufficienza respiratoria.

    pO2

    La pressione parziale dell'ossigeno è in rapporto alle capacità di ossigenazione del sangue da parte dei polmoni e di trasporto da parte dell'emoglobina.

    [color=#ff0000]La pO2 varia in funzione dell'età del soggetto:[/color]

    20-29anni 90-l00mmHg

    30-39 anni 85-95 mmHg

    40-49 anni 81-91 mmHg

    50-59 anni 77-87 mmHg

    60-69 anni 73-83 mmHg

    __________________________________________

    Buongiorno Giovani, chiedo il consenso per inviare ancora una volta una semplice analisi di estrema importanza, l'Emogasanalisi, la quale indica i valori soprattutto della pO2 arteriosa.

    La pO2 indica, come ho già scritto un centinaio di volte, la pressione parziale e la quantità dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico.

    [color=#ff0000]Il Paramagnetismo dell'Ossigeno è indispensabile per ELETTRIFICARE il sangue,[/color] in mancanza del quale non si riscontrerebbe nessun Potenziale Elettrico di Membrana, questo vuol dire che, se la quantità di O2 Paramagnetico nel sangue è buona possiamo riscontrare una Buona Attività Bioelettrica Cerebrale e Organica, ma se la quantità di O2 Paramagnetico indicata dalla pO2 arteriosa è minore di quello che dovrebbe essere, si riscontrerà una MINORE Attività Bioelettrica delle Cellule Cerebrali e Organiche, ed è proprio questa minore attività bioelettrica che causa la disattivazione progressiva delle cellule il loro deterioramento e le conseguenti malattie degenerative.

    Questo dimostra l'importanza dell'Esercizio Fisico Cardiorespiratorio, per merito del quale aumentano i livelli della pO2 arteriosa.

    Morale della favola, avete capito ora perchè talvolta ci ammaliamo e al contrario come si fa per avere la Salute??


Stai vedendo 4 articoli - dal 391 a 394 (di 394 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.