FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Home Forum L’AGORÀ FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Questo argomento contiene 1,071 risposte, ha 53 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 4 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 1,072 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #123417
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [quote1239009380=Sephiroth]
    [quote1239008796=sephir]
    [quote1239008715=Richard]
    ma cosi adesso si alza il pil perchè devono ricostruire no?…eh..
    [/quote1239008715]

    Richard che tristezza… che tristezza….
    [/quote1239008796]

    Hai ragione, le persone potevano essere salvate, se si dava ascolto a una voce fuori dal “coro”, sono curioso di sapere se ai TG daranno la notizia che Giuliani l' aveva previsto….

    …. ma non credo lo faranno, metterebbero in cattiva luce la Protezione Civile.

    [/quote1239009380]

    :yesss: … 🙁 pur di salvare l'apparenza … :eyebro: venderebbero la loro ….. #x


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #123418

    sephir
    Partecipante

    la commissione scentifica secondo Bertolaso http://www.rainews24.it/ran24/player/video.asp?videoID=12111 si è riunita già una settimana fa per discutere del significato della leggera attività sismica presente sul territorio da tempo… dice che il risultato di tale commissione formati da vulcanologi e sismologi “massimi esperti” ha dato come risultato che non si poteva prevedere alcunchè!


    #123419

    sephir
    Partecipante

    [quote1239009676=brig.zero]
    [quote1239009380=Sephiroth]
    [quote1239008796=sephir]
    [quote1239008715=Richard]
    ma cosi adesso si alza il pil perchè devono ricostruire no?…eh..
    [/quote1239008715]

    Richard che tristezza… che tristezza….
    [/quote1239008796]

    Hai ragione, le persone potevano essere salvate, se si dava ascolto a una voce fuori dal “coro”, sono curioso di sapere se ai TG daranno la notizia che Giuliani l' aveva previsto….

    …. ma non credo lo faranno, metterebbero in cattiva luce la Protezione Civile.

    [/quote1239009380]

    :yesss: … 🙁 pur di salvare l'apparenza … :eyebro: venderebbero la loro ….. #x
    [/quote1239009676]

    si ora inizieranno vari mascheramenti, e i tg che vuoi che dicano?
    forse il tg3 dirà qualcosa…aggiornate qui sulla tv perchè non la tengo e sono curioso di sapere…sarà solo una trafila di “morte e distruzione” da svendere!


    #123420

    sephir
    Partecipante

    E la possibilità che invece ci siano dietro attività militari…

    di Rahab S. Hawa, traduzione a cura di Zret e Straker

    ImageIl testo che proponiamo, pur richiamandosi ad un saggio non recente della scienziata statunitense Rosalie Bertell, è di grande attualità, alla luce della documentazione reperita, in primis su H.A.A.R.P., riferita al nesso tra micidiali armi segrete da un lato, fenomeni meteorologici e sismici, dall'altro.

    Mentre gli scienziati, i governi, i gruppi di cittadini si preoccupano delle emissioni di gas serra e dei loro effetti sul pianeta, il ruolo dei militari sui cambiamenti climatici è spesso ignorato.

    “Quando si manifesta una crisi ambientale, di solito solo l’economia civile è coinvolta per modificare i bilanci, mentre raramente sono chiamati in causa i programmi militari”, afferma la dottoressa Rosalie Bertell, nota scienziata ed attivista contro il nucleare.

    Secondo la scienziata, i militari agiscono impunemente quando inquinano l’ecosistema e causano disastri ecologici.

    Nel suo libro intitolato “Pianeta terra: l’ultima arma (2000)”, ella cita molti esempi, dal conflitto nel Vietnam alla guerra del Golfo, ai bombardamenti della N.A.T.O. nel Kosovo.

    Queste conflagrazioni non solo hanno distrutto delle vite umane, ma anche contaminato estese regioni.

    Vari scienziati hanno previsto monsoni più rovinosi, piogge acide, forti tempeste ed alluvioni in tutto il globo. Tuttavia queste devastazioni impallidiscono se confrontate con i danni che i militari sono in grado di infliggere al pianeta terra.

    Gli esperimenti che i militari, soprattutto statunitensi, hanno compiuto in questi ultimi decenni, esperimenti che coinvolgono lo strato di ozono, la manipolazione del tempo e l’uso di tecnologie per sondare l’interno della terra, sono un preludio delle guerre che saranno scatenate nel corso del XXI secolo.

    “Hanno intenzione di portare i conflitti nello spazio”, afferma la Bertell.

    Secondo la Bertell, 300 megatoni di esplosioni nucleari tra il 1945 ed il 1963, hanno ridotto lo strato di ozono del 4%. Secondo gli scienziati, una perdita dell’1% potrebbe significare tra l’1 ed il 3% in più di radiazioni ultraviolette che raggiungono la terra. Questo potrebbe causare un incremento dei melanomi e danneggiare le forme di vita.

    Negli anni ’90 del XX secolo, esperimenti militari statunitensi, con razzi propulsi ad energia nucleare, erano diventati attività di routine. Queste missioni spaziali erano molto pericolose, poiché il plutonio potrebbe essere disperso in ampie regioni della terra, in seguito ad un incidente. […]

    Secondo la Bertell, armi elettromagnetiche “sono in grado di causare terremoti in siti scelti come bersaglio, sprigionando energie equivalenti alle più forti esplosioni nucleari”. Negli ultimi 40 anni, l’esercito degli Stati Uniti ha condotto esperimenti nell’atmosfera, usando onde elettromagnetiche e sostanze chimiche.

    Per ottenere il controllo del clima si usano il laser e le sostanze chimiche, per verificare se è possibile danneggiare lo strato di ozono al di sopra del territorio nemico, causare danni alle colture ed alla salute degli esseri umani, attraverso l’esposizione ai raggi ultravioletti.

    Elementi come il bario ed il litio sono stati rilasciati al di sopra dello strato di ozono, creando spettacolari aloni luminosi e nubi artificiali risplendenti, che sono state viste nel Nord America negli anni ‘80 e ’90 del XX secolo.

    Secondo la Bertell, “I cambiamenti nell’atmosfera provocano conformi cambiamenti nel tempo e nel clima terrestre”.

    ImageUn altro sistema è l’uso onde elettromagnetiche a bassa frequenza che possono attraversare la crosta terrestre e gli oceani e sono state usate per scandagliare gli strati superiori dell’atmosfera e la struttura interna della terra.

    Queste onde, inoltre, sono impiegate per trasmettere effetti meccanici e vibrazioni anche a grande distanza. Possono manipolare il tempo, creando tempeste e piogge torrenziali in un’area. Queste onde possono generare sommovimenti della litosfera. Si sa che i terremoti interagiscono con la ionosfera: infatti molti dei sismi che sono occorsi negli anni recenti, sono stati preceduti da fenomeni inspiegabili. Ad esempio, il terremoto che squassò il Tang Shan in Cina, del 28 luglio 1976, in cui morirono 650.000 persone, fu preceduto da un bagliore causato dalle onde a bassa frequenza irradiate dai Sovietici per riscaldare la ionosfera.

    Il 12 settembre 1989, a San Francisco, in California, furono rilevate inusuali onde a bassissima frequenza. Queste onde crebbero in intensità, quindi diminuirono il 5 ottobre. Il 17 ottobre, esse furono di nuovo registrate, con segnali così forti che andarono a fondo scala. Tre ore dopo avvenne il terremoto.

    Il Washington Times, nel marzo del 1992, riportava la notizia secondo la quale i satelliti ed i sensori di terra rilevarono misteriose radioonde ed un’attività elettromagnetica prima di disastrosi fenomeni tellurici in California, Armenia e Giappone tra il 1986 ed il 1989. Il sisma che colpì Los Angeles il 17 gennaio 1994 fu preannunciato da inconsuete radioonde e da due boati.

    Il segretario della Difesa statunitense, nel 1977, commentando le nuove minacce dei movimenti terroristici, affermò: “Essi possono alterare il clima, causare terremoti ed eruzioni vulcaniche, usando onde elettromagnetiche”.

    “I militari hanno l’abitudine di accusare altri di possedere capacità che essi hanno”, chiosa la Bertell.

    Secondo la scienziata, El Nino, nel 1997/98, cui sono state imputate anomalie meteorologiche in tutto il mondo, era stato preceduto da violenti interventi di destabilizzazione climatica.

    A causa della stretta connessione tra l’atmosfera terrestre ed il clima, non sorprende di trovare che le attività militari hanno avuto un impatto sui modelli meteorologici.

    Il fatto che queste attività possano determinare anomalie come parte di una deliberata guerra geofisica, è una prospettiva terribile per il pianeta.

    Evidentemente “Il contributo dei militari è uno dei problemi di sopravvivenza più inquietanti per il XXI secolo”, conclude la Bertell.

    http://www.cospirazione.net/index.php?option=com_content&task=view&id=427&Itemid=87

    Articolo tradotto da zret…per spolverarci la memoria


    #123421

    Sephiroth
    Partecipante

    Dalle mie parti ( in provincia di bergamo) da circa mezz' ora sento il rumore che viene prodotto dai caccia militari…

    l' ho sentito 4 volte passare, ma facevo appena in tempo a uscire sul terrazzo e il rumore spariva e nel cielo non si vedeva niente…..


    #123422
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    berlusca ha rinunciato la visita in Russia, ha stanziato tutti i fondi necessari….ma guardate un po'…..arriva il salvatore…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #123423
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    ma c'è qualche utente di quelle parti…????
    speriamo di no…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #123424

    Steren73
    Partecipante

    Il fatto che questa attività sismica si sia prolungata da diversi mesi con il botto finale di stanotte, non può far presupporre che ci siano delle colpe tra le varie istituzioni, questo perchè come sanno tutti, terremoti di questa violenza non sono prevedibili, anche se da molti mesi prima, come è successo in questo caso, le scosse sono state continue e di vario livello.
    Secondo voi cosa si doveva fare… sfollare la gente già un mese fa, o tre giorni fa?
    Se dovesse funzionare sempre cosi, l'Italia sarebbe un popolo di sfollati, visti i continui terremoti che ci sono in tutta la penisola nel corso di un anno.
    Qui non ci troviamo davanti ad un vulcano che è in via di eruzione, dove gli scenziati posso con maggiore sicurezza affermare che è il caso di sfollare la popolazione nelle sue vicinanze.
    Il problema dei terremoti in Italia, dove si può dare colpe a qualcuno, è un altro…. abitazioni e strutture publiche e private non adatte a violenti terremoti come questo, perchè costruite tantissimi anni fa e mai più soggette a controlli da chi di dovere, per accettarsi che se nel caso di un terremoto possano resistere ad un terremoto.
    La storia dello scienziato che aveva previsto questo disastroso evento, la conosco pure io, e ne stavano parlando stamattina, e si diceva anche che questo studioso è sotto processo per procurato allarme.
    Ma la cosa che non molti sanno, è che questa persona, è da molto tempo che sta dicendo allontanate le persone perchè tra un pò di giorni, perchè tra un pò di giorni, perchè tra un pò di giorni, andando avanti cosi è logico che prima o poi ci azzeccava, ma come stavo dicendo prima, se ad ogni due scosse ravvicinate, di media-bassa intesità, bisognerebbe evacuare un intera città, allora diventeremmo un paese di sfollati.
    Vi faccio un esempio….
    Se due mesi fa le istituzioni davano ragione a questa persona che aveva predetto questo terremoto, mettendo tutta la popolazione in salvo, cosa avrebbero dovuto fare in seguito, lasciarli in posti di sicurezza per due mesi?… prima o poi sarebbero dovuti rientrare nelle loro case, vedendo che non succedeva nulla, e sicuramente si sarebbero ritrovati nella stessa situazione di ora.
    Da come dite voi, come regola per sicurezza, dovrebbero evacuare anche i paesini dell'alto Lazio e magari anche Roma, perchè chi è di Roma, ha sentito di persona quanto è stato forte la scossa, nonostante la distanza dall'epicentro, e metti caso avviene di nuovo con la stessa intesita o maggiore, qualcosa potrebbe accadere anche qui!
    Per non parlare di Pescara e zone limitrofe!
    Che facciamo, sfolliamo tutti per precauzione? e poi quanto tempo li teniamo in zone di sicurezza, un mese, due mesi, tre mesi?
    E poi lasciate perdere ste storie dei complotti e del avvicinarsi del 2012 per favore!!!
    Sono eventi che sono sempre esistiti, addirittura più violenti, vedi il terremoto dell'Irpinia o ancora peggio di Messina!
    Anche a quei tempi secondo alcuni c'era lo zampino delle profezie Maya?
    Viviamo su un pianeta vivo in continua evoluzione, ed è normale che ci siano questi eventi, anche se purtroppo catastrofici!


    #123425

    sephir
    Partecipante

    Si non hai torto su questo, la mia sui militari poi a ripoensarci è una paura di troppo perchè i segnali ci sono stati da mesi… l'evento dovrebbe essere naturale!
    Per quanto riguarda giuliani non so, da come tu dici pare fosse un mitomane che voleva solo spaventare la gente ed avere successi predittivi… se fosse così sarei perfettamente d'accordo con te a dire che ci azzeccava quando voleva ma dal poco che ho letto pare che abbia sbagliato solo di qualche giorno…

    sul 2012 caro steren, la visione è complessa e il tuo è un parere valido quanto quello altrui… ovviamente ognuno porta il proprio interesse dove sembra più giusto e ti assicuro che i cambiamenti sulla terra non saranno mai disgiunti da quelli solari e galattici, senza scomodare per forza le profezie… ci sono molti dati che parlano dell'aumento di attività sismica e vulcaninca nel mondo.

    Sul fatto di anticipare beh, in effetti qua si trattava piuttosto non di sfollare per mesi (hai ragione tu cosa assurda con i poveri mezzi di cui vogliamo disporre) ma di arrivare il giorno prima a poter dire ” caspita domani c'è un rischio del x% maggiore che succeda qualcosa di più importante” e questo non avviene perchè non cisono tecnologie adatte?
    Ma tutti i soldi in ricerca dove vanno? ho sentito che predire di 24 ore, ma anche di 10 ore non è così impossibile… anzi a proposito e ancora meglio https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4562
    comunque speriamo bene per chi dovrà subire tutto il post terremoto e che nessuno come al solito ne aprofitti economicamente e politicamente.

    Il mio maico di sulmona oltretutto mi dice che i soccorsi sono arrivati dopo 2 ore! se è così stiamo freschi! dato che all'aquila a quanto pare c'è un grossissimo contingente di forze militari o comunque adatte al soccorso per emergenze.


    #123426

    sephir
    Partecipante

    [quote1239016207=farfalla5]
    berlusca ha rinunciato la visita in Russia, ha stanziato tutti i fondi necessari….ma guardate un po'…..arriva il salvatore…
    [/quote1239016207]

    si amen! adesso vedi che bei teatrini!


Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 1,072 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.