FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Home Forum L’AGORÀ FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Questo argomento contiene 1,071 risposte, ha 53 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 3 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 711 a 720 (di 1,072 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #124050

    marì
    Bloccato

    Deriva petrolifera, la manifestazione di protesta alla nave di Cascella

    PESCARA. Una giornata indetta dalla rete di associazioni e movimenti ecologisti per sensibilizzare i bagnanti che affollano la riviera abruzzese.

    Il 18 luglio ci sarà una manifestazione a Pescara alle 10:30 davanti alla nave di Cascella contro le trivelle petrolifere in Abruzzo.
    I turisti, sanno delle 16 piattaforme già operanti nel mare d’Abruzzo e delle numerose altre in arrivo?
    Le associazioni ambientaliste, ormai senza sosta, portano avanti da tempo varie iniziative per non far scendere il silenzio sulla questione, dopo la vittoria del Centro Oli, ufficialmente bocciato anche dal presidente Gianni Chiodi.
    «I proventi delle royalties sulle attività estrattive di idrocarburi saranno per l’Abruzzo insignificanti», ripetono ormai da mesi le associazioni, «e di gran lunga inferiori ai gravi danni causati alla salute, all'ambiente e alle attività fondanti la nostra economia come è ben evidenziato dalla vasta bibliografia internazionale sui distretti minerari».
    Della battaglia contro la petrolizzazione ne ha parlato qualche giorno fa anche la Bbc nel corso del programma “One Planet”.
    Adesso i comitati si domandano quale sia la posizione del presidente Gianni Chiodi e dell’assessore Daniela Stati: «cosa intendono fare per fermare la deriva petrolifera», domandano.
    « Non e' accettabile il silenzio su un tema cosi importante per il futuro di questa regione e da parte delle due autorità che hanno scelto per se stessi la responsabilità di guidare e migliorare il popolo
    d'Abruzzo».

    http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=21684


    #124105

    marì
    Bloccato

    La riprenderò – ha dichiarato – solo quando vedrò che questo Paese ci è vicino»

    Il sindaco de L'Aquila: «Non
    indosserò più la fascia tricolore»

    Per protesta contro la normativa fiscale che impone ai residenti nei Comuni del cratere sismico la restituzione al 100% a partire dal prossimo gennaio delle tasse sospese

    L'AQUILA – Il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, non indosserà più la fascia tricolore per protesta contro la normativa fiscale che impone ai residenti nei Comuni del cratere sismico la restituzione al 100% a partire dal prossimo gennaio delle tasse sospese dopo il terremoto. «Se devono lasciarci in questa situazione – ha detto Cialente – non indosserò più la fascia tricolore da sindaco. Con questa situazione fiscale l'economia aquilana non può ripartire». Il primo cittadino ha invitato a lanciare un messaggio netto: «Nel momento in cui il Paese, rappresentato dal Governo, decide che L'Aquila è tornata in una situazione di normalità e, quindi, può pagare tranquillamente le tasse, c'è bisogno di un segnale importante». Cialente si è detto pronto anche a restituire la fascia al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. «La riprenderò – ha dichiarato – solo quando vedrò che questo Paese ci è vicino».

    «ZONA FRANCA AL CONTRARIO» – Il sindaco critica anche la scelta di non destinare i proventi dello scudo fiscale alle aree terremotate. Lunedì prossimo la Commissione congiunta di finanze e bilancio discuterà gli emendamenti presentati in Parlamento per modificare i parametri di restituzione degli oneri fiscali non versati. «Allo stato attuale – ha sostenuto il deputato Giovanni Lolli (Pd) – gli aquilani devono restituire il 100% delle tasse e degli oneri previdenziali in 24 rate a partire da gennaio. Ciò vuol dire che fra sei mesi i cittadini, oltre a tornare a pagare i mutui, dovranno versare tasse e oneri, con una maggiorazione di 23 milioni di euro al mese per gli arretrati, per un totale di 513 milioni di euro in più in due anni. È una zona franca al contrario». Gli emendamenti presentati da Pd, Mpa, Udc e Idv chiedono invece un'ulteriore sospensione di sei mesi dei versamenti fiscali e una restituzione forfettizzata al 40% dopo dieci anni, con un regime simile a quello utilizzato per il terremoto in Umbria e nelle Marche. Sarà discusso anche un emendamento in proposito del deputato Marcello De Angelis (Pdl).

    18 luglio 2009
    http://www.corriere.it/politica/09_luglio_18/sindaco_aquila_protesta_fascia_ab786c88-739d-11de-8b94-00144f02aabc.shtml

    L'Aquila, l'ira del sindaco Cialente
    “Il governo ci ha abbandonati”

    L'AQUILA – “Se devo essere lasciato in queste condizioni, dismetterò la fascia tricolore di sindaco e la restituirò al capo dello stato, Giorgio Napolitano”. Il primo cittadino dell'Aquila, Massimo Cialenti, è infuriato con il governo. E si è fatto sentire stamattina, nel corso di una conferenza stampa con il parlamentare Pd Giovanni Lolli. Un incontro convocato per affrontare l'argomento delle tasse, sospese fino a dicembre per il terremoto del 6 aprile, e delle modalità di restituzione. “Qualcuno si è permesso anche di prendermi in giro – ha aggiunto Ciamente – ma io ribadisco che ci sentiamo abbandonati, siamo abbandonati”. E osserva che “dopo la meravigliosa solidarietà del sistema Italia, ora il paese, e il Parlamento che lo rappresenta, ci dice che siamo tornati alla normalità e che dobbiamo restituire le tasse. Nulla di più falso: qui siamo ancora fermi al 7-8 aprile mattina”.

    (18 luglio 2009)
    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/sisma-aquila-13/sisma-aquila-13/sisma-aquila-13.html

    Cose da matti :O


    #124106
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Già nel lontano 12 dicembre 2004, nella relazione “ Megalitismo ed elettromagnetismo terrestre”, presentata al Simposio multietnico internazionale organizzato dall'Associazione “Non solo terra” di Cagliari, ho esposto la mia teoria relativa alla possibilità di individuare i luoghi a rischio sulla base del monitoraggio dei “centri di fuoco di celle geodetiche” distribuiti sul pianeta secondo una sequenza precisa.

    Tra i vari esempi anche il centro di fuoco che solo 14 giorni dopo, il 26 dicembre 2004 scaricò la sua energia devastante nell'area periferica della “cella geodetica del Sud-Est asiatico”, che provocò un'apertura di faglia e un conseguente tsunami.

    A seguito della sequenza di fenomeni distruttivi intensificati nel Tirreno, ossia recrudescenti manifestazioni vulcaniche dell'Etna e dello Stromboli, degassamento sottomarino a Panarea, terremoto a Palermo e, a partire dal 2004, incendi spontanei a Canneto di Caronia, il 17 aprile 2007 inviai al sindaco di quel piccolo centro siciliano una lettera, cui non seguì risposta.

    Medesimo risultato sortì l'invio nel luglio 2007 di un carteggio relativo ai miei studi sui “Campi elettromagnetici terrestri e fenomeni distruttivi” sia all'ing. Enzo Boschi dell'Istituto di Geofisica Italiano, che al dr. Guido Bertolaso, del Dipartimento della Protezione civile.

    Oggi 6 aprile 2009 verifico che proprio l'epicentro del terremoto che ha colpito L'Aquila alle ore 3,30 con un'intensità pari a 5.8 della Scala Richter, si trova sull'area periferica di una “cella geodetica” il cui “centro” risiede nel Vesuvio.

    Secondo la dinamica distruttiva che interessa il modello a “celle geodetiche”, un'intensificata attività elettromagnetica di quel vulcano si va a scaricare in forma radiale sulle aree periferiche, provocando fenomeni distruttivi, come terremoti, aperture di faglie o vulcanismo dove esistono “anelli di fuoco”.

    La cella geodetica che ha il suo centro nel Vesuvio corrisponde in parte al modello degli “anelli di fuoco” poiché oltre a toccare luoghi noti come Roma a nord ovest, L'Aquila a nord, il Gargano a est, Matera e il monte Pollino a sud-est, include a sud il vulcano Marsili e a sud-ovest il vulcano Vavilov.

    Questi due vulcani sottomarini, insieme al Vesuvio, costituiscono il “settore-polveriera” di questa “cella geodetica centro-meridionale tirrenica”.
    Un'idea sarebbe quella di pensare che il terremoto che ha colpito l'Aquila corrisponde solo a un “campanello d'allarme” per un'intensificata attività vulcanica nel Tirreno.

    (pubblicato il 6 aprile 2099 nella pagina di Attualità del quotidiano on-line di Lecce – Corriere Salentino.it)
    Per gentile concessione dell'autrice dell'articolo
    http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/terremoti-e-vulcani.php

    http://www.akasha.de/~aton/SaturnIsoOcta.jpg

    http://www.akasha.de/~aton/image043.png

    🙂


    #124107

    altair
    Partecipante

    La nonna “complottista” :hehe:

    [youtube=425,344]9dNRNvL_F9E

    http://www.byoblu.com/post/2009/07/29/Net-legends-Il-terremoto-e-la-P2.aspx

    p.s.
    il link non funziona…. 😕


    #124108

    marì
    Bloccato

    hahaha ALTAIR VEDI SE TI FUNZIONANO QUESTI:

    https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?70054.last

    😉

    hahaha


    #124109

    marì
    Bloccato

    Tutte le balle di Superquark sul radon

    Se fate una ricerca sui maestri liutai, potreste non menzionate Stradivari? Se realizzate uno speciale sullo standard mp3, intervistate Leonardo Chiariglione. Se state studiando il conflitto di interessi, una domanda a Berlusconi magari gliela fate… Così, se parlate di prevedibilità dei terremoti, se anche solo nominate la parola radon, beh… allora dovete per forza alzare il telefono e chiamare Giampaolo Giuliani.
    Lo farebbe chiunque. Piero Papera no. Lui preferisce inviare una troupe in america a spese dei contribuenti, piuttosto che mandare uno della redazione con una telecamera in mano a L'Aquila, nei laboratori di un italiano, un Cristoforo Colombo dei tempi moderni che magari dovrà ancora dimostrare di essere arrivato nel nuovo mondo, ma che di sicuro durante il viaggio ha visto cose che devono essere raccontate.

    Un giornalista, prima ancora che un divulgatore scientifico, fa esattamente questo: mostra allo spettatore – pagante – tutta la vallata, e non solo lo scorcio dove ha costruito la villa un suo amico. Mostra sia lo stato dell'arte dell'establishment scientifico sia le nuove promettenti frontiere. Soprattutto in materia di prevedibilità dei terremoti, campo in cui lo stato dell'arte è zero.
    Piero Papera no. Lui preferisce una lunga, desolata inquadratura vuota, puntata sul niente, piuttosto che girare la telecamera sulla frenetica, laboriosa, clamorosa attività brulicante di interesse e speranza che avviene alle spalle del cameramen.
    Piero Angela http://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Angela sta alla divulgazione scientifica come Emilio Fede all'informazione.

    Non fa niente. Lo speciale su Giuliani lo farò io.
    Intanto, come promesso, l'ho raggiunto telefonicamente per commentare insieme la puntata di Superquark del 30 luglio.

    [A BREVE LA TRASCRIZIONE DEL VIDEO]

    [link=hyperlink url]
    [youtube=425,344]Jw5UPyYyRhU[/link]

    http://www.byoblu.com/post/2009/08/01/Tutte-le-balle-di-SuperQuark-sul-radon.aspx

    Classica tecnica mafiosa … ti discreditano, ti deridono e ti calunniano/diffamano … mi meraviglio di Piero Angela, non lo conoscevo sotto questo aspetto, sono molto delusa le sue inchieste/reportage mi piacevono tanto.

    ~grrr


    #124110
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Marì,

    Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale (Cicap) promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti del paranormale. È nato nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di studiosi, tra cui Silvio Garattini, Margherita Hack, Giuliano Toraldo di Francia, Tullio Regge e Aldo Visalberghi, oggi Garanti scientifici del Cicap, e dei premi Nobel Daniel Bovet (oggi scomparso), Rita Levi Montalcini e Carlo Rubbia, da subito membri onorari del Comitato.

    non ti dice nulla questo…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #124111

    marì
    Bloccato

    [quote1249146851=farfalla5]
    Marì,

    Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale (Cicap) promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti del paranormale. È nato nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di studiosi, tra cui Silvio Garattini, [color=#ff0000]Margherita Hack[/color], Giuliano Toraldo di Francia, Tullio Regge e Aldo Visalberghi, oggi Garanti scientifici del Cicap, e dei premi Nobel Daniel Bovet (oggi scomparso), Rita Levi Montalcini e [color=#ff0000]Carlo Rubbia[/color], da subito membri onorari del Comitato.

    non ti dice nulla questo…
    [/quote1249146851]

    … anche LORO?! … DioSanto, mi crolla tutto §(°


    #124112
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Ho la netta impressione che quest'elite scientifica segua un dogma oscurantista quanto quello cattolico medioevale.
    Ho visto la puntata di alcuni gg fa su Enigma, e ho potuto constatare la chiusura totale e tombale (cosa “anomala” per qualunque persona che si definisca “appassionata” delle scienze) su qualunque ipotesi che rientri fra quelle da loro preconcette escluse.
    Un vero scienziato è pronto, seguendo in ogni caso il percorso rigoroso scientifico, a conoscere e approfondire qualunque fenomeno…
    Mentre loro è come se avessero come dei paraocchi, per cui partono già dal fatto che “non è possibile un evento/fenomeno” e su quello ci costruiscono teorie, talvolta piuttosto fantasiose, per escludere l'ipotesi “avversa”. Cioè il percorso inverso del vero metodo scientifico…
    Margherita Hack sentenziava ad es, che non è possibile andare oltre la velocità della luce, quindi nessuno alieno esiste sulla terra. Sentenza, categorica! Come se l'uomo avesse già la verità scientifica assoluta in tasca! Come se tutti i modi di spostarsi nello spazio e tempo li conoscesse lei, e se lei non li conosce allora non esistono! :hehe:


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #124113
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1249209061=psychok9]
    Ho la netta impressione che quest'elite scientifica segua un dogma oscurantista quanto quello cattolico medioevale.
    Ho visto la puntata di alcuni gg fa su Enigma, e ho potuto constatare la chiusura totale e tombale (cosa “anomala” per qualunque persona che si definisca “appassionata” delle scienze) su qualunque ipotesi che rientri fra quelle da loro preconcette escluse.
    Un vero scienziato è pronto, seguendo in ogni caso il percorso rigoroso scientifico, a conoscere e approfondire qualunque fenomeno…
    Mentre loro è come se avessero come dei paraocchi, per cui partono già dal fatto che “non è possibile un evento/fenomeno” e su quello ci costruiscono teorie, talvolta piuttosto fantasiose, per escludere l'ipotesi “avversa”. Cioè il percorso inverso del vero metodo scientifico…
    Margherita Hack sentenziava ad es, che non è possibile andare oltre la velocità della luce, quindi nessuno alieno esiste sulla terra. Sentenza, categorica! Come se l'uomo avesse già la verità scientifica assoluta in tasca! Come se tutti i modi di spostarsi nello spazio e tempo li conoscesse lei, e se lei non li conosce allora non esistono! :hehe:
    [/quote1249209061]

    si ho visto anch'io…c'era anche Pinotti che non sapeva come entrare nella discusione…la cosa che mi urta di più è che non c'è l'umiltà di dire:
    ok…se esiste una cosa strana…indaghiamo..!!!???!!!


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 711 a 720 (di 1,072 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.