Free energy

Home Forum MISTERI Free energy

Questo argomento contiene 877 risposte, ha 53 partecipanti, ed è stato aggiornato da Genio Genio 4 mesi, 4 settimane fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 531 a 540 (di 878 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4848

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Il progetto LIFTERCRAFT di Jean-Louis Naudin: risolto il mistero degli UFO?
    fonte articolo
    Questo e' un articolo del 2010, che riguarda la ricerca per la propulsione di macchine volanti ed e' stato aggiunto al fascicolo di indagine che in qualche misura ci mostrano i progressi tecnologici in questo settore che ci aiutano a capire che molti UFO possono essere dei manufatti di origine terrestre.
    Il progetto LIFTERCRAFT di Jean-Louis Naudin mira a realizzare una macchina volante elettrocinetica alimentata utilizzando l'effetto Biefeld–Brown. L'effetto, sebbene scoperto a partire dagli anni '20, rimase a lungo sconosciuto perché tenuto segreto dal governo statunitense che a lungo studiò questo effetto per le possibili applicazioni militari. L'Effetto Biefeld–Brown è una forza che si esercita su un condensatore asimmetrico quando questo è sottoposto ad alta tensione.
    La forza che si esercita è di solito indipendente dal senso di polarizzazione e si esercita dalla parte dell'elettrodo più piccolo.Questa macchina sarà in grado di volare in modo silenzioso, senza parti in movimento e sarà alimentata da energia elettrica. Il Lifter è un condensatore asimmetrico che utilizza alta tensione (> 20kV) per produrre la spinta.Il design di base del sollevatore è stato completamente descritto nel brevetto US No. 2949550 depositato il 16 agosto 1960 e intitolato ” periferica Electrocinetica.”
    In questo brevetto viene spiegato e descritto il principio utilizzato dai dispositivi del sollevatore antigravita'.
    Oggi, diverse centinaia di repliche di Lifter sono state condotte con successo da molti sperimentatori e fisici del mondo i quali sono in grado di costruire un oggetto VTOL che utilizza effetto Biefeld-Brown capace di volare in silenzio e senza parti in movimento che sono alimentate solo da energia elettrica.Dal momento che l'annuncio di questo progetto risale a qualche anno fa, Jean-Louis Naudin non rivela altri particolari sul suo progresso sviluppato nel corso degli anni. Forse e' stato costretto al silenzio per garantire i potenziali contratti con le Forze Armate o programmi di sviluppo privati?

    Le lifter de Jean-Louis Naudin

    fonte articolo http://ufoetscience.wordpress.com/

    da http://misteroufo.blogspot.it/2013/04/il-progetto-liftercraft-di-jean-louis.html


    #4849
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1397059850=camillo]
    [quote1397054639=Rebel]
    [quote1396993407=camillo]
    Caro Rebel un conto è parlare di motori un altro parlare di dinamo o alternatori.
    Io direi che in questo caso il paragone va fatto con le dinamo-alternatori.
    [/quote1396993407]

    E allora cerco di farmi capire meglio
    Abbiamo una quantità immensa di motori asincroni, trifase e monofase, fatti solo ed esclusivamente di lamierini in ferro dolce, rotore e statore, senza magneti, eppure girano… perchè non dovrebbero funzionare al contrario? Basta anche un 5% di reversibilità, non serve altro.

    Ci sono moltissimi esempi di questo, basta cercare in rete …

    [/quote1397054639]
    Ciao io ho provato a cercare in rete ma non ho trovato il caso di motori asincroni che riescano a produrre elettricità senza ricevere un minimo di tensione. Se per favore mi puoi indicare qualche sito vedrò di comprendere e aggiornarmi. Concordo con te è che un residuo di magnetismo ci può sempre stare, ma vorrei qualche dato certo.
    Ciao

    Hanno appena pubblicato sul sito di Jervè (Iconicon) James dice questo:
    James: “E’ un generatore elettrico il principio è molto fuori dal convenzionale, non c’è nulla che funzioni attualmente sul principio del QEG. Nessun magnete, nessun commutatore…è unico nel suo genere. Funziona per il principio del MULTI-VIBRATOR, come lo si chiamava anni fa. C’è un circuito-serbatoio, lo chiamiamo così, che causa l’induttanza con un’onda che ha un andamento identico a quello degli giri/minuto del rotore e questo crea un piccolo voltaggio nella bobina principale e questo voltaggio comincia a crescere, entra in risonanza e causa degli impulsi ad alto voltaggio e questi impulsi sono trasformati in altri impulsi di corrente ad alta tensione e basso voltaggio. E’ un progetto unico: le risonanze che si generano sono due, una meccanica e una elettrica. In ultima analisi, è il movimento meccanico che genera impulsi di alta tensione e da quel momento in poi, è tutto compito di un trasformatore abbastanza comune. All’inizio si produce un’enorme induttanza che viene eccitata dal movimento meccanico e una volta innescato questo processo, il voltaggio cresce molto rapidamente. E’ il dispositivo più “elettro-meccanico” che io abbia mai visto. E’ tutto basato su una vibrazione meccanica”

    [/quote1397059850]
    Ho trovato questo documento simpatico

    L'energia di punto zero del vuoto quantistico è una fonte interessante di energia sotto analisi da diversi anni. L'autore partecipa in questo da 11 anni, ha fatto verifiche in laboratorio e ha sviluppato una sua teoria della conversione di zpe. Ora la ricerca è sospesa, ma molti chiedono come continuare. Ecco la risposta, un concetto che tutti possono ravvivare.
    Presento delle idee per riassumere la ricerca della zpe e definisco domande aperte. Chiaramente non tutti gli aspetti e i dettagli sono visibili, quindi non ci sono piani di finanziamento e risorse. Dopo la teoria, suggerisco la costruzione di un convertitore “elettromeccanico a doppia risonanza” EMDR da me sviluppato come idea e ulteriori indagini sulla zpe.
    Devo sottolineare che l'operazione di un motore a zpe ottiene energia dal vuoto quantistico e quindi altera lo spaziotempo quadridimensionale dell'universo.
    http://philica.com/display_article.php?article_id=317
    Claus W. Turtur

    poi vi ripropongo:
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8632

    “Il trucco è prendere energia dallo spazio direttamente e usarla per mantenere aperta la porta. La realizzazione di un generatore permanente ha avuto successo. L'opinione di un esperto indipendente e diverse credenziali di accademici sono a portata di mano. La cosiddetta “crystal-cell” è un dispositivo simile ad una batteria, che può generare una corrente diretta per un periodo illimitato di tempo, senza emissioni. Praticamente, lo fa dal 1999. Invece di un elettrolita fluido, contiene un silicato solido policristallino. Il silicato prende il ruolo di un convertitore di energia. Il principio funzionale della crystal cell è basato sul fatto che è stato trovato un modo di ottenere una separazione di carica (“apertura della porta”) nel silicato.

    Sono combinati diversi effetti fisici per eseguite questo. Un effetto è che: nel silicato un accoppiamento di risonanza nasce tra gli elettroni e una fonte esterna di energia. Questa fonte aggiuntiva di energia aiuta a mantenere aperta la porta (rottura di simmetria) costantemente. Dato che la fonte di energia aggiuntiva è quella del vuoto quantistico, si accede ad una fonte di energia costante che non si esaurisce. L'accoppiamento di risonanza con il vuoto quantistico ora prende il ruolo dei reagenti chimici. La densità attuale di energia della crystal cell è 2mW/kg/23 °C. Con una crystal cell di 300 grammi, si può alimentare un orologio da parete continuamente “


    #4850

    Rebel
    Partecipante

    [quote1397064965=camillo]

    Ciao io ho provato a cercare in rete ma non ho trovato il caso di motori asincroni che riescano a produrre elettricità senza ricevere un minimo di tensione. Se per favore mi puoi indicare qualche sito vedrò di comprendere e aggiornarmi. Concordo con te è che un residuo di magnetismo ci può sempre stare, ma vorrei qualche dato certo.
    Ciao

    [/quote1397064965]

    Caro Camillo
    Il motore asincrono per cominciare a generare tensione (e corrente) deve raggiungere una certa velocità, se non ricordo male la sua velocità tipica di rotazione, dopo di che comincia a opporre resistenza e generare corrente, certo che non ha un buon rendimento ma qualcosa tira fuori.

    Ecco una bella carrellata di link

    https://www.google.it/search?q=rotoverter&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a&channel=sb&gfe_rd=cr&ei=JYVFU7mrM-va8gfQroDYCw


    #4851
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Grazie Rebel,
    la parola chiave era ROTOVERTER che non conoscevo. Ho visto che ci sono affermazioni di alcuni individui che sostengono di aver ottenuto con un accoppiamento motore più identico motore usato come generatore una Over unity guarda caso proprio accoppiando dei condensatori. Vuoi vedere che esistono situazioni di risonanza ottenibile semplicemente calibrando esattamente tali condensatori? E' solo una riflessione dopo aver visto la risonanza di Taiwan


    #4852
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Intanto anche la Germania ha ottenuto la risonanza!
    Bene! c'è finalmente ripetibilità. Purtroppo ora arriva il lato difficile. Infatti tanto per cominciare in germania mettono un carico piccolo di due lampadine, NON si riesce ad avere risonanza, diminuendo la resistenza di carico mettendo una lampada da 500 Watt hanno ottenuto la risonanza ma la lampada rimane spenta.
    Ne vedremo delle belle! Mi sa che ogni apparato farà i capricci come del resto succede per tutti questi strani aggeggi che cercano e a volte realizzano la Over Unity. E' la ripetibilità che manca. Sarà dura.


    #4853
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1397131467=camillo]
    Intanto anche la Germania ha ottenuto la risonanza!
    Bene! c'è finalmente ripetibilità. Purtroppo ora arriva il lato difficile. Infatti tanto per cominciare in germania mettono un carico piccolo di due lampadine, NON si riesce ad avere risonanza, diminuendo la resistenza di carico mettendo una lampada da 500 Watt hanno ottenuto la risonanza ma la lampada rimane spenta.
    Ne vedremo delle belle! Mi sa che ogni apparato farà i capricci come del resto succede per tutti questi strani aggeggi che cercano e a volte realizzano la Over Unity. E' la ripetibilità che manca. Sarà dura.
    [/quote1397131467]
    che tristezza
    intanto qui non ottengono nulla da anni e ci mettono ancora miliardi
    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.7691.7


    #4854

    pancia37
    Partecipante

    Ciao camillo già nel 2009 lo dicevamo e siamo stati derisi da tutti , abbiamo chiuso la discussione perchè non volevamo più essere presi in giro , dicendo che non funzionava , purtroppo il denaro per contininuare la ricerca non c'è , ma ti posso garantire che il fenomeno è reale e replicabile , purtroppo non posso dire più di tanto perchè la cosa è stata brevettata , ma confermo quello che dici : http://www.energeticambiente.it/free-energy-z-p-e/14716401-energia-infinita.html


    #4855

    Rebel
    Partecipante

    [quote1397150178=camillo]
    Grazie Rebel,
    la parola chiave era ROTOVERTER che non conoscevo. Ho visto che ci sono affermazioni di alcuni individui che sostengono di aver ottenuto con un accoppiamento motore più identico motore usato come generatore una Over unity guarda caso proprio accoppiando dei condensatori. Vuoi vedere che esistono situazioni di risonanza ottenibile semplicemente calibrando esattamente tali condensatori? E' solo una riflessione dopo aver visto la risonanza di Taiwan
    [/quote1397150178]

    Secondo me hai centrato il problema, è una questione di frequenza di risonanza che si ottiene proporzionando adeguatamente la capacità dei condensatori con l'induttanza degli avvolgimenti, il tutto condito con una velocità del rotore da trovare sperimentalmente per ogni apparato, penso che anche modelli identici per questioni di tolleranza dei condensatori, e per minime differenze delle induttanze degli avvolgimenti la velocità di rotazione sia diversa.( ma sempre superiore a un certo regime di rotazione oltre il quale si ha un trasferimento/trasformazione 'eterico' per dirla con parole tue).

    Va fatto anche uno studio sui test di Naudin dove ha pubblicato le sue esperienze replicando il MEG di Bearden, in questo momento non riesco a trovare la Gif animata che spiega come si possono trasferire le cariche elettriche al circuito secondario senza assorbire potenza dal circuito primario.

    Siamo sulla buona strada a questo punto, ci sono almeno 3 QEG che producono qualcosa di interessante.


    #4856
    camillo
    camillo
    Partecipante

    [quote1397226135=pancia37]
    Ciao camillo già nel 2009 lo dicevamo e siamo stati derisi da tutti , abbiamo chiuso la discussione perchè non volevamo più essere presi in giro , dicendo che non funzionava , purtroppo il denaro per contininuare la ricerca non c'è , ma ti posso garantire che il fenomeno è reale e replicabile , purtroppo non posso dire più di tanto perchè la cosa è stata brevettata , ma confermo quello che dici : http://www.energeticambiente.it/free-energy-z-p-e/14716401-energia-infinita.html
    [/quote1397226135]
    Sì! Pancia la derisione è un classico. d'altra parte che vuoi farci io stesso quando sono in classe porto in auge il “metodo scientifico” in altre parole la “VERIFICABILITA' “.

    Tu capirai bene che nel campo dell'energia tipo Tesla, le cose sono aleatorie.
    – Ti ricordo che un essere incredibilmente bravo come Tesla che ci ha dato così tanta tecnologia un essere che prima di Marconi fece vedere un battello telecomandato, ebbene appena lui cominciò a parlare di un'energia “strana” abbinata all'elettricità, venne isolato.
    – Purtroppo per Tesla quel tipo di energia la percepiva fisicamente con il suo corpo solo lui. Sentiva un formicolio nelle mani e altro.
    – Tesla in verità diede dimostrazioni oggettive di questa sua percezione, in una parte di un grande edificio alcuni addetti ai lavori mettevano in cortocircuito GROSSI condensatori caricati fortemente, li scaricavano con grosse barre di rame. Ebbene, Tesla percepiva l'attimo in cui avveniva anche se si trovava lontano separato da mura. Entro un certo numero di metri NULLA riusciva a schermare. Noi ora abbiamo cominciato a parlare di onde longitudinali, orgoni, ecc. Ighina aveva le stesse percezioni.
    Purtroppo manca uno strumento OGGETTIVO per la rilevazione del fenomeno,.
    – A dire il vero TESLA lasciò chiare dimostrazioni che qualcosa di strano c'era. Le barre di rame sottoposte a questi pesanti cortocircuiti quando venivano poi raffreddate nell'olio spruzzavano perpendicolarmente in modo sorprendente delle bollicine come se fossero state piene di gas. E qui il fenomeno è rilevabile, ripetibile e quindi scientifico. Ma la scienza non se ne è curata per niente, hanno detto che era Idrogeno adsorbito ed hanno chiuso il discorso.

    TUTTO QUELLO CHE ESCE DALLO CONOSCIUTO SCOLASTICO VIENE ATTACCATO E DERISO.

    Guarda il commento che ha fatto uno dei moderatori su ENERGETICAMBIENTE in un posto dove hai scritto qualcosa anche tu.

    Non ultimo questo commento del fisico Camillo Urbani a dir poco delirante:
    ATTENZIONE! Prima che rimaniate delusi perché il vostro apparato non funziona, dovete considerare che tutti questi apparati tipo Free Energy hanno bisogno di una perfetta risonanza. Purtroppo questa perfezione viene realizzata soprattutto dalla presenza di esseri umani energeticamente forti e con volontà o fede notevole, questi esseri sono detti “ATTIVATORI” e possono essere coscienti, ma di solito non sanno di esserlo. Va detto che l’evoluzione attuale umana ha fatto sì che ci siano molti più “attivatori” di una volta. Quindi con un buon macchinario già molto vicino alla perfetta risonanza di suo è probabile che si riesca ad ottenere una buona percentuale di ripetibilità con persone differenti. In poche parole se considerando lo stato della coscienza collettiva il tempo è giunto perché l’umanità evolva verso questo tipo di dispositivi per l’energia, essi potranno funzionare nella maggioranza dei casi.
    Che dire?…l'energia in funzione dell'umore umano? Ma ho capito bene?…

    Salutoni
    Furio57

    Quella frase l'ho proprio voluta io, diciamo che è un atto sacrificale, conosco bene i miei colleghi e la loro mentalità
    Ho voluto anticipare le cose, ben sapendo che chi proverà a ripetere il QEG otterrà tanti risultati differenti quante saranno le prove, in particolare la Over UNITY sarà difficilissima.
    Perché accade ciò?
    Semplice il tipo di energia che andiamo a liberare “SENTE”- “PERCEPISCE” l'atteggiamento mentale degli operatori. E' dura da digerire ma è così!
    Man mano che andiamo nel sottile il mentalismo aumenta sempre più di importanza.
    La fisica attuale non sa come porsi, e comincia a parlare di fenomeni quantici o altro.
    Addirittura nel manuale del QEG c'è una parte che dice che bisogna essere esperti in QUANTISTICA. Ma cosa vuol dire? In quantistica abbiamo strani effetti in cui sembra che la coscienza degli sperimentatori influisca sull'esito della prova.

    Pancia sai che io sono stato “deviato” dall'atteggiamento di puro fisico canonico, dall'esperienze accadutemi per cui oltre ogni ragionevole dubbio ho visto che con il SOLO PENSIERO ed “ENERGIA DI TIPO XXX” la materia poteva essere smaterializzata e ricostruita in modo incredibile e assurdo.
    Dopo un periodo di GRANDE smarrimento e ripetuti controlli con macchine fotografiche e altro mi sono dovuto arrendere. Quindi io ho visto che non solo la mente interagisce con la materia, ma lo può fare senza nessun strumento o bacchetta magica. Di questo sono assolutamente certo al 100% ne parlo qui nel file Universo mentale.
    http://didatticacomputer.it/index.php?option=com_remository&Itemid=0&func=select&id=6

    E va beh! Ovviamente sono considerato un… “DELIRANTE” … Ehh… Ehh anche Tesla.. ecc. almeno sono in buona compagnia.

    scommettiamo che la mia previsione si rivelerà esatta? E che l'apparato originale funzionerà mentre gli altri faranno le bizze in maniera incomprensibile? Ma come è possibile gli elementi in gioco sono pochi e ben codificati, quindi la FISICA ci direbbe che tutti dovrebbero avere gli stessi risultati o quantomeno comportamenti simili. Stiamo a vedere ciò che accade.


    #4857
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1397238975=camillo]
    [quote1397226135=pancia37]
    Ciao camillo già nel 2009 lo dicevamo e siamo stati derisi da tutti , abbiamo chiuso la discussione perchè non volevamo più essere presi in giro , dicendo che non funzionava , purtroppo il denaro per contininuare la ricerca non c'è , ma ti posso garantire che il fenomeno è reale e replicabile , purtroppo non posso dire più di tanto perchè la cosa è stata brevettata , ma confermo quello che dici : http://www.energeticambiente.it/free-energy-z-p-e/14716401-energia-infinita.html
    [/quote1397226135]
    ..

    scommettiamo che la mia previsione si rivelerà esatta? E che l'apparato originale funzionerà mentre gli altri faranno le bizze in maniera incomprensibile? Ma come è possibile gli elementi in gioco sono pochi e ben codificati, quindi la FISICA ci direbbe che tutti dovrebbero avere gli stessi risultati o quantomeno comportamenti simili. Stiamo a vedere ciò che accade.

    [/quote1397238975]
    DWilcock: Questa è la cosa. Volevo dire che ho visto il film di un ragazzo..

    RHoagland: Non è un dispositivo, è fisica, di una serie multipla di dispositivi, incluso, Art, uno che produce effetti anti-gravitazionali.

    DW: Giusto.

    ABell: State parlando dello stesso dispositivo?

    RH: No, no.

    DW: Lasciami dire questo. Quello che ho visto era una mezza sfera (fatta di metallo e montata su una tavola di legno di 1 piede) e aveva una uscita, una regolare, ordinaria uscita da 120 Volt AC (montata sulla tavola). Questo ragazzo poteva accendere la sua auto, accendere una lamapada e fare tutto quello che si fa normalmente con una presa normale. La cosa è..

    RH: Non è lo stesso, non è lo stesso.

    DW: Ok. Non ci sono parti in movimento dentro. (il dispositivo funziona semplicemente tramite una serie di forme geometriche incastonate (Solidi Platonici), in metallo, che sono in precisa relazione armonica fra loro. Questo era basato sul lavoro pioneristico della ricerca nel 19mo secolo di John Keely. La corrente scorre tra il bordo esterno della emisfera e l' esatto centro della geometria incastonata. Era in grado di sintonizzarla per farla funzionare come una fonte standard di corrente a 120 Volt.

    L' unico problema che aveva era che quando attacchi la lampada, potrebbe subito essere più luminosa del normale, quindi inizialmente si ottiene una potenza extra. Comunque, se vuoi caricare delle batterie con questo, non ci sarebbero problemi.)

    (Il dispositivo non era più grande di una agenda telefonica con una insalatiera capovolta su di essa. Uno o due di questi dispositivi, caricando continuamente e passivamente una batteria (circa 1500-2500 dollari), potrebbe forse dare sufficiente energia ad una abitazione fino alla morte della batteria.

    Dato che funziona interamente sulla geometria, questo progetto da supporto alla realtà di ciò che discutiamo nel Modello Iperdimensionale, dato che la geometria che vediamo nei pianeti è la stessa che da energia al dispositivo. Quando si conoscono gli esatti rapporti tra le geometrie, sarebbe facilissimo produrre in massa questi dispositivi; ma ovviamente l' inventore teme per la propria vita.)

    RH: Quello su cui sto pensando è un motore, Art e il motore non è connesso a nulla. Sta nello spazio vuoto e ruota e quando lo tocchi, come essere umano,[color=#ff0000] ruota più forte[/color].

    DW: Si.

    RH: Perchè la fisica della vita, ricordi la vecchia idea Vittoriana della forza della vita?

    AB: Si..

    RH: Ecco perchè la biologia su questo pianeta è apparsa ad un certo momento, mezzo miliardo di anni fa, dopo che sono accadute certe cose sulla Terra, che non sono avvenute in 3 miliardi e mezzo di anni prima. Perchè la biologia e la coscienza sono parte di questa Fisica.
    http://altrogiornale.org/_/content/content.php?content.230


Stai vedendo 10 articoli - dal 531 a 540 (di 878 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.