Free energy

Home Forum MISTERI Free energy

Questo argomento contiene 877 risposte, ha 53 partecipanti, ed è stato aggiornato da Genio Genio 5 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 661 a 670 (di 878 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #308102

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @abuandre said:
    orsoinpiedi, che prove hai di quanto affermato?

    prove no,ma……

    Nell’aprile del 1997 si è tenuta presso il Centro Georgia, Mahler Auditorium, Università della Georgia,una conferenza “sul terrorismo, armi di distruzione di massa, e la strategia degli Stati Uniti”Presentatore della conferenza era il Segretario della Difesa William S. Cohen.
    Non penso che il sig.Cohen possa essere accusato di fare dichiarazioni fantasiose,fuori dalla realta.Sentite quello che afferma a eisposta ad una domanda:

    Cohen: Beh, sottolinea la natura della minaccia. Si rivelò essere una minaccia falsa, secondo le circostanze. Ma, come abbiamo imparato nella comunità dell’intelligence, abbiamo avuto qualcosa che si chiama – e abbiamo James Woolsey qui per magari affrontare la questione circa talpe fantasma. Il timore semplice che ci sia una talpa all’interno di un’agenzia può innescare una reazione a catena e una caccia particolare per quel neo che può paralizzare l’agenzia per settimane e mesi e anni ancora, in una ricerca. La stessa cosa vale per il solo falso allarme di una minaccia di usare qualche tipo di arma chimica o biologica. Ci sono alcuni rapporti, per esempio, che alcuni paesi hanno cercato di costruire qualcosa di simile a un virus Ebola, e questo sarebbe un fenomeno molto pericoloso, per non dire altro. Alvin Toeffler ha scritto su questo in termini di alcuni scienziati nei loro laboratori cercando di individuare alcuni tipi di agenti patogeni che sarebbe etnici specifici in modo che tali servizi possono eliminare alcuni gruppi etnici e razze, e altri stanno progettando una sorta di ingegneria, una sorta di insetti che possono distruggere le colture specifiche. Altri sono impegnati anche in un tipo di eco-terrorismo per cui essi possono alterare il clima, provocare terremoti, eruzioni vulcaniche a distanza attraverso l’uso di onde elettromagnetiche.(altri?ma va!Allora non è fantasia questa tecnologia HAARP )

    Così ci sono un sacco di menti ingegnose là fuori che sono al lavoro trovando il modo in cui essi possono provocare terrore su altre nazioni. E ‘vero, ed è questa la ragione per la quale dobbiamo intensificare i nostri sforzi, e questo è il motivo per cui questo è così importante.
    fonte http://www.defense.gov/transcripts/transcript.aspx?transcriptid=674


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 2 mesi fa da  orsoinpiedi.
    #308105
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    La pioggia nel deserto
    “miracolo” ad Abu Dhabi
    Un team coordinato dal Max Planck Institute avrebbe generato 52 acquazzoni nel piccolo emirato. Ma gli esperti della Società
    http://www.repubblica.it/ambiente/2011/01/06/news/la_pioggia_nel_deserto_miracolo_ad_abu_dhabi-10874523/

    http://www.telegraph.co.uk/news/weather/10268455/Weather-could-be-controlled-using-lasers.html
    Scientists are attempting to control the weather by using lasers to create clouds, induce rain and even trigger lightning.

    http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/1566898/Scientists-a-step-closer-to-steering-hurricanes.html
    Scientists have made a breakthrough in man’s desire to control the forces of nature – unveiling plans to weaken hurricanes and steer them off course, to prevent tragedies such as Hurricane Katrina.


    #308110
    abuandre
    abuandre
    Partecipante

    per la pioggia ci aveva già pensato Wilhelm Reich


    #308111

    orsoinpiedi
    Partecipante

    E anche Ighina.


    #308495
    camillo
    camillo
    Partecipante

    5 Agosto 2015 su ECAT Notizie
    Brevettato il procedimento denominato “Effetto Rossi” in tutti i suoi dettagli.
    Poiché l’effetto Rossi è la principale fonte di energia del ECAT, questo significa che l’ECAT Core è protetto dal presente brevetto. L’effetto Rossi si basa sulla reazione esotermica tra litio e idrogeno che viene catalizzata da nichel o qualsiasi altro elemento del gruppo 10 della tavola periodica, compresi palladio e platino.

    http://www.e-catworld.com/2015/08/26/critical-e-cat-patent-discloses-full-fuel-details-hank-mills/

    Nel brevetto, è svelata la composizione di combustibile di Rossi. Si afferma al 50% di nichel, 20% di litio, e il 30% litio alluminio idruro, quest’ultimo componente fornisce l’idrogeno per la reazione.
    Nella relazione si asserisce che non viene immesso gas in quanto tutti questi combustibili sono in forma di polvere, si dice inoltre che le varie proporzioni non sono critiche. Diversi rapporti governano la velocità di reazione. Ciò significa che una combinazione di nichel carbonile di pochi micrometri di diametro (anche se altre forme e dimensioni delle particelle di nichel possono anche funzionare), idruro di litio-alluminio e litio possono essere unitiinsieme per produrre una quantità enorme di energia se correttamente stimolato con calore ed un campo elettromagnetico variabile. Per la prima volta in assoluto, ci è stato fornito con un elenco di ingredienti e percentuali.
    Dall’esperimenteo di Lugano sappiamo che in quel caso Rossi ha anche introdotto un Gas che presumiamo Deuterio con lo scopo di velocizzare o ampliare la reazione.
    Un altro dettaglio importante rivelato nel brevetto è che la polvere di nichel deve essere pre-riscaldato per trasformare l’acqua in vapore intrappolata supercritico, esplodere, e aumentare la porosità del nichel. Il concetto di aumentare la porosità del nichel è menzionato più volte. Forse la superficie maggiore e tubercoli di nichel carbonile forniscono una buona polvere di partenza, che migliora in pre-riscaldamento.

    Va inoltre notato che il replicatore di maggior successo di questa tecnologia, Alexander Parkhomov, che ha prodotto con successo eccesso di calore in almeno una dozzina di prove, recentemente rivelato al Memorial Progetto Martin Fleischman che pre-riscalda suo nichel 200C per rimuovere qualsiasi contenuto di acqua. Pochi replicatori hanno operato col nichel in questo modo. Forse questo potrebbe essere un passo che garantirà repliche di maggior successo.

    http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=2&hl=en&rurl=translate.google.com&sl=auto&tl=it&u=http://ecat.com/ecat-science/the-rossi-effect&usg=ALkJrhgExpHwRq65lgt3LJhQFPEW5b9BfQL'effetto Rossi

    Fino a quando l’inventore Andrea Rossi ha scoperto l’effetto Rossi c’erano praticamente solo due categorie di LENR studiati:

    Palladium – deuterio (l’originale processo di fusione fredda)
    Nickel – Idrogeno

    L’effetto Rossi è una nuova scoperta nel campo della tecnologia LENR e aumenta la densità di potenza disponibile dei processi LENR di diversi ordini di grandezza di almeno 10 kW / kg.

    L’effetto Rossi si basa su un processo LENR compreso l’idrogeno e litio dove nichel viene semplicemente utilizzato come catalizzatore e non viene consumata nel processo (alcuni Nickel – reazioni idrogeno verificarsi, ma la maggior parte del nichel non si consuma e può essere riciclato) . L’idrogeno – reazione litio è fortemente esotermica;

    Li 7 + H 1 → Essere 8 → 2Egli 4 + 17,3 MeV,

    dove i 17.3 MeV (= 2,8 * 10 -12 J) è rilasciato come calore. Ciò equivale a una densità di energia (consumo specifico) di 209 milioni di MJ / kg o 58 milioni di kWh / kg o 5 milioni di volte la densità di energia del petrolio.

    L’E-CAT utilizza litio idruro di alluminio (LiAlH 4) come fondte di idrogeno. Il vantaggio di litio idruro di alluminio come fonte di combustibile è che è un solido e quindi molto più facile da gestire rispetto ordinario Idrogeno Gas.
    La Leonardo Corporation ha ricevuto un brevetto statunitense per questo processo ECAT sul 25 Agosto 2015, vedere i brevetti ECAT.

    Una volta riscaldato litio idruro di alluminio si decompone in tre fasi:

    a) 3 LiAlH 4 → Li 3 AlH 6 + 2 Al + 3 H 2 (R1)
    b) 2 Li 3 ALH 6 → 6 LiH + 2 Al + 3 H 2 (R2)
    c) 2 + 2 LiH Al → 2 + H 2 LiAl (R3)

    a) La reazione è generalmente avviata dalla fusione di litio idruro di alluminio nell’intervallo di temperatura 150-170 ° C, seguita immediatamente da scomposizione in solido 3 Li AlH 6.

    b) A circa 200 C°, Li 3 AlH 6 si decompone in LiH (R2) e Al che successivamente si convertono in LiAl superiore a 400 ° C (R3).

    c) La reazione è reversibile con una pressione di equilibrio di circa 0,25 bar a 500 C°. (a) e (b) possono avvenire anche a temperatura ambiente con adatti catalizzatori.
    Quando nichel viene aggiunto come catalizzatore litio e idrogeno inizierà a diffondere nel lattice poroso di Nickel; dopo la decomposizione del litio idruro di alluminio a temperatura sufficientemente elevata, 600 – 1200 ° C, l’effetto Rossi entreranno in e convertire litio e idrogeno in Elio sotto il rilascio di grandi quantità di energia.

    Particolarmente vantaggioso è il fatto che le radiazioni gamma sono naturalmente assente nel Effect Rossi perché l’energia viene rilasciata solo come energia cinetica attraverso nuclei dell’elio termico che poi si riscaldano nel lattice poroso di nichel, mentre le pareti interne del reattore ECAT, in caso di urto, trasformando l’energia cinetica in termica energia. Questo rende il Rossi effetto ideale per l’utilizzo dell’energia nucleare dimensioni in completa assenza di entrambi i materiali radioattivi e radiazioni.


    #308496
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Vedo ora che la traduzione automatica ha modificato un po’ le reazioni chimiche, andate a vederle sull’originale.


    #308537

    Rebel
    Partecipante

    Quindi la reazione nikel idrogeno che ritenevi inizialmente è molto più complessa?
    Io penso che la tua supposizione iniziale è quella corretta, tutto questo bailamme di reaazioni e formule è per stornare l’attenzione su cose marginali e poco significative.


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da  Rebel.
    #308550
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @rebel said:
    Quindi la reazione nikel idrogeno che ritenevi inizialmente è molto più complessa?
    Io penso che la tua supposizione iniziale è quella corretta, tutto questo bailamme di reaazioni e formule è per stornare l’attenzione su cose marginali e poco significative.

    Diciamo che molti autori lo avevano già pronosticato, lo stesso Piantelli nei suoi scritti descriveva varie possibilità, il punto chiave è che l’uso del Litio sembra amplificare di molto la reazione.
    E’ noto che le reazioni LENR sono imprevedibili, capricciose, ripetibili se non con estrema difficoltà. Rossi evidentemente è partito dalla reazione iniziale di Piantelli, come abbiamo fatto in tanti, e costatata irripetibilità (o quasi) ha cominciato ad aggiungere catalizzatori.
    Il Litio è un materiale difficile da utilizzare si incendia facilmente, molto reattivo e pericoloso allo stato puro, ciò nonostante lo ha usato.
    All’inizio probabilmente pensava veramente fosse un catalizzatore, in fin dei conti quando il LENR parte accade di tutto, alla fine si trovano elementi incredibili!
    E’ possibile che Rossi, per depistare, in alcune esperienze iniziali abbia introdotto di nascosto del rame, il suo proposito era quello di convincere che esisteva la reazione nucleare tipo LENR
    Nichel + idrogeno = rame
    Poi però non ha proseguito e le carte si sono mescolate.
    Intanto nella LENR di Iorio-Cirillo compariva di tutto (ma calore poco o nulla) e più che chiarire confondeva le acque.
    In mancanza di prove convincenti i nuclearisti ortodossi si sono inalberati o hanno snobbato la facenda (quando non l’hanno addiritura demonizzata)
    Solo nell’ultimo anno è saltata fuori la storia della presenza del Litio, finalmente si cominciano ad avere repliche.

    Può essere che rossi usi anche altri catalizzatori come il potassio per esempio. Inoltre si è definitivamente chiarito il fatto che servono impulsi elettromagnetici per stimolare l’evento LENR.


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da camillo camillo.
    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da camillo camillo.
    #308573

    Rebel
    Partecipante

    Tutto questo mi fa supporre che è sempre più significativo l’osservatore rispetto all’osservato, insomma come hai sempre supposto serve l’attivatore, niente me lo toglie più dalla testa, a questo punto potrebbero esserci attivatori per qualsiasi cosa, non importa piu la materia impegata ma il risultato ricercato.
    Io penso che siamo già in una nuova era e dobbiamo imparare a creare in modo cosciente e consapevole.


    #308641
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “Bohmian metaphysics : the implicate order and other arcana
    Quantum theory is currently our most fundamental theory of matter and Bohm suggests that, whenontologically interpreted, it reveals a proto-mental aspect of matter. This is the quantum field,described mathematically by the wave function, which is governed by the Schr¨odinger equation.Bohm’s suggestion is known as panprotopsychism.. so at least you learned a new word today..!”
    http://www.tcm.phy.cam.ac.uk/~mdt26/PWT/lectures/bohm8.pdf

    Information content in conscious thought constitutes subtle level of information that acts signasomatically‘downwards’ in hierarchy of levels, ultimately reaching quantum level of information

    Normally in QM this ‘back-action’ is not taken into account. The wave guides
    the particles but back-action of particle onto wave not systematically calculated.
    Of course, the back-action is physically real since particle movement determines
    initial conditions for next round of calculation. But there is no systematic way to
    characterize such feedback. One reason this works in practice is that for systems
    that are not self-organizing the back-action may not exert any systematic effect.

    Bohm thus suggests inanimate matter, life, and consciousness – all of which have
    their ground in the holomovement – have a similar causal architecture.


    http://www.tcm.phy.cam.ac.uk/~mdt26/PWT/lectures/bohm7.pdf
    Approximately nobody likes pilot-wave theory. Why?
    Well, 95%+ of physicists have never heard of it, because it is not taught in universities (there arevery few courses like this currently offered worldwide – probably something like three). We have onlyjust emerged from the era where students interested in pilot-wave theory were subject to career-endingthreats from their professors. In many places, that attitude still exists. What is the reason for this?

    http://www.corriere.it/scienze/12_marzo_30/zincone-ereditato-fisica-sperimentale_1e26a940-7a4c-11e1-aa2f-fa6a0a9a2b72.shtml
    «Perché in assenza di un impianto teorico che spieghi come e perché sia possibile, si crea un guaio. Nei mesi successivi alla misurazione la comunità scientifica si è mobilitata per dare una spiegazione».


    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da Richard Richard.
Stai vedendo 10 articoli - dal 661 a 670 (di 878 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.