Giorgio Bongiovanni

Home Forum L’AGORÀ Giorgio Bongiovanni

Questo argomento contiene 117 risposte, ha 25 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 11 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 118 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #107018
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1219494523=Zret]
    Meglio che non mi esprima su Bongiovanni….
    [/quote1219494523]

    Ma perchè…..?
    Proviamo prima ad analizzare la persona e il fenomeno….

    Anche per me intorno a questo tipo di manifestazioni mi viene subito il dubbio, perchè questo (le stigmate) capita solo a persone in occidente, insomma ai cristiani….

    Non mi risulta o forse non sono a conoscenza che in altre zone tipo India America o Africa, mi riferisco ad altre religioni, esistono dei casi simili….

    Indaghiamo…..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #107019
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    dobbiamo ancora cominciare…non mi risulta che nessuno di noi abbia conosciuto di persona Bongiovanni, credo di non sbagliare..quindi ne discuteremo con chi lo ha conosciuto e magari potrebbe intervenire lui stesso, chissà..non penso sia eventualmente in grado di “ipnotizzarci” a distanza no? forza ragazzi..pazienza un attimo.


    #107020
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Richard non so se guardi Lost, mi domanderai che centra….centra e come, ho imparato guardando e riguardando tutte le 4 serie di non giudicare così al primo impatto.
    I personaggi via via che magari ti erano antipatici conoscendo poi la loro storia cominci ad amarli e così nella maniera identica succede nella vita.

    Non possiamo giudicare, criticare qualcuno solo perchè non lo conosciamo o perchè abbiamo paura o chissà per cosa altro.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #107021
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1219511866=farfalla5]
    Richard non so se guardi Lost, mi domanderai che centra….centra e come, ho imparato guardando e riguardando tutte le 4 serie di non giudicare così al primo impatto.
    I personaggi via via che magari ti erano antipatici conoscendo poi la loro storia cominci ad amarli e così nella maniera identica succede nella vita.

    Non possiamo giudicare, criticare qualcuno solo perchè non lo conosciamo o perchè abbiamo paura o chissà per cosa altro.
    [/quote1219511866]

    Penso sia un valore basilare da apprendere nella vita, fin da piccolo ho sempre cercato di vedere tutti allo stesso livello e sono sempre stato spinto ad avvicinarmi a compagni di scuola a cui molti non davano importanza o deridevano o pregiudicavano o provocavano ecc..
    Queste persone il piu delle volte si dimostrano una sorpresa per tutti, questo per esperienza e soprattutto per questo credo di aver capito cosa significhi dire che siamo tutti un'aspetto dell'Uno, Dio, del Tutto o come volete chiamarlo…quando si inizia a ragionare cosi si vede il mondo molto diversamente.
    Soprattutto tutte le volte ho scoperto che quello che molti dicevano su un singolo era sbagliato in buona parte o totalmente. Ognuno deve fare la propria ricerca personale, per questo vorrei poterci vedere tutti discutere pacificamente su questo.


    #107022
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    CM ha scritto————

    Non poi tanto difficile immaginare il Sole come Dio creatore della vita per questo sistema solare se alla fine senza il Sole la vita non esisterebbe. Il sole è prettamente una fonte di energia (beh ci sarebbe da fare una digressione sul fatto che il Sole non sia una fornace ma un una singolarità da dove fioriesce energia…buco bianco  ) quindi ritornando al fatto che tutto quello che abbiamo visibile e non è energia… trullalero trullalà e guarda un po’ come so semplici i ragionamenti quando si va alla base delle cose…
    ————

    Voglio collegare questo di Wilcock

    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.966

    “Il nostro Sole non è una fornace nucleare.

    Ricerche suggeriscono che il Sole è come un buco apparso nel campo energetico della Galassia, permettendo all' energia di uscire in una certa area, ecco perchè lo vediamo come una luce splendente.

    Hanno anche provato che non ci sia in esso una fornace nucleare. La quantità di neutrini che il Sole emana è troppo bassa per essere prodotta da una reazione nucleare. Mancano dei neutrini. Questo si sa da 30 anni e il problema non è stato risolto; questi neutrini mancanti semplicemente non esistono!

    nota: https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.2414

    Quindi il Sole non è una fornace nucleare. Il Sole rappresenta energia cosmica, la vera energia della Creazione.

    Ciò che questo indica è che il Sole sia come un punto nello spazio da dove l' energia esce, come nel caso della borsa di plastica piena di acqua di cui abbiamo parlato o come nel Triangolo delle Bermuda.

    In alti livelli vibrazionali vedete molto di piu', vedete tutte le vibrazioni che circondano il Sole. Questo appaiono come sfere concentriche di energia, come le increspature in una pozzanghera che sono connesse da una bobina a spirale di energia che si espande per guidare le orbite e le rotazioni dei pianeti e della Luna. Tutto si mischia precisamente assieme come un set gigante di ingranaggi. Questa bobina dal Sole è stata studiata e misurata. La NASA vi si riferisce come la “Spirale Parker”.

    Per ora possiamo solo rilevare questi campi come una specie di energia magnetica.

    Ighina

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2427

    ——
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.980

    – Sì, è così. Gli uomini sono stupidi perché quando si trovano di fronte ad una forza contraria ai loro intenti, cercano di distruggerla o di sfuggirla, mentre le forze della Natura contrarie bisogna accettarle, accoglierle e rifletterle. Tutte le forze esistenti in natura sono il riflesso diretto e indiretto di un’unica forza primordiale che è l’energia che scaturisce dal Sole. Tale irradiazione solare riflettendosi si equilibra con se stessa e condensandosi esplode e quindi s’irradia di nuovo e di nuovo si riflette e così si moltiplica. L’energia solare è una forza positiva che riflettendosi diventa negativa. Il Sole accoglie in sé questi suoi riflessi, li trasforma e li irradia nuovamente in maniera positiva e così via.

    Parlando del Sole, lui affermava che era un foro, un buco nella cupola superiore che separava il regno di Dio dall’universo creato, attraverso il quale si manifestava il grande fuoco o Grande Spirito sconosciuto, come Luce del nostro universo, inteso come un’immensa duplice cupola entro la quale riflettendosi, essa poteva dare origine a quel Ritmo Creativo che avrebbe determinato la formazione del nostro Sistema Solare.
    Non era facile capire Gigi.

    ———–
    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1316

    Edgar Cayce: ARCTURUS E IL VIAGGIO DELL’ANIMA

    D- E’ stato dato tramite questa fonte che l’entità Edgar Cayce andò nel sistema di Arcturus e quindi ritornò sulla terra. Questo indica un passo comune oppure insolito nell’evoluzione dell’anima?
    R- Come indicato o come è stato indicato in altre fonti al di fuori di questa per quanto riguarda questo stesso problema, Arcturus è ciò che può essere chiamato il centro di questo universo, attraverso il quale gli individui passano e nel cui periodo arriva la scelta dell’individuo se deve ritornare per completarsi là—cioè, in questo sistema planetario, il nostro sole, il sole della terra e il suo sistema planetario, o andare oltre verso altri. 5749-14

    Non che il sole che è il centro di questo sistema solare sia tutto quello che c’è. Perché l’entità ha raggiunto persino quel regno di Arcturus, o quel centro dal quale ci può essere l’ingresso in altri regni di coscienza. E l’entità ha scelto da sè di ritornare sulla terra per una missione precisa. 2823-1

    wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Arturo_(astronomia)

    Altro segno dei tempi?
    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.2470

    E' un caso che dicano tutti la stessa Cosa?

    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.3394.10
    Giovani stelle nate grazie a un buco nero


    #107023

    Contattomassivo
    Partecipante

    Bravo richard. Ottimi collegamenti io non avrei saputo fare di meglio.

    Ora, ragionando con logica frattale, la stessa che usa madre natura, perchè dovrebbe esserci un buco nero al centro della galassia e non un buco bianco visto e considerato che il pianeta gira intorno al suo sole interno (Terra Cava), i pianeti girano intorno al Sole del sistema solare, e i vari sistemi solari della galassia girano intorno ad un buco nero?Girare attorno ad un altra stella avrebbe molto più senso… Basta questo a spiegare il perchè si sono formate le stelle intorno a quella singolarità. Ovviamente è una mia speculazione e non ho base “scientifiche” per dimostrarlo, quindi prendete pure con le pinze quantoscritto. -|-
    Meglio chiuderla qui o aprire un'altra discussione sennò andiamo fuori tema, concentriamoci invece sulla nota che le stelle sono creatrici nel vero senso del termine. Ora se vengono riletti certi passi sia del vangelo che di altre fonti mitologiche in questa nuova ottica del Sole, molti concetti verrebbero semplificati e capiti meglio. Le stesse coincidenze tra le varie mitologie indicano che civiltà precedenti alla nostra erano a conoscenza dell'importanza del Sole come fonte diretta di Vita e associata/rappresentata come Dio. La sapevano lunga…
    Allora non dovrebbe essere difficile credere che in un tempo molto più posteriore dei 2000 anni fa sia sceso sul pianeta un essere speciale che, come tramandano a cascata le varie mitologie, era figlio del Sole e Sole lui stesso il Cristo dei nostri giorni.
    Da precisare che anche quest'ultima è una mia teoria e non ha nulla a che vedere con quanto porta avanti GB. Per me non ha importanza se il Cristo è venuto 2000 anni fa o 20000, il tempo è sempre relativo, è l'evento che deve essere significativo e quanto l'evento trasmette.
    Trasmette Amore? Bene… è un valore che a me personalemnte piace.


    #107024

    Contattomassivo
    Partecipante

    [quote]
    Proviamo prima ad analizzare la persona e il fenomeno….
    [/quote]
    E' normale nella psicologia umana, soprattutto italiana, essere diffidenti, visto le inculate che si prendono ogni giorno e pacchi col mattone che rifilano dietro l'angolo. Quindi nulla di male ad essere prevenuti e diffidenti. Il problema si pone nel momento in cui questa diffidenza diventa un ostacolo per la propria crescita personale. Se la diffidenza porta a non essere più curiosi, a dare per scontatate certe cose allora non è più un bene ma diventa per l'appunto un impedimento. Conoscere non significa capire, e capire non significa necessariamente esserne consapevoli.
    Vuoi conoscere il gusto della mela? Assaggiala.

    [quote]
    Anche per me intorno a questo tipo di manifestazioni mi viene subito il dubbio, perchè questo (le stigmate) capita solo a persone in occidente, insomma ai cristiani….
    [/quote]
    Non credo sia corretto, se non sbaglio ci sono stati casi di fedeli in altri parti del globo diverse dal mondo occidentale. Cristiani? probabilemnte… mi informerò in dettaglio.

    Ragionando invece sulla logica del perchè solo ai cristiani, basti pensare che le stigmate sono un fenomeno sovrannaturale di carattere spirituale. Sono il messaggio. Ora se il messaggio non può essere scritto sul giusto pezzo di carta rischia principalmente di non poter essere trasmesso correttamente per due sostanziali motivi:
    1 – trasmittente (stigmatizzato/carta)
    2 – messaggio non pienamente comprensibile (stigmate/scrittura)
    Esempio: se scrivessi un numero telefonico su un foglio usato per l'elenco della spesa da fare al supermercato, incorreri nell'errore di non capire a cosa serve; nel caso milgiore crederei di dover chiamare quel numero per la consegna a domicilio, nel caso peggiore ad uno sbaglio e lo ignorerei.
    Lo stesso dicasi per una stigmate su un professante la fede indù… quale sarebbe il messaggio? E come lo interpreterebbe il messaggero? Una sorta di maledizione?

    Questo è secondo le mie considerazioni la logica dietro il fenomeno. Qual è il messaggio delle stigmate? Per me è quello di garanzia, di genuinità del messaggero essendo le stigmate un qualcosa di assolutamente fuori dall'ordinario. La chiave di lettura ce la porta la storia, le stigmate sono nell'immaginario collettivo il simbolo della crocifissione di un essere che, sempre secondo la tradizione, ha dato la vita come atto supremo di Amore.
    Allora l'equazione odierna è stigmate = messaggio d'amore portato avanti dal messaggero.
    Se andiamo a sondare cosa fa nella vita GB e quale è la sua missione, possiamo riscontrare che il messaggio che sta portando avanti è proprio un messaggio, anzi un richiamo, all'Amore verso la Vita. Sfido a dire il contrario.
    Facendo un flashback, se fossi un essere evoluto sia tecnologicamente che spiritualmente e volessi comunicare un messaggio che venisse compreso dal maggior parte della popolazione, sceglierei il mezzo di comunicazione più massivo utilizzabile. Ecco quindi che le equazioni tornano.

    Non dimentichiamoci che nella religione islamica Gesù Cristo è riconosciuto come profeta, e la figura della Madonna è comunque venerata. Gesù Cristo e la Vergine Maria si incontrano in circa 100 versetti del Corano, dei quali 25 menzionano Gesù Cristo, 11 il Messia, 34 la Vergine Maria.

    Se non è un gran piano marketing per la comunicazione questo… !alien


    #107025
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Bene, grazie, concordo con tutto, ieri poi ho anche visto ENIGMA la puntata sulle stigmate, caschiamo a puntino…alla fine pensavo fosse peggio di com'è stata…però il conduttore potrebbe evitarsi le smorfie e le risatine.
    Il Corano lo sto leggendo per curiosità.

    Puoi parlarci un pò meglio di Giorgio, lo hai conosciuto di persona giusto? Vorrei sentirne parlare da chi lo ha conosciuto.

    Se qualcuno vuole fare qualche domanda, può farla ma prego solo cortesemente di porla in modo pacato..

    Non ti preoccupare troppo dell'OT , qua siamo più permissivi a parte casi estremi.


    #107026

    xxo
    Partecipante

    Tempo fa mi imbattei in un video di una trasmissione televisiva (nn ricordo se Voyager o altro) dove veniva appunto intervistato Bongiovanni.
    Venne brevemente raccontata la sua storia e il suo percorso.
    In questa trasmissione era invitato anche un esponente della chiesa cattolica di Roma.
    A fine racconto molte domande vennero fatte a Bongiovanni alle quali lui rispose molto cordialmente.

    La cosa che mi stupì fu l'atteggiamento con cui questo esponente del clero si rapportò fin da subito con Bongiovanni.
    Decisamente duro e critico, spesso alzava la voce, perdeva la calma, non dava modo a Giorgio di rispondere. Uno stile al quale purtroppo siamo abituati in discussioni politiche, non me lo sarei aspettato da uno della chiesa. (Questo avvalorò la mia ipotesi di ciò che è oggi la chiesa cattolica)

    Ad un certo punto Bongiovanni perse un po ' la pazienza e interpellò ripetutamente questa persona su un fatto: la seconda venuta di Cristo
    Ovviamente l'esponente del clero continuò con il proprio atteggiamento di parlare tanto e di non dire niente, non rispose assolutamente alle domande che Bongiovanni gli faceva.
    Bongiovanni comunque insistette molto su questo, fino ad arrivare a dire in faccia e ad alta voce a questo signore che, non appena Cristo tornerà saranno grandi problemi per il clero, tutte le falsità e tutti gli inganni verranno alla luce.
    Finì con una frase che non mi scorderò mai.
    Disse:
    (voi chiesa) sapete che questo momento è molto vicino e ne avete paura. Io non vedo l'ora, non vedo l'ora….

    La mia domanda si rivolge proprio a questo.
    Cosa pensa che avvenga Bongiovanni della seconda venuta di Cristo?
    Come “vede” questo momento?
    Può avere qualche similitudine con la Apocalisse di Giovanni?


    #107027
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Se sono ancora attivi i video della puntata in tv li trovi qua
    https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.2991

    ricordo anche io la puntata, Bongiovanni di è dimostrato più pacato ed educato di tutti, uno aveva gli occhi rossi infuocati e l'altra aveva gli occhi neri che sembrava indemoniata.

    Non so se sia corretta, ma vi segnalo questa descrizione, non so però se combaci davvero con quello che pensa Bongiovanni

    http://www.menphis75.com/giorgio_bongiovanni.htm

    è interessante il confronto con l'ipotesi di wilcock
    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3370.9

    Attendiamo conferma da CM..


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 118 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.