Giove

Home Forum EXTRA TERRA Giove

Questo argomento contiene 83 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 10 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 84 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #20696

    deg
    Partecipante

    [quote1217265545=erroll]
    http://aurora-project.forumfree.net/?t=24950871 sembra interessante …
    [/quote1217265545]

    Riporto un pezzo:

    Teoria Cospiratoria e timeline degli eventi (le speculazioni e le congetture in corsivo)

    1945 (luglio) – – Detoniamo la nostra prima bomba atomica

    1950 — viene assemblato un team per studiare come questa nuova tecnologia possa essere usata per generare una stella. Alcuni dei migliori scienziati del mondo lavorano segretamente ad esso. Questo gruppo è “il gruppo JASON” presso “la società JASON”.

    1968 – Arthur C. Clarke promuove il “Lucifer Project” in libri ed in film quali 2001 e 2010, usando Saturno inizialmente, ma successivamente si dice usando Giove. (qualcosa di spettacolare si presenta una volta in un film, esso intraprende una possibilità non-reale)

    1972 – William Cooper vede o sente parlare del “Lucifer Project” durante un briefing dell’intelligence della Marina degli STATI UNITI.

    1983 – Una sonda non specificata od una sonda ” persa” viene inviata segretamente per trasmettere informazioni sull’impatto di una cometa su Giove.

    1989 – La Galileo viene lanciata per due missioni segrete: 1) raccogliere informazioni sull'interno dei giganti gassosi usando i dati derivati da uno scontro imminente della cometa con Giove (SL-9). 2) Provocare un’ignizione su Giove per trasformarlo in una stella, od in caso di fallimento, per raccogliere le più informazioni sul suo interno provocando un’esplosione all'interno della sua atmosfera, quindi portando il suo interno in superficie.

    1990 – William Cooper espone la realtà “del Lucifer Project” in suo libro “Behold, A Pale Horse”.

    1991 – L'antenna principale della Galileo si posiziona in modo errato. In realtà, l'antenna funziona benissimo e sta trasmettendo i primi dati ad alcuni personaggi dell'elite di potere.

    1994 – Qualcuno “che sa” aiuta ad individuare la macchia lasciata dalla Shoemaker e per un’osservazione adeguata vengono usati Hubble con la Galileo, ecc. Le immagini ad alta qualità Galileo-SL-9 vengono nascoste al grande pubblico.

    1994 – I dati raccolti dalla collisione SL-9 vengono utilizzati per le specifiche dell’RTG della Cassini al fine di migliorare le probabilità di un'accensione di Saturno.

    1997 – Shoemaker viene assassinato in un incidente automobilistico in Australia. Non sono in grado di fornire alcuna prova in merito.

    1997- La Cassini viene lanciata su Saturno con un carico tremendo di diossido di Pu-238 (72 libbre!), una quantità molte volte superiore a quella realmente effettiva per far funzionare la strumentazione.

    2003 – Gli scienziati della NASA decidono di immergere la Galileo dentro Giove dopo avere sostenuto che era l’unica soluzione logica, perché la sonda si sarebbe persa altrimenti nello spazio o si sarebbe schiantata su una delle sue Lune.

    2003 (luglio) Il Geografo, J.C. Goliathan pubblica un rapporto dove dichiara che una reazione nucleare è possibile se la Galileo finisce dentro Giove. 25

    2003 (inizio di settembre) Il fisico, Jacco van der Worp pubblica un rapporto di avvertimento su cosa potrebbe accadere se la Galileo finisse dentro Giove citando la relazione di Goliathan, i calcoli ed i numeri effettivi per dimostrarlo. Jacco valuta la probabilità bassa, ma che crede che il rischio sia sufficientemente elevato da giustificare un avvertimento.

    2003 (il 21 settembre) La Galileo si “tuffa” all'Equatore di Giove. Come si prevedeva, non accade nulla.

    Allora 4 settimane più tardi:

    2003 (il 19 ottobre) Olivier Meeckers mostra delle immagini di una”misteriosa macchia” delle dimensioni della terra con una striatura che strascica via vicino all'Equatore di Giove. Tutti i altri telescopi professionali ignorano la macchia!

    2003 (fine ottobre.) Richard C. Hoagland pubblica un rapporto circa questo fantastico scenario e che la “misteriosa macchia” era stata causata dal plutonio del Galileo probabilmente che era andato giù per 700 miglia dentro Giove a 1 mph per la maggior parte del viaggio!

    2004- La sonda Cassini arriva su Saturno per studiare il sistema. L'inizio del tentativo n.2.

    2005 – La sonda Cassini lancia (in anticipo) la Huygens per studiare Titano in profondità e rivelando i relativi attributi primordiali molto simili a quelli della Terra.

    2008 (l'inizio di luglio a fine luglio) – La Cassini si immerge in una regione polare di Saturno per aumentare l'accelerazione di gravità prima di effetto (Saturno è molto oblato). Ciò darà alle sfere una penetrazione in ingresso e una profondità molto più grande rispetto all'Equatore. Inoltre la regione polare è meno soggetta a tempeste. Alcuni giorni dopo successivamente, o forse settimane dopo, le sfere di plutonio raggiungono la profondità di schiacciamento ed implodono intorno al 15-25% del percorso verso il centro di Saturno e lo bruciano interamente in una stella.
    La NASA non deve ufficialmente negare la responsabilità perché la domanda non è mai stata loro fatta “La Cassini potrebbe causare questo?” così come non sono mai stati interrogati circa la misteriosa macchia su Giove dopo il tuffo della Galileo.
    Il trucco è stato tutto lungo come riuscire a far andare dentro le sfere abbastanza in profondità affinchè una dispersione significativa accada. Saturno lo permette a causa della sua minore densità rispetto a Giove e con un raggio di entrata che è il 10% minore all'Equatore. Giove può essere stata una prima prova promettente e più di una prova o un precursore di Saturno.
    Anche A.C. Clarke e Stanley Kubrick originalmente avevano previsto Saturno come il candidato migliore. Un'altra cosa da notare è che un'accensione di Saturno è molto più sicura (punti di vista…sic,NdFox) per la Terra che un'accensione di Giove per i suoi effetti sulla nostra atmosfera. La quantità di idrogeno ionizzato che la raggiungerà da Saturno sarà una frazione di quella da un'accensione di Giove, ma ancora rischiosa.
    Valuto la massa di idrogeno ionizzato intercettato dalla Terra è in media 0,015 kg/m2/giorno per ogni metro quadro della terra per circa due settimane viaggiando ad alte velocità. Durante gli ultimi giorni gli elementi più pesanti raggiungeranno la Terra in piccole quantità.

    2008 (fine luglio) – la nuova stella viene chiamata, forse Lucifero, o un derivato di esso. “Il segno dal cielo” viene usato per ordinare un grande capo mondiale, o un capo che aveva già preso il potere prima dell'evento.

    2008 (Luglio/Agosto/Settembre) – dopo alcune settimane dal 24/7 di colloquio delle implicazioni, delle cause, degli effetti, ecc. della nuova stella, la Terra comincia ad essere inondata dagli effluvi di Saturno. L'acquazzone durerà 2 – 3 settimane ed include alcuni elementi più pesanti verso la fine. Ciò direttamente o indirettamente ucciderà milioni di persone e di animali sulla Terra – un grande impulso per il controllo della popolazione. Quelli “che sapranno” si nasconderanno in città e bunker sotterranei per parecchie settimane a parecchi mesi fino a che lo strato d'ozono della Terra non si sarà riparato.

    2009 – La nuova realtà mondiale si insedia. Dopo avere fatto fronte agli effetti dell'evento, i superstiti trovano un secondo sole come nel romanzo. La Terra è completamente cambiata, tutte le infrastrutture, strutture politiche e le religioni sono nel caos. Il più forte sopravvive, la forza militare presto prende il controllo della Terra.

    2010 – Un invito per studiare ed esplorare il nuovo sistema Saturno/Titano. 365/24/7 tempo e risorse illimitate entrano nella nuova impresa internazionale. I programmi di Terraformazione cominciano su una grande scala.

    2033 – Gli esseri umani muovono i primi passi su Titano terra formato.


    #20697

    eroinelvento
    Partecipante

    Visto:The Lucifer Project, la mia fantasia mi dice che potrebbe realizzarsi, quindi, ciò che sognai ovvero che potevo scorgere Saturno su in cielo di molto ravvicinato che girò tre volte vicino come se fosse da me visto attraverso un'immensa lente di ingrandimento per poi scomparire per la tangente blu… sopra le teste di noi terrestri, che camminavamo in un'atmosfera sconsolata nel buio totale …. come erranti senza meta con la testa bassa, come se fosse scomparso all'improvviso ogni nostro agio, come se fossimo arretrati improvvisamente in una post era industriale, senza essere capaci di farcela da soli, di autogestirci un'esistenza senza l'attuale capitalismo globale…. un futuro prossimo? Buona serata e … mai paura! Vi abbraccio amici!


    #20698

    eroinelvento
    Partecipante

    “two suns in the sunset”
    (pink floyd-the final cut)
    “In my rear view mirror the sun is going down,
    sinking behind bridges in the road;
    and I think of all the good things
    that we have left undone.
    (…)
    Finally I understand the feelings of the few:
    ashes and diamonds
    foe and friend
    we were all equal in the end“.

    E con un pensiero speciale rivolto a mdegournay:
    SPLEEN di Baudelaire (je suis maudit!)

    “Quando il cielo basso e greve pesa come un coperchio
    Sullo spirito che geme in preda a lunghi affanni,
    E versa abbracciando l'intero giro dell'orizzonte
    Una luce diurna più triste della notte;

    Quando la terra è trasformata in umida prigione,
    Dove come un pipistrello la Speranza
    Batte contro i muri con la sua timida ala
    Picchiando la testa sui soffitti marcescenti;

    Quando la pioggia distendendo le sue immense strisce
    Imita le sbarre di un grande carcere
    Ed un popolo muto di infami ragni
    Tende le sue reti in fondo ai nostri cervelli,

    Improvvisamente delle campane sbattono con furia
    E lanciano verso il cielo un urlo orrendo
    Simili a spiriti vaganti senza patria
    Che si mettono a gemere ostinati

    E lunghi trasporti funebri senza tamburi, senza bande
    Sfilano lentamente nella mia anima vinta; la Speranza
    Piange e l'atroce angoscia dispotica
    Pianta sul mio cranio chinato il suo nero vessillo”


    #20699

    deg
    Partecipante

    Questa poesia di Byron mi perseguita un pochino da parecchi anni, mi ci imbatto ogni tanto.
    Ora la vorrei riproporre..Da qualche parte in AG avevo anche postato la traduzione, ma non ho tempo per cercare ora!

    I had a dream, which was not all a dream.
    The bright sun was extinguish'd, and the stars
    Did wander darkling in the eternal space,
    Rayless, and pathless, and the icy earth
    Swung blind and blackening in the moonless air;
    Morn came and went–and came, and brought no day,
    And men forgot their passions in the dread
    Of this their desolation; and all hearts
    Were chill'd into a selfish prayer for light:
    And they did live by watchfires–and the thrones,
    The palaces of crowned kings–the huts,
    The habitations of all things which dwell,
    Were burnt for beacons; cities were consum'd,
    And men were gather'd round their blazing homes
    To look once more into each other's face;
    Happy were those who dwelt within the eye
    Of the volcanos, and their mountain-torch:
    A fearful hope was all the world contain'd;
    Forests were set on fire–but hour by hour
    They fell and faded–and the crackling trunks
    Extinguish'd with a crash–and all was black.
    The brows of men by the despairing light
    Wore an unearthly aspect, as by fits
    The flashes fell upon them; some lay down
    And hid their eyes and wept; and some did rest
    Their chins upon their clenched hands, and smil'd;
    And others hurried to and fro, and fed
    Their funeral piles with fuel, and look'd up
    With mad disquietude on the dull sky,
    The pall of a past world; and then again
    With curses cast them down upon the dust,
    And gnash'd their teeth and howl'd: the wild birds shriek'd
    And, terrified, did flutter on the ground,
    And flap their useless wings; the wildest brutes
    Came tame and tremulous; and vipers crawl'd
    And twin'd themselves among the multitude,
    Hissing, but stingless–they were slain for food.
    And War, which for a moment was no more,
    Did glut himself again: a meal was bought
    With blood, and each sate sullenly apart
    Gorging himself in gloom: no love was left;
    All earth was but one thought–and that was death
    Immediate and inglorious; and the pang
    Of famine fed upon all entrails–men
    Died, and their bones were tombless as their flesh;
    The meagre by the meagre were devour'd,
    Even dogs assail'd their masters, all save one,
    And he was faithful to a corse, and kept
    The birds and beasts and famish'd men at bay,
    Till hunger clung them, or the dropping dead
    Lur'd their lank jaws; himself sought out no food,
    But with a piteous and perpetual moan,
    And a quick desolate cry, licking the hand
    Which answer'd not with a caress–he died.
    The crowd was famish'd by degrees; but two
    Of an enormous city did survive,
    And they were enemies: they met beside
    The dying embers of an altar-place
    Where had been heap'd a mass of holy things
    For an unholy usage; they rak'd up,
    And shivering scrap'd with their cold skeleton hands
    The feeble ashes, and their feeble breath
    Blew for a little life, and made a flame
    Which was a mockery; then they lifted up
    Their eyes as it grew lighter, and beheld
    Each other's aspects–saw, and shriek'd, and died–
    Even of their mutual hideousness they died,
    Unknowing who he was upon whose brow
    Famine had written Fiend. The world was void,
    The populous and the powerful was a lump,
    Seasonless, herbless, treeless, manless, lifeless–
    A lump of death–a chaos of hard clay.
    The rivers, lakes and ocean all stood still,
    And nothing stirr'd within their silent depths;
    Ships sailorless lay rotting on the sea,
    And their masts fell down piecemeal: as they dropp'd
    They slept on the abyss without a surge–
    The waves were dead; the tides were in their grave,
    The moon, their mistress, had expir'd before;
    The winds were wither'd in the stagnant air,
    And the clouds perish'd; Darkness had no need
    Of aid from them–She was the Universe.

    Ho ritrovato il mio vecchio post dove racconto i miei incontri con questo testo:

    “Avevo circa 20 anni quando, passeggiando per strada, trovai un foglio con un vecchio testo manoscritto (con inchiostro e ingiallito) che si intitolava “les tenèbres” (ero a Marsiglia in Francia, Iam french!) che mi turbò abbastanza.
    Mi turbò per il contenuto, ma soprattutto per la forma: sembrava scritto da una persona non molto colta e conteneva diversi errori di grammatica, ma l'intensità del racconto era travolgente, la sua apparente “ingenuità”, tipo racconto di cronaca “dal vivo” ne accresceva il mistero.
    Punto.
    TRENT'ANNI dopo. a l'occasione di un corso di recitazione, riconosco, nel compito assegnatomi, lo STESSO testo. in italiano (e senza errori di grammatica!) che il mio maestro mi indica come il famoso “darkness” di Byron.
    Finalmente avevo risolto l'origine di quel testo di tanti anni fa…..!
    Probabilmente il foglio da me trovato per strada era stato una traduzione scolastica di un allievo non molto dotato….
    Non saprei…..”

    E qui la traduzione: http://books.google.it/books?id=THcNAAAAIAAJ&pg=PA345&lpg=PA345&dq=byron+le+tenebre&source=web&ots=vi2SjvVBAu&sig=h_fvYfwM3JIxqPvdB3iRGhWYJas&hl=it Visione apocalittica, cruda, sentita……..vissuta? :hihi:


    #20700
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    La grande macchia di Giove muta il suo comportamento, cosa prepara?

    Jupiter's Great Red Spot Is Shrinking
    http://www.space.com/scienceastronomy/090309-mm-jupiter-great-red-spot.html

    “The velocity data show that the Red Spot has been shrinking along its major diameter by about 15 percent over that period,” said Xylar Asay-Davis, who conducted the study along with Phil Marcus, Mike Wong and Imke de Pader at the University of California at Berkeley.

    Not dying

    The finding agrees with other studies of cloud cover, Asay-Davis said, and it puts the conclusion on more solid footing. “Velocity is a more robust measurement because the clouds associated with the Red Spot are also strongly influenced by numerous other phenomena in the surrounding atmosphere,” he said.

    It's not clear yet why the storm is shrinking, but after 300 years of hanging in there, the spot is in no danger of disappearing anytime soon, Asay-Davis said. It continues to kick up winds that routinely exceed 300 mph.

    “We find that the Red Spot has been shrinking but not slowing down,” Asay-Davis told SPACE.com.

    There is a balance of energy flowing in and out of the storm, either as it mixes with the surrounding atmosphere, consumes smaller storms, or when energy is radiated into space, he explained.

    “We don't fully understand all the sources of energy, or the ways the Red Spot loses energy, but these can become slightly imbalanced for a period of time, and this is likely to be what is causing the Red Spot to shrink — less energy is being fed in and more is slowly dissipating away,” he said.


    #20701
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    A massive star a million times brighter than our sun exploded way too early in its life, suggesting scientists don't understand stellar evolution as well as they thought.

    “This might mean that we are fundamentally wrong about the evolution of massive stars, and that theories need revising,” said Avishay Gal-Yam of the Weizmann Institute of Science in Rehovot, Israel.

    http://www.space.com/scienceastronomy/090322-supernova-soon.html


    #20702

    Carlez
    Bloccato

    notizie da siti americani???


    #20703
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    li segue un poco paolo, Carlez…stai bbbono..


    #20704

    paolo-r
    Partecipante

    sono già passati ad altro…
    [quote1237916083=Carlez]
    notizie da siti americani???
    [/quote1237916083]


    #20705

    deg
    Partecipante

    [quote1237916307=paolo-r]
    sono già passati ad altro…

    [/quote1237916307]
    hahaha


Stai vedendo 10 articoli - dal 41 a 50 (di 84 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.