Gli alberi

Home Forum PIANETA TERRA Gli alberi

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  littleflower 4 anni fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #297965
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Sento che mi chiamano gli alberi ovvero i liberi che per un gioco di lettere fanno alberi/liberi. Gesu fu crocifisso in un albero, Budda si risveglia sotto un albero, Jung come mori un fulmine colpi un albero. Gli alberi sono la strada.
    Gli alberi sono la chiave .. Dante dice mi ritrovai in una foresta oscura e tanti alchimisti parlano di questa foresta.
    Oggi pensando e riverendo a loro i miei ossequi a loro in giro in bici prima mi ritrovo la bici con la catena giu’ dalla parte grande quella non del cambio poi mi si stacca un pedale sempre facendo viali alberati e ammirandoli come dei re perche’ non volevano facessi quella strada. Sono intelligenti e ti voglino bene e ti proteggono.
    E sono arriavato a conoscere Valentina Giovagnini un amante di alberi.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Valentina_Giovagnini
    Forse uccisa perche’ conosceva gli alberi. O morta contro un ulivo perche’ ..
    Gli alberi sono la strada.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #297967
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    non ci credete .. ok fate una prova quando girate in un viale di alberi amate gli alberi dite a loro cose belle come se fossero amanti amici fidanzate amateli e vedrete che succedono cose strane vedrete che si inchinano a voi dicono puoi proseguire sono davvero il sale del mondo.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #297968
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    ci sono soldi per voi in arrivo se amate gli alberi ovvero i liberi questo avvera’.
    Una montagna di soldi se solo avete il rispetto degli alberi se li amate avvera’ cosi. Non andate in montagna per morire tra le rovine state attenti rifugiate l’albero inutile ma amate colui che e’ liberta’ nel mondo e siate partecipi del nuovo mondo sensibili a cosa…nessuno e’ uscito vivo da qui neanche gli alberi.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #299323

    littleflower
    Partecipante

    A proposito di Alberi ho un aneddoto che mi è stato raccontato da una persona molto particolare, che ha una sensibilita’ diciamo superiore alla media. Si tratta di un sensitivo jone Chiocchiarello che ha avuto parecchie esperienze “particolari” e di cui ha anche scritto un libro che consiglio a chi possano interessare questo tipo di cose : “sentiero verso l”ignoto”.
    lui vive vicino ad un bosco che si potrebbe dire “magico”. Si era recato con alcune persone a fare legna muniti di motosega e quant’altro. dopo avere tagliato qualche pianta si sono fermati per una pausa. A questo punto ha detto, la situazione è cambiata e pur senza vento gli alberi hanno cominciato a fremere ed a muoversi. una cosa incredibilie ha detto e che ogni volta che ci ripensa gli fa accapponare la pelle. Sembrava che le alte cime si abbracciassero quasi gli alberi fossero esseri viventi e in grado di spostarsi, il movimento creava quasi un rumore spaventoso. Una cosa che lui, assiduo frequentatore dei luoghi non aveva mai visto prima e che aveva spaventato a morte lui e tutti i suoi amci. Dentro di lui ha sentito la paura di questi alti alberi secolari. Allora si è avvicinato e ne ha abbracciato uno ed ha condiviso il loro “sentimento” cosi’ gli ha mormorato dolcemente di stare tranquilli e che non sarebbe successo niente. Dopo un po la strana “bufera” si è calmata. E a Jone non è rimasto altro che convincere i suoi amici che per quel giorno si era fatta abbastanza legna. Ora voi potete credere o no, ma la persona che ho conosciuto è per me degna di fiducia ed ha dimostrato piu’ volte con molte persone di avere delle capacita’ al di fuori del comune.


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.