Guerra al cancro – fallimento totale?

Home Forum SALUTE Guerra al cancro – fallimento totale?

Questo argomento contiene 334 risposte, ha 40 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Medico omeopata 10 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 231 a 240 (di 335 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #55711
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1354295287=DESTINO]
    [quote1354294218=Spiderman]
    STUDIO SHOCK: LE MAMMOGRAFIE SONO UNA BUFALA MEDICA

    Studio shock: Le mammografie sono una bufala medica, oltre un milione di donne americane danneggiate da “trattamenti” non necessari per tumori che non hanno mai avuto.

    La mammografia è una crudele bufala medica. Come ho descritto qui su Natural News più di una volta, lo scopo principale della mammografia non è “salvare” donne dal cancro, ma reclutarle come falsi positivi per spaventarle e portarle a sottoporsi a trattamenti costosi e tossici come la chemioterapia, le radiazioni e la chirurgia.

    Il “piccolo sporco segreto” dell'industria del cancro è che proprio gli stessi oncologi che terrorizzano le donne con la falsa credenza di avere un cancro sono quelli che realizzano enormi profitti vendendo loro i chemioterapici. Il conflitto di interessi e l'abbandono dell'etica nell'industria del cancro lascia senza fiato.

    Ora, un nuovo studio scientifico ha confermato esattamente quello da cui ho messo in guardia i lettori per anni: la maggior parte delle donne con “diagnosi” di cancro tramite mammografia non hanno mai avuto il cancro, ed è solo l'inizio.

    Il 93% delle “diagnosi precoci” non ha alcun beneficio per il paziente

    Questa è la conclusione del pionieristico studio pubblicato sul New England Journal of Medicine. (1)

    “Abbiamo riscontrato che l'introduzione dello screening ha portato 1,5 milioni di donne alla diagnosi di cancro alla mammella in fase iniziale” scrive il co-autore dello studio Dr. Gilbert Welch.

    Ora, a prima vista questa potrebbe sembrare una buona notizia. Potreste pensare “Beh, la diagnosi precoce salva delle vite, proprio come ci hanno detto Komen e le associazioni no-profit riguardo il cancro”. Ma sbagliereste. Come scoperto dal team del Dr. Welch, virtualmente non vi è stata riduzione degli stadi terminali del cancro alla mammella a partire da tutte queste diagnosi precoci, e questo significa che alla maggior parte delle donne a cui è stato detto di avere il cancro alla mammella dopo una mammografia è stato mentito.

    Così continua il dottore
    “Abbiamo scoperto che ci sono state solo 0,1 milioni di donne in meno con una diagnosi di cancro alla mammella in fase terminale. La discrepanza significa che c'è stata molta diagnosi inutile ed esagerata: a più di un milione di donne è stato detto di avere un cancro in fase iniziale –molte delle quali hanno subito chirurgia, chemioterapia o radiazioni per un cancro che non le avrebbe mai fatte stare male. Anche se è impossibile sapere chi siano queste donne, il danno è evidente e serio”.

    Si, lo è. Infatti, se fate il calcolo, 0,1 milioni di donne in meno con un cancro in fase terminale rispetto ad 1,5 milioni di diagnosi precoci significa che si ha avuto un falso positivo nel 93% dei casi; questo significa che non si sarebbe in ogni caso arrivati alla fase di cancro terminale.

    Chemioterapia, radiazioni e chirurgia oncologica sono in gran parte bufale

    Secondo quanto detto dagli scienziati, “il cancro alla mammella è stato over-diagnosticato (cioè sono stati trovati tumori in fase di screening ma questi non avrebbero mai portato a sintomi clinici) in almeno 1,3 milioni di donne americane negli ultimi 30 anni.”

    Gli oncologi di queste donne hanno mentito: “se non acconsentite al trattamento, morirete entro sei mesi” (o due anni, o qualsiasi tipo di scansione fraudolenta essi usino).

    Sotto la minaccia di questa paura, la maggior parte delle donne si piegava e acconsentiva a iniziare il trattamento – spesso nello stesso giorno della falsa diagnosi. Questo cosiddetto trattamento consiste in una iniezione di sostanze chimiche mortali che fanno la fortuna degli oncologi che le vendono ai loro stessi pazienti. Si, è così: le cliniche oncologiche e i centri di trattamento del cancro fanno profitti enormi sui chemioterapici che vendono ai loro pazienti – gli stessi pazienti che spaventano e dirigono verso il trattamento con mammografie falsamente positive.

    [link=http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11153]Continua…[/link]
    [/quote1354294218]
    ……………………………………..non ho capito,quindi che fare?? abandonare la prevenzione?? cosa consiglieresti a tua moglie?? (domanda da profano) -|- a mia moglie gli diagnosticarono un nodulo benigno grazie alla mammografia ed ora la fa ogni anno :eyebro: gli dico di smettere?
    [/quote1354295287]

    Termografia … per esperienza personale… ma molto spesso, se non è richiesta dallo specialista, la puoi eseguire solo a pagamento

    … volevo cercare immagini che mostrassero cosa vedi con questo tipo di esame … assolutamente non invasivo (in pratica è un'ecografia, quindi non danneggia ed è indolore) … ma ho trovato questo articolo sorprendentemente interessante … che mette in relazione la devitalizzazione dei denti e i meridiani (quelli utilizzati nell'agopuntura) corrispondenti ai seni http://www.medicinenon.it/tumore-al-seno-e-denti-devitalizzati

    … e questo è il video da cui è tratto l'articolo


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #55712

    zen
    Partecipante

    [quote1354308496=Spiderman]
    STUDIO SHOCK: LE MAMMOGRAFIE SONO UNA BUFALA MEDICA

    Studio shock: Le mammografie sono una bufala medica, oltre un milione di donne americane danneggiate da “trattamenti” non necessari per tumori che non hanno mai avuto.

    La mammografia è una crudele bufala medica. Come ho descritto qui su Natural News più di una volta, lo scopo principale della mammografia non è “salvare” donne dal cancro, ma reclutarle come falsi positivi per spaventarle e portarle a sottoporsi a trattamenti costosi e tossici come la chemioterapia, le radiazioni e la chirurgia.

    Il “piccolo sporco segreto” dell'industria del cancro è che proprio gli stessi oncologi che terrorizzano le donne con la falsa credenza di avere un cancro sono quelli che realizzano enormi profitti vendendo loro i chemioterapici. Il conflitto di interessi e l'abbandono dell'etica nell'industria del cancro lascia senza fiato.

    Ora, un nuovo studio scientifico ha confermato esattamente quello da cui ho messo in guardia i lettori per anni: la maggior parte delle donne con “diagnosi” di cancro tramite mammografia non hanno mai avuto il cancro, ed è solo l'inizio.

    Il 93% delle “diagnosi precoci” non ha alcun beneficio per il paziente

    Questa è la conclusione del pionieristico studio pubblicato sul New England Journal of Medicine. (1)

    “Abbiamo riscontrato che l'introduzione dello screening ha portato 1,5 milioni di donne alla diagnosi di cancro alla mammella in fase iniziale” scrive il co-autore dello studio Dr. Gilbert Welch.

    Ora, a prima vista questa potrebbe sembrare una buona notizia. Potreste pensare “Beh, la diagnosi precoce salva delle vite, proprio come ci hanno detto Komen e le associazioni no-profit riguardo il cancro”. Ma sbagliereste. Come scoperto dal team del Dr. Welch, virtualmente non vi è stata riduzione degli stadi terminali del cancro alla mammella a partire da tutte queste diagnosi precoci, e questo significa che alla maggior parte delle donne a cui è stato detto di avere il cancro alla mammella dopo una mammografia è stato mentito.

    Così continua il dottore
    “Abbiamo scoperto che ci sono state solo 0,1 milioni di donne in meno con una diagnosi di cancro alla mammella in fase terminale. La discrepanza significa che c'è stata molta diagnosi inutile ed esagerata: a più di un milione di donne è stato detto di avere un cancro in fase iniziale –molte delle quali hanno subito chirurgia, chemioterapia o radiazioni per un cancro che non le avrebbe mai fatte stare male. Anche se è impossibile sapere chi siano queste donne, il danno è evidente e serio”.

    Si, lo è. Infatti, se fate il calcolo, 0,1 milioni di donne in meno con un cancro in fase terminale rispetto ad 1,5 milioni di diagnosi precoci significa che si ha avuto un falso positivo nel 93% dei casi; questo significa che non si sarebbe in ogni caso arrivati alla fase di cancro terminale.

    Chemioterapia, radiazioni e chirurgia oncologica sono in gran parte bufale
    . Si, è così: le cliniche oncologiche e i centri di trattamento del cancro fanno profitti enormi sui chemioterapici che vendono ai loro pazienti – gli stessi pazienti che spaventano e dirigono verso il trattamento con mammografie falsamente positive.

    [link=http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11153]Continua…[/link]
    [/quote1354308496]

    Ora mi spiego il perchè di tanta gentilezza e disponibilità commoventi, quasi “paterne” da parte del medico del centro oncologico al quale mi sono rivolta per la diagnosi e cura del mio tumore, purtroppo molto reale e presente. Con inusuale tempestività sono stata inserita nei cicli di chemioterapia e mi sono stupita di questa efficienza così poco “italiana”. Non c'è voluto molto tempo perchè cominciassi anche parallelamente ad informarmi meglio su questo mondo per me fino ad ora completamente sconosciuto e sono arrivata alle medesime conclusioni della frase finale del messaggio che ho riportato. Malauguratamente non sono riuscita ad evitare tre cicli di chemioterapia che hanno messo a dura prova il mio organismo ma non altrettanto il tumore. Solo grazie al fatto di non aver mai fatto uso di medicinali convenzionali sono riuscita a non danneggiarmi in maniera irreparabile, supportata anche dall'assunzione di aloe, concentrato d'ananas, centrifugati di frutta e verdura e tisane depurative varie. Nelle mie ricerche ho recuperato informazioni dettagliate sul metodo Di Bella e mi sono convinta a proseguire su questa strada di cura, ho rifiutato di fare la radioterapia che mi è stata proposta, domani inizio…….speriamo bene, dentro di me sento forte la convinzione di aver fatto la scelta giusta,preferisco far da cavia a questi medici della Fondazione Di Bella che nell'arco di questi anni hanno saputo proseguire il loro lavoro nell'ombra e non si sono fatti sedurre dal dio denaro, che non a questi medici “ufficiali” che ormai sono totalmente preda dell'industria farmaceutica! ~grrr


    #55713
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Prerequisiti per abbassare la mortalita da cancro

    1. lo screening deve anticipare il momento della diagnosi di cancro destinato a causare morte (scoprire i tumori prima)
    Non è sufficiente scoprire un maggior numero di cancro al primo stadio
    Deve esserci un declino seguente di persone diagnosticate con un cancro in stadio avanzato

    2. Un trattamento nei primi stadi dei cancro destinato a causare morte deve dare qualche vantaggio rispetto al trattamento ritardato

    Allora cos'è avvenuto in seguito all'introduzione dei controlli con mammografia negli Stati Uniti? (1975-2005)
    In seguito all'introduzione di screening con mammografia nelle donne di 40 e piu anni, il numero di donne con diagnosi di un cancro in stadio iniziale è circa raddoppiato
    C'è stato un decremento compensativo piccolo nel numero di donne con cancro al seno in stadio avanzato

    Ci sono altre ragioni?
    Vediamo l'incidenza nello stadio specifico del cancro al seno nelle donne sotto i 40 anni negli USA, un gruppo non sottoposto allo screening.
    C'è stato un piccolo cambiamento nella frequenza di cancri al seno tra le donne sotto i 40 anni e questo suggerisce che non ci sia stato un grande cambiamento nella quantita sottostante di cancro al seno, che il cancro extra che vediamo è conseguenza dello screening mammografico.

    La differenza tra stadio iniziale diagnosticato e stadio avanzato suggerisce:
    1.La mammografia fallisce nel primo requisito di un programma di screening efficace
    2. Lo screening mammografico è associato con una quantita sostanziosa di sovradiagnosi

    La sovradiagnosi è la rilevazione di un “cancro” che altrimenti non sarebbe apparso
    Anche escludendo l'incidenza transitiva in eccesso associata con la terapia di rimpiazzo ormonale e correggendo il piccolissimo aumento osservato nelle donne sotto i 40 anni
    Stimiamo che circa 1.3 milioni di donne hanno subito una sovradiagnosi

    Cosa sono questi cancri extra di primo stadio?
    1. DCIS Carcinoma duttale in situ
    che prima delle mammografie, nel 1975-80 praticamente non viene rilevato. Notiamo che l'incremento coinvolge anche il cancro invasivo localizzato.

    La sovradiagnosi del cancro in stadio iniziale non è semplicemente relativa a DCIS, circa la meta sono cancri del seno localizzati “invasivi”.
    La buona notizia è che i casi di morte per cancro al seno diminuiscono, ma è dovuto ai trattamenti e non allo screening
    perchè lo screening mammografico ha avuto pochissimo effetto sulla frequenza di diagnosi di cancro in stadio avanzato
    Cos'è questo piccolissimo effetto?
    Parte dello stadio avanzato è detto “regionale” ovvero nel cancro al seno soprattutto noduli ascellari positivi. In gran parte possiamo trattare con successo questi casi.

    Invece i casi di cancro metastatizzato non sono cambiati e questi sono i casi che davvero dovrebbero beneficiare della diagnosi precoce. Questi casi vorremmo scoprire in anticipo.
    Quindi i casi in America di cancro metastatizzante, uno stadio molto difficile da trattare, tristemente sembra non aver goduto dallo screening.
    Il declino delle morti tra donne soggette allo screening (40 anni e piu) è circa equivalente al declino nelle donne non soggette allo screening (sotto i 40 anni)
    Questo suggerisce che sia dovuto ai trattamenti e non allo screening.

    Noi concludiamo che il beneficio sulla mortalita dello screening è piccolo, declino <10% della mortalita
    Il danno da sovradiagnosi è però alto, circa metà dei cancri rilevati

    Questi dati non dicono nulla sul valore dei mammogrammi diagnostici quando si verifica un grumo nel seno, qui non si discute la mammografia
    Questi dati sollevano serie preoccupazioni sul valore dello screening mammografico
    I dati chiariscono che i benefici sulla mortalita sono piccoli e il danno della sovradiagnosi è superiore, piu di quanto prima riconosciuto
    Le donne devono riconoscere che questo lavoro non risponde alla domanda, dovrei sottopormi allo screening per il cancro al seno? Possono essere sicure che la domanda ha piu di una giusta risposta.

    http://www.doctorj.ch/index.php?option=com_content&view=article&id=19&Itemid=55
    Domande frequenti sulla mammografia


    #55714

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1354346876=DESTINO]

    Ora, a prima vista questa potrebbe sembrare una buona notizia. Potreste pensare “Beh, la diagnosi precoce
    ……………………………………..non ho capito,quindi che fare?? abandonare la prevenzione?? cosa consiglieresti a tua moglie?? (domanda da profano) -|- a mia moglie gli diagnosticarono un nodulo benigno grazie alla mammografia ed ora la fa ogni anno :eyebro: gli dico di smettere?
    [/quote1354346876]

    Personalmente non ho alcuna fiducia nell'oncologia, l'ho detto e lo ripeto, siamo per loro solo un strumento per far soldi a palate e cavie da avvelenare senza ritegno. Fortunatamente non ho nemmeno il bisogno di rivolgermici in quanto sano e senza tumori, ti garantisco, però, che in caso di bisogno non esiterei un secondo a rivolgermi alle “cure alternative”. Esistono cure che guariscono i tumori da tempo, senza lasciare danni collaterali e alcuna traccia del tumore stesso. Rimane comunque una scelta troppo personale, se hai voglia informati, anche qua su AG troverai materiale in abbondanza, io stesso ho postato materiale video o da leggere. Una buona conoscenza non guasta mai.


    #55715

    DESTINO
    Partecipante

    “”cure alternative?” sono scettico non tanto per le cure ma per il fatto che con tanti tipi di tumori una vera prevenzione con cure alternative non credo che ci sia,purtroppo una pozzione per tutti i tumori non ci puo essere,bisogna essere fortunati a trovare la cura giusta per il proprio caso,secondo me!


    #55716
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1354352200=DESTINO]
    “”cure alternative?” sono scettico non tanto per le cure ma per il fatto che con tanti tipi di tumori una vera prevenzione con cure alternative non credo che ci sia,purtroppo una pozzione per tutti i tumori non ci puo essere,bisogna essere fortunati a trovare la cura giusta per il proprio caso,secondo me!
    [/quote1354352200]
    Ogni mammografia sono raggi x

    http://www.doctorj.ch/index.php?option=com_content&view=article&id=19&Itemid=55


    #55717

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1354354479=DESTINO]
    “”cure alternative?” sono scettico non tanto per le cure ma per il fatto che con tanti tipi di tumori una vera prevenzione con cure alternative non credo che ci sia,purtroppo una pozzione per tutti i tumori non ci puo essere,bisogna essere fortunati a trovare la cura giusta per il proprio caso,secondo me!
    [/quote1354354479]

    Per quel che mi riguarda, ciò che credi tu è irrilevante. Quel che conta sono le statistiche e le testimonianze di centinaia e centinaia di persone uscite dal tunnel del cancro grazie a cure che esistono da decine di anni e che ci vengono in ogni modo tenute nascoste. In anni di ricerche e letture ho avuto modo di conoscere queste realtà e la mia convinzione è oggi ferrea. Ti auguro ovviamente di non dover mai necessitare di alcun tipo di cura per alcunché. Buona fortuna.


    #55718
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1354358294=Spiderman]

    Personalmente non ho alcuna fiducia nell'oncologia, l'ho detto e lo ripeto, siamo per loro solo un strumento per far soldi a palate e cavie da avvelenare senza ritegno. Fortunatamente non ho nemmeno il bisogno di rivolgermici in quanto sano e senza tumori, ti garantisco, però, che in caso di bisogno non esiterei un secondo a rivolgermi alle “cure alternative”. Esistono cure che guariscono i tumori da tempo, senza lasciare danni collaterali e alcuna traccia del tumore stesso. Rimane comunque una scelta troppo personale, se hai voglia informati, anche qua su AG troverai materiale in abbondanza, io stesso ho postato materiale video o da leggere. Una buona conoscenza non guasta mai.

    [/quote1354358294]

    :ok!:


    #55719
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1354358870=zen]

    Ora mi spiego il perchè di tanta gentilezza e disponibilità commoventi, quasi “paterne” da parte del medico del centro oncologico al quale mi sono rivolta per la diagnosi e cura del mio tumore, purtroppo molto reale e presente. Con inusuale tempestività sono stata inserita nei cicli di chemioterapia e mi sono stupita di questa efficienza così poco “italiana”. Non c'è voluto molto tempo perchè cominciassi anche parallelamente ad informarmi meglio su questo mondo per me fino ad ora completamente sconosciuto e sono arrivata alle medesime conclusioni della frase finale del messaggio che ho riportato. Malauguratamente non sono riuscita ad evitare tre cicli di chemioterapia che hanno messo a dura prova il mio organismo ma non altrettanto il tumore. Solo grazie al fatto di non aver mai fatto uso di medicinali convenzionali sono riuscita a non danneggiarmi in maniera irreparabile, supportata anche dall'assunzione di aloe, concentrato d'ananas, centrifugati di frutta e verdura e tisane depurative varie. Nelle mie ricerche ho recuperato informazioni dettagliate sul metodo Di Bella e mi sono convinta a proseguire su questa strada di cura, ho rifiutato di fare la radioterapia che mi è stata proposta, domani inizio…….speriamo bene, dentro di me sento forte la convinzione di aver fatto la scelta giusta,preferisco far da cavia a questi medici della Fondazione Di Bella che nell'arco di questi anni hanno saputo proseguire il loro lavoro nell'ombra e non si sono fatti sedurre dal dio denaro, che non a questi medici “ufficiali” che ormai sono totalmente preda dell'industria farmaceutica! ~grrr
    [/quote1354358870]

    [color=#ff0000]ALIMENTAZIONE ANTICANCRO[/color]

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.344028922313496.68471.122966567753067&type=3

    Nutrirsi non deve solo essere un atto, ma una scelta quotidiana. Dalla composizione della nostra dieta dipendono molti aspetti della nostra salute, compresa la possibilità di intervenire nella lotta al cancro. La ricerca, grazie agli studi alimentari, ci aiuta a scegliere gli ingredienti più giusti e protettivi, senza rinunciare al gusto. Così facendo, giorno dopo giorno, i nostri piatti diverranno un'arma efficace nella battaglia contro i tumori.

    La prevenzione nel piatto
    Da un’indagine svolta qualche anno fa negli Stati Uniti è emerso che il 92% degli intervistati sa che fumare induce il cancro, ma che meno del 50% degli intervistati è a conoscenza che il 30% dei tumori è imputabile a una scorretta alimentazione. Se oltre a smettere di fumare si imparasse a scegliere pasti più equilibrati, si eviterebbe quasi il 60% dei casi di cancro. Senza contare che le buone regole a tavola giovano anche al sistema cardiovascolare, prevenendo ictus e infarti, e allungando la durata della vita.

    Per altri alimenti e approfondimenti: http://www.mr-loto.it/alimentazione.html

    – LE SPEZIE (Curcuma e Zenzero)
    – I POMODORI
    – LE ALGHE
    – I FRUTTI DI BOSCO
    – GLI AGRUMI
    – AGLIO E CIPOLLA
    – I FUNGHI
    – I CAVOLI E LE CRUCIFERE
    – LA SOIA
    – I SEMI OLEOSI
    – LE NOCI E NOCCIOLE
    – L'ALOE
    – IL TE VERDE
    – IL GING SENG
    – IL LIMONE

    Questa è solo una sintesi degli alimenti che hanno proprietà antitumorali, approfondirò via via ogni alimento nel forum e nella rubrica “alimentazione”.
    #cuoric


    #55720
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1354362984=maraxma]
    [quote1354358870=zen]

    Ora mi spiego il perchè di tanta gentilezza e disponibilità commoventi, quasi “paterne” da parte del medico del centro oncologico al quale mi sono rivolta per la diagnosi e cura del mio tumore, purtroppo molto reale e presente. Con inusuale tempestività sono stata inserita nei cicli di chemioterapia e mi sono stupita di questa efficienza così poco “italiana”. Non c'è voluto molto tempo perchè cominciassi anche parallelamente ad informarmi meglio su questo mondo per me fino ad ora completamente sconosciuto e sono arrivata alle medesime conclusioni della frase finale del messaggio che ho riportato. Malauguratamente non sono riuscita ad evitare tre cicli di chemioterapia che hanno messo a dura prova il mio organismo ma non altrettanto il tumore. Solo grazie al fatto di non aver mai fatto uso di medicinali convenzionali sono riuscita a non danneggiarmi in maniera irreparabile, supportata anche dall'assunzione di aloe, concentrato d'ananas, centrifugati di frutta e verdura e tisane depurative varie. Nelle mie ricerche ho recuperato informazioni dettagliate sul metodo Di Bella e mi sono convinta a proseguire su questa strada di cura, ho rifiutato di fare la radioterapia che mi è stata proposta, domani inizio…….speriamo bene, dentro di me sento forte la convinzione di aver fatto la scelta giusta,preferisco far da cavia a questi medici della Fondazione Di Bella che nell'arco di questi anni hanno saputo proseguire il loro lavoro nell'ombra e non si sono fatti sedurre dal dio denaro, che non a questi medici “ufficiali” che ormai sono totalmente preda dell'industria farmaceutica! ~grrr
    [/quote1354358870]

    [color=#ff0000]ALIMENTAZIONE ANTICANCRO[/color]

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.344028922313496.68471.122966567753067&type=3

    Nutrirsi non deve solo essere un atto, ma una scelta quotidiana. Dalla composizione della nostra dieta dipendono molti aspetti della nostra salute, compresa la possibilità di intervenire nella lotta al cancro. La ricerca, grazie agli studi alimentari, ci aiuta a scegliere gli ingredienti più giusti e protettivi, senza rinunciare al gusto. Così facendo, giorno dopo giorno, i nostri piatti diverranno un'arma efficace nella battaglia contro i tumori.

    La prevenzione nel piatto
    Da un’indagine svolta qualche anno fa negli Stati Uniti è emerso che il 92% degli intervistati sa che fumare induce il cancro, ma che meno del 50% degli intervistati è a conoscenza che il 30% dei tumori è imputabile a una scorretta alimentazione. Se oltre a smettere di fumare si imparasse a scegliere pasti più equilibrati, si eviterebbe quasi il 60% dei casi di cancro. Senza contare che le buone regole a tavola giovano anche al sistema cardiovascolare, prevenendo ictus e infarti, e allungando la durata della vita.

    Per altri alimenti e approfondimenti: http://www.mr-loto.it/alimentazione.html

    – LE SPEZIE (Curcuma e Zenzero)
    – I POMODORI
    – LE ALGHE
    – I FRUTTI DI BOSCO
    – GLI AGRUMI
    – AGLIO E CIPOLLA
    – I FUNGHI
    – I CAVOLI E LE CRUCIFERE
    – LA SOIA
    – I SEMI OLEOSI
    – LE NOCI E NOCCIOLE
    – L'ALOE
    – IL TE VERDE
    – IL GING SENG
    – IL LIMONE

    Questa è solo una sintesi degli alimenti che hanno proprietà antitumorali, approfondirò via via ogni alimento nel forum e nella rubrica “alimentazione”.
    #cuoric

    [/quote1354362984]

    Ottimo Mara ! :ok!:

    Zen cara … la prima cosa che mi fù detta nel 1995, alla diagnosi di un carcinoma al seno, da un medico (che nulla aveva/ha a che spartire con i suoi colleghi, per il suo modo di concepire la medicina, tutt'altro che farmacologica) di [u]smettere all'istante di mangiare qualsiasi alimento di origine animale[/u] …
    niente chemio, niente radio, … solo questo regime alimentare, prediligendo gli alimenti che Mara ti ha indicato … e tanto lavoro emotivo/psicologico … per scovare la genesi della malattia … ne usci, da questa indagine interiore, un grosso conflitto emotivo con la mia famiglia … in particolare con mia madre, totalmente assente sul piano affettivo …

    Si guarisce perfettamente, non solo dal lato fisico, ma anche da quello interiore … rafforza in te la fede riferita a questo risultato .. (dopo 5 anni ho avuto una splendida bambina di 4 Kg e l'ho allattata al seno per più di 5 mesi..)

    … al di sopra di tutto, credici !
    Contornati di persone che esprimono amore e positività, allontana da te ed in te, ogni forma di negatività … [u]in questa vita non è assolutamente necessario soffrire, punirsi [/u]… ricerca un motivo consono per te, di questa mia affermazione.

    Ti abbraccio con grande affetto e ti penso vittoriosa e forte :amicil: :cor:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 231 a 240 (di 335 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.