I benefici (dimenticati) dell’esposizione solare

Home Forum SALUTE I benefici (dimenticati) dell’esposizione solare

Questo argomento contiene 33 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 10 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 34 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #54977
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1246999811=Richard]
    non so se conosci questo sito
    http://www.fabiomarchesi.com/__la_luce_che_cura.html
    [/quote1246999811]

    Ho conosciuto questo tizio e la sua terapia e teoria sugli effetti dei raggi solari leggendo “Stargate”….prima l'internet era un sogno….ora è la realtà meravigliosa!!!!


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #54978
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Io invece tutta questa mania di fare la frittella sotto il sole non l'ho mai capita…
    Oltretutto a me crea anche sofferenza fisica e disagio… Il corpo raggiunge enormi temperature, la pelle si brucia etc.
    Una cosa è ogni tanto uscire di casa e prendere 1 po' di sole…

    E poi se queste statistiche fossero vere, vista l'alta affluenza e pubblicità al business del sole, come mai le malattie persistono? :ummmmm:

    Poi c'è 1 domanda su una presunta “coincidenza”… che mi son sempre fatto, come mai i popoli più esposti al sole spesso sono anche più caotici e meno sviluppati? Il sole ha anche influenze comportamentali?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #54979
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1247071349=psychok9]
    Io invece tutta questa mania di fare la frittella sotto il sole non l'ho mai capita…
    Oltretutto a me crea anche sofferenza fisica e disagio… Il corpo raggiunge enormi temperature, la pelle si brucia etc.
    Una cosa è ogni tanto uscire di casa e prendere 1 po' di sole…

    E poi se queste statistiche fossero vere, vista l'alta affluenza e pubblicità al business del sole, come mai le malattie persistono? :ummmmm:

    Poi c'è 1 domanda su una presunta “coincidenza”… che mi son sempre fatto, come mai i popoli più esposti al sole spesso sono anche più caotici e meno sviluppati? Il sole ha anche influenze comportamentali?
    [/quote1247071349]
    Parliamo di prendere il sole in senso salutare non per diventare scuri e fare i bronzi di riace, quindi anche per me è corretto evitare i momenti piu intensi della luce solare e prenderlo in modo graduale alternando con l'ombra ecc..
    Non si sta dicendo che se prendiamo il sole allora spariranno le malattie dalla faccia della Terra, ma che ci siamo troppo distanziati dalla natura e prendere la luce solare in una misura piu corretta rinforza il corpo e lo spirito aggiungo io..
    L'attività solare ha influenze sul comportamento e lo stato psicofisico umano, nulla è sconnesso..

    esempio
    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract
    “..Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. ..”

    http://www.science-frontiers.com/sf067/sf067p17.htm
    “During periods of extended solar excursions, bursts of creativity in painting, literature, and science succeeded one another with lags of about 10-15 years; ..”

    http://earthchangesmedia.com/publish/article-9162523562.php

    http://www.biocycles.org/skp.html

    Che ci siano popoli meno sviluppati perchè più esposti al sole è una correlazione a mio avviso sbagliata

    ————
    La Luce che Cura
    Che il Sole e la sua luce abbiano effetti benefici sia sul corpo che sulla psiche non è certo una novità.
    “La luce del Sole è la più potente medicina che la natura abbia messo, gratuitamente, a disposizione dell'uomo”.

    Questo quanto afferma anche: Fabio Marchesi – che continua dicendo – che la luce del Sole è “capace di “sconvolgere” in meglio la vita di chiunque, riportando il corpo umano a funzionare perfettamente, risolvendo gran parte di quei disturbi che possono impedire a chiunque di godersi una vita sana e felice.
    Riportando i risultati di rigorose ricerche scientifiche, Marchesi dimostra nel suo libro che il sole, la luce e i raggi ultravioletti hanno strabilianti effetti terapeutici.
    Per esempio:
    – che il Sole e i raggi ultravioletti riducono il colesterolo e le carie dentali, migliorano il sistema immunitario, aumentano libido e fertilità, prevengono i tumori; sono un “nutriente” indispensabile alla salute dell'uomo.
    – che l'illuminazione artificiale indebolisce il sistema immunitario, altera i ritmi biologici, lo stato emotivo, il sistema metabolico, e quello endocrino, aumenta i livelli di stress.
    – che il Sole e l'illuminazione ad alta intensità sono una buona terapia contro la depressione.
    – che l'altezza da adulti dipende dalla luce solare a cui ci si è esposti nei primi mesi di vita.
    – che i bambini esposti a luce naturale e ultravioletta hanno migliori voti a scuola, minori assenze per malattie, miglior crescita e sviluppo, minori carie dentali; il loro quoziente intellettivo aumenta se stanno in stanze dipinte di giallo e arancione.
    – che la luce infrarossa e ad ampio spettro regola l'appetito, stimola il metabolismo e il dimagrimento.

    Marchesi continua, dicendo che: “L'uomo è felice quando vive esperienze in sintonia con la sua natura” (La Fisica dell'Anima). L'uomo è un sistema Biologico inerziale progettato dalla natura per “funzionare” a Luce Solare, nutrirsi attingendo tutto quello che gli serve dal mondo vegetale a Luce solare, ma, soprattutto, “funziona” ad Amore. L'esperienza che può condurre l'essere umano alla sua realizzazione è l'Amore.
    Ma se è molto facile credere di sapere amare qualcuno o saper riconoscere di essere amati da qualcuno, la cosa più difficile è riuscire ad Amare se stessi. Solo Amando se stessi e rispettando la propria natura si può sperimentare quella Gioia che, se condivisa, permette di saper anche Amare veramente qualcun altro. L'essere umano ha un corpo, una mente ed un'Anima ma la mente umana è in grado di interpretare e giudicare la realtà solo confrontando ciò che è in grado di percepire della realtà attraverso i sensi, con le sue esperienze precedenti.
    Ognuno ha per questo una visione incompleta e distorta della realtà condizionata anche da interferenze esterne. Marchesi parte da quello che ritiene essere il settore della conoscenza umana più avanzato: La fisica quantistica, per demolire luoghi e senso comune e aprire la mente ad una nuova comprensione anche della realtà, anche di quella che non appartiene alla propria esperienza sensoriale.
    La condizione “normale” dell'essere umano è quella di Gioia assoluta ed incondizionata. L'essere umano si allontana dalla sua condizione “normale” ogni volta che vive esperienze che non sono in sintonia con la sua vera natura. E' proprio nella comprensione della propria vera natura, fisica, mentale e spirituale, la chiave per poter vivere in sintonia con essa e poter sperimentare nella vita di tutti i giorni quella Gioia assoluta ed incondizionata che appare irraggiungibile quando la mente è confusa e spaventata e livelli di salute, efficienza, vitalità, insospettabili.
    Come riconoscere e rispettare la natura del proprio corpo con una alimentazione ed uno stile di vita più sano; della propria mente, con una interpretazione della realtà più obiettiva, della propria Anima, con la consapevolezza del suo scopo.
    La consapevolezza della propria Anima porta alla comprensione del significato della propria esistenza, ad Amarsi ed alla comprensione del significato da un punto di vista totale ed assoluto del proprio scopo, oltre lo spazio ed il tempo, oltre ogni giudizio, oltre ogni dubbio. Porta alla capacità di vivere ogni secondo della propria esistenza come un miracolo di cui essere orgogliosamente felici.
    Fabio Marchesi e' un ingegnere, membro della New York Academy of Sciences e dell'American Association for the Advancement of Sciences.

    http://www.mednat.org/cure_natur/tecniche/cromoterapia.htm

    http://82.76.72.38:8082/acta/archive/2007/numarul2/fulltext/Sunlight%20Exposure%20and%20Vitamin%20D%20Supplementation%20at%20the%20Institutionalized%20Elderly%20-%20Effects%20on%20Calcium%20and%20Bone%20Metabolism.pdf
    SUNLIGHT EXPOSURE AND VITAMIN D SUPPLEMENTATION
    AT THE INSTITUTIONALIZED ELDERLY – EFFECTS ON
    CALCIUM AND BONE METABOLISM

    Increased exposure to sunlight may be good for some people
    8. gennaio 2008 01.13
    A new study by scientists at the U.S. Department of Energy's Brookhaven National Laboratory and colleagues in Norway suggests that the benefits of moderately increased exposure to sunlight – namely the production of vitamin D, which protects against the lethal effects of many forms of cancer and other diseases – may outweigh the risk of developing skin cancer in populations deficient in vitamin D.

    The study will be published online in the Proceedings of the National Academy of Sciences the week of January 7, 2008.
    http://www.news-medical.net/news/2008/01/08/34076.aspx


    #54980
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1247075097=Richard]
    Parliamo di prendere il sole in senso salutare non per diventare scuri e fare i bronzi di riace, quindi anche per me è corretto evitare i momenti piu intensi della luce solare e prenderlo in modo graduale alternando con l'ombra ecc..
    Non si sta dicendo che se prendiamo il sole allora spariranno le malattie dalla faccia della Terra, ma che ci siamo troppo distanziati dalla natura e prendere la luce solare in una misura piu corretta rinforza il corpo e lo spirito aggiungo io…[/quote1247075097]
    Appunto.
    Ma come si rapporta quello che dici alla realtà di tutti i giorni?
    Come mai le popolazioni nordiche sono tendenzialmente più razionali, più fredde anche nello spirito rispetto a quelle del sud?
    Secondo te queste differenze sociologiche sono dovute al caso?
    [quote1247075097]L'attività solare ha influenze sul comportamento e lo stato psicofisico umano, nulla è sconnesso..[/quote1247075097]

    E' quello che sospetto… altrimenti non mi spiegherei perché le città più assolate sono anche quelle più caotiche, più “energiche” nei sentimenti… sia negativi che positivi…

    [quote1247075097]
    esempio
    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract
    “..Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. ..”

    http://www.science-frontiers.com/sf067/sf067p17.htm
    “During periods of extended solar excursions, bursts of creativity in painting, literature, and science succeeded one another with lags of about 10-15 years; ..”

    http://earthchangesmedia.com/publish/article-9162523562.php

    http://www.biocycles.org/skp.html

    Che ci siano popoli meno sviluppati perchè più esposti al sole è una correlazione a mio avviso sbagliata
    [/quote1247075097]

    E' una tua opinione come la mia del resto, ma che argomenti porti in contrasto? Altrimenti sembra per partito preso…

    Attenzione non sto dicendo che sono “peggiori” ma diverse e con dei riflessi non del tutto gradevoli, almeno al mio gusto e carattere…

    [quote1247075097]
    ————
    La Luce che Cura
    Che il Sole e la sua luce abbiano effetti benefici sia sul corpo che sulla psiche non è certo una novità.
    “La luce del Sole è la più potente medicina che la natura abbia messo, gratuitamente, a disposizione dell'uomo”.[/quote1247075097]

    Questa a me appare come una forzatura incredibile, oltretutto la parola medicina spesso è pure fuorviante… anche per i medicinali stessi…

    Esprimi il tuo pensiero, a prescindere dei link 😉


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #54981
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Appunto.
    Ma come si rapporta quello che dici alla realtà di tutti i giorni?
    Come mai le popolazioni nordiche sono tendenzialmente più razionali, più fredde anche nello spirito rispetto a quelle del sud?
    Secondo te queste differenze sociologiche sono dovute al caso?.

    ——————-
    Non sono dovute perlomeno solo al sole, anzi io lo escluderei proprio, a mio parere intanto ormai siamo tutti mischiati e non c'è piu nord e sud e ho sentito discorsi al nord che non hanno nulla da invidiare a certi discorsi al sud, le differenze per me sono principalmente dovute alla diffusione di cultura e altri fattori che potremmo discutere all'infinito..
    Il mio parere l'ho espresso, i link possono essere fonte di informazione e interesse, sono ricerche scientifiche e hanno il loro valore, però siamo alle solite generalizzazioni e non mi piacciono, al sud è cosi e al nord è cosà ecc….
    Sicuramente se stai all'aperto, anche se magari anche qua non si puo generalizzare troppo, e in movimento e al sole è più facile avere maggiori energie ed essere piu attivi, ma il discorso sociologico che fai andrebbe discusso sotto altri termini
    Ho conosciuto tante persone del sud nella mia vita, con alcune ho avuto forti contrasti, con altre tanta simpatia e ho appreso perfino il mestiere che faccio ora, il fatto che si abbia tanta energia poi non significa che la si debba sfogare in modo negativo, questo è dovuto ad altri fattori

    http://www.psicologiaesalute.com/l%E2%80%99esposizione-al-sole-aiuta-a-migliorare-le-capacita-mentali/
    L’esposizione al sole aiuta a migliorare le capacità mentali
    🙂


    #54982

    Medico omeopata
    Partecipante

    Vi sono evidenze scientifiche che il sole può prevenire o curare molte malattie infettive e degenerative, fra queste il cancro al seno, al colon, alle ovaie e alla prostata, diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, sclerosi multipla, osteoporosi, psoriasi, rachitismo e tubercolosi.

    Il sole ha un effetto benefico su molti disturbi della pelle: psoriasi, alcune forme di eczema e acne e una rara forma di cancro maligno della pelle chiamata Mycosis fungoides. La luce solare è stata utilizzata per eliminare alcune infezioni batteriche e fungine della pelle.

    Un'esposizione corretta può abbassare marcatamente i livelli di colesterolo e di zucchero (molto importante per i diabetici) e aumentare il numero dei globuli bianchi e il contenuto di ossigeno nel sangue.

    Vi sono inoltre effetti benefici innegabili a livello psicologico. Esiste addirittura una forma di depressione chiamata Seasonal affective disorder (SAD) che compare nei mesi invernali e che viene nettamente alleviata dal camminare mezz'ora al giorno al sole o con esposizioni a spettri di luce artificiali simili a quelli del sole.
    Nel 2005 uno studio pubblicato sull'American Journal of Psychiatry ha confermato che l'elioterapia ha la stessa efficacia dei farmaci nel trattamento delle forme depressive gravi con effetti secondari di molto minore entità.

    Gli effetti benefici del sole ovviamente si vedono nel tempo e con la giusta esposizione quiotidiana, cioè esponendosi al mattino con aria fresca e possibilmente una temperatura esterna non superiore ai 18 gradi. Abbrustolirsi al sole delle 14 in Estate è sicuramente dannoso e il danno delle creme solari è dovuto soprattutto alla falsa illusione, che queste inducono, di proteggere dai raggi UV, spingendo quindi le persone ad esporsi più del dovuto.


    #54984
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ANSA) – ROMA, 29 LUG – I raggi ultravioletti delle lampade abbronzanti diventano ''cancerogeni''. Lo ha stabilito l'agenzia per la ricerca sul cancro dell'Oms. E' un gruppo di 20 esperti, provenienti da nove paesi, ad aver esaminato gli studi che hanno portato alla decisione di elevare il grado di rischio di lettini e cabine abbronzanti: ''Una ricerca ha stabilito che l'esposizione ai raggi UV artificiali, prima di 30 anni, aumenta del 75% il rischio di melanoma, la forma piu' aggressiva di cancro della pelle''.
    http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/scienza/news/2009-07-29_129346722.html

    quindi ci stanno dicendo di prendere meno sole che già ne prendiamo poco, poi ci dicono che anche gli ultravioletti delle lampade fanno morire, infine ci danno un bel consiglio di farci tanti vaccini di dubbia provenienza…mmmmm interessante..


    #54983
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1248903333=Richard]

    L'attività solare ha influenze sul comportamento e lo stato psicofisico umano, nulla è sconnesso..

    esempio
    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract
    “..Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. ..”

    [/quote1248903333]

    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html
    questo ho letto e ho capito la corelazione tra le attività solari con degli avvenimenti storici…

    Così si può ammettere che esiste uno stretto legame tra attività solare e processi storici sulla Terra. In conclusione della conferenza, dobbiamo ricordare le date dei prossimi minimo (1998,5) e massimo (2002,5) di attività solare.

    Dobbiamo tenere a mente queste date e vedere se la storia si ripete.

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract

    Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. We give several examples of diseases that are modulated by light and present evidence for an effect of intensity and variation in sunlight, primarily ultraviolet radiation (UVR), on the human genome. The birth dates of nearly 237,000 unique clients in the Maine Medicaid database collected from 1995 to 2004, inclusive, were related to solar cycle irradiance for the past seventy-one years, encompassing seven solar cycles. The sample was divided into four general categories of disease: mental/behavioral illnesses; metabolic diseases; autoimmune diseases; neoplasms. The birth months for those clients born in any given year were arranged in the form of a winter/summer ratio in order to more clearly appreciate the seasonality inherent in each disease category. Solar cycles were separated into chaotic (∼three times as irradiant) or non-chaotic according to the Gutenberg–Richter power law and the uncertainty inherent in predicting solar storms. The results show that radiation peaks in solar cycles and particularly in chaotic solar cycles (CSCs) are associated with a higher incidence of mental disorders, suggesting the sensitivity of ectodermal embryonic tissues to UVR. Autoimmune diseases have intermediate sensitivity, while the neoplasms in the study, primarily of endoderm, appear suppressed by peak UVR intensity. The ratio of the number of clients born in CSC cycles to non-CSC cycles was highest for the more genetic mental diseases, like schizophrenia and bipolar disorder, but as that ratio decreased, the clients with diseases like multiple sclerosis and rheumatoid arthritis showed more environmental features manifested as a greater winter/summer birth month ratio that was significantly different than that of the average client in the whole data set. The paper presents evidence that latitude, e.g., variation in light, is an added stress to the immune system (especially at 53–54°N. latitude) that is involved in nearly all human disease. We hypothesize that introns, the presumptive engenderers of gene control, modulate the effects of UVR, particularly for the neoplasms studied. We conclude that intermittent and largely unpredictable peak solar cycle radiation has been the fundamental engine of evolution, forcing organisms to adapt to mutagenic UVR and producing enough damage to instigate genetic variation. Probably a chance genetic mutation over 80,000 years ago produced a human brain capable of abstract thought and consciousness. The slight genetic instability that favored an adaptable, creative brain also produced other somatic variations that present phenotypically as disease, but largely expressed after natural selection (reproduction) and associated with the inexorable entropy of aging.

    ma questo Rich ho provato a tradurre con google ma non mi è chiaro…
    mi potresti tradurre meglio per favore…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #54985
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1248974040=farfalla5]
    [quote1248903333=Richard]

    L'attività solare ha influenze sul comportamento e lo stato psicofisico umano, nulla è sconnesso..

    esempio
    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract
    “..Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. ..”

    [/quote1248903333]

    http://www.oa.uj.edu.pl/~michalec/history.html
    questo ho letto e ho capito la corelazione tra le attività solari con degli avvenimenti storici…

    Così si può ammettere che esiste uno stretto legame tra attività solare e processi storici sulla Terra. In conclusione della conferenza, dobbiamo ricordare le date dei prossimi minimo (1998,5) e massimo (2002,5) di attività solare.

    Dobbiamo tenere a mente queste date e vedere se la storia si ripete.

    http://www.journals.elsevierhealth.com/periodicals/ymehy/article/PIIS0306987706001824/abstract

    Summary

    In this paper, we show that 11-year solar cycle peaks predispose humans to disease, but also endow creativity and adaptability. We give several examples of diseases that are modulated by light and present evidence for an effect of intensity and variation in sunlight, primarily ultraviolet radiation (UVR), on the human genome. The birth dates of nearly 237,000 unique clients in the Maine Medicaid database collected from 1995 to 2004, inclusive, were related to solar cycle irradiance for the past seventy-one years, encompassing seven solar cycles. The sample was divided into four general categories of disease: mental/behavioral illnesses; metabolic diseases; autoimmune diseases; neoplasms. The birth months for those clients born in any given year were arranged in the form of a winter/summer ratio in order to more clearly appreciate the seasonality inherent in each disease category. Solar cycles were separated into chaotic (∼three times as irradiant) or non-chaotic according to the Gutenberg–Richter power law and the uncertainty inherent in predicting solar storms. The results show that radiation peaks in solar cycles and particularly in chaotic solar cycles (CSCs) are associated with a higher incidence of mental disorders, suggesting the sensitivity of ectodermal embryonic tissues to UVR. Autoimmune diseases have intermediate sensitivity, while the neoplasms in the study, primarily of endoderm, appear suppressed by peak UVR intensity. The ratio of the number of clients born in CSC cycles to non-CSC cycles was highest for the more genetic mental diseases, like schizophrenia and bipolar disorder, but as that ratio decreased, the clients with diseases like multiple sclerosis and rheumatoid arthritis showed more environmental features manifested as a greater winter/summer birth month ratio that was significantly different than that of the average client in the whole data set. The paper presents evidence that latitude, e.g., variation in light, is an added stress to the immune system (especially at 53–54°N. latitude) that is involved in nearly all human disease. We hypothesize that introns, the presumptive engenderers of gene control, modulate the effects of UVR, particularly for the neoplasms studied. We conclude that intermittent and largely unpredictable peak solar cycle radiation has been the fundamental engine of evolution, forcing organisms to adapt to mutagenic UVR and producing enough damage to instigate genetic variation. Probably a chance genetic mutation over 80,000 years ago produced a human brain capable of abstract thought and consciousness. The slight genetic instability that favored an adaptable, creative brain also produced other somatic variations that present phenotypically as disease, but largely expressed after natural selection (reproduction) and associated with the inexorable entropy of aging.

    ma questo Rich ho provato a tradurre con google ma non mi è chiaro…
    mi potresti tradurre meglio per favore…
    [/quote1248974040]
    In questo documento mostriamo che i picchi dei cicli solari di 11 anni predispongono gli umani alle malattie, ma favoriscono la creatività e l'adattabilità. Forniamo diversi esempi di malattie modulate dalla luce e presentiamo evidenze per un effetto di intensità e variazione nella luce solare, principalmente la radiazione ultravioletta (UVR) sul genoma umano.

    Le date di nascita di circa 237000 unici clienti nel database Medico del Maine, collezionati dal 1995 al 2004 incluso, erano relative all'rradiazione del ciclo solare dei passati 71 anni, comprendendo 7 cicli solari. Il campione è stato diviso in quattro categorie generali di malattia: mentali e di comportamento, metabolica, autoimmune, neoplasma.

    I mesi di nascita di questi clienti nati in ogni dato anno sono stati organizzati in forma di rapporto inverno-estate per apprezzare piu chiaramente la stagionalita inerente ad ogni categoria di malattia.

    I cicli solari sono stati separati in caotici o non caotici secondo la legge di Gutenberg-Richter e l'incertezza inerente alla predizione delle tempeste solari.
    I risultati mostrano che i picchi di radiazione dei cicli solari e particolarmente quelli caotici (CSCs) sono associati a maggiore incidenza di disordine mentale, suggerendo la sensibilità dei tessuti ectodermici embrionici ai RUV. Le malattie autoimmuni hanno una sensibilità intermedia, mentre i neoplasmi nello studio, primariamente endodermici, sembrano soppressi dai picchi di intensità di RUV.

    Il rapporto del numero di clienti nati in cicli CSC rispetto a quelli in cicli non CSC, era maggiore per le malattie genetiche mentali, come schizzofrenia e disordine bipolare, ma col decrescere del rapporto, i clienti con malattie come sclerosi multipla e artite reumatoide hanno mostrato maggiori caratteristiche ambientali manifeste come un maggior rapporto di nascite inverno-estate significativamente diverso da quello del cliente medio nei dati totali.

    Il documento presenta evidenza per cui la latitudine, variazione nella luce, è uno stress aggiunto al sistema immunitario (specialmente a 53-54° di latitudine N) coinvolto in quasi tutte le malattie umane. Ipotizziamo che gli introni modulano gli effetti dei RUV, particolarmente per i neoplasmi studiati.

    Concludiamo che la radiazione dei picchi di cicli solari intermittenti e poco prevedibili è un motore fondamentale dell'evoluzione, forzando l'organismo ad adattarsi a mutagenici RUV e a produrre sufficiente danno per istigare variazione genetica. Probabilmente una chance di mutazione genetica oltre 80000 anni fa ha prodotto un cervello umano capace di pensiero astratto e coscienza.

    La leggera instabilità genetica che ha favorito un cervello adattabile e creativo ha prodotto anche altre variazioni somatiche che si presentano fenotipicamente come malattie, ma largamente espresse dopo selezione naturale (riproduzione) e associate con l'inesorabile (ndt per ora) entropia dell'invecchiamento.

    [youtube=425,344]XGgNrTxxfYY

    L’ENERGIA STRUTTURANTE DELLE SPECIE VIVENTI È PROGRAMMATA DALLA LUCE

    Intervista fatta al prof. V. Voeikov in merito ad una sua recente pubblicazione scientifica.

    di Orazio Valenti

    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/ad02_04i.htm

    L'Energia psichizzante che i Soli secernono, è ancora sconosciuta alla vostra scienza. Alcuni studiosi hanno individuato i corpuscoli veicolo, ma ne ignorano la particolare struttura e la natura contenuta e trasportata.
    È questa Energia psichizzante che possiede la particolare capacità di informare la Cosmica Materia dei valori strutturali genetici.
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/760108_1.htm


    #54986
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Rich, grazie infinite…
    vado a studiare e vedere il filmato…
    a dopo….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 21 a 30 (di 34 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.