I TAROCCHI

Home Forum MISTERI I TAROCCHI

Tag: 

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 31 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15024
    perdi
    Partecipante

    [modifica] Il tarocco esoterico

    Fu nel Settecento ossia nell'epoca dei lumi, che si cominciò a prendere in considerazione una possibile origine esoterica ed ermetica dei tarocchi.

    Sull'origine dei tarocchi esistono numerose teorie esoteriche, senza alcun fondamento storico. La più nota vuole che i tarocchi provengano dall'Antico Egitto e fossero stati inventati direttamente dal dio Thot. Le elucubrazioni esoteriche sui tarocchi si svilupparono fra il ed il XIX secolo a partire dagli studi pubblicati da Antoine Court de Gebelin. Jean-Baptiste Alliette e che ne postularono un'antica origine, non validata da alcuna fonte storica, legata ai miti dell'antico Egitto o della Cabala ebraica. Il primo a lanciare queste teorie fu il poligrafo francese Antoine Court de Gebelin, alla fine del Settecento. Nella metà del secolo seguente Alphonse Louis Constant, meglio conosciuto come Eliphas Levi, indicò le origini dei tarocchi nella cabala ebraica, per via del fatto che i Trionfi sono ventidue come le lettere dell'alfabeto ebraico.

    Un mazzo di tarocchi, di qualsiasi tipo, si costituisce comunque di 78 carte. Le 22 figure denominate in origine Trionfi e ribattezzate dagli esoteristi Arcani Maggiori, mostrano un'iconografia di chiara derivazione cristiana (ad esempio Il Diavolo, L'Angelo, La Forza, La Temperanza, La Giustizia, Il Papa ecc.). Le 56 figure denominate Arcani minori consistono nelle tradizionali carte da gioco a semi italiani (coppe, denari, bastoni e spade) e precedono di almeno 40 anni le carte dei Trionfi. Ciò significa che il mazzo dei tarocchi risultò dall'unione di due diversi mazzi.

    La differenza tra le due sequenze è stata sottolineata dagli esoteristi in questo modo: gli Arcani maggiori contengono simboli universali, riconducibili ad esperienze di vita particolari, mentre i minori sono una sorta di punteggiatura dei responsi.

    Nel 1927 Oswald Wirth cercò di riassumere in un manuale (ancora oggi pubblicato) le chiavi interpretative assegnate a ciascuna carta dai membri della fratellanza alla quale era legato: l'Ordine Cabalistico della Rosa+Croce. La trattazione viene completata con un mazzo di 22 Arcani Cabbalistici disegnati dallo stesso Wirth nel 1889.

    L'uso dei tarocchi come carte da gioco si trova ancora in molte aree italiane e francesi. Il tarocco siciliano è utilizzato a Barcellona Pozzo di Gotto ed a Calatafimi. A Bologna si usa il tarocchino bolognese, le cui regole originali sono conservate dall'Accademia del tarocchino bolognese. A Pinerolo si usa il tarocco ligure-piemontese. In Francia si usa il Tarot nouveau; qui le regole sono fissate dalla Fédération Française de Tarot.

    I primi cartomanti furono affascinati dal significato simbolico di queste carte; in seguito attribuirono agli arcani maggiori ulteriori significati legati sia alle raffigurazioni, sia al loro nome, sia alla numerologia associata al numero indicato sulle carte. Queste ulteriori interpretazioni furono poi simbolizzate e inserite nelle nuove rappresentazioni delle carte, arricchendole sempre più sia dal punto di vista iconografico sia dal punto di vista simbolico.

    In seguito anche gli Arcani minori furono sottoposti a un analogo studio e seguirono un'analoga evoluzione.

    io ho trovatoquesta definizione su wikipedia


    #15027
    meskalito
    Partecipante

    [quote1301160354=pasgal]
    A me interessa sapere se in qualche tempo lontano, in uno di questi mazzi, vi si sia disegnata la conoscenza. Non l'arte divinatoria ma la conoscenza visiva del meccanismo che genera la vita di tutte le cose.

    [/quote1301160354]
    carissimo,io ti consiglio I Ching

    mutanti ma immutati

    :bay:


    #15028
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Ciao meskolo! Sono interessato a sapere sui Tarocchi, sulle immagini e sul loro significato, non sul conoscere eventi futuri. I Ching se non erro questo fanno.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #15026
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1301160570=meskalito]
    [quote1301160354=pasgal]
    A me interessa sapere se in qualche tempo lontano, in uno di questi mazzi, vi si sia disegnata la conoscenza. Non l'arte divinatoria ma la conoscenza visiva del meccanismo che genera la vita di tutte le cose.

    [/quote1301160354]
    carissimo,io ti consiglio I Ching

    mutanti ma immutati

    :bay:
    [/quote1301160570]
    non ci posso credere !amazed
    chi si rivede !amazed #ha :amicil:
    Bentornato Mes :bay:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #15030
    meskalito
    Partecipante

    [quote1301329568=pasgal]
    Ciao meskolo! Sono interessato a sapere sui Tarocchi, sulle immagini e sul loro significato, non sul conoscere eventi futuri. I Ching se non erro questo fanno.
    [/quote1301329568]
    Hei ma lo sapevo che non cercavi la divinazione :kkk: anche se i trigrammi non sono proprio immagini come i tarocchi ognuno di loro rappresenta comunque uno stato dell'universo.

    Ciao a tutti!


    #15031
    deg
    Partecipante

    L'I king legge l'Attimo che racchiude sempre la totalità del Tempo.
    Non è divinatorio, per come lo vedo io, ma può servire per aiutare a chiarire lo stato presente, fermando le proiezioni fasulli della mente.
    Solo dalla consapevolezza del presente può nascere il futuro “migliore”.
    Magari lo sapessero i 7 miliardi di umani che imperversano su questo pianeta! :vir:


    #15029
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Certo deg, in effetti cercavo una antica conoscenza forse celata anche nei Tarocchi, mi farebbe piacere discuterne con chi ha mai avuto e studiato dei tarocchi, ma mi sa che su AG nessuno li ha mai contemplati 😀


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #15033
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    eccomi qui…
    Io leggo i Tarocchi da circa 10 anni.
    Ho avuto la fortuna di iniziare comprando “per caso” un libro inaspattatamente profondo e metafisico.
    http://www.comprovendolibri.it/ordina.asp?id=5695426&db=utenti
    persino rileggendolo ora ci trovo cose davvero profonde.

    la discussione sui tarocchi e su i simboli degli arcani Maggiori potrebbe essere sconfinata.
    Per me sono come una tavolozza di colori primari mescolando i quali si posssono avere chiare tutte le esperienze della vita.
    Gli arcani maggiori hanno simboli riconducibili agli egizi, alla cabala ebraica…alla num,erologia…all'astrologia…sono una summa delle conoscenze esoteriche atinche.

    Ci prendono i tarocchi?
    Credo che se fatti SINCERAMENTE si… alcuni cari amici e amiche si rivolgono a me da anni.


    #15035
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Grazie NEGUE 🙂
    Un amico mi ha consigliato “La rota magica dei tarocchi” di Mouni Sadhu, oltre che il piu' famoso libro di Oswald Wirth, ne sai qualche cosa?


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #15034
    NEGUE72NEGUE72
    Partecipante

    no…mi sono fermato a quello.
    E' più di quanto avrei mai potuto chiedre.

    Io so che i più quotai sono ilibri sull' argomento di Alejandro Jodorowsky, ma io non ho letto nulla.
    http://it.camoin.com/tarot/Tarocchi-Spiegazione-Jodorowsky.html
    http://it.wikipedia.org/wiki/Alejandro_Jodorowsky


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 31 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.