IL CICLO DELLA VITA secondo JAKOB LORBER

Home Forum TEOLOGIA IL CICLO DELLA VITA secondo JAKOB LORBER

Questo argomento contiene 19 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  windrunner 11 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 20 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #34426

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222440678=m.degournay]
    Qui http://fr.j-lorber.com/ ci sono forse alcune cose in più, soprattutto per riguarda il vangelo di giovanni, ma sono in francese e, per ora non le posso leggere (mio figlio mi sta rimettendo in sesto il pc a “tempo perso” :hehe: ).
    Ma intanto se qualcuno vuol darci un'occhiata ..
    [/quote1222440678]

    Grazie Deg !!!! Così mi rispolvero un po di francese…. !!! 😉


    #34427
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1222442394=mysterio]
    Ciao wind..indubbiamente è un post interessante. Nemmeno io prima d'ora avevo sentito parlare di questo Jakob Lorber.

    Per certi versi..questa teoria..almeno in parte..può anche ricordare ciò che ci ha ripetutamente scritto il caro Michele2007-Gesù..in quanto noto alcune analogie con i concetti da lui espressi(per esempio il fatto che ci incarniamo sempre su questo pianeta e che perdiamo il ricordo delle vite passate..la “storia” qui narrata di Filopoldo mi ricorda tanto la condizione del “dormiente” della quale Michele ci ha sempre parlato..visto che dice di aver vissuto in altri mondi e di averli abbandonati per venire qui sulla terra facendosi eliminare i ricordi delle vite precedenti).

    Abbandonando un attimo le analogie con ciò che dice Michele..la teoria di Lorber mi sembra alquanto antropocentrica..soprattutto quando dice:

    Da queste trasformazioni quasi eterne è sorto – 6000 anni fa – il capolavoro di Dio: l'uomo

    Da ciò deduco che quindi non vede l'uomo come parte del TUTTO..ma come parte PRIVILEGIATA del TUTTO..e questo aspetto mi fa un po' storcere il naso..

    Comunque sia è una teoria interessante..grazie per avercene portato a conoscenza..

    [/quote1222442394]

    Io credo siano piu corrette le parole di Cayce, ovvero che le Anime viaggiano e non si incarnano sempre sullo stesso pianeta, diciamo che oltre un certo sviluppo possono evitare di incarnarsi in un corpo fisico come il nostro.
    PErlomeno ho capito che le Anime hanno sicuramente un certo numero di cicli di incarnazione in un pianeta di terza dimensione, ma poi si cambia..
    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.1316.9

    D- E’ stato dato tramite questa fonte che l’entità Edgar Cayce andò nel sistema di Arcturus e quindi ritornò sulla terra. Questo indica un passo comune oppure insolito nell’evoluzione dell’anima?
    R- Come indicato o come è stato indicato in altre fonti al di fuori di questa per quanto riguarda questo stesso problema, Arcturus è ciò che può essere chiamato il centro di questo universo, attraverso il quale gli individui passano e nel cui periodo arriva la scelta dell’individuo se deve ritornare per completarsi là—cioè, in questo sistema planetario, il nostro sole, il sole della terra e il suo sistema planetario, o andare oltre verso altri.

    E' però sempre l'entità/Anima a scegliere il suo percorso di esperienze, incarnazioni ed evoluzione


    #34428

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222443440=Richard]
    [quote1222442394=mysterio]
    Ciao wind..indubbiamente è un post interessante. Nemmeno io prima d'ora avevo sentito parlare di questo Jakob Lorber.

    Per certi versi..questa teoria..almeno in parte..può anche ricordare ciò che ci ha ripetutamente scritto il caro Michele2007-Gesù..in quanto noto alcune analogie con i concetti da lui espressi(per esempio il fatto che ci incarniamo sempre su questo pianeta e che perdiamo il ricordo delle vite passate..la “storia” qui narrata di Filopoldo mi ricorda tanto la condizione del “dormiente” della quale Michele ci ha sempre parlato..visto che dice di aver vissuto in altri mondi e di averli abbandonati per venire qui sulla terra facendosi eliminare i ricordi delle vite precedenti).

    Abbandonando un attimo le analogie con ciò che dice Michele..la teoria di Lorber mi sembra alquanto antropocentrica..soprattutto quando dice:

    Da queste trasformazioni quasi eterne è sorto – 6000 anni fa – il capolavoro di Dio: l'uomo

    Da ciò deduco che quindi non vede l'uomo come parte del TUTTO..ma come parte PRIVILEGIATA del TUTTO..e questo aspetto mi fa un po' storcere il naso..

    Comunque sia è una teoria interessante..grazie per avercene portato a conoscenza..

    [/quote1222442394]

    Io credo siano piu corrette le parole di Cayce, ovvero che le Anime viaggiano e non si incarnano sempre sullo stesso pianeta, diciamo che oltre un certo sviluppo possono evitare di incarnarsi in un corpo fisico come il nostro.
    https://www.altrogiornale.org/news.php?item.1316.9
    [/quote1222443440]

    Esatto Richard !
    Infatti Lorber afferma esattamente la stessa cosa… non parla di REINCARNAZIONE (quindi sullo stesso pianeta) ma di PRE-ESISTENZA:

    2) DALLA PREESISTENZA ALLA “PROVA DELLA LIBERTÀ” SULLA TERRA
    Un certo Filopoldo non credette alla preesistenza delle anime, e allora Gesù fece in modo che egli vedesse, con i propri occhi, tutte le sue precedenti esistenze e in quali mondi visse e quali persone care lasciò quando stipulò il patto di incarnarsi sulla Terra per fare la “prova di libertà” che gli permetteva di diventare figlio di Dio. Filopoldo ebbe le prove della sua preesistenza in venti mondi diversi e abbracciò pure sua madre ancora vivente sull'ultimo mondo che egli lasciò prima di venire sulla Terra(3). Anche lui affrontò la “prova della libertà”, definita anche “autoformazione”. Essa consiste nella possibilità di esaminare sia il bene che il male e – nell'assoluta libertà – decidere per l'uno o per l'altro. Saranno soltanto le decisioni ed esperienze personali a formare la futura “identità” o “io”.

    Lorber afferma che la Terra è l'ultimo dei pianeti dove ci si incarna per superare l'ultima prova: la prova della libertà.

    Interessante eh Richard??? 😉

    Inoltre si legge:

    4) NEI MONDI MATERIALI O DI NUOVO SULLA TERRA
    Coloro che sulla Terra sono stati lussuriosi o materialisti vengono confinati nei mondi materiali dove, per il loro miglioramento, vengono adottati metodi ben diversi da quelli della Terra. Un solo esempio: le anime dei lussuriosi vengono ospitate nei corpi fisici dei seleniti (abitanti della parte oscura della Luna) i quali portano la moglie sulla schiena per tutta la loro vita. Tale “strano” ma efficacissimo metodo ottiene il risultato di togliere – all'anima del lussurioso terrestre – la voglia sessuale verso il corpo femminile. Chi ha dei dubbi, provi a portare la propria moglie sulle spalle per il resto delle sua vita e potrà così scoprirne l'effetto(6). Solo in casi eccezionali il Signore permette alle anime di reincarnarsi sulla Terra, e spesso non si tratta di incarnazioni ma di possessioni(7). Le anime dei materialisti invece – cioè quegli egoisti che avevano come unico “dio” le cose materiali, l'abbellimento del corpo, i vestiti, la bella casa, il denaro, i cibi succulenti – vengono poste sulla faccia della Luna sempre rivolta alla Terra; qui restano per anni e anni a contemplare la loro amata Terra finchè si accorgono che la loro contemplazione non porta nessun frutto e in questo modo si spengono i loro desideri materialisti(8). Dalla Luna passano poi ai pianeti fino al Sole(9).

    Quindi la vita dopo la morte è di due tipi o si prosegue per continuare la formazione in quanto la “prova della libertà” non è stata superata di conseguenza viene concesso su altri pianeti quali la Luna di “completarsi” e raramente si concede alle anima di reincarnarsi sulla Terra e se ciò avviene è solo a livello di possessione.

    Si afferma poi:

    3) IL CORPO MUORE MA LA VITA CONTINUA
    Dalla nascita e fino alla morte, l'uomo esperimenta su di sè molte aspre prove e sofferenze, come pure assapora gioie e soddisfazioni. Sono pochissimi però coloro che superano la “prova della libertà”. La maggior parte si lascia sedurre dalle attrattive lusinghiere dei divertimenti terreni, nonostante abbia ricevuto sani insegnamenti morali e religiosi o abbia conosciuto Rivelazioni divine. La “prova della libertà” – l'unica che permette di raggiungere la figliolanza di Dio – termina con la morte del corpo fisico. Dopo ciò, avviene il distacco dell'anima e l'immediato accesso nell'ADES, il “crocevia spirituale”, dove ogni anima viene esaminata e portata nel luogo confacente(4). In realtà si tratta di un “mondo artificiale” creato dai propri sentimenti (sfera o stato interiore(5)). Rarissimi sono coloro che vanno direttamente nel Regno di Dio; per molti, invece, inizia un lungo e tenebroso calvario di prove – spesso dure e tremende – che si svolge nei mondi a ciò destinati.

    Quindi si evince che dopo la morte non necessarimanete si prosegue non incarnandosi più in un corpo fisico come il nostro. E quello che circonderà l'anima sarà un mondo “interiore” causato dai propri sentimenti… quindi chi aveva sentimenti “negativi” vivrà l'inferno…

    Ecco quindi come viene suddiviso il regno spirituale dove si vive dopo la morte (e quindi senza necessariamente incarnarsi):

    5) NEI MONDI SPIRITUALI “ORIENTALI” O IN QUELLI “OCCIDENTALI-INFERNALI”
    Coloro che sulla Terra erano abbastanza buoni, ma che non erano riusciti a raggiungere la perfezione, vengono condotti nei mondi spirituali “orientali”. La loro evoluzione continua attraverso opportuni insegnamenti per togliere proprio quelle imperfezioni che non hanno permesso loro di raggiungere la meta. Ad esempio gli atei, i ricchissimi, i filosofi, i bigotti ecc.(10). Ben diversa, invece, è la meta per gli assassini, degenerati, violentatori di bambini; costoro vengono confinati nei mondi spirituali “occidentali” o infernali(11), dove subiscono prove tremende perpetrate da loro stessi, vale a dire ognuno di loro tenta continuamente di uccidere o divorare l'altro, usando le più feroci violenze e subendo le più atroci sofferenze(12).

    A me non sembra poi così lontano da Cayce… insomma… l'Akasha quella è e quella rimane no?

    RICHARD MA AVEVI LETTO BENE O SOLO LEGGICCHIATO ?!?!?!?!?!? :grrr:

    😉 hahaha


    #34429
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    A me non sembra poi così lontano da Cayce… insomma… l'Akasha quella è e quella rimane no?

    Esatto, cosi la penso anche io, diciamo che la lettura può essere deviata dal lettore, ma Lorber mi piace 😉 confrontalo con Cayce.
    Mi sto salvando i testi che poi con calma leggo


    #34430

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222445416=Richard]
    A me non sembra poi così lontano da Cayce… insomma… l'Akasha quella è e quella rimane no?

    Esatto, cosi la penso anche io, diciamo che la lettura può essere deviata dal lettore, ma Lorber mi piace 😉 confrontalo con Cayce.
    Mi sto salvando i testi che poi con calma leggo
    [/quote1222445416]

    Grazie infinite 🙂

    :fri:


    #34431

    mysterio
    Partecipante

    [quote1222541922=windrunner2012]
    [quote1222433259=mysterio]
    Ciao wind..indubbiamente è un post interessante. Nemmeno io prima d'ora avevo sentito parlare di questo Jakob Lorber.

    Per certi versi..questa teoria..almeno in parte..può anche ricordare ciò che ci ha ripetutamente scritto il caro Michele2007-Gesù..in quanto noto alcune analogie con i concetti da lui espressi(per esempio il fatto che ci incarniamo sempre su questo pianeta e che perdiamo il ricordo delle vite passate..la “storia” qui narrata di Filopoldo mi ricorda tanto la condizione del “dormiente” della quale Michele ci ha sempre parlato..visto che dice di aver vissuto in altri mondi e di averli abbandonati per venire qui sulla terra facendosi eliminare i ricordi delle vite precedenti).

    Abbandonando un attimo le analogie con ciò che dice Michele..la teoria di Lorber mi sembra alquanto antropocentrica..soprattutto quando dice:

    Da queste trasformazioni quasi eterne è sorto – 6000 anni fa – il capolavoro di Dio: l'uomo

    Da ciò deduco che quindi non vede l'uomo come parte del TUTTO..ma come parte PRIVILEGIATA del TUTTO..e questo aspetto mi fa un po' storcere il naso..

    Comunque sia è una teoria interessante..grazie per avercene portato a conoscenza..

    [/quote1222433259]

    Ciao mysterio !!!
    In un certo senso è vero… ma non è mica scritto che l'uomo è a immagine e somiglianza di Dio?
    Credo che questa parte sia troppo corta per capire il pensiero di Lorber… ed in effetti solo con questa parte si arriva alla tua ovvia e giusta visione…
    Secondo me si può avere una visione un po più ampia di questo leggendo le parti dell'uomo CORPO, ANIMA, SPIRITO che trovi scritte nell'altro post su Lorber 😉

    Per quanto riguarda la analogie con Michele… io non le definirei tali… semmai è il contrario… nel senso che è più probabile che abbia preso lui spunto… ma questa è una mia idea 😉

    Sai la condizione del dormiente esiste… è reale… nel post “Ricordo del Sè” cerchiamo di affrontare questo problema che trovi spiegato anche molto bene sul sito di Brizzi: http://officinaalkemica.altervista.org/
    E' molto interessante e te lo consiglio !!! Ma non è l'unico con il quale ci sono infinite analogie… magari non tutto quadra perfettamente… ma molto si 😉

    Magari leggi un po l'altro post (quello della nuova rivelazione) e dimmi cosa ne pensi … questo lo avevo postato un po sconnesso in preda un po all'emozione di aver trovato un personaggio del 1800 con questa visione !!!! 😉
    [/quote1222541922]

    Ciao wind..quando ieri ho risposto a questo tuo post non avevo letto nè l'altro post nè visitato il sito a lui dedicato..

    Adesso ho letto qualcosa di più sulla sua opera(davvero immensa..e c'è tanto..tanto..tanto da comprendere).

    Indubbiamente ci sono concetti molto complessi da approfondire e concordo sul fatto che sembra davvero incredibile che queste cose Lorber le descrivesse oltre 100 anni fa.

    Dunque..lui scrisse “LA NUOVA RIVELAZIONE” sotto dettatura..da una voce che diceva provenirgli dal cuore..che lui identificava direttamente nel Signore..ma che potrebbe anche derivare..come ha ipotizzato Richard..da una sua connessione con l'archivio dell'Akasha.

    Tra ciò che ho letto finora..davvero interessante la parte riguardo all'universo materiale..che altro non sarebbe che la “solidificazione” di Lucifero..una figura in decadimento composta da un infinità di universi(tra i quali quello in cui si trova la nostra galassia ed il nostro sistema solare..che sarebbe posizionato in un dito del piede di Lucifero..)..è comunque incredibile che un uomo vissuto nell'800 descrivesse con dovizia di particolari la struttura dell'universo..dei multi-universi..nonchè la struttura(e la vita) dei pianeti del nostro sistema solare(notare che parlava delle lune di Nettuno..2 delle quali ancora oggi non sono ufficialmente state scoperte)..

    Ma adesso cerco di tornare al tema del topic..”IL CICLO DELLA VITA”..altrimenti ci sarebbe da scrivere un infinità di cose ad affrontare tutti gli argomenti delle rivelazioni di Lorber..

    Dunque..secondo la sua rivelazione la nostra incarnazione sulla terra non sarebbe altro che un banco di prova da superare per poter così accedere alla vita eterna..consistente nel raggiungere la totale comprensione di Dio..fino quindi diventare co-creatori del tutto..

    Qua ci è lasciato scegliere tra bene e male in assoluta libertà senza condizionamenti..e senza ricordi di esperienze vissute precedentemente a questa vita..cosicchè in base a quello che è il nostro operato su di questa terra..potremo accedere o al regno di Dio..o a regni spirituali in cui purificare le nostre imperfezione..oppure a regni materiali nel caso la loro vita sulla terra sia stata incline al materialismo più sfrenato(non trovate che questa visione..sebbene differisca nei dettagli..presenti chiarissime analogie con la struttura Paradiso-Purgatorio-Inferno di matrice cristiana?)

    Quanto alle analogie che ho notato ieri con ciò che dice Michele..beh..questa condizione del “dormiente” resta un punto in comune ad entrambi..ma mentre Lorber parla della nostra incarnazione in questo pianeta come una prova..Michele la descrive come una prigione..due visioni molto diverse..anche se coincidono nel dire che questa condizione viene causata anche ad entità qui incarnatesi provenienti dall”Alto”(entità divine che sottoscrivono una sorta di patto per incarnarsi qui)

    Forse Michele ha preso spunto..almeno in parte..anche dalle teorie di Lorber..rivisitandole un pò poi per adattarle alle sue farneticazioni?

    In quanto all'antropocentrismo del quale accusavo ieri la teoria di Lorber..adesso leggendo meglio ho compreso che egli intende parlare dell'evoluzione dell'uomo in un ambito divino-universale..del quale l'incarnazione non è che una “tappa”.

    Quindi mi son in parte ricreduto..in quanto non considera l'universo in funzione dell'uomo..ma l'uomo come parte integrante del sistema divino-universale della creazione..

    E qui per ora mi fermo..perchè ho ancora MOLTO..MOLTISSIMO da leggere ancora su di lui..

    Ciao..e grazie ancora di avermi portato a conoscenza delle “rivelazioni” di Lorber.. 🙂


    #34432

    windrunner
    Partecipante

    Mysterio tu non hai idea della felicità che provo nel condividere con tutti voi ogni nuova scoperta ed analizzarla, discuterla insieme a persone che ho imparato qui sul forum a stimare davvero tanto… quindi mi unisco al tuo ringraziamento e te lo giro a te e a tutti gli amici che frequentano AG. Grazie !

    Tutti insieme… passo dopo passo… arriveremo sicuramente a mettere insieme tutti i pezzetti del puzzle chiamato vita… o perlomeno… ci proviamo !!!

    Ciao ! 🙂


    #34433
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    🙂


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #34434
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #34435
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Ho scoperto questo JACOB LORBER.. astronomo filosofo profeta da poco ecco ad esempio come funziona il sole per lui.

    https://www.youtube.com/watch?v=U2BnpO0SZXI

    a chi interessa http://www.legamedelcielo.it/lorber/il_profeta_sconosciuto.htm alcuni suoi scritti riassunti.

    alcune profezie

    “Io ti dico che gli uomini parleranno con la lingua del fulmine da un confine all'altro del mondo, e voleranno nell'aria in volo come gli uccelli, molto in là dei mari e continenti”
    Realizzata.. onde radio aerei.

    “Succederà così che gli uomini correranno velocemente su strade gigantesche così come una freccia scoccata”.
    Realizzata auto treni.

    “L'etere”, si legge, “non è per nulla qualcosa di spirituale, bensì ha più somiglianza con l'anima”(G.E.G. VII, 72-5). – “Oltre l'etere c’è il fuoco spirituale non visibile ai sensi umani, una forza eternamente operante che, procedendo da Dio, riempie eternamente lo spazio infinito ed opera e crea continuamente”(G.E.G. VII, 72-9). L'etere è qualificato come “medium spaziale” ed infine è detto che “dalle sostanze elementari giacenti nell’etere, che però prima devono essere rese utilizzabili attraverso molti cambiamenti (delle particelle elementari, N.dA.), provengono nuovi mondi”(S. d C.). – “Così voi vedete che la vita cosmica, cominciata dal più piccolo atomo eterico, s’inerpica su dal materiale inconscio allo spirito auto cosciente di uno spirito angelico”(S d V).
    Da realizzare scoperta dell'Etere.

    Profezie per i nostri tempi

    “Un popolo si leverà contro l'altro e si affronteranno con armi di fuoco”. – “Gl’ingegnosi uomini arriveranno al punto che nessun popolo potrà far guerra all'altro. Perché se due popoli si attaccherebbero con armi simili, presto ed anche facilmente si annienterebbero fino all'ultimo uomo, cosa che certo non porterebbe a nessuno una vittoria vera ed un guadagno” (G.E.G. VIII, 185-9).
    Questa sopra molto bella parla della guerra fredda delle armi atomiche dello stallo tra Russia America diversa dalle solite profezie di guerre terremoti.. che sabbiamo abbondano.

    Grandi rivoluzioni naturali di ogni specie della Terra, e proprio specialmente in quei punti, sui quali gli uomini si costruiranno grandi e magnifiche città, nelle quali regnano massima superbia, insensibilità, mal costume, giustizia falsa, violenza, apparenza, e con tutto ciò la misera più grande” (G.E.G. VIII, 186-4). – “Ci saranno anche grandi tempeste sulla terra e sul mare; il mare inonderà in molte località le sponde”. – “Sorgeranno rincari esagerati (sviluppo inflazionistico N.d.A.), carestie, molte malattie maligne, epidemie e pestilenze tra uomini, animali e perfino tra la vegetazione” (G.E.G. VIII, 185).

    Appena dopo quel tempo dell’industrializzazione massima, comincerà a profilarsi molto male per la vita degli uomini sulla Terra, perché questa diventerà infruttifera” (G.E.G. III, 33-4).
    Non durerà più molto che le vostre condizioni sociali, di cui voi credevate durassero per sempre, crolleranno
    Si moltiplicheranno i segni di terribili catastrofi Sopravverrà una grande e generale calamità, miseria e tribolazione, come la Terra non ne ha ancora mai vista”(G.E.G. VIII, 185-2).

    Gli uomini si sono ora allontanati dalla loro vera méta, tanto che nessun potere umano sarebbe più in grado di distoglierli dalla loro caccia al godimento”. – “Quindi Io faccio i popoli sobri attraverso la materia. Li traggo fuori dell’illusione che il mondano che l’uomo vorrebbe cercare, sia la prima ambita avidità solo dopo il godimento. Io insegno loro con eventi spiacevoli la caducità della presunzione mondana, della gloria mondana e beni di fortuna mondani, e dimostro loro l'eterna durata dei tesori spirituali. Faccio capire a tutti che sopra di loro c'è ancora un altro che lascia far loro proprio cosa essi vogliono, che però tiene in mano i fili della connessione delle circostanze.

    Ha scritto su tutto c'e da studiare per una vita .. cmq molto interessante.

    sulla sfinge

    Da notare nell'enigma della sfinge il riferimento al mattino, mezzodi', sera ..cioe' l'alba il mezzogiorno il tramonto argomento che mi e' molto caro che sono i tre vertici delle piramidi .. Il padre, il figlio, lo spirito la trinita'.
    Buon Natale a tutti


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 20 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.