Il Dio Sole oggi

Home Forum EXTRA TERRA Il Dio Sole oggi

Tag: 

Questo argomento contiene 1,421 risposte, ha 67 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 5 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1,151 a 1,160 (di 1,422 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #25968
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1335281338=farfalla5]
    [quote1335261060=maraxma]

    Anche se i film sui disastri e cataclismi vorrebbero farvi credere il contrario, non dovremmo preoccuparci del fatto che dei neutrini solari stiano riscaldando il nucleo della Terra. Forse dovremmo preoccuparci, invece , che la nostra comprensione del sole – e forse della nostra fisica nucleare in genere- è molto piu’ debole di quanto pensassimo.

    http://it.paperblog.com/la-scienza-senza-parole-davanti-al-mistero-della-particella-sconosciuta-del-sole-1051302/
    [/quote1335261060]
    Mara, quello che ho evidenziato per me ha importanza. Inutile girovagare di chi ha colpa, bisogna investire tutte le nostre energie per capire come funziona la fisica del nostro Universo.
    [/quote1335281338]

    il prof.Schnoll ha registrato questi mutamenti nella materia a seconda delle stagioni, per 30 anni..
    http://www.ptep-online.com/index_files/2009/PP-16-01.PDF
    The “Scattering of the Results of Measurements” of Processes of Diverse Nature
    is Determined by the Earth’s Motion in the Inhomogeneous Space-Time
    Continuum. The E ect of “Half-Year Palindromes”
    Simon E. Shnoll

    Le scoperte del Prof.Shnoll, menzionate nel Capitolo Tre, cambiano completamente le nostre idee sulla natura degli atomi e delle molecole che sono le radici della stessa materia. Shnoll ha mostrato che in qualche modo, le molecole sono intimamente connesse con ciò che le circonda, mostrando una sincronizzazione perfetta delle loro frequenze di reazione con i movimenti planetari e celesti

    ——
    Il problema principale per gli scienziati convenzionali con l'idea per cui la Terra possa avere una forma di energia luminosa nel suo nucleo è che l'energia non sembra avere mezzi per essere ricaricata; dovrebbe consumarsi in fretta.
    Nel modello di Pasichnyk http://www.livingcosmos.com/earth.htm lui sottolinea che l'energia dal vento solare sembra entrare ed uscire dai poli e quindi rinnovare l'energia nel nucleo. Benchè questo sembri impossibile per molti, ora che abbiamo studiato la prima proprietà dei “domini del vuoto” del Dr.Dmitriev, dove l'energia dei “domini del vuoto” può penetrare la materia solida, avviene proprio ciò che ci aspetteremmo.
    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.701

    https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3832
    Dato che il nostro pianeta è in movimento con tutti gli altri, noi viaggeremo attraverso le varie “increspature” planetarie nell'etere del nostro Sistema Solare in prevedibili e sequenziali momenti di tempo.

    Di conseguenza, possiamo aspettarci che una sequenza di set di vibrazioni energetiche irradieranno i nostri corpi, il nostro pianeta e tutta l'energia e la materia interessata, a seconda della posizione relativa del nostro pianeta rispetto alle “onde” create dagli altri.

    Per gli ultimi 30 anni, Shnoll ha raccolto costantemente dati che dimostrano che molti differenti processi biologici, chimici e atomici, incluso il decadimento radioattivo di diversi materiali, vengono in qualche modo direttamente influenzati dai movimenti celesti come il giorno, il mese e l'anno.

    Il Prof.Shnoll ci dice che quasi tutti gli scienziati semplicemente definiscono questo come “disturbo nei dati” e lo ignorano, in quanto non hanno ragione di pensare diversamente.)

    In qualche modo, tutta la materia fisica sulla Terra risponde allo stesso modo ai movimenti esterni. Se vediamo solo “spazio vuoto” tra i pianeti allora non abbiamo modo di dimostrarlo.)

    Dati più recenti, riportati all'autore, indicano che il periodo di “24 ore” è in realtà leggermente più corto e corrisponde quasi precisamente al giorno siderale!
    Questo suggerisce che almeno un fattore astronomico influenza la forma dell'istogramma e può originarsi fuori dal sistema solare ed essere associato all'orientazione della posizione relativa alla galassia e non solo al Sole.

    (Nota: il giorno siderale si riferisce alla “precessione degli equinozi” della Terra, di cui parliamo a fondo in The Shift of the Ages e che faremo ancora in questo libro. Questa precessione ora viene chiaramente relazionata alla nostra posizione nella Galassia, dato che si tratta di un ciclo a termine più lungo rispetto ad altri che abbiamo osservato.)

    Quindi, se vogliamo ricevere i veri fatti, le idee convenzionali della fisica subatomica traballano. Il Dr.Shnoll ci dice chiaramente che i movimenti dei pianeti creano disturbi estremamente precisi nello spazio e nel tempo che influenzano ogni singolo atomo, molecola e processo energetico nell'area circostante.

    Il lavoro di Shnoll “indica chiaramente un “fattore universale”…che varia nel tempo”. Il modello eterico, come abbiamo specificato sopra, spiega esattamente quale sia questo fattore universale.

    Deve esserci un medium nello spazio libero che viene disturbato dai movimenti celesti e questo stesso medium deve essere responsabile per la creazione dei processi biologici, chimici e atomici momento per momento.


    #25969
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante
    #25970
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante


    sembrerebbe una stella ingoiata da un buco nero


    #25971
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ——-
    http://stereo.gsfc.nasa.gov/browse/2012/05/03/behind/cor1/1024/20120503_010024_s4c1B.jpg

    http://it.wikipedia.org/wiki/STEREO
    STEREO (acronimo di “Solar TErrestrial RElations Observatory”) è una missione scientifica finalizzata allo studio del Sole lanciata dalla NASA il 26 ottobre 2006.[1] La missione consta di due sonde gemelle lanciate in orbite che consentissero loro di ottenere delle immagini stereoscopiche della nostra stella e dei suoi fenomeni, come le espulsioni di massa dalla corona.


    #25972
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Un enorme gruppo di macchie solari ha preso forma sulla superficie del Sole, lasciando intendere che la nostra stella potrebbe presto ‘sfornare’ moderate-forti tempeste solari. L’enorme complesso delle macchie solari, nota come regione attiva 1476, è ruotata in direzione della Terra durante il fine settimana. Misura oltre 100.000 chilometri, tanto che gli scienziati della NASA con la missione Solar Dynamics Observatory, un telescopio spaziale progettato per guardare il Sole, hanno soprannominato la struttura in un annuncio su Twitter, un “mostro di macchie solari“. Con almeno quattro macchie solari più grandi della Terra, AR 1476 si estende come detto per più di 100.000 km da un capo all’altro, rendendola un facile bersaglio, tempo permettendo, anche per telescopi solari amatoriali. Un astronomo del Rutherford Appleton Laboratory di Oxford, in Gran Bretagna, Mike Hapgood, attraverso un commento pubblicato sull’autorevole rivista Nature e del quale abbiamo già parlato in questo articolo, avverte su probabili scenari da brivido.
    http://www.meteoweb.eu/2012/05/una-grande-regione-attiva-ha-preso-forma-sul-sole-alta-probabilita-di-nuove-tempeste-solari/132897/

    http://www.meteoweb.eu/2012/05/buco-coronale-espelle-un-flusso-di-vento-solare-diretto-verso-la-terra-gli-effetti-si-sommeranno-alla-cme-attesa-per-domani/132947/

    Buco coronale espelle un flusso di vento solare diretto verso la Terra: gli effetti si sommeranno alla CME attesa per domani


    #25973
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “È ancora troppo presto per dire esattamente cosa possono significare questi dati per gli studi sulla nostra eliosfera” continua McComas. “Per decenni le ricerche in questo settore hanno postulato l’esistenza di un bow shock. Quelle ricerche ora dovranno essere riviste alla luce degli ultimi dati di IBEX. Ma possiamo già dire che ci saranno profonde implicazioni su come entrano e si propagano i raggi cosmici nel nostro Sistema solare. Un fenomeno rilevante per i suoi effetti sui viaggi spaziali umani”.

    http://nemsisprojectresearch.blogspot.it/2012/05/nessun-shock.html

    http://it.wikipedia.org/wiki/Bow_shock
    È il confine nel quale il vento solare cade bruscamente a contatto con la magnetopausa. Il bow shock della Terra è di circa 100-1000 km di spessore e si trova a circa 90.000 km dalla Terra.


    #25974
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    .
    Questo oggetto è davvero grosso!!!!!
    dopo che qualcuno ha meso questo video su youtube la NASA da sospeso il Solar and Heliospheric Observatory per 'emergency Sun reacquisition'
    http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2142570/YouTube-user-accuses-NASA-coverup-finds-UFO-hovering-near-Sun.html


    #25975
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    L'Agenzia americana per gli oceani e l'atmosfera (Noaa) segnala gia' i primi occasionali blackout nelle comunicazioni radio, e prevede che nelle prossime 24 ore ci sara' una probabilita' pari al 75% di avere altre eruzioni di media entita', e una probabilita' del 20% di avere eruzioni di classe X, le piu' intense, in grado di scatenare tempeste magnetiche capaci di provocare il blackout nelle comunicazioni radio in tutto il pianeta.

    http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/scienza/2012/05/11/mostro-solare-prepara_6856771.html


    #25976

    superza
    Partecipante

    http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/scienza/2012/05/11/mostro-solare-prepara_6856771.html

    Capperi si vede ad occhio nudo veramente (con 4 paia di occhiali da sole sovrapposti a quest'ora)
    La prima volta che vedo una macchia solare con i miei occhi, emozionante! provate!


    #25977

    superza
    Partecipante

    si comincia a vedere male perchè il sole è troppo alto ora, consiglio al tramonto (sperando non si dissolva)


Stai vedendo 10 articoli - dal 1,151 a 1,160 (di 1,422 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.