Il limite umano del cambiamento

Home Forum SPIRITO Il limite umano del cambiamento

  • This topic has 13 partecipanti and 29 risposte.
Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #41039
    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1226189619=altair]
    Se il proposito è l'evoluzione attraverso il cambiamento (se non ho letto male), è tassativo non porsi mai alcuna limitazione o stabilire con certezza che non possiamo farcela.
    L'evoluzione attraverso il cambiamento non va vissuta necessariamente come un fatto cerebrale su cui possiamo o non possiamo stabilire qualcosa, essa può avvenire comunque in maniera lenta, impercettibile, travalicando le funzioni ordinarie della mente.
    L'ostacolo più grande potrebbe essere proprio porsi il quesito.

    [/quote1226189619]

    Ho capito il tuo punto di vista altair, molto interessante! In effetti quello che sto cercando di fare è “lasciar che tutto scorra” il più possibile, perchè ultimamente le mie intuizioni mi stanno portando più lontano delle mie supposizioni. Questa (insieme a tante altre) era una domanda che mi frullava in testa da una vita (così rispondo anche a pas), ed è bello poterla porre a qualche mente aperta, magari solo per il gusto di avere una risposta intelligente. Quando la ponevo ad altri, anni fa, la risposta migliore era “non ci pensare, dai, fatti una birra.” et similia. !amazed


    #41040
    deg
    Partecipante

    [quote1226190494=ezechiele]
    DAAAAIIIIII FANCULO!!!!!
    (tanto ormai il buon grillo ce l'ha sdoganato)

    FAMOLO!

    [youtube=425,344]-Mu5IjNvQoU

    … piu una bella pedalata in bicicletta, s'intende…

    errrmm…. forse sono un pochetto OT … o no?
    [/quote1226190494]

    Bello Eze……..
    Io ho ancora il bancomat ….. -|-
    Alla fine c'è anche l'Om, Pas!


    #41041
    Pyriel
    Bloccato

    ………..

    Hai proprio ragione Pasgal, la forma sarebbe sicuramente
    diversa in ognuno, ma la sostanza (lo Spirito) sarebbe lo
    stesso in tutti, per cui in un tale mondo tutto filerebbe.


    #41042
    Pyriel
    Bloccato

    ….


    #41043
    ezechiele
    Partecipante

    anche io sono ancora legato alle carte, solo per lavoro per fortuna,

    in casa abbiamo abolito bancomat e carte


    #41044
    mysterio
    Partecipante

    [quote1226227338=Pyriel]
    ………..

    Hai proprio ragione Pasgal, la forma sarebbe sicuramente
    diversa in ognuno, ma la sostanza (lo Spirito) sarebbe lo
    stesso in tutti, per cui in un tale mondo tutto filerebbe.
    [/quote1226227338]

    Invece al giorno d'oggi l'umanità cerca di unificare la forma al fine di annullare la sostanza..

    Tante “forme” sono state proposte nell'ultimo secolo..con un unico comune denominatore..l'uomo(fisico) al vertice di ogni cosa..

    Ed oggi..con l'umanità in attesa di un'unica forma globale mondialmente accettata da tutti..ecco che l'uomo sta distruggendo ciò che restava della sua sostanza..


    #41045
    Pyriel
    Bloccato

    E questo piace molto a quelli che adorano il proprio ego e
    lo innalzano al di sopra dello Spirito, disconoscendo Dio e
    la Verità dell'Essere, e cercano il paradiso verso l'inferno.


    #41046
    sharon
    Partecipante

    Venite verso l'orlo del dirupo.

    Potremmo precipitare.

    Venite verso l'orlo del dirupo.

    E' troppo alto!

    VENITE VERSO L'ORLO DEL DIRUPO.

    Ed essi vennero.

    E Lui li sospinse.

    Ed essi volarono.

    Da Matrix Divina


    #41047
    sharon
    Partecipante

    L'INFERNO E IL PARADISO

    Dopo una lunga ed eroica vita, un valoroso samurai giunse nell'aldilà' e fu destinato al paradiso. Era un tipo pieno di curiosità e chiese di poter dare prima un'occhiata anche all'inferno. Un angelo lo accontentò e lo condusse all'inferno. Si trovò in un vastissimo salone che aveva al centro una tavola imbandita con piatti colmi e pietanze succulente e di golosità inimmaginabili. Ma i commensali, che sedevano tutt'intorno, erano smunti, pallidi e scheletriti da far pietà.
    “Com'e' possibile?”, chiese il samurai alla sua guida. “Con tutto quel ben di Dio davanti!”.

    “Vedi: quando arrivano qui, ricevono tutti due bastoncini, quelli che si usano come posate per mangiare, solo che sono lunghi più di un metro e devono essere rigorosamente impugnati all'estremità. Solo così possono portarsi il cibo alla bocca”.
    Il samurai rabbrividì. Era terribile la punizione di quei poveretti che, per quanti sforzi facessero, non riuscivano a mettersi neppur una briciola sotto i denti.

    Non volle vedere altro e chiese di andare subito in paradiso. Qui lo attendeva una sorpresa. Il paradiso era un salone assolutamente identico all'inferno! Dentro l'immenso salone c'era l'infinita tavolata di gente; un'identica sfilata di piatti deliziosi. Non solo: tutti i commensali erano muniti degli stessi bastoncini lunghi più di un metro, da impugnare all'estremità per portarsi il cibo alla bocca.

    C'era una sola differenza: qui la gente intorno al tavolo era allegra, ben pasciuta, sprizzante di gioia.
    “Ma com'e' possibile?”, chiese il samurai.
    L'angelo sorrise.
    “All'inferno ognuno si affanna ad afferrare il cibo e portarlo alla propria bocca, perché si sono sempre comportati così nella vita. Qui al contrario, ciascuno prende il cibo con i bastoncini e poi si preoccupa di imboccare il proprio vicino”.


    #41048
    meskalito
    Partecipante

    Cavolo bellissima questa allegoria sharon!


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 30 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.