Il segreto dell' in-felicità

Home Forum SPIRITO Il segreto dell' in-felicità

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 62 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #47212
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    https://www.youtube.com/watch?v=HdNrpycY-Ws&feature=player_embedded#at=220


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #47213
    sphinxsphinx
    Partecipante

    [color=#ff0000]Dialogo di ordinaria follia[/color]

    Ore 09:15. Nel pieno di un traffico intenso che non procede. Da venti minuti camminiamo a singhiozzo, restando fermi la maggior parte del tempo.

    [color=#ff0000]Ma tu ti fai questo traffico tutte le mattine?[/color]
    Beh, non proprio tutte le mattine, ma la maggior parte sì. Le ho provate tutte, le strade alternative. Non se ne esce. Finisco per fare la fila anche lì, e allora tanto vale fare questa.
    [color=#ffffff]Hai provato a partire prima da casa?[/color]
    Guarda, le ho provate tutte. Partire prima, per poi arrivare un’ora prima dell’ingresso, e poi che faccio un’ora in macchina? Dopo, ovviamente, non posso partire, se no mi gioco tutti i permessi di un anno nel giro di un mese, per non parlare dei richiami dei superiori. Guarda, se sono qui a quest’ora, è perchè non c’è alternativa.
    [color=#ff0000]C’è sempre un alternativa…[/color]
    Ah, sì, e qual’è? Dimmela, perchè mi daresti davvero una mano…
    [color=#ff0000]Beh, per esempio non puoi concordare un ingresso differenziato con la tua struttura?[/color]
    Ma stai scherzando? Se gli vado a chiedere di concordare l’ingresso, mi prendono sott’occhio, ed io il posto di lavoro non lo rischio per queste scemenze, meno che mai in un periodo come questo. Mi faccio il traffico, guarda! Preferisco!
    [color=#ff0000]Hai mai pensato ad un nuovo lavoro?[/color]
    Ah, ecco! Lo dicevo io, che ancora non avevi cominciato con le tue strambe teorie! Ma chi me lo dà, un nuovo lavoro? E poi, di questi tempi! Che mi metto a fare?
    [color=#ff0000]Ma non è obbligatorio lasciare questo lavoro mentre ne cerchi un altro. Puoi provare a vedere più vicino alla tua casa, o qualcosa con orari differenti…[/color]
    Ma sei uno scienziato, allora! Ma i giornali li leggi? Ma in che mondo vivi? Il mio lavoro è questo, e di questi tempi me lo tengo pure stretto. Poi, si vedrà…
    [color=#ff0000]Ah, ma allora ti piace! Scusa, non lo avevo capito…[/color]
    Mi piace? Ma stai scherzando? Lo detesto! La domenica sera mi prende un tale senso di vuoto quando penso alla giornata dell’indomani che tu non puoi fartene un’idea! Che importa se mi piace? Lo faccio e basta. Ma tu che ne capisci di queste cose? Con le tue teorie, mah, io non lo so mica dove stai con la testa! Mi sembri un alieno!

    Passano 20 minuti. Siamo sempre in fila in un traffico che non si muove.

    [color=#ff0000]Del tuo lavoro, di questo traffico, ne hai mai parlato con tua moglie?[/color]
    Con mia moglie? E perchè?
    [color=#ff0000]Beh, potrebbe aiutarti a trovare una soluzione…[/color]
    Chi, mia moglie? Guarda, meno ci parlo e meglio è, con mia moglie. Lei è un’artista a creare problemi, non a trovare soluzioni!
    [color=#ff0000]Ma scusa, una famiglia è una comunità, di supporto, di sollievo. Parlane con tua moglie. Manifestale il tuo malessere. Non vi farà che bene.[/color]
    E che le dico? Che detesto il mio lavoro? Che mi faccio tre ore di traffico al giorno in automobile e arrivo a casa coi nervi scoperti? E che può farmi, mia moglie? Che poi, se le dico questo, lei prende e lo va a ripetere a pappagallo ai suoi genitori, che poi vengono da me e mi cominciano a rompere le scatole. Che ti stai mettendo in testa? mi vengono a domandare. Mica vorrai far soffrire nostra figlia, eh? Mia moglie? Lasciamo perdere…
    [color=#ff0000]Ma scusa, hai mai provato, a parlare con tua moglie, oppure no?[/color]
    Ah, ma allora non capisci! Ma che le dico?
    [color]La verità, per esempio. Che non ami il tuo lavoro, e che non sei felice.[color]
    Ecco. Così mia moglie prende, e scappa dai suoi genitori. Abbiamo un mutuo da pagare! Che importa se io detesto il mio lavoro, o se mi faccio tre ore di traffico al giorno! La banca vuole i soldi, non mi fa saltare la rata perchè non sono felice! Boh, a volte proprio mi sembri di un’altra galassia! Che vuoi che mi risponda, mia moglie? Caro, devi lavorare. Se noi non paghiamo il mutuo, la banca ci butta fuori di casa! Ed io prendo, e me ne torno dai miei genitori, così vediamo se sarai davvero felice, allora!
    [color=#ff0000]Ma sei sicuro che reagirà davvero in questo modo? Se non provi a parlarle, che ne sai?[/color]
    Ma la conosci, mia moglie, o no? Lo sai com’è fatta. Già lo vedo: entro in casa e le dico “Cara, sono stufo del mio lavoro!”, e lei mi fa “Caro, fattene una ragione. Come paghiamo il mutuo?”. Che cosa ottengo? Zero. Tanto vale andare avanti, e sperare, che so, in qualche botta di fortuna! Hai visto mai…
    Quindi, stai facendo un lavoro che detesti, che non ti rende felice, lo farai ogni giorno della tua vita per pagare il mutuo di una casa in cui vai solo a dormire, e i fine settimana altro non fai che riposarti per ricominciare il lunedì successivo?
    E qual’è il problema? Hai per caso una soluzione migliore? Ho una famiglia, un mutuo, e le rate da pagare. Me le paghi tu? Vinco alla lotteria? Vado a rubare? Questa è la mia vita. Questa è la mia vita! Che cos’altro posso fare?

    http://www.marenectaris.net


    #47214
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1315208865=prixi]
    https://www.youtube.com/watch?v=HdNrpycY-Ws&feature=player_embedded#at=220
    [/quote1315208865]
    Grazie Pri….di questo momento di riflessione :cor:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #47215
    farfalla5farfalla5
    Partecipante

    [quote1315209284=sphinx]
    [color=#ff0000]Dialogo di ordinaria follia[/color]

    E qual’è il problema? Hai per caso una soluzione migliore? Ho una famiglia, un mutuo, e le rate da pagare. Me le paghi tu? Vinco alla lotteria? Vado a rubare? Questa è la mia vita. Questa è la mia vita! Che cos’altro posso fare?

    http://www.marenectaris.net
    [/quote1315209284]
    Cara Sphinx, oggi è un problema di quasi tutti…purtroppo 🙁


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #47216
    sphinxsphinx
    Partecipante

    [color=#ff0000]E' MORTA WHITNEY HOUSTON[/color]

    Whitney Houston era nata il 9 agosto 1963 a Newark, New
    Il corpo della star è stato trovato in un hotel di Beverly Hills
    L'artista da tempo aveva problemi di tossicodipendenza.

    Alla vigilia dei Grammy Awards, il mondo della musica deve dire addio a Whitney Houston. La cantante e attrice americana è morta all'età di 48 anni.
    Il suo corpo è stato trovato in una stanza al quarto piano di un hotel di Beverly Hills, a Los Angeles. «Alle 15:55 ora locale (00:55 in Italia, ndr) Whitney Houston è stata dichiarata morta nel Beverly Hilton hotel», ha detto il portavoce della polizia Mark Rosen. Per ora non sono state diffuse le cause della sua morte.

    Una voce destinata al successo
    Nata il 9 agosto 1963 nella periferia a Newark, città del New Jersey, Whitney Houston portava dentro di sè il germoglio della musica: la madre Cissy era una cantante di gospel e Whitney era cugina della star pop Dionne Warwick e figlioccia della grande Aretha Fraklin.
    La sua è stata una carriera molto veloce: l'intensità e profondità della sua voce l'hanno portata nel 1986, all'età di 23 anni, a vincere il Grammy, inizio di una carriera sempre all'apice. Successo anche testimoniato dai sette singoli consecutivi piazzati al primo posto della “Billboard Hot 100”, la classifica dei 100 singoli più venduti e più trasmessi dalle radio negli Stati Uniti, facendo meglio di Diana Ross e dei Beatles. In totale si calcola abbia venduto circa 190 milioni di dischi.
    Una popolarità confermata anche sul grande schermo con il film “The Bodyguard”, dove la cantante recitò al fianco di Kevin Kostner, sua sensuale guardia del corpo. La colonna sonora del film “I will always love you” raggiunse le 45 milioni di copie vendute.

    Dal successo al declino personale
    La precoce scomparsa di Whitney Houston purtroppo era attesa. Tanto è stato repentino il suo successo, quanto il suo declino. La forza della sua voce nulla ha potuto contro i suoi problemi personali: la cantante ha cercato di superare i momenti di depressione, per lo più dovuti al fallimento del suo matrimonio con il cantante Bobby Brown, durato dal 1992 al 2006, facendo uso di cocaina, marijuana e pillole varie. Nell'ultimo periodo alcuni media statunitensi l'avevano immortalata in condizioni quasi irriconoscibili.
    http://www3.lastampa.it/spettacoli/sezioni/articolo/lstp/442177/

    [color=#0033ff]Non le voglio vedere le immagini che la ritraggono ” in condizioni quasi irriconoscibili “. La voglio ricordare bellissima e con una voce incantevole.

    Quello che mi viene alla mente dopo aver letto notizie come queste, e se ne leggono tante, è una considerazione assai sbagliata che mette il dito su un grosso fraintendimento a proposito della vita e a proposito di cosa ci può rendere felici; e cioè : ma come è possibile che una persona che ha avuto tutto dalla vita..bellezza,denaro,fama, possa essere così infelice !
    Questo pensare è un'enorme sciocchezza e lo sappiamo tutti. Ciononostante, siamo talmente condizionati a credere che siano queste, le fonti della felicità, che è quasi impossibile non formulare automaticamente questo pensiero.
    Aveva avuto anche un bellissimo bambino…ma niente di tutto questo è veramente importante..è così?
    Se nemmeno un figlio può dare senso alla tua vita, cosa lo può ?

    Ciò che consideriamo auspicabile, ciò che è materiale e che tutti andiamo inseguendo,in realtà è una iattura.
    Tutti questi soldi, il successo e perfino la bellezza ti allontanano ancora di più dal vero scopo della vita. Lo “sappiamo”..ci sono tante frasi create ad hoc, ma non ci crediamo veramente. Continuiamo a svolazzare attorno alla lampadina, credendo che sia la fonte della felicità e chi si avvicina troppo si brucia le ali..ma noi imperterriti continuiamo a girarci intorno.
    Quante vite Whitney, quante vite ancora prima di capire?[/color]


    #47217
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    sphinx grazie per il video della balena e per il tuo commento


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #47218
    prixiprixi
    Amministratore del forum

    la gioia di vivere non dipende da ciò che è esterno a noi …
    questo è l'inganno più grande
    la paura di non essere amati, crea in noi la più grande delle fragilità
    ma l'amore non arriva dall'esterno … paradossalmente, neppure da un figlio
    non importa quanto gli altri ci hanno amato
    non importa quanta sofferenza abbiamo provato nell'assenza di quell'amore
    non vi è colpa per non averlo ricevuto, nè per chi non ce ne ha fatto dono
    l'unico amore, quello che ci salva dal delirio, è solo quello che siamo in grado di provare per noi stessi nonostante tutto
    ed è l'amore che nasce dal perdono
    di noi stessi e di tutti coloro che ce l'hanno negato

    Whitney, ora lo sà, ed è circondata ed avvolta da tutto l'Amore che non ha saputo provare su questa terra … ne sono certa :cor:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #47219
    Xeno
    Partecipante

    [quote1329050109=prixi]
    la gioia di vivere non dipende da ciò che è esterno a noi …
    questo è l'inganno più grande
    la paura di non essere amati, crea in noi la più grande delle fragilità
    ma l'amore non arriva dall'esterno … paradossalmente, neppure da un figlio
    non importa quanto gli altri ci hanno amato
    non importa quanta sofferenza abbiamo provato nell'assenza di quell'amore
    non vi è colpa per non averlo ricevuto, nè per chi non ce ne ha fatto dono
    l'unico amore, quello che ci salva dal delirio, è solo quello che siamo in grado di provare per noi stessi nonostante tutto
    ed è l'amore che nasce dal perdono
    di noi stessi e di tutti coloro che ce l'hanno negato

    Whitney, ora lo sà, ed è circondata ed avvolta da tutto l'Amore che non ha saputo provare su questa terra … ne sono certa :cor:


    [/quote1329050109]
    Quoto.
    Grazie per le splendide canzoni che ci hai lasciato.


    #47220
    kingofpopkingofpop
    Partecipante

    mettere ai primi posti della nostra esistenza cose sbagliate è uno dei motivi dell'infelicità…farsi soggiogare dai sentimenti con troppa foga è un altro motivo…ce ne sarebbero altri


    #47221
    brig.zerobrig.zero
    Partecipante

    semplicemente grazie per la lezione di vita che ci hai lasciato … :tk:


    https://www.facebook.com/brig.zero

Stai vedendo 10 articoli - dal 51 a 60 (di 62 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.