io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 421 a 430 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #309644
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Intanto il principale paese sospettato di essere colluso con L’ISIS è uscito allo scoperto.
    Dopo i fischi allo stadio nel minuto di silenzio, dopo l’enorme guadagno realizzato comprando il petrolio dai terroristi e molto altro ecco che il presidente islamico Erdogan (MOLTO religioso) esce allo scoperto e abbatte un aereo russo. Bravo! Ora anche l’ultimo illuso ha capito da che parte sta, il religioso Erdogan che sta distruggendo la democrazia e viene sostenuto dal pulpito degli imam e.. da probabili brogli.
    Ecco cosa scrivono sul sito Palestina Felix:

    Erdogan cerca di aiutare i suoi amici terroristi colpendo a tradimento un Su-24 russo!
    Un bombardiere a medio raggio Su-24 del corpo di spedizione russo a Latakia é precipitato in territorio siriano dopo essere stato colpito a tradimento da un F-16 dell’aviazione di Ankara.

    Evidentemente il Presidente-Sultano-Terrorista Erdogan ha trascurato di ricordarsi che se già i Siriani da soli erano in grado di abbattere i suoi jet molto addentro allo spazio aereo anatolico, la risposta russa per questa provocazione sarà più dolorosa di quanto lui sia preparato a sopportare.
    Il bombardiere russo incrociava a 6000 metri di quota bene addentro ai cieli di Latakia, mentre era impegnato nella sua missione antiterrorismo.
    Pilota e Bombardiere del Sukhoi si sono lanciati ma la loro sorte non é chiara, vi terremo aggiornati appena avremo informazioni attendibili.
    STRINGIAMOCI ALLA FAMIGLIA E AI COMMILITONI DI ALEKSANDR AKHMADULIN, CADUTO MENTRE COMPIVA IL SUO DOVERE NEI CIELI DELLA REPUBBLICA ARABA DI SIRIA


    #309667

    Rebel
    Partecipante

    Questo accadimento dimostra quanto erdogan sia poco più che un burattino mosso da fili nazi-americani, non poteva fare un errore piu grosso di questo, e gli costerà cosi tanto che dovrà scomparire nel nulla se vuole salvare almeno la pellaccia, dato che tutto il resto della sua prsonalità lo ha compromesso con questa stupida mossa, un pilota russo vale molto di piu della sua sporca viltà di essere inutile e dannoso al progresso della civiltà.


    #309677
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @rebel said:
    Questo accadimento dimostra quanto erdogan sia poco più che un burattino mosso da fili nazi-americani, ….

    Questa è un’ipotesi che ha come minimo una buona componente di verità, ma la spinta principale del suo agire deriva dall’ideale che ha in testa, si percepisce benissimo: vuole riportare i valori della religione nel suo “giusto ruolo”, secondo lui questo ruolo è la scomparsa del laicismo introdotto, laicismo che secondo lui corrompe la civiltà turca.

    Io continuo a dirlo noi occidentali mettiamo troppa attenzione al ruolo del denaro e interessi connessi e SOTTOVALUTIAMO enormemente il potere della fede religiosa.

    Ti faccio un esempio di cosa scrive il Corano:
    “Combattete coloro che non credono in Allah e nell’ultimo giorno, che non vietano quello che Allah e il suo Messaggero (Maometto) hanno vietato, e quelli, tra la gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verità, combatteteli finchè non versino umilmente il tributo e siano soggiogati” (9,29)
    http://www.webalice.it/pvmantel/Commenti/Sura%209,%20Il%20Pentimento,%20Versetto%2029%20parte2.html


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 11 mesi fa da camillo camillo.
    #309679

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Rebel,vedo che anche tu la pensi come me.Non si abbatte un aereo Russo senza avere le spalle coperte.Questo lo sa bene anche Putin.Ora Erdogan deve stare attento a certe sostanza radioattive……
    Ora che i russi sono intervenuti nel teatro siriano,le parti e gli scopi si stanno delineando con chiarezza e precisione:sino ad oggi la guerra all’Isis è stata solo di facciata (come diversi post fa affermavo).
    Agli Usa l’Isis fa comodo perché combattono il dittatore siriano Bashar,ai turchi invece fa comodo l’Isis perché combattono i curdi,e così,mentre si riempiono la bocca di parole contro il terrorismo,sotto traccia li armano sino ai denti.
    Molti pensano che tutto è iniziato con lo scopo di portare la democrazia in Siria.Palle,lo scopo è di accerchiare e destabilizzare l’Iran.È l’Iran che vogliono gli americani.Con l’Iraq e l’Iran sotto controllo,gli Usa avrebbero il potere di decidere il prezzo del petrolio per i prossimi decenni (rendendo remunerativo anche il proprio).
    CI STANNO PRENDENDO PER IL CULO!


    #309681
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Orso vedi solo denaro e usa come fattori, è come se in un sistema di equazioni con molti parametri tentassimo di considerare solo due delle 10 variabili.
    Qui il discorso economico che c’è come in ogni cosa è prevaricato da interessi di egemonia religiosa.
    L’islam è pieno zeppo di contraddizioni Abbiamo grossomodo due linee una moderna e tollerante che deriva dal sufismo rappresentata dal Marocco, Egitto (con l’attuale dirigente), Giordania, Tunisia in cui i capi politici stanno cercando di convincere i vari imam a non predicare l’odio o la supremazia della loro fede.
    Poi abbiamo i dittatoriali estremi ricchi Arabia, Katar, Emirati, ecc. con democrazia zero che hanno sostenuto neanche tanto di nascosto tutti le linee integraliste che garantiscono loro il potere di riflesso.
    Mescolato a tutto ciò c’è la storia tra due fazioni religiose (simili a protestanti e cristiani) e l’Iran in crescita.
    Erdogan è furbo (o stupido dipende da come va a finire) si è fatto scudo del fatto di essere un paese della nato e di avere una tradizione laica che certo non ha fatto lui.
    Erdogan vuole proporsi come ago della bilancia, uomo forte che riunisce il tutto.
    Ha contribuito a far credere ad Obama che ci potesse formare una democrazia, (primavera araba) Con l’aiuto dell’America e spalleggiato sotto banco dai paesi ricchi ha creato il caos per eliminare il presidente della Siria, formando la fazione degli oppositori. Oppositori che da 4 anni combattono Assad però in moltissime occasioni hanno ceduto terreno all’ISIS in cui più che un nemico vedono un alleato con scopi comuni.

    I russi hanno capito benissimo il giochino (come d’altronde è chiaro a chi segue quelle faccende e bombardano anche postazioni degli “oppositori” mandando a monte l’enorme investimento fatto dalla Turchia in veste anti Assad.
    Erdogan è un pezzo che mugugna contro Putin: “mi stai rovinando le uova nel paniere … attento che la paghi”
    Francamente non pensavo che arrivasse a tanto (abbattimento del velivolo) che era già in suolo siriano, credo nemmeno lo pensasse Putin.
    Non penso che qualcuna creda ad Erdogan quando dice: “devo difendere il mio territorio”.
    Ci sono balle e balle ma questa poi…
    Però tutti stanno al gioco per non aggravare la situazione, non vorremmo mica scatenare una guerra?
    La Turchia è un paese della Nato, (ammesso che si possa parlare ancora di una tale istituzione) ma anche la Francia lo è, aggredendo l’alleato attuale della Francia la Turchia ha implicitamente aggredito la Francia, un bel caos.


    #309682

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    Orso vedi solo denaro e usa come fattori, è come se in un sistema di equazioni con molti parametri tentassimo di considerare solo due delle 10 variabili.
    Qui il discorso economico che c’è come in ogni cosa è prevaricato da interessi di egemonia religiosa…..

    E tu vedi solo il fatto religioso.
    In un mondo come quello di oggi,che valore può avere la religione?
    Chi è più potente tra il potere finanziario e quello religioso?
    Segui la tecnica del follow money,e non sbaglierai mai.
    Prova a veder le cose sotto questo punto di vista e vedrai come tutte le domande avranno una risposta sensata.
    Ecco perchè seguo questa tecnica,analizzando le cose a 360°.
    Secondo te un attentato deriva dalla Jihad,e con questo chiudi il discorso.ma è un discorso che ha il fiato corto,cortissimo,e non risponde a nessuna domanda sul come,sul perchè e sugli interessi che gravitano intorno a questa situazione.
    La religione è solo un pretesto,e serve per arruolare degli idioti che si faranno saltare in aria.
    La tua visione limitata alla causa religiosa, non fornisce alcuna risposta.
    Da fisico queste cose dovresti caprirle meglio di chiunque altro.


    #309683
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Orso secondo me tu soffri di problemi finanziari, e trasferisci lì tutto il tuo modo di vedere.
    Io non nego per niente che ci siano il soldi di mezzo ma vedrai che anche quando il tuo amato denaro non c’entra il problema religioso resterà.


    #309684

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Jet abbattuto, Mosca schiera i missili. Vivo uno dei piloti
    Medvedev: “Pericolosa escalation con la Nato, non ci sono scuse”. Abbattuto anche elicottero russo

    E’ altissima la tensione tra Russia e Turchia dopo l’abbattimento del jet che Ankara accusa di aver sconfinato. E dopo aver spostato le navi (l’incrociatore russo Moskva avanza verso la costa di Latakia) si muove con i missili. Come riporta l’ANSA, i sistemi di difesa anti missilistica S-400 saranno trasportati alla base militare russa di Khmeimim, a Latakia: lo annuncia il ministro della Difesa russa Serghiei Shoigu, come riferisce la Tass.

    VIVO UNO DEI PILOTI – Uno dei due piloti russi del jet abbattuto è stato prelevato dall’esercito siriano, che lo sta portando verso una base russa nel paese. Lo ha annunciato l’ambasciatore russo in Francia, Alexandre Orlov, parlando alla radio Europe 1. “Uno dei piloti a bordo – ha spiegato l’ambasciatore – è stato ferito dopo che si è lanciato con il paracadute e, una volta sul terreno, è stato ucciso in modo selvaggio da jihadisti che si trovavano sul posto. L’altro è riuscito a scappare e, secondo le ultime informazioni, è stato prelevato dall’esercito siriano e dovrebbe fare ritorno alla base aerea russa”.

    MEDVEDEV: “ATTI CRIMINALI” – Per il premier russo Dmitri Medvedev le “sconsiderate azioni criminali delle autorità turche che hanno abbattuto l’aereo russo” porteranno a creare un’ulteriore distanza tra Mosca e la Nato. Medvedev ha quindi sottolineato come si stiano mettendo le basi per “una pericolosa escalation dei rapporti Russia-Nato, che non può essere giustificata con alcun interesse, compresa la protezione dei confini”.
    L’IRA DELLA RUSSIA, ‘PUGNALATA ALLE SPALLE’ – “E’ stata una pugnalata alle spalle da parte dei complici del terrorismo”. Il presidente russo Vladimir Putin ha commentato martedì, poco dopo l’annuncio di quanto accaduto, l’abbattimento da parte della Turchia di un jet russo che secondo Ankara avrebbe violato il suo spazio aereo, versione che Mosca nega. Quanto accaduto, ha detto Putin, “avrà conseguenze tragiche nei rapporti tra Russia e Turchia”. E ancora: è un “evento che va oltre i limiti dell’ordinaria lotta contro il terrorismo”. Intanto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov cancella la sua visita prevista per domani ad Ankara e Mosca sconsiglia i viaggi in Turchia mentre il ministero della Difesa russo parla di un “atto ostile” da parte della Turchia anche se vengono escluse minacce militari al Paese. Ma il ministero della difesa annuncia che l’incrociatore russo Moskva avanzera’ verso la costa di Latakia – dove si trova la base aerea russa – per rafforzare la difesa contraerea. L’F16 che ha attaccato e abbattuto il caccia russo Su-24 ha violato lo spazio aereo siriano e la parte turca non ha mai tentato di entrare in contatto con l’equipaggio del jet di Mosca: lo sostiene, sulla base di dati radar russi, il ministero della difesa russo, ribadendo inoltre che il velivolo russo non ha mai attraversato il confine turco.

    REAZIONE OBAMA – Gli Stati Uniti confermano che il jet russo non avrebbe risposto agli avverimenti turchi. “La Russia – ha avvertito tra l’altro il presidente Barack Obama – deve spostare l’obiettivo dei suoi interventi” per colpire l’Isis e non i ribelli anti-Assad: la pace in Siria va vista attraverso i principi consolidati a Vienna”. “La Turchia – dice il presidente Usa – ha il diritto di difendere il proprio territorio”.

    I due piloti del jet russo abbattuto dalla Turchia si sono lanciati col paracadute e da terra un gruppo di ribelli siriani ha aperto il fuoco contro di loro. Entrambi, fanno sapere i ribelli, sarebbero stati uccisi. Dopo che il jet russo è stato abbattuto – ha detto il comandante di un gruppo di ribelli turcomanni nel nord della Siria, citato dall’agenzia di stampa turca Dogan “abbiamo sparato a entrambi i piloti mentre stavano atterrando con il paracadute. I loro corpi sono qui”. Parole smentirte, però, dalla tv turca che fa invece sapere che i piloti sarebbero vivi e si sarebbe aperto un canale per tentare la loro liberazione.

    fonte http://notizie.virgilio.it/videonews/turchia-russia-crisi-caccia-abbattuto-nato.html?ref=libero

    Ci stiamo avvicinando sempre più al baratro.E pensiamo ancora che sia colpa della Jihad?Quattro terroristi di merda non creano tutto questo casino.


    #309699

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    Orso secondo me tu soffri di problemi finanziari, e trasferisci lì tutto il tuo modo di vedere.
    Io non nego per niente che ci siano il soldi di mezzo ma vedrai che anche quando il tuo amato denaro non c’entra il problema religioso resterà.

    Grazie per la tua gratuita analisi.Ora mi è tutto più chiaro.

    Comunque…..un abbraccio.


    #309700
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Non te la prendere Orso il fatto è che vedi solo denaro, segui la linea del denaro, il denaro spiega tutto.
    Per me non è così l’egoismo puoi forse trovarlo molto diffuso, ma il movimento interiore deriva da molti aspetti, sesso per esempio, desiderio di comando, convinzioni religiose e molto altro.
    Una volta il denaro non esisteva ma l’egocentrismo c’era.
    La religioni quando sono deviate o perse per strada come nell’attuale Islam sono molto pericolose il non metterle sul piatto della bilancia è come non vedere Hitler che sta crescendo di potere, lì il denaro c’entrava poco l’ideologia era tutto.
    Comunque ci sono molte opinioni come la mia a volte addirittura esasperate.

    Io concordo sul fatto che ci vogliono intimidire, parlando con loro se ne vantano.


Stai vedendo 10 articoli - dal 421 a 430 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.