io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 491 a 500 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #310090

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Perche c’è tanto odio?Consiglio a tutti di seguire il documentario di rai3 andato in onda il 04/01/2016 intitolato”DRONE”

    Un documentario che ci porta all’interno della guerra di droni segreta della CIA. Storie personali sulla guerra al terrore. Un popolo che vive sotto lo sguardo dei droni in Pakistan e piloti di droni che convivono con l’uccidere tramite joystick negli Stati Uniti. A guidarci il racconto di Brandon Bryant, il pilota di droni pentito che ha deciso di lasciare l’esercito e sposare una nuova vita dedicata all’antimiltarismo.

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-f3e27c74-5fe2-4dc7-adc3-02829ad53583.html

    Come vogliamo definirlo questo tipo di guerra se non puro,semplice e vigliacco terrorismo!Come vogliamo definire la soddisfazione.la gioia perversa di uccidere senza correre alcun rischio?
    Questa è la gente che vuol esportare la “democrazia”
    Ma il peggio siamo noi che assistiamo a tutto questo senza proferir parola,senza la minima indignazione.
    Per capire veramente bisogna essere ben informati,e non seguire le truccate fonti ufficiali.Noi ci sdegnamo per i fatti di Parigi,ma nulla per i bambini affogati e rigettati sulle spiagge.La nostra idignazione è sollevata e procurata dalle immagini e dai toni di un servizio del TG(tutti ugualmente confezionati),ma quella non è che una piccola parte della realtà,e molte volte neanche quella.
    Meditate.


    #310091

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    viene considerata religione anche il laicismo.
    Nei prossimi giorni uscirà il giornale satirico con una foto provocante in copertina.
    Ora i cristiani, i buddisti, ecc. si dichiareranno offesi, ci sta.

    Ci sta? Io non ci sto (cit.). Ecco proprio qui sta l’errore poiché il problema sta a monte, ovvero come mai l’occidente sente la necessità di offendersi, solo perché qualcuno crede o afferma di credere in un creatore differente, oppure in nessun creatore? Coloro che credono in un creatore differente o in nessun creatore hanno o dovrebbero avere il diritto di criticare Dio, Elohim, santi, profeti, capi di stato etc la rivoluzione delle coscienze deve partire da noi visto che ci riteniamo liberi evoluti e democratici. Nel contesto occidentale ostacolare o censurare satira e l’opinione di ognuno (il fatto di dichiararsi offesi perché uno esprime il proprio parere e se stesso), o più semplicemente se ci disturba che gli altri trovano ridicole o assurde le nostre divinità, cultura o abitudini, equivale alla pena di morte per il reato d’opinione in un contesto teocratico.. questo vuol dire che allora il nostro è un regime, in effetti lo è seppur camuffato.

    Ma gli islamici… passano dalle parole ai fatti.

    Matteo 12,33-35:

    “O fate l’albero buono e buono pure il suo frutto, o fate l’albero cattivo e cattivo pure il suo frutto; perché dal frutto si conosce l’albero. Razza di vipere, come potete dir cose buone, essendo malvagi? Poiché dall’abbondanza del cuore la bocca parla. L’uomo buono dal suo buon tesoro trae cose buone; e l’uomo malvagio dal suo malvagio tesoro trae cose malvagie.”

    Anche per questo motivo il Maitreya Rael insegna non come opporsi ai sentimenti negativi autoprodotti consciamente e inconsciamente – l’atteggiamento ipocrita dannoso e inutile, in quanto troppo tardi, dal momento che il veleno bio-chimico circola già nel nostro organismo. Bensi spiega come anticipare e prevedere, quindi non generare affatto queste tossine.

    Abbiamo visto con Charlie che schifezza hanno combinato questi trogloditi, il peggio è che molti islamici giustificano…

    Esattamente come molti cristiani e molti agnostici giustificano la guerra dei droni contro bambini e innocenti mediorientali.

    Questo atteggiamento è religioso al 100%. Io come laico (ma gnostico) comprendo che uno si irriti ma MAI giustificherò in nessun modo il fatto che uccida per fare una vendetta divina.

    Il passo dall’odio all’omicidio è breve.

    1 Giovanni 3,13-15:

    “Non vi meravigliate, fratelli, se il mondo vi odia. Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i fratelli. Chi non ama rimane nella morte. Chiunque odia il proprio fratello è omicida, e voi sapete che nessun omicida possiede in se stesso la vita eterna.”

    Che poi si odia/ uccide in nome del creatore o in nome di dio denaro è la stessa cosa e il risultato medesimo. La giustificazione religiosa o di altro tipo è sempre successiva al pensiero-azione dettati dalla violenza interiore del soggetto ed evidentemente serve soltanto per evitare la condanna o per illudersi di essere dalla parte della giustizia.


    #310096
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Bei discorsi Omega ma sono fatti tra noi.
    L’Islam non li prende in considerazione.
    Hai visto il sermone nella conferenza con quale veemenza parla della mancanza di libertà?

    Dal punto di vista Karmico lui si trova lì perchè entro di lui c’è chiusura, pretende la libertà, ma quando avesse il potere non sa darla, ora è morto e la sua evoluzione futura dipende da come valuta la sua vita passata.
    Chiss’à se nella vita futura deciderà per un saggio laicismo?

    Il laicismo da libertà, nel campo scientifico noi discutiamo ci arrabbiamo ma rispettiamo l’opinione dell’altro.
    A 28 anni fresco di laurea ho visto fenomeni incredibili, per cui io non ho fede, sono certissimo che l’universo è molto più complesso delle attuali conoscenze, accanto ad una linea evolutiva iniziale su base casuale, compare nell’evoluzione una linea che condiziona gli eventi attraverso atti “mentali”.
    Ora da molti anni quando parlo con colleghi entro di me so con assoluta certezza che hanno una visione MOLTO incompleta, quando accenno al mentalismo dell’universo ovviamente non comprendono anzi attaccano criticando, ma trovo ovvio questo. Non potendo dimostrare loro ciò che ho sperimentato non posso arrogarmi il diritto di IMPORRE la mia realtà.
    Quello che voglio dire è che l’idea di difendere la propria fede in un Dio che NON puoi dimostrare è assurda.

    L’Islam mancando di basi solide interiori cerca l’accordo esterno, ma non funziona così l’evoluzione.


    #310097
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Omega:
    in risposta a
    :Abbiamo visto con Charlie che schifezza hanno combinato questi trogloditi, il peggio è che molti islamici giustificano…
    Tu dici:
    Esattamente come molti cristiani e molti agnostici giustificano la guerra dei droni contro bambini e innocenti mediorientali.

    e No caro mio!
    Qui nessuno giustifica nulla, il fatto è che se si considera una civiltà Islamica (Nazione) e si vede che NON funziona e la sua gente è costretta a migrare deve accettare la nuova civiltà il più possibile dato che funziona meglio di quella che ha lasciato Non ti pare?
    L’emigrante ospite (spesso clandestino inizialmente) NON può andare da un’altra parte e pretendere di importare le sue idee che già non hanno funzionato a casa sua.
    A Parigi sono loro che se la sono presa con INNOCENTI laici chi ha detto che erano colpevoli E’ un’azione vigliacca, NON c’è giustificazione.
    Solo il masochista comunissimo nella nostra civiltà prende posizioni di buonismo giustificativo.

    Il punto è un altro l’attenzione dell’uomo va per raggi concentrici, io ti dico che le persone che più puoi aiutare ti sono vicine, io vedo con grande riserbo i missionari che vanno lontano.
    Detto questo: la difesa del territorio è SACRA, è nella natura.

    Ci mancherebbe altro che qualsiasi incavolato dell’Africa o dell’Asia o di qualsiasi altro posto viene qui a fare il Kamikaze incavolato dicendo che noi tolleriamo che nel suo paese… Vogliamo scherzare? Non sarebbe più finita.


    #310115

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    …………

    Ci mancherebbe altro che qualsiasi incavolato dell’Africa o dell’Asia o di qualsiasi altro posto viene qui a fare il Kamikaze incavolato dicendo che noi tolleriamo che nel suo paese… Vogliamo scherzare? Non sarebbe più finita.

    Questo dillo ai contadini africani o indiani che sono costretti ad usare sementi OGM.
    Vedi Camillo,l’occidente non è giudicato per la gente che lo popola,ma per il comportamento dei loro governi che impongono il potere delle multinazionali,con tutto ciò che questo comporta.
    Sai quanti contadini si sono uccisi dopo aver perso il proprio terreno che hanno coltivato con OGM?
    Ti sei mai chiesto del perché queste sementi non possono riprodursi?
    Siamo noi tutti che accettiamo che questo succeda,siamo noi che accettiamo questo tipo di società.La colpa è nostra.E il nostro silenzio che li condanna.


    #310121
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @orsoinpiedi said:
    Questo dillo ai contadini africani o indiani che sono costretti ad usare sementi OGM.
    Vedi Camillo,l’occidente non è giudicato per la gente che lo popola,ma per il comportamento dei loro governi che impongono il potere delle multinazionali,con tutto ciò che questo comporta.
    Sai quanti contadini si sono uccisi dopo aver perso il proprio terreno che hanno coltivato con OGM?
    Ti sei mai chiesto del perché queste sementi non possono riprodursi?
    Siamo noi tutti che accettiamo che questo succeda,siamo noi che accettiamo questo tipo di società.La colpa è nostra.E il nostro silenzio che li condanna.

    OK quindi secondo il tuo giudizio hanno ragione di ammazzare in quanto soffrono per colpa.. non importa di chi qualcuno l’avrà questa colpa Intanto ammazziamo.
    Mi sembra una posizione fuori da ogni logica, vorrebbe essere altruistica, ma il vero altruismo è un vissuto nel quotidiano, non è guardando lontano le cose eclatanti che ci si evolve, ma agendo nel vicino, nel possibile nel semplice operare quotidino.
    Caro Orso tu ti illudi che ci sia una causa precisa, per te sono le multinazionali, il denaro ecc.
    L’uomo come ogni consapevolezza in divenire parte dalla sopravvivenza, passa ad una fase egocentrica, sviluppa lentamente l’altruismo e infine mette le esigenza altrui prima delle proprie (diventa un’anima elevata se la cosa è vissuta veramente interiormente e non come posa).
    Il Denaro in tutto questo ha un gioco simbolico.


    #310128

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,perché non riesci a metterti nei loro panni?
    Facile parlare seduti comodamente in poltrona e con la pancia piena.
    Non sono loro che vogliono cambiare la nostra società, siamo noi che vogliamo imporre la nostra.
    Io vedo il denaro perché vedo che il nuovo colonialismo,anzi il nuovo imperialismo,si attua attraverso il dominio finanziario che non sarebbe altro che il NWO.
    Spiegami per quale recondita ragione,culture così diverse dalla nostra dovrebbero accettare le nostre regole supinamente.
    Noi non portiamo la democrazia,noi portiamo la schiavitù.E questo è ampiamente dimostrato.


    #310130
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Ci sono un miliardo di persone che soffrono e in cui dci si dovrebbe mettere nei panni, quindi possono fare un miliardo di morti giustificati?
    Tu vedi SOLO denaro, lo hai detto in tutte le salse.
    I Tibetani sono stati annientati dovevano venir qua ad amazzare qualcuno così ci interessavamo a loro?
    20 milioni di morti nei Gulag, i russi dovevano venir qua ad ammazzare? Romania Bulgaria, ecc
    Le responsabilità sono a raggiera, io sono sicuro che Charlie non centravano nulla tu pensi il contrario?


    #310131
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Scusa Orso se tu ti metti nei panni di questi trogloditi di terroristi decideresti di fare gli attentati tipo Charlie?

    Se la risposta è sì non ci siamo proprio.
    Cosa vuol dire capire secondo te?


    #310132

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    e No caro mio!
    Qui nessuno giustifica nulla, il fatto è che

    Parliamo chiaro – allora se io fossi un musulmano, in questo post spiego come esattamente mi comporterei, e quali sarebbero stati i miei ragionamenti.

    se si considera una civiltà Islamica (Nazione)

    Non avrei considerato l’Islam una civiltà in generale e nemmeno lo Stato o la Nazione X o Y, ma uno stato d’Essere interiore. La parola islam significa sottomissione (al creatore) quindi accettare, abbandonarsi alla sua volontà con gioia e gratitudine. Come scoprire qual’è la volontà di Allah? E’ necessario seguire un percorso spirituale non c’è altro modo, al suo termine la si conosce e solo quando la si mette in pratica si diventa veri Musulmani. La volontà di Allah è incontrare altre culture per imparare a vivere insieme in pace su questa Terra NONOSTANTE le differenze tra uomini (DNA), e tra le Religioni originarie, differenze volute appunto dal creatore come è scritto anche nel Corano (e ovunque).

    e si vede che NON funziona

    Nessun paese teocratico senza veri credenti e senza Dio, potrebbe funzionare – non mi faccio illusioni, perciò solo quando il creatore scenderà sulla Terra e in mezzo a veri credenti potremo valutare la qualità, di una determinata società o civiltà. Non c’è pace senza amore, e non c’è amore senza “giustizia” ovvero equilibrio tra il dentro e il fuori, tra gli uomini/ culture e tra cielo e terra. Soltanto quell’uomo che ama e rispetta il Tutto è in grado di discernere tra ciò che realmente apporta la felicità a tutti gli Esseri e ciò che li danneggia direttamente o indirettamente.

    le persone che più puoi aiutare ti sono vicine,

    Si aiuta il primo che chiede aiuto e lo merita, non possiamo mica scegliere come in un mercato degli schiavi chi e quando aiutare dato che non tutti ne hanno bisogno e non siamo noi (popolo) a chiamarli. Semmai i governi, che non ho mai votato né approvato.

    io vedo con grande riserbo i missionari che vanno lontano.

    Esattamente, dunque la NATO non doveva inventarsi le cosiddette missioni “umanitarie” e di “pace”.

    Ci mancherebbe altro che qualsiasi incavolato dell’Africa o dell’Asia o di qualsiasi altro posto viene qui a fare il Kamikaze incavolato

    C’è un detto: se la tua religione non riesce a cambiarti tu cambia religione. Chiunque vuole morire evidentemente non è felice, ordunque la sua religione o filosofia è falsa oppure inadatta a lui o non la comprende/ pratica – in ultima analisi non è capace di vivificare quella persona morta dentro. Un terrorista è un criminale perché colpisce a caso e non il colpevole di un’ingiustizia o creduta tale inoltre la violenza genera violenza non la soluzione ad un problema preciso individuato.


Stai vedendo 10 articoli - dal 491 a 500 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.