io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 511 a 520 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #310185

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Camillo,amico mio,tu pensi che questa sia una guerra tra religioni,ed in parte è vero.Ma fermarsi a questa constatazione limita moltissimo il problema.
    Tu riconduci tutto alla cattiva interpretazione del Corano,o meglio all’abbandono da parte dei mussulmani di quella parte di valori umani e filosofici che è contraddistinta dall’interpretazione sufista(se così si può dire).
    Credi realmente che tutto si riduca a questo?
    Se si dovesse dar ascolto ai media,direi che hai ragione.Stanno facendo di tutto per farci pensare questo.
    Ma ai media non credo,ascolto ma non do credito,visto che non c’è una campana stonata nel coro unanime nel confezionare le notizie.
    Mi piace prendere notizie da molteplici fonti,e su tutti i fronti.Poi traggo le mie conclusioni.Una cosa ho capito e di cui sono certo:tutto è collegato e nulla avviene per caso.
    Ti faccio un esempio che ti sembrerà strano,ma se vai al fondo delle cose attuali,capiresti che esiste un collegamento anche tra il caso Ucraina e il caso Isis.È tutto perfettamente funzionale a quel diabolico piano eversivo progettato dall’oligarchia internazionale.
    Libero di non credermi,è un tuo diritto,ma se un pochino di credito vuoi concedermelo, prova a vedere le cose sotto la mia ottica,valuta tutto quello che succede politicamente,militarmente,finanziariamente,valuta quello che gli organismi di comando,come la commissione europea,stanno cercando di fare e dove vogliono realmente portarci,allora, forse, qualche dubbio potrà venire anche a te.


    #310186
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Dici: “Ma ai media non credo,ascolto ma non do credito,visto che non c’è una campana stonata nel coro unanime nel confezionare le notizie.”
    Anch’io ci credo poco ma a volte hanno ragione.
    Il 90% del problema Charlie è una CATTIVA o meglio LETTERALE interpretazione del Corano.
    Poi tu fai i collegamenti che vuoi secondo la tua visione.

    Resta un fatto che le donne ambasciatrici o semplicemente giornaliste che vanno dove l’ISLAM comanda debbono portare velo e avere un certo atteggiamento sottomesso.
    Per contro loro arrivano qua manifestano per avere moschee, si offendono per crocifissi e balle varie tengono le loro bambine sottomesse, mentre i ragazzi troppospesso hanno degli atteggiamenti incredibili.
    Senza fare nomi ti racconto quello che è successo ieri in una classe:
    Classe buona con grosse potenzialità. Io insegno solo in terze medie per 5 scuole con un totale di 15 classi ogni anno gratuitamente e a mie spese di viaggio.
    Cerco di prepararli alla materia “ostica” (per loro che è la fisica e lo faccio teatralmente con molti esperimenti spiegati. il 99% è contentissimo e da 15 anni non ce la faccio a star dietro alle richieste.
    In classe siamo in compresenza cono almeno un insegnante che ha la responsabilità.
    Veniamo ai fatti:
    In questa classe ci sono tra i molti immigrati due “rompi” uno Induista e l’altro Islamico della tunisia. Da subito chiaccherano e fanno casino, li separo e per 3 volte gli invito gentilmente a star zitti. L’induista accetta e comincia a prendere appunti, l’Islamico NO non scrive si gira molesta i compagni, al che mi arrabbio e lo mando fuori dalla classe con l’altro insegnante. Dopo qualche lezione mi arriva la vicepresside perchè questo è andato a protestare, questa insegnante è una comunista del tipo vecchio e capisce solo i diritti, qusto non fa nulla disturba sfida non fa il suo dovere ma questa tipa gli da i diritti, e fa un po’ i tuoi discorsi non è colpa sua. (Immagina come lo trattata dato che non sono un suo stipendiato e sono richiestissimo)
    Ieri mi arriva lo stesso ragazzo in ritardo come al solito,non prende appunti, non ascolta parla con l’insegnante e faccio fatica a bloccarlo. Ad un certo punto vistosamente si alza si sposta con la sedia e tutto e si mette in un banco mostrandomi il sedere. Il resto te lo lascio immaginare. Non sono tutti così ma molti maschi lo sono, ti piaccia o meno. Orso tu vivi nei sogni la realtà è ben diversa.


    #310187

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    Dici:
    …….Poi tu fai i collegamenti che vuoi secondo la tua visione.

    Ma non fai nulla per smontarmela.Resti ancorato ai tuoi argomenti senza minimamente entrare in discussione.Al limite potresti convincermi che ho torto.
    Ritornando al tuo esempio,mi fa capire quanto tu sia coinvolto e perchè delle tue prese diposizione.
    Ti chiedo se tutti gli altri bambini mussulmani sono come questo tizio(che personalmente avrei preso a calci nel culo).Chiaro esempio derivante dai suoi genitori.
    Sono consapevole che per molti immigrati l’atteggiamento sia di totale opportunismo,ma questo è anche colpa nostra.
    Non esiste forma di integrazione,facciamo si che guardino solo ai loro diritti,che gli concediamo,senza far pesare i doveri.Gli diamo soldi per sostenersi,ma se fanno qualcosa ci guardiamo bene dal cacciarli a calci nel culo.
    Sembra che ci sia una interpretazione della legge per loro ed una per noi.
    Negli altri paese tutto questo non succede,ma noi abbiamo il Vaticano in casa,e seguire una certa linea porta molti voti.Questo è lo schifo.
    Sarebbe molto semplice risolvere il tuo problema,utilizzando il buon senso e il rispetto delle regole di una scuola seria,di cui un buon preside dovrebbe esserne l’espressione.Il tuo caso,nel suo piccolo, rispecchia perfettamente la situazione italiana.
    Io non difendo nessuno,ne tanto meno immigrati di tal genere,che,ripeto,imbarcherei su un aereo a calci nel culo.
    Ma questo cosa c’entra con la situazione generale?
    E chiaro che accettare tutti,significa accettare sia le brave persone che gli approfittatori.
    Anche la nostra emigrazione ha procurato danni mica da ridere negli altri paesi.Se il 99% era brava gente,quel 1% mafioso e camorrista ha fatto piu danni di un esercito occupante.


    #310192

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Da quando la Nato ha attaccato la Libia,avevo pronosticato l’enorme casino in cui sarebbe sprofondato il paese.Gheddafi era l’unica forza che teneva coeso un paese,dove troppe tribu erano l’una contro l’altra.
    Avevo altresi pensato che la guerra non era per salvare il paese dalla furia di un dittatore,portando quindi la democrazia,come tutti i media asserivano,ma dalla minaccia portata alla grande finanza occidentale, derivante dalla creazione del Dinaro D’oro come moneta di riferimento per i paese del Magreb.
    Questa era una supposizione, ma ora la verità e venuta a galla tramite alcune e.mail dell’allora ministro degli esteri USA Hillary Clinton.
    “Secondo informazioni riservate, a cui hanno accesso queste persone, il governo di Gheddafi possiede 143 tonnellate d’oro, e una simile quantità di argento. […] Quest’oro è stato accumulato prima della attuale rivolta, e doveva essere usato per mettere in piedi una valuta pan-africana basata sul dinaro d’oro libico. Questo progetto avrebbe offerto alle nazioni africane francofone una alternativa al franco francese. Secondo persone ben informate questa quantità di oro e argento ha un valore di oltre 7 miliardi di dollari. L’intelligence francese ha scoperto questo progetto poco prima che scoppiasse l’attuale rivolta, e questo è stato uno dei fattori che hanno influenzato la decisione del presidente Nicolas Sarkozy di portare la Francia ad attaccare la Libia.”

    il resto lo leggete qui http://www.nexusedizioni.it/it/CT/sarkozy-la-nato-e-loro-di-gheddafi-4961

    Camillo,ora cosa dovrei dire:io sono libico?
    A cosa dobbiamo la presenza dell’Isis in Libia?

    P.s.Ti sei mai chiesto chi ha messo in giro le voci(false) che Gheddafi stava giustiziando un sacco di persone,e quindi offrire una buona scusa per un intervento armato da parte degli esportatori di democrazia?

    E’ questo che intendo per informarsi a 360°.Tutto è collegato.


    #310193

    Omega
    Partecipante

    Il 90% del problema Charlie è una CATTIVA o meglio LETTERALE interpretazione del Corano.

    Non del Corano ma della vita. Molti criminali italiani si dichiarano cristiani, anche pubblicamente, per “proteggersi”. E partendo da questo, molti maestri/ opinionisti “razionalisti” buonisti e perbene hanno tirato “conclusioni” che Gesù storico non è mai esistito (se no, non avrebbe appoggiato dittatori e le Mafie) o che sia stato un povero fesso e che la religione cristiana sia il Male che si oppone al progresso dell’umanità; certo è obsoleta in quanto adatta agli uomini di 2000 anni fa ma Gesù è tutto fuorché un “povero fesso”, la sua missione era al contrario preparare gli Umani all’avvento dell’Era scientifica attuale, compito assai importante.

    Poi tu fai i collegamenti che vuoi secondo la tua visione.
    Resta un fatto che le donne ambasciatrici o semplicemente giornaliste che vanno dove l’ISLAM comanda debbono portare velo e avere un certo atteggiamento sottomesso.
    Per contro loro arrivano qua manifestano per avere moschee,

    Questo è vero, in occidente le moschee devono essere permesse soltanto a patto che in quei paesi esista la libertà di culto per ogni fede – anche le minoranze, altrimenti viene a mancare il necessario equilibrio tra le differenti visioni del mondo esistenti.

    si offendono per crocifissi e balle varie

    Veramente il crocifisso nei luoghi pubblici quali scuole e tribunali è un problema per tutti i cittadini italiani o stranieri di passaggio credenti e non. E’ un problema per cristiani perché Gesù non vuole essere rappresentato da uno strumento di tortura (il pesce andrebbe bene o altri simboli, anche una faccia sorridente del risorto che ha sconfitto la morte). E’ un problema per italiani di confessione diversa dal cattolicesimo, per agnostici, per atei etc perché lo Stato non insegna e non giudica in nome di Allah-Dio di una fede specifica. E perché i non credenti e le minoranze non devono essere indottrinati con certi “valori” che considerano errati o criminali o che semplicemente non hanno scelto. Il simbolo cristiano, come tutti gli altri simboli religiosi dovrebbero stare solo nei luoghi di culto, che ognuno può scegliere liberamente secondo la costituzione. Non è una questione di culture ma individuale, anche perché Gesù disse “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a ogni creatura”. Il messaggio di Gesù è (era) universale, quindi non legato all’Italia o isRaele, nessun paese ha il diritto di possederlo e di appropriarselo, etichettandolo in questo o quel modo. Ecco spiegato perché molti criminali occidentali si dichiarano cristiani, e perché molti criminali mediorientali si dichiarano musulmani, perché molti criminali orientali si dichiarano buddhisti e così via. Perché glielo permettono e per opportunismo, in quanto la maggioranza comanda dappertutto seppur senza meriti.

    quello che è successo ieri in una classe: Classe buona con grosse potenzialità.

    Tu saprai che secondo il Mito, il cosiddetto “diavolo” il quale i Terrestri hanno fatto principe di questo mondo, semina zizzania in mezzo a sedicenti giusti per “spaventare” gli ipocriti, per tentare gli uomini, ma anche per mostrare i contrasti (yin yang) e per spingere verso il caos e autodistruzione ovunque la coScienza individuale e collettiva è debole? Anche per testare, di persona, se la loro intelligenza è positiva o negativa. Bisogna abituarcisi.

    In questa classe ci sono tra i molti immigrati due “rompi” uno Induista e l’altro Islamico della tunisia.

    Questi due prima di giungere nella tua classe, sono stati amati e integrati oppure discriminati e lasciati allo sbando dalle rispettive famiglie, dalla loro cerchia di amici in Italia, dalla società in generale? Sarebbe interessante verificare.

    Da subito chiaccherano e fanno casino, li separo e per 3 volte gli invito gentilmente a star zitti. L’induista accetta e comincia a prendere appunti, l’Islamico NO

    Dove sta nelle Scritture l’invito a “rompere”, a fare casino, a molestare i compagni? E’ certamente:
    1.) il suo carattere
    2.) oppure una forma di protesta sociale
    3.) o una malattia mentale
    … mica un insegnamento religioso!

    non scrive si gira molesta i compagni, al che mi arrabbio e lo mando fuori dalla classe con l’altro insegnante. Dopo qualche lezione mi arriva la vicepresside perchè questo è andato a protestare,

    Logico. Se vuole imparare dal “sistema”, dovrebbe rispettare le regole del sistema che ha accettato, se non vuole imparare dal sistema non può frequentare le scuole del sistema, semplice. Se lo costringi a farlo è ovvio che tenderà a protestare per ogni minima ingiustizia nei suoi confronti, o creduta tale.

    questa insegnante è una comunista del tipo vecchio e capisce solo i diritti, questo non fa nulla disturba sfida non fa il suo dovere ma questa tipa gli da i diritti,

    Ma la reazione della vicepreside/ insegnante giusta o sbagliata che sia (in parte giusta e in parte sbagliata) non cambia la realtà, ovvero che trattasi di un problema a monte – risolvibile unicamente dal governo e da una organizzazione sociale differente, migliore più umana ed efficace.

    (Immagina come lo trattata dato che non sono un suo stipendiato e sono richiestissimo)
    Ieri mi arriva lo stesso ragazzo in ritardo come al solito,non prende appunti, non ascolta parla con l’insegnante e faccio fatica a bloccarlo.

    Dal punto di vista psicologico la violenza viene adoperata da ragazzi infelici, per paura di perdere l’identità già messa a dura prova dalla guerra/ fame (a seconda del contesto) nei paesi di origine/ situazione famigliare precaria/ l’ambiente locale più o meno criminale in cui uno vive, forse non per sua scelta. E non parlo dell’identità religiosa, che in casi simili conta poco o nulla ma dell’identità dell’anima (DNA) dell’individuo sulla quale la religione non ha alcuna influenza. Poteva essere italiano, tedesco, alieno, ateo, cristiano, è ovvio che nei paesi bombardati dalla NATO e ridotti alla miseria ci sono maggiori probabilità di trovare disperati. Ma non perché sono musulmani.

    Ad un certo punto vistosamente si alza si sposta con la sedia e tutto e si mette in un banco mostrandomi il sedere. Il resto te lo lascio immaginare.

    Alcuni conoscenti arabi anni fa mi hanno confessato che molti tra quelli che si dichiarano musulmani per tradizione, in realtà non lo sono affatto ma si comportano come gli pare, un po’ come gli occidentali laici “sballati”. Perché dunque un branco di delinquenti ubriachi nei mass media vengono denominati “musulmani” se il Corano, tra l’altro, vieta di ubriacarsi? Come dunque potrebbero, questi, essere Musulmani e rappresentare Allah o un Dio o il creatore?

    tengono le loro bambine sottomesse, mentre i ragazzi troppospesso hanno degli atteggiamenti incredibili.
    Senza fare nomi ti racconto […]

    Non sono tutti così ma molti maschi lo sono, ti piaccia o meno. Orso tu vivi nei sogni la realtà è ben diversa.

    Quindi dalla tua esperienza sembrerebbe che la sottomissione della donna almeno l’ha preservata dalla violenza, ha imparato umiltà. Ora lo stesso percorso dovrebbero fare anche i maschi..


    #310198
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Omega se vuoi scusare con la psicologia o altro non hai che da scegliere, guarda a scuola gli psicologi sono bravissimi in questo, diverso è poi quello che sono in grado di risolvere.

    Per me in questo momento storico l’ISLAM è pericolosamente deviato a livello interpretativo e pratico.
    Piuttosto è inutile che andare nell’aspetto storico per il solito tedioso confronto… che anche il cristianesimo nel passato o bla.. bla.
    Se mescolate i periodi storici trovate TUTTO quel che vi pare e piace.

    Caro Orso c’è una discussione con tema nuovo ordine mondiale proprio in questo forum lì si può discutere di quello che ti sta a cuore. Qui oggi in questo spazio tempo in questa discussione dove si parla dell’attentato di Charlie e & non mi interessa discutere del nuovo ordine mondiale per il semplice fatto che per me non centra se non MOLTO marginalmente.

    Qui io dico semplicemente e all’infinito che i delinquenti islamici che hanno ammazzato Charlie con motivazioni religiose sono trogloditi e siccome, una buona (troppa) parte degli islamici li giustifica mi sono interessato all’Islam attuale e descrivo ciò che vedo ora. E l’ISLAM attuale ne esce malissimo è pieno di pretese, si offende da nulla e pretende di comandare dove non gli spetta. Nel
    Io sono Charlie è mi unisco ad altri tanti laici che come me intendono fermare questa invasione islamica strisciante.


    #310199

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    ……..
    Caro Orso c’è una discussione con tema nuovo ordine mondiale proprio in questo forum lì si può discutere di quello che ti sta a cuore. Qui oggi in questo spazio tempo in questa discussione dove si parla dell’attentato di Charlie e & non mi interessa discutere del nuovo ordine mondiale per il semplice fatto che per me non centra se non MOLTO marginalmente…………

    Ed è qui che sbagli.L’argomento del nuovo ordine mondiale NON E’ MARGINALE al contesto.
    Considera una pistola,le pallottole,la mano che la mano che la brandisce.
    Considera le pallottole come l’Isis,la pistola come strumento per far partire le pallottole.Mi vuoi forse dire che la mano che impugna la pistola è marginale?

    P.s quel treid l’ho aperto io,ma non ti ho mai visto postare le tue idee o confutare le mie.
    Sai quante volte mi sono chiesto se ho davvero ragione a pensarla in questa maniera?Sai quante volte mi sono posto delle domande,e quante volte ho cercato di vedere le cose sotto un altro punto di vista,leggendo anche articoli di famosi debunker?
    Ma tutte le volte,valutando tutto, tornavo inevitabilmente al punto di partenza.Tutti i ragionamenti che leggevo,presi singolarmente ed in un singolo contesto potevano anche passare, con qualche forzatura,ma non si adattavano minimamente al quadro complessivo.Non a caso ho sempre parlato di puzzle.Tu sai bene come in fisica una teoria deve soddisfare determinati requisiti,rispondere a tutte le domande,e non basta,per essere valida,che risponda solo ad una parte di esse.Cio che vediamo,ciò a cui assistiamo, deve essere spiegato completamente con tutti riferimenti possibili.Quanto tutto si incastra ed ha una sua logica,suffragata dai fatti,allora puoi pensare di essere nel vero.
    Quel treid l’ho aperto per ragionare con voi,per sviscerarne tutti gli aspetti,ma come vedi è naufragao miseramente.Probabilmente per colpa mia, che non sono capace ad interessare all’argomento.
    Comunque capisco il tuo desiderio di indirizzare questo tred verso una linea di discussione,che personalmente ritengo riduttiva,ma prendo atto della tua visione e ti chiedo scusa per quello che tu definisci “divagazione”.

    Un abbraccio


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da  orsoinpiedi.
    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 10 mesi fa da  orsoinpiedi.
    #310202

    Omega
    Partecipante

    @orsoinpiedi said:
    tutti gli aspetti,ma come vedi è naufragato miseramente. Probabilmente per colpa mia, che non sono capace ad interessare all’argomento.

    Elencare le malefatte (i crimini…) degli uomini più avari e più approfittatori del pianeta non basta perché risulta una lettura troppo stressante e a senso unico, ad un certo punto la gente si chiede “ma io cosa ci posso fare?”; la risposta sensata – e non illusoria – dal loro punto di vista è: nulla. Parlare delle possibili soluzioni è meglio, anche perché secondo alcune profezie l’antiCristo sta per presentare al mondo intero “La” soluzione per tutti i problemi del genere umano; peccato che sarà un trucco. Se si parlasse un po’ di più di soluzioni (discorso costruttivo) analizzando i pro e contro di ognuna, e meno dei problemi fine a se stessi (discorso distruttivo) i lettori sarebbero disposti a riflettere sul da farsi e preparati al discernimento tra le proposte autentiche e quelle fasulle. Altrimenti, pur sapendo quello che succede accetteranno passivamente l’agenda dei (finti) signori, regnanti, potenti in giacca e cravatta stile Bush jr. ovvero un ulteriore livello di schiavitù – questa volta finale – non conoscendone alcuna alternativa. Infatti la stragrande maggioranza, spesso dice “Così va il mondo”, o addirittura “Va tutto bene”.

    @camillo said:
    l’ISLAM attuale ne esce malissimo

    Esattamente, ma questa deriva di una parte dell’ISLAM è voluta e pianificata a tavolino dal burattinaio, tra l’altro rafforzata dai media piuttosto ignoranti in materia di Religione, incapaci di distinguere le informazioni vere da quelle false. Trovo ridicolo fermare “invasione” (libera circolazione) di un qualsiasi culto antico o recente, trovo giusto invece fermare adepti violenti, di un qualsiasi culto criticando non l’ISLAM di per se bensì questa deriva di una parte dell’ISLAM. Non è sbagliato scegliere di credere in Allah quello che è sbagliato è costringere gli altri a credere in questo o quello. Gli esperti della spiritualità lo sanno benissimo, sono i governi a restare indietro rispetto agli eventi, sempre in ritardo perché non sanno prevedere e fare 2 + 2. A proposito vedere anche: https://www.google.it/search?q=Scoperta+una+rete+che+lega+l%27Albania+ad+Ancona.+I+servizi+segreti:+%22Offrono+2mila+euro+al+mese+per+arruolare+jihadisti%22


    #310203

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @omega said:
    Elencare le malefatte (i crimini…) degli uomini più avari e più approfittatori del pianeta non basta perché risulta una lettura troppo stressante e a senso unico, ad un certo punto la gente si chiede “ma io cosa ci posso fare?”; la risposta sensata – e non illusoria – dal loro punto di vista è: nulla. Parlare delle possibili soluzioni è meglio ……..

    Ritengo che il primo passo sia quella di far prendere alle persone la consapevolezza che esiste un problema,poi le dimensioni del problema ed in ultimo gli strumenti per risolverlo.
    E’ ovvio che se non si riconosce il problema è perfettamente inutile parlare di eventuali soluzioni.
    Per quelle sono sempre disponibile a portare qualche idea.


    #310211
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Tornando al tema del terrorismo, aggiorniamo gli attentati in data 14/1/16
    Uno in Indonesia e lì si sa che l’Islam sta creando una pressione per prendere il potere, e uno in Turchia.
    L’Isis fa un attentato in Turchia da morir da ridere!
    Il capo della Turchia Erdogan è uno dei più grossi fiancheggiatori dell’ISIS che senso ha che l’Isis lo attacchi?
    In effetti Erdogan ha ovviamente istantaneamente capito da che parte arriva, ha già arrestato 3 russi (probabilmente innocenti) ma il segnale è chiaro: Russia ti ho capita.
    A mio parere questa volta Erdogan è proprio vittima di una furbata dei servizi segreti.
    Partendo dal presupposto che i Kamikaze islamici non sono proprio delle cime di intelligenza e capiscono poco di come sono manovrati, sarà accaduto che fingendosi ISIS hanno suggestionato un poveraccio attraverso la religione e questo c’è cascato.
    Per quanto riguarda poi la rivendicazione esterna via Internet è una bazzecola per i servizi segreti.

    Il povero Erdogan ora non sa che fare, potrebbe certo dire: “avete visto non sono dell’ISIS sono tutte calunnie tant’è che mi hanno fatto un attentato!” Non lo ha fatto semplicemente perchè altrimenti l’ISIS non manterrebbe con lui i rapporti privilegiati, ha gridato al Complotto da parte della Russia. Secondo me, questa volta non mente come al solito ma ha perfettamente ragione.

    Il fatto è che questi fanatici Islamici oltre che credenti in un Corano violento sono anche stupidi e facilmente manipolabili da chi si finge religioso e garantisce la gloria nell’aldilà.


Stai vedendo 10 articoli - dal 511 a 520 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.