io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 561 a 570 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #310663
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Orso devi ancora proferir parola e spiegarmi come mai se la polizia è colpevole ha poi messo in piazza il cadavere per poi trovarsi a dover depistare.
    La stupidità a questo livello è assurda.

    Uso la logica e non l’ossessione, una fonte subito ripresa ha dato il grande annuncio:
    E’ stata la polizia egiziana, ma va DA SUBITO TUTTI SONO STATI INDOTTI A CREDERLO. Che novità c’è? Ora c’è addirittura una fonte anonima (ovviamente) che da i dettagli, fra poco ci saranno le foto ecc.

    Non vorrei mai che i veri assassini non solo la facessero franca ma anche ci prendono in giro (Agli Islamici piace sentirsi più furbi)


    #310684

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,sono stupidi.In una dittatura vanno avanti gli idioti violenti e non i meritevoli


    #310685
    camillo
    camillo
    Partecipante

    He… he.. Caro orso il credere che gli altri siano stupidi è l’atteggiamento più stupido che si possa avere.
    Guarda per esempio:
    Sai la faccenda del super testimone?
    Questo “ambulante” che dice di essersi trovato lì per caso e aver visto alle ore 5,30 due funzionari della polizia in borghese ma che lui saprebbe riconoscere, portar via Giulio.
    Ora si è scoperto dalle telefonate e da testimonianze inoppugnabili di amici di Giulio che fino alle 19.30 era ancora libero.
    Quindi SUPERTESTIMONE INATTENDIBILE AL 100% (Il primo gallo che canta ha…)

    Ricordati creare una pista con un corpo in bella vista i vestiti da un’altra parte segni iper-evidenti di mega_tortura per poi depistarla è qualcosa che va oltre ogni possibile idiozia.


    #310686

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Come si suol dire:chi vivrà vedrà.Intanto…

    “Se infatti, come del resto ha cominciato a fare la Procura di Roma, si accende un faro sul dettaglio del tipo di lavoro che Giulio faceva da tempo come studente della Cambridge University a Oxford e, al Cairo, come dottorando dell’American University, si fa qualche interessante scoperta. Si scopre, ad esempio, come ha per altro riferito nella sua testimonianza alla Procura di Roma la professoressa Maha Abdelrahman, che di Giulio era la tutor, che il lavoro di ricerca di Regeni, per giunta proprio dopo l’assemblea dell’11 dicembre, aveva cambiato il suo “format”. Non più una semplice ricognizione analitica e su “fonti aperte” dei movimenti sindacali, ma una “ricerca partecipata”, embedded. Che prevedeva, dunque, una partecipazione diretta alla vita e alle dinamiche interne delle organizzazioni da studiare.
    Un dettaglio che assume una sua rilevanza non solo per l’aumentato grado di esposizione che questo avrebbe comportato agli occhi paranoici degli apparati di sicurezza del regime, ma perché si combina con una seconda circostanza.”
    fonte http://www.repubblica.it/esteri/2016/02/15/news/giulio_tradito_dai_suoi_report_sui_gruppi_di_opposizione_intercettati_dagli_apparati_-133450148/

    Continuano le indagini sulla tragica morte al Cairo di Giulio Regeni ma con il passare dei giorni, apprende l’ANSA, si accredita con sempre maggior forza tra gli inquirenti italiani l’ipotesi di un “coinvolgimento” di apparati egiziani nella vicenda. Gli investigatori inviati da Roma al Cairo faticano a raccogliere elementi sulla fine del ricercatore friulano: ciò potrebbe dipendere anche dalle metodologie di indagine utilizzate dagli inquirenti egiziani, molto diverse da quelle italiane. E’ il caso dei filmati delle telecamere di video-sorveglianza di alcuni negozi nella zona dove Regeni è scomparso: la Procura egiziana li ha acquisiti solo nelle ultime 48 ore, e li sta “vagliando”, riferiscono fonti giornalistiche e giudiziarie nella capitale egiziana. Ieri, in una ridda ormai quotidiana di indiscrezioni e mezze verità, ha destato clamore il testimone citato dal New York Times, secondo il quale il fermo dell’italiano sarebbe stato “ripreso da quattro telecamere di sorveglianza” di altrettanti negozi del quartiere. Secondo questa ricostruzione, avvalorata da tre fonti della sicurezza egiziana sempre al Nyt, non meglio precisati “agenti” avrebbero fermato il giovane, e dopo l’identificazione e la perquisizione del suo zaino “lo hanno portato via”.

    fonte http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/02/13/giulio-regeni-fonti-egiziane-a-nyt-fu-preso-dalla-polizia_32b2a54f-8acb-40c5-a9c0-9c6c90f23b29.html

    Mi sembra che la tua tesi stia naufragando.Non vuoi vedere neanche l’evidenza.
    Pensa che agli italiani converrebbe assolutamente accusare l’Isis,e invece….


    #310687
    camillo
    camillo
    Partecipante

    “Mi sembra che la tua tesi stia naufragando.Non vuoi vedere neanche l’evidenza.
    Pensa che agli italiani converrebbe assolutamente accusare l’Isis,e invece….”
    Smetti di pensare all’ISIS in se stesso, ma pensa ad una crociata che VUOLE imporre l’ISLAM.
    Poi cerca di rispondere e ragionare con tua testa con tue valutazioni.

    Prendi un altro esempio:
    Il il giornale Times ha avuto contatti con sedicenti “agenti segreti” che convalidavano l’arresto secondo la linea del super testimone (quello che aveva visto l’arresto alle 17,30 mentre si sa con assoluta certezza che è uscito da casa alle 19,40) Ora quei testimoni paventandosi per agenti della polizia ma naturalmente non identificabili dimostrano chiaramente che si vuole accusare il governo egiziano.

    A chi giova questo?
    Altra cosa. per quanto alta sia la sfiducia negli agenti segreti Egiziani (possono benissimo torturare e anche peggio) in questo caso… non è che non capivano che era Italiano e l’andarci cosi sadicamente pesante poteva essere molto controproducente. In fin dei conti Regeni era una pedina di poco valore come informazioni e GRANDE VALORE come straniero ITALIANO con cui i rapporti sono buoni.
    Lo so… che tu li credi stupidi e barbari, ma così facendo rischi di fare il gioco dei VERI ASSASSINI.

    Se invece guardi la faccenda dal punto di vista dei Fratelli Mussulmani e & questi hanno mostrato molte volte un fanatismo religioso che pone i loro atti al di sopra di tutto. Allah è grande e in suo nome…

    Quindi il grosso personaggio che doveva incontrare Regeni, difficilmente raggiungibile si è chiesto ma mi posso fidare? Fino a che punto? I suoi accoliti hanno detto indaghiamo noi. Lo hanno prelevato e usando maniere MOLTO forti gli hanno fatto ammettere qualcosa forse inizialmente è bastata una piccola tortura, a quel punto hanno pensato alla spia. Si sono spinti senza remora alcuna e poi lo hanno ammazzato.
    Poi hanno pensato a come usarlo come martire: ” facciamo trovare il corpo, facciamo credere che sia stata la polizia egiziana, questo governo la pagherà, i turisti stanno già diminuendo e li faremo azzerare”

    Caro Orso queste sono supposizioni che fanno quadrare molte cose.
    Pensa che l’altro ieri molte scritte nelle NEW televisive dicevano che la polizia egiziana aveva ammesso che lo avevano arrestato loro scambiandolo per una spia. Il tutto basato sulle dichiarazioni del Time americano.

    La domanda che ti devi fare, se ci riesci, è a chi giova? E se fosse tutta una messa in scena per farci credere ciò che stiamo credendo?
    In quel caso si usa la testa, non solo per spazzolare la terra a mo di scopa.


    #310704
    camillo
    camillo
    Partecipante

    qui un riassunto della situazione:
    http://andreainforma.blogspot.it/

    Il 90% delle considerazioni partono da un’idea che ci sia una causa scatenante che ha provocato il rapimento e assassinio brutale.

    La mia ipotesi invece è che questo sia un agguato per screditare l’attuale governo egiziano. Agguato nato forse da un errore iniziale.
    Come lo ipotizzo io:
    1° Giulio deve incontrare un personaggio politico poco raggiungibile (ovviamente dell’opposizione e legato ai fratelli mussulmani)
    2° Questo personaggio accetta di incontrarlo ma chiede ai suoi di verificare che non sia una spia.
    3° Giulio esce da casa ore 19,40 alcune persone prelevano Giulio dicendogli che prima dell’incontro devono verificare alcuni dettagli.
    4° L’interrogatorio è brutale, molto fuori dalla portata di sopportazione di Giulio, Giulio fa delle ammissioni per salvarsi dal dolore. E’ qui cambia tutto.
    5° A questo punto lo rapiscono e lo portano in luogo sicuro e per giorni indagano senza pietà. Sappiamo tutti cosa estorceva la “sacra inquisizione”
    6° Sono andati troppo oltre, forse si rendono conto di essersi sbagliati e che tutto sommato Giulio era dalla loro parte. Che fare? Trasformiamolo in un martire per la nostra causa.

    7° Abbandonano il corpo BENE IN VISTA su una strada affollatissima, in modo che molti possano testimoniare della sua presenza. Lo spogliano dalla cinta in su e mettono i vestiti da altra parte. Sanno come ragiona la polizia locale e non vogliono che si difenda dicendo che è stato un incidente. (abiti da una parte e corpo dall’altra con evidentissimi segni di tortura)

    8° Appena trovato il corpo la polizia opera come il suo solito da presuntuosa e ignorante, butta lì delle scuse che si riveleranno controproducenti perchè tentativi di depistaggio.

    9° Contro ogni regola di omertà in un regime totalitario, da subito un signore dice che riconosce le torture specifiche della polizia, che anche lui ha subito.

    10° I giornali italiani imboccano tutti la strada causa effetto: si interessava di sindacalismo e quindi lo stato Egiziano lo ha punito. (In Italia il sindacalismo ha un potere pregnante incredibile, guai a chi lo contesta)

    11° Ma molti investigatori non sono per niente convinti della troppo evidente trappola.
    Incredibilmente cominciano a comparire testimoni di tutti i tipi alla faccia dell’omertà e della paura del regime.

    12° Spunta allora un secondo supertestimone Che afferma di aver visto due agenti segreti in borghese rapire Giulio alle ore 17,30.

    13° Un media egiziano esce con altra notizia bomba di supporto: Agenti di polizia (anonimi ovviamente) hanno raccontato che lo hanno arrestato… e giù dovizie sull’arresto. Caspita! Altro che omertà c’è addirittura collaborazione… Incredibile in un paese dove se li scoprono questi sedicenti poliziotti fanno la fine del topo…

    14° Il New_york_times fa un'”indagine” e addirittura dice di aver controllato le dichiarazioni incrociate dei testimoni (immagino gli abbia remunerati)
    http://www.repubblica.it/esteri/2016/02/13/news/caso_regeni_new_york_times_fu_preso_da_due_agenti_di_polizia_pensavano_fosse_una_spia_-133343378/

    15° Si scopre che il supertestimone ha raccontato una balla. E che quindi i sedicenti poliziotti spie erano fasulli.
    Intanto giornali Italiani avevano dato per certo che la polizia egiziana aveva ammesso di essere stata lei scambiandolo per spia. Un ingigantimento fasullo INCREDIBILE!
    Molti dicevano che le registrazioni delle telecamere erano state cancellate ecc. Siamo a livello di un giornalismo dilettantesco. TUTTI avevano già le idee chiare sul colpevole “la polizia Egiziana”, e questo concetto veniva rafforzato con ogni mezzo.

    16° Per fortuna gli inquirenti Italiani pur lamentandosi della scarsa collaborazione (normale in quei paesi) della polizia locale, NON muovono specifiche accuse al governo egiziano e neppure lo fanno le autorità politiche, (hanno fiutato il trappolone). I giornali invece.. Non mancano giornalisti attenti e perspicaci come Toni Capuozzo che dicono attenti alle “furbate” di qualcuno.

    17° Oggi 16/2/16 il giornale la Stampa cerca disperatamente di salvare le rivelazioni del Times e “ipotizza” che ci siano due fazioni di polizia una contro l’altra.

    Domanda lecita:
    Cosa può spingere individui a raccontare balle per accusare il governo, sapendo che se vengono scoperti… L’unica forza che riesce addirittura a convincere un essere umano a immolarsi è la RELIGIONE. Per questo io vedo dietro questo ATTENTATO la mano dell’ISLAM sia esso Fratelli mussulmani o altro.
    Lo scopo di tutto ciò? Lo stesso del mar rosso delle spiagge della Tunisia, del museo Tunisino, dell’aereo Russo ecc Screditare chi si oppone ai “Fratelli mussulmani” o meglio all’avanzata dell’ISLAM, BLOCCARE IL TURISMO mettendo in difficoltà ulteriore il governo Egiziano.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    #310706

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Camillo,spiegami un paio di cose:
    1)per quale motivo un importantissimo giornale di una nazione amica, che conosce benissimo il valore strategico politico/militare, in quella regione,dell’Egitto.Paese con una dittatura che contrasta ferocemente l’isis e tutti gli integralisti(ma non dovremo esportare anche li la democrazia?),accusa pesantemente questo paese?

    2)per quale motivo neanche i servizi egiziani accusano gli integralisti islamici?Non credi che se avessero il minimo appiglio lo farebbero volentieri?

    3)Perchè si è aspettato tanto per recuperare gli importantissimi filmati delle telecamere in quella zona,filmati che avrebbero certamente fatto vedere qualcosa?(ora,chissa perchè,è troppo tardi visto che dopo un pò di giorni si cancellano automaticamente)Non avrebbe dovuto essere la primissima cosa da fare(per una polizia che non ha niente da nascondere).

    4)sul testimone(ma è più di uno),afferma di aver visto due agenti prendere Giulio ad una certa ora,ma due ore dopo esiste un twitter di Giulio dal suo PC.
    Ora faccio io una supposizione:potrebbe essere,consapevoli di essere stati visti da alcune persone,qualcuno dei servizi sia entrato nel PC ed abbia mandato via il messaggio per depistare?.Inutile dirti che per parecchi giorni questo era andato perduto,sino ad essere miracolosamente ritrovato.

    5)per quale motivo gli italiani sospettano pesantemente dei servizi egiziani,quando chiudere la faccenda incolpando i fondamentalisti sarebbe utilissimo per ambo le parti,visti gli accordi economici importanti in essere,e con grandi possibilita di sviluppo a nostro favore?

    6)l’uccisione di Giulio ed il metodo,non corrispondono al modus operandi dei fanatici integralisti(anche se fanno di peggio),ma si adatta perfettamente ai servizi.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 3 mesi fa da  orsoinpiedi.
    #310710
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Orso
    Ad ognuno le sue domande.
    Qui siamo su altro giornale ed è doveroso fare altre ipotesi.
    Io ti ho dato una versione punto per punto dei fatti è devi ammettere che ha una sua coerenza e logica.
    Per quanto riguarda le tue domande sui media Italiani… Ho già detto sopra.

    Comunque Bravo! FINALMENTE tu dai una tua idea e le tue perplessità, evitando il copia incolla altrui.

    Vedremo come va avanti la faccenda, io svolgo il ruolo dell'”avvocato del diavolo”.


    #310711

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,il mio copia e incolla dipende da due motivi:il primo è che se riporto qualche articolo è perché questo esplica molto meglio di quanto possa fare io i concetti che voglio esprimere.il secondo motivo è che molte volte non ho tempo per formulare una risposta completa con tanto di riferimenti.Pertanto mi è facile,e veloce,fare il Copia incolla dal mio archivio.L’importante,secondo me è che ciò che posto sia perfettamente coerente con le mie idee.
    Anche con il copia incolla si può esternare il proprio pensiero,e molte volte al meglio.
    Va bene,anzi benissimo fare la parte del diavolo,dubitando sempre su ciò che ci viene detto,ho letto.Ma si devono portare ragionamenti che abbiano un qualche fondamento, una qualche logica che deve fondarsi su validi presupposti, cosa che mi è molto difficile riscontrare nella tua ricostruzione.
    Scusami,ma è così che la penso.


    #310712
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Orso fai bene a pensarla così anch’io la penso così.
    Io faccio il minimo uso del copia incolla casomai do il Link.

    Ma veniamo all’evoluzione della triste faccenda.
    Il New York Times è stato messo in difficoltà in quanto le sue fonti (misteriose e a cui garantisce anonimato e soldi) si sono rivelate inattendibili. Si parlava di poliziotti “loquaci” relative a ben tre procure indipendenti. Ma primo le versioni erano in contrasto fra di loro, secondo con la costatazione della menzogna del supertestimone sono quasi tutte crollate.

    Inoltre gli investigatori Egiziani insieme a quelli Italiani sono andati dai vicini di casa, pareva che alcuni avessero asserito che nei giorni precedenti dei poliziotti avessero chiesto informazioni, caspita! siamo in un paese in cui non c’è alcuna omertà anzi tutti collaborano! E’ come se in certi paesi del sud improvvisamente molti volontariamente accusassero la mafia… Mmmmm….
    Ebbene le indagini congiunte hanno portato a stabilire che quell’informativa era falsa.

    Insomma chi è che vuole CREARE a tutti i costi la pista in cui la polizia egiziana è colpevole? A questo punto è così evidente la cosa che persino giornali come il manifesto cominciano a porsi la domanda.
    http://ilmanifesto.info/caso-regeni-a-chi-giovano-le-tesi-complottarde/
    Ovviamente lui si chiede come mai il giornale americano times sia intervenuto con informazioni così fasulle.
    Nel mio schema di ragionamento l’America c’entra poco o nulla, il giornale è stato raggirato con un agguato di ben 3 false confidenze.

    Una cosa è certa SI VUOLE COLPEVOLIZZARE A TUTTI I COSTI LA POLIZIA EGIZIANA. Non è un depistaggio ma un creare una pista cavalcando l’ovvio sospetto iniziale di tutti.

    Ripeto la mia tesi Giulio Regeni è stato tradito dai suoi “amici” (fratelli mussulmani e &) che lo hanno scambiato per un infiltrando, non ha retto al primo interrogatorio e ha ammesso qualcosa perchè non sopportava il dolore, era un innocente, impreparato e lontanissimo da quei metodi brutali. Appena ammesso qualcosa per non soffrire è stato trasferito e…
    Man mano che il caso evolve TUTTI li indizzi confermano questa visione e spiegano ogni cosa.

    Io credo che i servizi egiziani sappiano benissimo come sta la faccenda, il loro problema è riuscire a trovare e DIMOSTRARE i VERI ASSASSINI. (Con questo non è che io pensi che la polizia di quel regime non faccia di queste cose, ma in questo particolare caso come eccezione è stata raggirata)


Stai vedendo 10 articoli - dal 561 a 570 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.