io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 571 a 580 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #310715

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    Caro Orso fai bene a pensarla così anch’io la penso così.
    Io faccio il minimo uso del copia incolla casomai do il Link.

    Sai quante persone aprono i link?Se vuoi che sia letto,devi postarlo tutto(per mia esperienza).

    Camillo,leggi meglio,Il manifesto la pensa esattamente come me.
    Cito un passaggio
    “Le teorie del complotto servono in genere a complicare un quadro semplice per gettare fumo su ciò che pare ovvio a tutti, magari in vista di un qualche accomodamento semi-assolutorio.

    La realtà, nella maggior parte dei casi, disarma proprio per la sua banalità.

    Come ha fatto notare Khaled Fahmy, l’Egitto di oggi, e in particolar modo quello del 25 gennaio, attraversa una fase di paranoia senza precedenti, che potrebbe facilmente aver spinto le catene di comando oltre punti di non ritorno.”

    Tutto ciò che sta accadendo, e parlo dei vari testimoni e delle notizie che vengono tirate fuori di volta in volta,non sono altro che depistaggi gia visti tante volte,anche in campo ufologico.
    Si sta cercando di soLlevare un bel polverone,per nascondere la verità.
    Sai come finirà?Che troveranno una risposta,forse anche ridicola,ma condivisa anche dall’italia,dove tutti ne usciranno puliti.CI SONO TROPPI INTERESSI ECONOMICI IN BALLO!
    Non sperare che facciano giustizia.,arrivando alla verità.
    QUESTA E’ EVIDENTE,MA TROPPO SCOMODA!


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 7 mesi fa da  orsoinpiedi.
    #310718
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Guarda che il Manifesto la pensa “come me” nel senso che: è evidente che qualcuno sta depistando.
    Mentre per capire chi o che cosa stia dietro, a mio avviso è solo alla partenza, ne ha di strada da fare! Inoltre ha già una direzione preconcetta, questo crea linee interpretative preferenziali, in questo caso cerca disperatamente di capire come possa essere coinvolto l’apparato americano. e da quella direzione difficilmente devierà.

    Comunque finalmente altri cominciano a porsi domande coerenti con i fatti.

    Qui NON siamo di fronte ad un DEPISTAGGIO ma al contrario ad un tentativo di “PISTAGGIO” cioè rafforzare e creare prove fasulle di una pista ovvia e consona alle le aspettative di prima visione, ma si tratta di una pista falsa.

    Orso gran parte di quello che scrivo non è per convincere te, mi stai semplicemente aiutando facendo da contrapposto.

    Nella mia “strada” sciamanica si ammette una sorta di “intervento esterno che crea le coincidenze”, esiste una possibilità che gli inquirenti incappino in questo blog e che leggano e mettano sul piatto della bilancia questa visione dei fatti.
    Da chi dipende questo? Gli sciamani chiamano questo attore misterioso “Spirito”.

    Quindi: se siete dei ricercatori italiani che stanno raccogliendo tutto il materiale esistente in Internet su Giulio Regeni è probabile che non sia un caso che leggete, prima di scartare il tutto leggete le varie conversazioni fin dall’inizio.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 7 mesi fa da camillo camillo.
    #310728

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:

    Orso gran parte di quello che scrivo non è per convincere te, mi stai semplicemente aiutando facendo da contrapposto.

    Il confronto,la discussione, anche forte,hanno questo scopo,quando si è onesti intellettualmente.
    Sono nel forum proprio per questo.

    Propri oggi i miei timori,che sono la conclusione dell’ultimo mio post, si stano avverano. È uscita la risoluzione del caso che fa comodo a tutti,e poter proseguire negli affari comuni:i colpevoli sono i servizi segreti egiziani (e questo era tanto evidente da non poter essere negato),ma,è qui viene la finezza che salva capre e cavoli,gli agenti sono sotto copertura e probabilmente appartenenti alla “fratellanza mussulmana”
    GRANDIOSO,esattamente la soluzione che avrei adottato io se fossi stato in loro,ma che non osavo dire.


    #310729
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Comunque sia l’altra faccia della medaglia e cioè che dietro la morte di Giulio Regeni ci siano gli “amici” sotto la veste dei “fratelli mussulmani” è stata esposta qui chiaramente.


    #310732

    orsoinpiedi
    Partecipante

    @camillo said:
    Comunque sia l’altra faccia della medaglia e cioè che dietro la morte di Giulio Regeni ci siano gli “amici” sotto la veste dei “fratelli mussulmani” è stata esposta qui chiaramente.

    Senza uno straccio di indizio.A La Spezia diciamo:“ ‘Ia abocà come ‘n lovasso”


    #310738
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Orso scrive
    Senza uno straccio di indizio. A La Spezia diciamo:“ ‘Ia abocà come ‘n lovasso”
    Prove no ma indizi tanti. Ritengo al contrario di te che sia la migliore interpretazione dei fatti, ma si sa ad ognuno il suo.


    #310739

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Ma quali indizi?Tutto ciò che hai postato sono solo pensieri generati dalla tua fa tasia partente dall’assunto che sia l’isis a voler boicottare gli accordi economici tra Egitto e Italia.Un po troppo debole.
    Se fosse vera la tua ipotesi,sarebbe la prima volta in assoluto che l’isis o la fratellanza agiscono in questa maniera,con tal modus operandi.
    Pertanto ti chiedo da quali precedenti esempi prendono spunto i tuoi ragionamenti?


    #310740
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Orso mi fai morir da ridere. In realtà dal mio punto di vista è il contrario.
    Al lettore il giudizio.


    #310743

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Credo di aver capito bene,ti cito
    “Pensi inoltre che i Fratelli Mussulmani siano santi? Per loro uno studente che di nascosto invia articoli ad un giornale (di cui capiscono poco) è un possibile infiltrato, ammazzano e torturano per molto meno.”

    “Prima considerazione: se fosseo stati i sevizi segreti egiziani al 99,9% non ne avremo saputo più nulla (Argentina, Cile, Grecia dei colonnelli ecc. insegnano)
    Il fatto di depositare il cadavere in bella vista e con evidenti segni di tortura, mi fa pensare che qualche linea Islamica abbia subodorato che il ragazzo fosse una spia, sono andati giù pesanti e gli è morto tra le mani. Che fare? Usiamolo come martire per la causa dell’Islam (fratelli mussulmani e &) facciamo in modo che incolpino il governo. Quindi il ragazzo diventerà un Martire della rivoluzione islamica.”

    “Chi va in quelle zone da amico STIA MOLTO ATTENTO. L’isis è incavolato nero per le continue sconfitte in Siria e Irak, ha problemi di fondi di rifornimenti, e non arrivano più volontari. Si apre la caccia agli untori, alle spie, a tutti coloro che stanno impedendo che il volere di Allah si compia.”

    Ridi pure,ma spiegati!


    #310744
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @camillo said:
    qui un riassunto della situazione:
    http://andreainforma.blogspot.it/

    Il 90% delle considerazioni partono da un’idea che ci sia una causa scatenante che ha provocato il rapimento e assassinio brutale.

    La mia ipotesi invece è che questo sia un agguato per screditare l’attuale governo egiziano. Agguato nato forse da un errore iniziale.
    Come lo ipotizzo io:
    1° Giulio deve incontrare un personaggio politico poco raggiungibile (ovviamente dell’opposizione e legato ai fratelli mussulmani)
    2° Questo personaggio accetta di incontrarlo ma chiede ai suoi di verificare che non sia una spia.
    3° Giulio esce da casa ore 19,40 alcune persone prelevano Giulio dicendogli che prima dell’incontro devono verificare alcuni dettagli.
    4° L’interrogatorio è brutale, molto fuori dalla portata di sopportazione di Giulio, Giulio fa delle ammissioni per salvarsi dal dolore. E’ qui cambia tutto.
    5° A questo punto lo rapiscono e lo portano in luogo sicuro e per giorni indagano senza pietà. Sappiamo tutti cosa estorceva la “sacra inquisizione”
    6° Sono andati troppo oltre, forse si rendono conto di essersi sbagliati e che tutto sommato Giulio era dalla loro parte. Che fare? Trasformiamolo in un martire per la nostra causa.

    7° Abbandonano il corpo BENE IN VISTA su una strada affollatissima, in modo che molti possano testimoniare della sua presenza. Lo spogliano dalla cinta in su e mettono i vestiti da altra parte. Sanno come ragiona la polizia locale e non vogliono che si difenda dicendo che è stato un incidente. (abiti da una parte e corpo dall’altra con evidentissimi segni di tortura)

    8° Appena trovato il corpo la polizia opera come il suo solito da presuntuosa e ignorante, butta lì delle scuse che si riveleranno controproducenti perchè tentativi di depistaggio.

    9° Contro ogni regola di omertà in un regime totalitario, da subito un signore dice che riconosce le torture specifiche della polizia, che anche lui ha subito.

    10° I giornali italiani imboccano tutti la strada causa effetto: si interessava di sindacalismo e quindi lo stato Egiziano lo ha punito. (In Italia il sindacalismo ha un potere pregnante incredibile, guai a chi lo contesta)

    11° Ma molti investigatori non sono per niente convinti della troppo evidente trappola.
    Incredibilmente cominciano a comparire testimoni di tutti i tipi alla faccia dell’omertà e della paura del regime.

    12° Spunta allora un secondo supertestimone Che afferma di aver visto due agenti segreti in borghese rapire Giulio alle ore 17,30.

    13° Un media egiziano esce con altra notizia bomba di supporto: Agenti di polizia (anonimi ovviamente) hanno raccontato che lo hanno arrestato… e giù dovizie sull’arresto. Caspita! Altro che omertà c’è addirittura collaborazione… Incredibile in un paese dove se li scoprono questi sedicenti poliziotti fanno la fine del topo…

    14° Il New_york_times fa un'”indagine” e addirittura dice di aver controllato le dichiarazioni incrociate dei testimoni (immagino gli abbia remunerati)
    http://www.repubblica.it/esteri/2016/02/13/news/caso_regeni_new_york_times_fu_preso_da_due_agenti_di_polizia_pensavano_fosse_una_spia_-133343378/

    15° Si scopre che il supertestimone ha raccontato una balla. E che quindi i sedicenti poliziotti spie erano fasulli.
    Intanto giornali Italiani avevano dato per certo che la polizia egiziana aveva ammesso di essere stata lei scambiandolo per spia. Un ingigantimento fasullo INCREDIBILE!
    Molti dicevano che le registrazioni delle telecamere erano state cancellate ecc. Siamo a livello di un giornalismo dilettantesco. TUTTI avevano già le idee chiare sul colpevole “la polizia Egiziana”, e questo concetto veniva rafforzato con ogni mezzo.

    16° Per fortuna gli inquirenti Italiani pur lamentandosi della scarsa collaborazione (normale in quei paesi) della polizia locale, NON muovono specifiche accuse al governo egiziano e neppure lo fanno le autorità politiche, (hanno fiutato il trappolone). I giornali invece.. Non mancano giornalisti attenti e perspicaci come Toni Capuozzo che dicono attenti alle “furbate” di qualcuno.

    17° Oggi 16/2/16 il giornale la Stampa cerca disperatamente di salvare le rivelazioni del Times e “ipotizza” che ci siano due fazioni di polizia una contro l’altra.

    Lo scopo di tutto ciò? Lo stesso del mar rosso delle spiagge della Tunisia, del museo Tunisino, dell’aereo Russo ecc Screditare chi si oppone ai “Fratelli mussulmani” o meglio all’avanzata dell’ISLAM, BLOCCARE IL TURISMO mettendo in difficoltà ulteriore il governo Egiziano.

    Orso: Più di mettertela punto per punto non so cosa fare. A te non sembra una spiegazione logica?
    Quello che dovevo dire l’ho detto.


Stai vedendo 10 articoli - dal 571 a 580 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.