io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 12 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 651 a 660 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #312456
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Se fossi un imam insegnerei amore non odio, e in effetti è quello che insegno, forse per questo confondi alcuni Atei con alcuni Imam.

    Chi ti ha detto che gli imam insegnano solo amore? Vuoi che ti posti un po’ di link?
    Tu hai sempre il metro di scrematura, se è buono è islamico se è cattivo non lo è.

    Sono centinaia gli Imam che predicano odio, sono migliaia gli islamici che giustificano approvano, facendo si che alcuni ragazzi gli emulino. Lo fanno perchè sentono che gran parte degli islamici li lodano e approvano.

    Il sospetto che tu fossi di quella parte viene spontaneo da come scrivi, il dichiarati ateo è un controsenso evidente, potrebbe essere una furbata altrimenti non ti ascoltano.

    Io aspettavo a vedere cosa avresti detto se un “cristiano” avesse ammazzato un Islamico.
    Saresti stato così giustificativo? Così comprensivo come dimostri di essere con l’Islam?
    Ora siccome non sta succedendo, incredibilmente i “cristiani” sono in grado di trattenere l’istinto della vendetta.. (I MIEI PIU’ VIVI COMPLIMENTI. GRANDI!!!!) l’episodio te lo sei andato a cercare, facendo un processo alle intenzioni.
    E.. subito hai sparato contro il “cristiano”, addirittura hai sparato sulle intenzioni bella contraddizione (mi hai chiesto di segnalartele).

    In questa discussione il punto chiave è: ” si può uccidere vignettisti atei perché ci sentiamo offesi?”
    No!! NO!! NON ci sono scuse.

    E fin qui passi se fossero gruppi isolati, ma quello che io vedo è che TROPPI ISLAMICI giustificano, e quando sei in discussioni private spesso approvano.
    Questo Papa ha commesso lo stesso errore quando ha giustificato…
    Questo Papa usa solo il cuore, ma la vita reale ha 3 componenti che devono essere equilibrate:
    Il sentimento, la volontà, la ragione.
    Le tre cose devono essere in equilibrio.
    E’ chiaro che anche a me piacerebbe si potesse usare solo il cuore, ma ogni cosa che esiste ha il suo opposto, e va considerato.
    Se si spinge troppo da una parte si finisce con l’esaltare l’opposto.
    Così potrebbe (è un condizionale) succedere che alla fine di questo papato, di sopportazione in sopportazione la chiesa cattolica ne rimanga distrutta.
    Ipotizzo che ci potrebbero essere esplosioni come di rottura di una diga con ritorsioni sugli islamici.
    Le sacrestie che stanno raccogliendo amorevolmente i profughi, potrebbero trovarsi a gestire un gruppo enorme di poveracci che nel momento in cui non è più possibile il sussidio si arrangiano come possono creando una delinquenza scusabile ma fortemente destabilizzante.
    Infine le vocazioni che già sono al lumicino cesseranno del tutto, importare preti da altre parti come sta succedendo… Mmmm non lo vedo bene.
    Infine ieri il papa che NON vuol sentir parlare di guerra tra religioni (il cuore gli fa chiudere gli occhi) è uscito con la frase “è tutta questione di soldi”.
    Mi spiace ma non esiste denaro che ti faccia suicidare. Serve una ricompensa religiosa il martirio.

    Mi spiace per il crollo probabile del cristianesimo in quanto ORA attraverso le battaglie dei laici scienziati e filosofi, era diventato accettabile se non utile.
    Si può entrare e uscire dal cristianesimo abbastanza facilmente ( resta il problema interiore) I preti che trovo come colleghi nella scuola sono molto altruisti e danno veramente se stessi al servizio dell’altro.

    Solo pochi anni fa la religione più accettabile era (e lo è ancora) il Buddismo sopratutto il Tibetano. Purtroppo non hanno saputo difendersi e se ora andate in Tibet è un disastro. (troppo cuore?)
    In fondo alla scala per me c’è l’ISLAM educa male i bambini, è fanatico, si offende, cerca vendette, da sempre la colpa agli altri, non riesce a costruire una, dico una sola nazione democratica. Con l’integralismo e la mania della guerra santa l’ISLAM è sceso ai minimi storici.


    #312457
    camillo
    camillo
    Partecipante

    A proposito di Imam che predicano…

    A conferma anche OGGI nella mia provincia di Vicenza ESPULSO Imam perchè predicava odio.
    Espulso da noi dalla nostra struttura laica non certo dalla loro struttura religiosa che non c’è nell’ISLAM ognuno per sè.
    Con un libro contraddittorio come il Corano andare ognuno per suo conto porta a queste guerre sante, a questo fanatismo.

    Ma lo sapevate che ci sono 123 versi del Corano relativi al combattere ed uccidere per la causa di Allah? Ecco, di seguito, alcuni passaggi:
    (Mi scuso per riportare cose così violente… ma è il Corano.)

    – I musulmani sono incoraggiati ad occuparsi totalmente nel combattimento per la gloria di Allah [Sura 22:73]- Allah darà “una più grande ricompensa a coloro che combatteranno per lui” [Sura 4:96]

    – Circa gli infedeli (coloro che non si sottomettono all’Islam), costoro sono “gli inveterati nemici” dei musulmani [Sura 4:101]. I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove” [Sura 9:95]. I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta” [Sura 4:90]. “Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano” [Sura 2:193]. “tagliate loro le mani e la punta delle loro dita” [Sura 8:12]

    – Se un musulmano non si unisce alla guerra, Allah lo ucciderà [Sura 9:93]. Al fedele deve essere detto “ il calore della guerra è violento, ma più violento è il calore del fuoco dell’inferno” [Sura 9:81]
    – Un musulmano deve “combattere per la causa di Allah con la devozione a Lui dovuta” [Sura 22:78]
    ….
    ….
    ….
    altre 120


    #312462

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    “Se fossi un imam insegnerei amore non odio,” –> Chi ti ha detto che gli imam insegnano solo amore?

    Le parole sono ingannevoli, quelle del Corano, le mie, le tue. Ecco un perfetto esempio di equivoco. La frase in questione può avere almeno due significati differenti, io ho scritto una cosa tu hai capito un’altra e contraria. Ecco perché non mi fido dei Teologi e degli Imam perché nella maggior parte dei casi tirano a indovinare. Così la gente pensa di sapere cosa è scritto nel Corano ma si illude, per questo parlo sempre delle intenzioni dei Profeti, non conta quello che è scritto ma quello che i Profeti volevano comunicare, e che è stato scritto adoperando un linguaggio umano limitato che si presta a molteplici interpretazioni parallele.

    Se fossi un imam insegnerei amore: –> Interpretazione A.) => Se io fossi un imam sarei diverso dagli altri imam, perciò a differenza di alcuni di loro insegnerei solo amore, non odio. Interpretazione B.) => Se io fossi un imam insegnerei quello che insegnano tutti gli altri imam, in particolare quelli potenzialmente violenti.

    Come vedi ognuno adatta il Corano (e tutto quello che legge) alle proprie paure, desideri, pareri personali, capacità innata di comprensione della realtà e livello di coscienza attualmente raggiunto. Per questo motivo, se uno mi dice: “io sono un imam” NON gli credo, piuttosto prendo il Corano, leggo una frase insieme al contesto e chiedo ad Allah il significato di QUELLA frase precisa in QUEL contesto specifico. Non si ricevono risposte se non si fanno le domande. E non si ricevono risposte precise, concrete, chiare se non si fanno domande precise, concrete e chiare. Ma per fare domande al Signore dei Mondi bisogna SOTTOMETTERSI al Signore dei Mondi perché Allah non è il mio schiavo bensì il creatore di tutto quello che esiste sulla Terra. Un uomo privo di umiltà/ amore non riceverà mai nessun tipo di risposta, come è giusto. Basta guardare le facce dei criminali, terroristi, picchiatori seriali e subito ti accorgi che in questi nostri amati fratelli perduti non c’è traccia di amore. Perché i loro educatori hanno voluto così! A quelli (falsi islamici) senza risposte e con quelle facce da demoni parlano i (falsi) imam violenti. E’ a quelli che cercano soldi o potere, che si rivolgono alcuni imam criminali. Il fatto che alcuni “imam” che non sono imam e alcuni “fedeli” che non sono fedeli portano maschere dei veri islamici e ti “sorridono”, questo non vuol dire niente perché è estrememente facile per me riconoscere un vero islamico/ imam felice da un falso islamico/ imam che recita una commedia patetica per ingannarti.

    @camillo said:
    Vuoi che ti posti un po’ di link?

    Quindi siamo giunti alla conclusione che alcuni imam insegnano amore, altri odio, ma la verità è una. E come fai a sapere quali tra questi sono veri imam? Gettando i dadi?

    @camillo said:
    Tu hai sempre il metro di scrematura, se è buono è islamico se è cattivo non lo è.

    Se è buono è islamico, cristiano, buddhista, scienziato, vero Uomo; se è cattivo non lo è.

    @camillo said:
    Sono centinaia gli Imam che predicano odio, sono migliaia gli islamici che giustificano approvano, facendo si che alcuni ragazzi gli emulino.

    E non sapevi che Satana ha un suo regno sulla Terra, con soldati, ufficiali, caporali? Non puoi fermare Satana dai suoi propositi perché Satana è infinitamente più potente di te, puoi togliergli manovalanza, spiegando ai potenziali clienti del diavolo il VERO SENSO della VITA. Quando nessuno gli darà retta, allora sarà vittoria dell’Amore, non serve un Piano di Sicurezza o leggi speciali, tutte misure illusorie che possono essere bypassate dal cornuto cosmico.

    @camillo said:
    Lo fanno perchè sentono che gran parte degli islamici li lodano e approvano.

    Ecco, questa “gran parte degli islamici” fa parte dell’esercito di Satana. Se uno cerca Allah non chiama Satana, ognuno è libero di scegliere tra Allah e Satana. Quelli che si salvano sono pochi, mica la maggioranza.

    @camillo said:
    Il sospetto che tu fossi di quella parte viene spontaneo da come scrivi, il dichiarati ateo è un controsenso evidente, potrebbe essere una furbata altrimenti non ti ascoltano.

    Per me Allah (in ebraico antico e biblico Eloah o Eloha, da cui Elohim, plurale), è un “Alieno”. Precisamente il supremo governatore e legislatore della civiltà extraterrestre degli Elohim, ed è il presidente del Consiglio degli Eterni. Questi sono uomini e donne come noi, di carne ed ossa – non fantasmi o spiriti – che vivono su un pianeta di un altro Sistema Solare della nostra Galassia. Le prove indirette che si tratta di umanoidi e non divinità si trovano nelle “sacre” scritture di tutto il mondo. Colui che gli Ebrei credenti chiamano YHWH (IoSono, EgoSum) e colui che gli Arabi credenti (musulmani) chiamano Allah è lo stesso Essere (umano), che sarebbe il massimo rappresentante dei nostri creatori venuti dallo Spazio 25000 anni fa. La parola “Elohim” etimologicamente significa “Coloro che sono venuti dal cielo”, e nella mitologia di tutte le culture si parla di strani esseri potenti e immortali che assomigliavano a noi e che scesero dal cielo in macchine volanti per creare la vita quindi istruire i primi uomini. Io sono Ateo ovvero non credo in nessuna forma di divinità perché i nostri creatori non sono divinità, i primitivi hanno trasformato gli extraterrestri Elohim in dèi, e le religioni istituzionalizzate hanno trasformato gli dèi in theos–> deus–> dio. La parola Dio non esiste nella Bibbia originale, è un invenzione dei Teologi, e nel Corano si parla in plurale, Allah dice: “noi abbiamo fatto questo, noi abbiamo fatto quello”. Nella religione Mormone si dichiara esplicitamente che il nostro Padre Celeste cioè Dio ha un corpo di carne ed ossa (come noi), e viene spiegato che lo troviamo presso Kolob, che sarebbe una stella oppure un pianeta di questo universo visibile e palpabile. Secondo la religione Bahai tutte le grandi rivelazioni celesti provengono dallo stesso creatore ed hanno lo stesso e identico valore, furono date per far incontrare i popoli, dopo che si saranno evoluti, non per far litigare Oriente contro Occidente, in effetti quelle comunicazioni sono complementari. Il Corano descrive un Paradiso materiale con ruscelli e vergini (dunque, un altro pianeta), il profeta biblico Ezechiele ha incontrato il suo Dio in un “UFO”, Mosè pure.

    Se ora rileggi il Corano tra le righe in modo contestualizzato come parte di questo insieme di messaggi, comunicazioni e rivelazioni scientifiche degli extraterrestri molto più evoluti di noi, scoprirai le vere intenzioni di Muhammad, l’inviato degli “Alieni”, per l’Umanità. Se invece uno inizia a leggere il Corano “per caso”, in modo decontestualizzato, dopo averlo separato artificialmente dal resto del mondo come pretesto per uccidere le persone che non gli piacciono (più) come farebbe il criminale di turno, “troverà” pure quelle informazioni o interpretazioni arbitrarie perché Satana “tenta” (testa) gli uomini anche attraverso le cosiddette “SACRE” scritture. Non c’è niente di sacro nelle scritture finché non le comprendi integralmente (= interamente), allora non sono semplicemente “sacre” ma sane, cioè veritiere.

    @camillo said:
    Io aspettavo a vedere cosa avresti detto se un “cristiano” avesse ammazzato un Islamico.

    Quando un “cristiano” uccide un islamico io parlo del criminale “cristiano” dicendo spiegando e dimostrando che quel “cristiano” è criminale, non cristiano. Chiaro, che se lo dicono tutti non intervengo perché non c’è bisogno di ripetere l’ovvio ma se non lo dice nessuno intervengo io.

    @camillo said:
    Saresti stato così giustificativo?

    Sì, tutto uguale.

    @camillo said:
    Così comprensivo come dimostri di essere con l’Islam?

    E cosa c’è di sbagliato nell’islam contestualizzato, da doverlo bacchettare? Non trovo nulla degno di nota. Puoi illuminarmi?

    @camillo said:
    l’episodio te lo sei andato a cercare, facendo un processo alle intenzioni.

    Vero, l’episodio me lo sono andato a cercare… in quanto censurato dai media mainstream e forse da algoritmi dei motori di ricerca, a lungo non riuscivo ad agganciarlo… Ma ce ne sono, tanti “cristiani”, che minacciano di morte i fratelli… E poi le intenzioni sono importanti…

    @camillo said:
    E.. subito hai sparato contro il “cristiano”, addirittura hai sparato sulle intenzioni bella contraddizione (mi hai chiesto di segnalartele).

    La bocca parla dalla pienezza del cuore. Noi siamo i nostri pensieri. Quello che l’uomo pensa, un giorno… lo fa.

    @camillo said:
    quando sei in discussioni private spesso approvano.

    Perché confusi, ed a mio avviso un credente confuso è un finto credente (= un non credente).

    @camillo said:
    “è tutta questione di soldi”.

    Sono d’accordo con il Pontifex ovvero che i soldi c’entrano sempre nonostante sia un falso Pontifex. Le Mafie guadagnano con l’accoglienza dei poveracci ed in più facendo affari con i terroristi camuffati da profughi, inoltre gli attentatori mandano quanto guadagnato “da guerrieri” alla famiglia e si suicidano perché non hanno niente da perdere – e qualcuno gli ha messo in testa che i criminali vanno in paradiso.

    @camillo said:
    Mi spiace ma non esiste denaro che ti faccia suicidare. Serve una ricompensa religiosa il martirio.

    Si parla di simboli e archetipi. Dire che uno è attaccato al denaro è come dire che è attaccato al potere. E per un criminale uccidere è un rituale magico-diabolico che (secondo lui) dona potere (adrenalina), infatti dice meglio 5 secondi da leone che una vita da pecora. Ma chi gli insegna queste cose? Ovviamente la società…

    @camillo said:
    … In fondo alla scala per me c’è l’ISLAM educa male i bambini, è fanatico, si offende, cerca vendette, da sempre la colpa agli altri, non riesce a costruire una, dico una sola nazione democratica. Con l’integralismo e la mania della guerra santa l’ISLAM è sceso ai minimi storici.

    Tutto vero, se parliamo del (falso) islam massificato e gestito da delinquenti. Ma esiste un vero Islam, minoritario, pochi ma buoni.

    @camillo said:
    Con un libro contraddittorio come il Corano andare ognuno per suo conto porta a queste guerre sante, a questo fanatismo.

    Ma no, è solo un test d’intelligenza, che bisogna imparare a superare. D’altronde anche la Bibbia è incredibilmente contraddittoria, dice che nessuno ha visto Dio dopo che molti hanno visto e descritto Dio, prima intima di non uccidere poi propone di uccidere e domanda perché non hai ucciso quei bambini e quelle donne? Prima diffonde misericordia e perdono poi minaccia con un inferno. A questo punto l’adepto non sa se deve amare oppure odiare. Quindi appare sulla scena un Gesù che si scusa: ed è come se dicesse “sentite, quel Mosè si è sbagliato è diventato obsoleto dimenticatelo – adesso ascoltate me mi raccomando”.

    @camillo said:
    cercate i nemici dell’Islam senza sosta”

    Sembra di ascoltare Bush junior, oppure Obama, o Trump: “cercate i terroristi senza sosta”.

    Il mondo è fatto di uomini Giusti e uomini criminali. Questo, lo sostiene anche il Cristianesimo, non è un’esclusiva dell’Islam. Ora, che motivo avrebbe un uomo Giusto di combattere contro una comunicazione extraterrestre che ha come scopo far evolvere spiritualmente gli Umani della Terra? NESSUNO. Ergo, ne consegue che soltanto i criminali possono tentare di censurare, alterare, fermare, disciminare, distruggere il vero Islam originario sul nascere. Allora, Muhammad ha permesso ai PRIMI musulmani di DIFENDERSI dai continui attacchi armati che subivano tutti i giorni. E’ lo stesso concetto espresso da te, quando hai ribadito che non è possibile tollerare all’infinito ma che ad un certo punto bisogna scegliere di difendersi dagli attacchi armati altrui. Mi chiedo, perché se lo dici tu va bene, se lo dice Muhammad non va bene. Un conto sono le questioni religiose- spirituali, un conto sono questioni politico- militari. La prima comunità islamica aveva entrambi gli aspetti in se.

    @camillo said:
    “Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano

    Sembra di sentire Bush junior, oppure Obama, o Trump: “Combattete i terroristi finché la Demoniocrazia non regni sovrana”.

    Difendetevi finché l’Islam (= sottomissione al creatore, che è uguale per tutti) non regni sovrano in quella zona del pianeta che il Cielo vi ha donato in quel determinato momento storico, questo il significato contestualizzato, infatti il Profeta oltre a portare un messaggio spirituale sulla “salvezza” doveva riunire, riordinare e riorganizzare una miriade di piccole tribù arabe, che erano idolatre e senza una guida, cioè allo sbando. Gesù ha soltanto portato in Terra un messaggio spirituale sulla “salvezza”, non aveva il compito di governare popoli, per questo motivo il Cristianesimo è un po’ differente dall’Islam, che assomiglia più all’Ebraismo antico, però con una dottrina più vicina al Cristianesimo gnostico, senza intermediari.

    Sulle modalità di come punire i criminali, le informazioni che troviamo nella Bibbia e nel Corano rispecchiano i tempi passati oscurantisti, le epoche prescientifiche immerse nell’ignoranza globale, guerre di conquista – non religiose, e la schiavitù; oggi in Occidente in alcuni paesi democratici ancora esiste la pena di morte e la tortura in guerra e in pace anche se viene nascosta e negata. Ecco lo scandalo. In realtà il criminale NON dovrebbe essere punito tanto meno ferito e torturato ma curato. Ogni criminale è un malato mentale perché nessuno sano di mente può uccidere un altro Essere umano. Oggi possiamo capirlo grazie alla scienza che noi stessi abbiamo scoperto tramite l’esperienza diretta attraverso la storia. Ieri, centinaia o migliaia di anni fa, non potevamo saperlo perché non potevamo comprendere il funzionamento del D.N.A., del cervello, dell’Umanità intesa come una unità biologica, per questo motivo nelle scritture antiche di tutto il mondo troviamo ANCHE la violenza. Ma sono cose vecchie, ormai inutili e da superare.


    #312463
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Omega

    Le parole sono ingannevoli, quelle del Corano, le mie, le tue. Ecco un perfetto esempio di equivoco.

    Guarda le parole sono ingannevoli se chi le dice vuole ingannare, o chi le legge vuole capire ciò che gli fa comodo.

    Senti Omega non ti devi vergognare di essere di fede Islamica, non c’è niente di male.

    Infastidisce un po’ il giocare, il nascondersi, per dire, suggerire deviare.
    Per me non c’è problema, ma per qualche lettore potrebbe essercene.
    Che tu fossi islamico lo avevo sospettato perchè i tuoi interventi erano sempre in doppio senso uno di facciata di perbenismo e di NON odio, (ASSOLUTAMENTE CONDIVISIBILE) l’altro sempre proteso a giustificare l’ISLAM, guarda con quanto fervore difendi i versetti del corano che in realtà sono INDIFENDIBILI non ci hai neppure provato a rispondere a quanto detto dal Corano:

    Circa gli infedeli (coloro che non si sottomettono all’Islam), costoro sono “gli inveterati nemici” dei musulmani [Sura 4:101]. I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove ” [Sura 9:95].

    I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta” [Sura 4:90]. “Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano” [Sura 2:193]. “tagliate loro le mani e la punta delle loro dita” [Sura 8:12]

    Scavalchi la parte pericolosa, la ignori, depisti, porti l’attenzione altrove. Sempre e comunque in favore del tuo amato ISLAM
    Dici occorre vedere il contesto… difendi. L’ateo non è così (mi hai chiesto tu di trovare le tue contraddizioni)

    Se il lettore desidera controllare non fa altro che osservare i tuoi interventi,
    certo questo è il mio pensiero, il lettore ha la sua capacità di giudizio.

    Sei uno “strano” ateo di solito chi non crede in Dio non crede neppure in Satana.
    Ma tu scrivi qui sopra per difendere l’ISLAM:

    Ecco, questa “gran parte degli islamici” fa parte dell’esercito di Satana. Se uno cerca Allah non chiama Satana, ognuno è libero di scegliere tra Allah e Satana. Quelli che si salvano sono pochi, mica la maggioranza.

    Caspita ragioni come un incallito ISLAMISTA, ma ti dichiari ateo! (Mi hai chiesto tu di segnalare le contraddizioni)

    Tu continua a giocare con le parole a “smontare” nelle tue intenzioni tutte le affermazioni che ledono in qualche modo l’ISLAM, però per me poichè dietro c’è il preconcetto “salviamo l’ISLAM” non può esserci libertà nè di pensiero nè di giudizio.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    #312465

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    Guarda le parole sono ingannevoli se chi le dice vuole ingannare, o chi le legge vuole capire ciò che gli fa comodo.

    Infine c’è il terzo caso quando la stessa frase ha molti significati, e tutti ugualmente possibili. Puoi conoscerli come puoi non conoscerli. Puoi riconoscerli come puoi non riconoscerli.

    @camillo said:
    Senti Omega non ti devi vergognare di essere di fede Islamica, non c’è niente di male.

    Qui tutti sanno che sono Raeliano.

    @camillo said:
    Infastidisce un po’ il giocare,

    Effettivamente io gioco ma non nel senso che pensi tu.

    @camillo said:
    il nascondersi, per dire, suggerire deviare. Per me non c’è problema, ma per qualche lettore potrebbe essercene.

    E perché non dovrei dire la (mia) verità sulle varie religioni pur non appartenendo a quelle religioni? Mica sono Pilato che si lava le mani. Poteva salvare Gesù (o il suo sosia) da una ingiusta condanna a morte senza processo (o dopo un processo farsa) ma non lo ha fatto. Io invece credo che bisogna sempre farlo.

    @camillo said:
    Che tu fossi islamico lo avevo sospettato perchè i tuoi interventi erano sempre in doppio senso uno di facciata di perbenismo e di NON odio, (ASSOLUTAMENTE CONDIVISIBILE) l’altro sempre proteso a giustificare l’ISLAM,

    Qualcuno potrebbe spiegarmi cosa c’è che non va con ISLAM?

    @camillo said:
    guarda con quanto fervore difendi i versetti del corano che in realtà sono INDIFENDIBILI

    Cioè? Quando gli USA dicono: “cercate i nemici degli Stati Uniti d’America senza sosta, combatteteli finché la democrazia non regni sovrana”, va bene, addirittura la esportano con le bombe, ma quando lo dice il Corano allora non va bene più? Questi versetti e ragionamenti nelle mani sbagliate (Bush, terroristi Mediorientali) sono pericolosissimi, ma io cosa ci posso fare, il significato originario contestualizzato è quello che ho spiegato, difendersi dagli attacchi armati per far sopravvivere il messaggio cosmico e la comunità che lo custodisce. Cosa c’è di male in questo?

    @camillo said:
    non ci hai neppure provato a rispondere a quanto detto dal Corano: Circa gli infedeli (coloro che non si sottomettono all’Islam),

    Qui parla dei criminali che uccidono i Giusti della Terra.

    @camillo said:
    costoro sono “gli inveterati nemici” dei musulmani [Sura 4:101].

    Beh, ovvio, i criminali sono nemici giurati di tutti gli uomini giusti di tutte le Razze e di tutti i popoli, che novità è?

    @camillo said:
    I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove ” [Sura 9:95].

    Ma anche secondo la legge italiana, i criminali devono essere “arrestati, assediati e occorre preparare imboscate in ogni dove” (intercettazioni), persino alcuni politici sono a favore della tortura più o meno preventiva dei criminali. E siamo nel 2016 dopo Cristo. In 2016 anni non si sono svegliati.

    @camillo said:
    I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta” [Sura 4:90].

    La pena di morte esiste ancora oggi in Occidente – in guerra e in pace (ovviamente io sono contrario) quindi dov’è lo scandalo? Aldrovandi non è stato ucciso? Cucchi non è stato ucciso? Giuliani non è stato ucciso? Serve la lista completa?

    @camillo said:
    Scavalchi la parte pericolosa,

    E quale sarebbe la parte pericolosa?

    @camillo said:
    la ignori, depisti, porti l’attenzione altrove.

    Porto l’attenzione a ciò che conta nella Vita, alla sua essenza.

    @camillo said:
    Sempre e comunque in favore del tuo amato ISLAM. Dici occorre vedere il contesto… difendi. L’ateo non è così (mi hai chiesto tu di trovare le tue contraddizioni)

    L’Ateo è uno che ragiona obiettivamente con equilibrio interiore partendo da dati certi non supposizioni, non s’inventa interpretazioni arbitrarie, non si lascia sopraffare da sentimenti irrazionali, preconcetti e giudizi affrettati. Pertanto è necessario vedere il contesto ogniqualvolta si studia un testo antico, di qualunque filosofia e ideologia. Il contesto delle prime comunità islamiche era che rischiavano di scomparire. OGGI i musulmani non rischiano di scomparire, quindi non hanno bisogno di difendersi. Più chiaro di così. Nel Corano è scritto che uccidere un innocente è come uccidere l’intera umanità. Perciò è ovvio che un terrorista Mediorientale che mette le bombe non è islamico ma satanista perché una bomba colpisce a caso ANCHE gli innocenti. Inoltre nel Corano è scritto che i Giudei e Cristiani saranno salvati, esattamente come i veri Musulmani; ora un “islamico” che uccide un Cristiano è un cretino oltre ad essere criminale contro l’Umanità perché se fosse vero che lui (assassino) va in paradiso, in quel paradiso incontrerà il Cristiano che ha odiato, torturato, ucciso, e dovrà condividere l’immortalità con la sua vittima innocente non nella gioia eterna ma nella vergogna eterna. Ma ciò è impossibile, perché il paradiso è riservato ai soli giusti, i criminali non hanno l’accesso. Da questo esempio si evince che “islamico” che uccide un Cristiano non è islamico e se tu continui a chiamarlo islamico e credente in Allah sono affari tuoi.

    @camillo said:
    Se il lettore desidera controllare non fa altro che osservare i tuoi interventi,

    Sono perfetti, ho persino corretto gli errori di battitura. ^___^

    @camillo said:
    certo questo è il mio pensiero, il lettore ha la sua capacità di giudizio. Sei uno “strano” ateo di solito chi non crede in Dio non crede neppure in Satana. Ma tu scrivi qui sopra per difendere l’ISLAM:

    Se ho detto che Allah è un alieno ovvio che anche Satana per me è un alieno.

    @camillo said:
    Caspita ragioni come un incallito ISLAMISTA, ma ti dichiari ateo! (Mi hai chiesto tu di segnalare le contraddizioni)

    L’Ateo non crede nell’esistenza del Dio mistico e soprannaturale (A-Theos), ma può benissimo credere nelle Sacre Scritture o nel Mito che descrive Uomini immortali di un altro pianeta dell’universo infinito. L’immortalità umana o la “resurrezione”, non è un miracolo ma un procedimento scientifico chiamato Clonazione.

    @camillo said:
    Tu continua a giocare con le parole a “smontare” nelle tue intenzioni tutte le affermazioni che ledono in qualche modo l’ISLAM, però per me poichè dietro c’è il preconcetto “salviamo l’ISLAM” non può esserci libertà nè di pensiero nè di giudizio.

    Salviamo ISLAM dal falso islam.


    #312466
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Quindi non sei Ateo ma:

    Qui tutti sanno che sono Raeliano.

    Non lo sapevo. guardo:
    Il Movimento raeliano è un nuovo movimento religioso[1][2] basato sulla credenza secondo cui alcuni extraterrestri scientificamente avanzati, chiamati elohim, avrebbero creato la vita sulla Terra attraverso l’ingegneria genetica. Il movimento crede inoltre che, grazie ad un’opportuna combinazione di clonazione e trasferimento della mente, sia possibile raggiungere l’immortalità.
    Nel messaggio che sarebbe stato trasmesso a Rael, si legge che gli elohim contattarono circa 40 persone perché agissero come loro messaggeri sulla Terra, inclusi Mosè, Elia, Ezechiele, Mahavira, Buddha, Giovanni Battista, Gesù, Maometto, Joseph Smith e Bahá’u’lláh. I raeliani credono che le seguenti religioni abbiano avuto origine dagli Elohim: Induismo – Ebraismo – Giainismo – Buddhismo – Taoismo – Cristianesimo – Islam – Mormonismo – Fede Bahá’í.

    I raeliani credono inoltre che gli elohim torneranno ufficialmente sulla Terra quando la maggior parte della sua popolazione sarà pacifica e desiderosa d’incontrarli. Essi credono che questo sia predetto in tutti i testi religiosi – l’annunciata Era dell’apocalisse o rivelazione (la verità svelata). Essi dicono che incontreremo questi esseri umani provenienti dal cielo in un’ambasciata che hanno chiesto a Rael di costruire loro, nella quale condivideranno le loro avanzate conoscenze scientifiche con noi, la loro creazione. Per questo motivo, uno dei loro obiettivi dichiarati è quello d’informare più persone possibili circa l’esistenza di questa civiltà extraterrestre.

    Quindi non ateo ma altrimenti religioso.
    Spero tu difenda con altrettanto ardore il cristianesimo, finora non mi sembra.


    #312472
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Certo che il Corano è ben strano:
    ecco altre perle della sua saggezza (ispirata da Rael?)
    I musulmani devono far guerra agli infedeli che vivono intorno a loro [Sura 9:123] ( Bello no?)
    Allah ama coloro che “combattono per la Sua causa” [Sura 6:13]. Chiunque combatta contro Allah o rinunci all’Islam per abbracciare un’altra religione deve essere “messo a morte o crocifisso o mani e piedi siano amputati da parti opposte” [Sura 5:34] ?(molto aperta e democratica questa religione!)
    Instillerò il terrore nel cuore dei non credenti, colpite sopra il loro collo e tagliate loro la punta di tutte le dita” [Sura 8:12] (bellissimo augurio messo in bocca ad un allah umanizzati e iroso)
    Essi (gli infedeli ndr) devono essere uccisi o crocefissi e le loro mani ed i loro piedi tagliati dalla parte opposta [Sura 5:33] ( non ho capito se prima gli tagliano le mani e poi gli uccidono, o viceversa)
    Sappiate che il paradiso giace sotto l’ombra delle spade” [Sahlih al-Bukhari Vol 4 p55] (Io questa storia del paradiso che giace all’ombra delle spade non la sapevo proprio, ma sembra che molti islamici la prendono alla lettera, si procurano il paradiso con il martirio.)


    #312473

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    Quindi non sei Ateo ma: …altrimenti religioso.

    Ateo non significa areligioso (senza religione) o antireligioso (contro la religione) ma senza Dio. Siccome io sono senza Dio perché nel Raelismo non c’è nessun dio, allora sono anche Ateo, e, perché no, fiero di esserlo.

    @camillo said:
    Spero tu difenda con altrettanto ardore il cristianesimo,

    Se incontrerò un criminale islamico, gli spiegherò che è un falso islamico; se incontrerò un criminale cristiano, gli spiegherò che è un falso cristiano, più di questo non saprei cosa fare. Il mio pensiero sulla vicenda specifica (attentati recenti in Europa) l’ho detto altrove, ma volendo potrei ripetere.

    @camillo said:
    Certo che il Corano è ben strano: ecco altre perle della sua saggezza (ispirata da Rael?)

    Caro Camillo, a me interessa capire come doveva essere islam 1400 anni fa, e come dovrebbe essere islam oggi. A te invece interessa sapere come islam viene interpretato e vissuto dai criminali (di ieri e di oggi) – come si suol dire ad ognuno il suo. Entrambe le ricerche sono valide. Ai suoi inizi, un millennio e mezzo fa, rischiavi la vita per il solo fatto di dire apertamente “sono un musulmano” perciò era giusto difendersi, per non scomparire. Oggi NON ESISTE questo problema, almeno io non l’ho riscontrato in Occidente. Oggi se dici apertamente “sono un musulmano” nessuno ti uccide e tanto meno islam rischia di scomparire. Quindi, oggi, da chi o cosa dovresti difenderti? Dai fantasmi? Quella islamica, è una rivelazione progressiva, secondo la Tradizione copre il periodo che va dal 610 al 632 dC, sono state man mano comunicate informazioni che si adattavano alle situazioni che si erano create, le prime persecuzioni assolutamente ingiuste, le prime morti degli innocenti, erano in guerra. Gli ebrei durante il nazismo subivano, invece i primi musulmani avevano deciso di difendersi. Sono scelte, tu stesso hai detto che bisogna difendersi dagli attacchi armati. Leggo su ilfattoquotidiano.it che…. “Terrorismo, da Charlie Hebdo a Rouen: i boia in nome del Jihad avevano tutti un passato criminale”. http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/27/terrorismo-da-charlie-hebdo-a-rouen-i-boia-in-nome-del-jihad-avevano-tutti-un-passato-criminale/2935340/ E dalla malattia del crimine non si guarisce improvvisamente con la bacchetta magica. Di solito, un criminale resta tale per tutta la vita. Il fatto è che un criminale non sarà mai islamico, cristiano, buddhista perché il crimine è in opposizione a tutte le grandi religioni di questo mondo. Il criminale odia e uccide a prescindere, mentre le religioni ti propongono un percorso spirituale che dovrebbe risvegliarti dall’illusione che ti fa credere di essere più importante degli altri, superiore agli altri, un privilegiato al quale è dovuto tutto, il re. Lo scopo della vita di un criminale è possedere le cose, per poco o per molto tempo, per un attimo o “per sempre”, dunque arraffare a destra e a manca (potere, privilegi, soldi, adrenalina, medaglie-onorificenze più o meno fasulle, esistenza altrui), lo scopo della vita di un vero islamico, vero cristiano, vero buddhista è LIBERARSI dall’attaccamento, quindi esattamente il contrario. Chi uccide, vuole comandare, il Giusto invece vuole servire il Prossimo, aiutarlo, renderlo felice. Come potrebbe, un criminale, essere islamico, cristiano, buddhista? Qualcuno me lo spieghi. Un criminale nemmeno un “miracolo” lo salva, ma è, e sempre sarà, il nemico dell’Uomo, quindi nemico di tutte le religioni che volevano far evolvere gli umani, di tutte le Razze, di tutti i popoli. Forse ti sfugge il motivo del perché esistono le Rivelazioni celesti e di conseguenza le religioni. Non per insegnare buonismo/ finzione (che è un’altra forma di crimine), e non per portarti la verità o la perfezione su un piatto d’argento, ma semplicemente per spingerti a riflettere, a pensare con la tua testa, a elevare il livello di coscienza parlandoti del tuo prossimo passo da compiere in un contesto sociale ben preciso. Un passo che oggi può essere considerato primitivo e superato e spesso lo è ma allora era progresso. Infatti sarebbe impossibile amare il Padre nostro che è nei cieli “in spirito e verità” o accettare di “sottomettersi a Allah” cioè alla Volontà di qualcun altro senza una profonda rivoluzione interiore individuale. Non puoi amare il creatore e nello stesso tempo odiare le sue creature. O servi il tuo Prossimo quando ha bisogno del tuo aiuto, o distruggi/ ignori il tuo Prossimo – e ciò per il tuo tornaconto “personale” (persona = maschera), in questo caso non c’è una via di mezzo. Uccidere è tradire se stessi e rinnegare il creatore della vittima, che è lo stesso creatore dell’assassino. Il fatto di difendersi da un attacco fisico è un’altra cosa. Puoi scegliere di morire oppure di difenderti. Anche il popolo ebraico era sempre in guerra ma non l’hai mai criticato. Eppure io non vedo differenze. Da non confondere le informazioni date dagli alieni ai primitivi per poter sopravvivere, poi alterate, incomprese, distorte, manipolate dagli imperi, falsi teologi/ imam e delinquenti comuni, con le istruzioni che gli extraterrestri hanno dato a noi, oggi, uomini dell’Era scientifica, che in teoria dovrebbero ragionare in modo completamente diverso dai primitivi delle epoche prescientifiche. Nei testi di Rael (tutti gratuiti) non troverai mai nessun incitamento all’odio, alla violenza, alla morte altrui, queste cose sono un abominio.

    @camillo said:
    ( Bello no?) … (molto aperta e democratica questa religione!) … (bellissimo augurio messo in bocca ad un allah umanizzati e iroso) …

    I passaggi dal Corano che hai riportato descrivono la pena prevista per i criminali di un’epoca oscura ed oscurantista, molto lontana da noi… lo stesso trattamento era riservato ai musulmani da parte dei loro vicini idolatri (finti) “pagani” e da parte dei cosiddetti (finti) “cristiani” e (finti) “ebrei” – par condicio, nei Vangeli Gesù invece minaccia con un inferno ETERNO quasi tutta l’umanità, cosa ben più grave e tu non dici mai niente.

    @camillo said:
    (Io questa storia del paradiso che giace all’ombra delle spade non la sapevo proprio, ma sembra che molti islamici la prendono alla lettera, si procurano il paradiso con il martirio.)

    Ritorna la domanda di partenza, secondo TE è giusto o ingiusto difendersi in una guerra di 1000 o 3000 anni fa? E’ giusto o ingiusto arrestare e punire/ curare (a seconda delle tue capacità) i grandi criminali della Terra? O è meglio lasciarli liberi mischiati al resto della popolazione? Su questo argomento esistono pareri divergenti. Dalla tua risposta dipende se considerare il Corano un buon libro o un cattivo libro.


    #312485
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Caro Omega

    I passaggi dal Corano che hai riportato descrivono la pena prevista per i criminali di un’epoca oscura ed oscurantista, molto lontana da noi… lo stesso trattamento era riservato ai musulmani da parte dei loro vicini idolatri (finti) “pagani” e da parte dei cosiddetti (finti) “cristiani” e (finti) “ebrei” – par condicio, …

    Ma cosa dici? Era la pena per gli infedeli, è detto chiaramente, più e più volte. ci sono decine di sure ti ricordo la 9:123

    I musulmani devono far guerra agli infedeli che vivono intorno a loro [Sura 9:123]

    Infedeli… prendi occhiali e leggi.. infedeli.
    Questa risposta travisa l’evidenza, è una menzogna bella e buona.
    Se cominciamo a raccontarci balle a mancare basi comuni.

    Per me è EVIDENTE che sei Mussulmano travestito da Raeliano, quindi quando poi come altre volte accusi altre religioni dicendo:

    nei Vangeli Gesù invece minaccia con un inferno ETERNO quasi tutta l’umanità, cosa ben più grave e tu non dici mai niente

    Non ci siamo proprio: Assolvi bellamente con voli pindarici l’ISLAM, ma trovi sempre strane scuse per criticare il cristianesimo. Ma come? non eri per l’idea che tutte le religioni sono uguali e ispirate da Rael?
    E va beh! penso che di contraddizioni il lettore ne abbia viste abbastanza.


    #312486

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    Ma cosa dici? Era la pena per gli infedeli,

    Definisci gli infedeli, chi erano questi “infedeli” per Allah? Ovviamente i criminali. Chi ti ha detto che gli infedeli sarebbero i non musulmani? I mass media? Ebbene ti hanno ingannato e preso in giro. Pure nei Vangeli gli infedeli/ increduli sono rifiutati da Cristo e condannati da Dio quindi minacciati con l’inferno. E’ ovvio che in entrambi i casi il creatore è come se stesse dicendo alla creatura: “ti ho rivelato la verità, ti ho mostrato le prove, ti ho dato una legge, ora sai come devi comportarti e perché, e se non lo fai non hai scuse”. Non c’entra essere di questa o di quella religione, o di nessuna religione, c’entra la tua giustizia nei confronti del creatore e del Prossimo. Si parla dell’infedeltà NON rispetto a una rivelazione X o Y ma rispetto alla tua comprensione interiore della verità, quindi in ultima analisi rispetto alla TUA verità interiore, qualunque essa sia. L’uomo NON è colpevole perché non appartiene a questa o a quella religione – sono sciocchezze – ma è colpevole quando mente a se stesso. Tanto è vero che il Corano immagina i (veri) Ebrei, i (veri) Cristiani ed i (veri) Musulmani in Paradiso ed i finti/ falsi/ sedicenti ebrei, cristiani e musulmani nell’inferno. Questi, sono i fondamenti della spiritualità di tutte le scritture, e ancora non li conoscete? Non conta se tu sei Buddhista, Ebreo, Cristiano o Musulmano, conta esclusivamente se sei giusto (fedele a se stesso) oppure un criminale, cioè infedele a te stesso, ovvero traditore di te stesso e di conseguenza del tuo Prossimo e di conseguenza del tuo creatore. Essere criminali NON è trasgredire una legge (che potrrebbe anche essere iniqua) bensì SAPERE con certezza che una cosa è sbagliata, che danneggia te stesso o il Prossimo o la Natura o il creatore – ma farla lo stesso. Riguarda la TUA coscienza di cosa è giusto, non quanto si legge in un libro non scritto da te dunque spesso interpretato a caso in modo arbitrario. “La lettera uccide, ma lo Spirito vivifica”. Lettera che non viene compresa nel suo significato profondo, e nel suo contesto originario, è lettera morta che guida altri morti (anime morte) verso l’autodistruzione.

    @camillo said:
    è detto chiaramente, più e più volte.

    Certo che è detto ma bisogna comprendere, leggere non è sufficiente.

    @camillo said:
    Per me è EVIDENTE che sei Mussulmano

    Ah, ne prendo atto.

    @camillo said:
    quando poi come altre volte accusi altre religioni dicendo:

    Non era un’accusa, attenzione, visto che per me le scritture sono contenitori di una saggezza incommensurabile; del resto anche Muhammad minaccia con un inferno ETERNO quasi tutta l’umanità. Tutto uguale insomma, tra l’altro l’inferno islamico sembra più terribile di quello cristiano.

    @camillo said:
    Non ci siamo proprio: Assolvi bellamente con voli pindarici l’ISLAM,

    Non direi, innanzitutto occorre separare le scritture, dalle organizzazioni religiose che le sfruttano, perché le scritture io le comprendo benissimo mentre le organizzazioni religiose, le loro interpretazioni di ieri e di oggi e le loro regole NO, non le comprendo e non le approvo.

    Poi occorre distinguere tra le epoche prescientifiche e l’attuale era scientifica iniziata nel 1945 dopoCristo. Una parte delle informazioni contenute è universale (ad esempio gli insegnamenti sull’amore), ma l’altra parte delle informazioni contenute è OBSOLETA, non adatta all’uomo moderno ad esempio la posizione dell’islam sull’omosessualità, la punizione dei criminali etc, non per caso il Corano è stato scritto non oggi ma molto tempo fa quindi è stato ideato per uomini primitivi, che – probabilmente – avevano bisogno ANCHE di quella parte, oggi giustamente considerata inaccettabile.

    Quanto alle guerre ho già spiegato che oggi un islamico NON ha più bisogno di difendersi perciò per me quei versetti è come se non esistessero. Fanno parte di un passato ormai inesistente.

    Portare il burqa è una tradizione beduina preislamica, non c’entra il Corano.

    Infine c’è un grave problema con l’islam, presente pure in altre religioni (antiche): la tendenza al totalitarismo e alla teocrazia. Ovvero, alcuni/ molti islamici credono di dover convertire l’intero pianeta all’islam. Tuttavia i cristiani progettano la stessa cosa quando dicono che “non c’è salvezza al di fuori di Cristo”, o addirittura “al di fuori della Chiesa Cattolica” e inviano missionari soprattutto nel cd. “terzo mondo” per indottrinare e addormentare invece di sfamare la popolazione povera derubata dai banksters. Gli ebrei pur non facendo proselitismo sono convintissimi che l’unica verità è la loro, e da come trattano i Palestinesi sembrerebbe che si credono Dio loro stessi, intendo i governanti. Diversi buddhisti pensano che dopo il Buddha nessun altro avrebbe portato la verità sulla Terra o un insegnamento migliore di quello buddhista. E cosi via, è la “deformazione professionale” di quasi tutti i credenti in Dio o in un insegnamento. La mia opinione è che tutta questa gente si sbaglia clamorosamente, perché è vero che ogni grande religione diffonde frammenti della verità ma nessuna di quelle possiede il messaggio completo, perché il creatore ha voluto che i popoli e culture si incontrassero nella ricerca comune della verità ultima. Chiunque esclude le altre rivelazioni chiude la Porta della Conoscenza integrale – dunque sceglie di vivere volontariamente nella menzogna.

    Mezza verità = mezza bugia = menzogna = illusione, ed ogni illusione genera sofferenza e ulteriore chiusura mentale.

    Se io fossi un musulmano (o cristiano), la mia interpretazione del Corano (ma anche della Bibbia) sarebbe abbastanza diversa da quella ufficiale. Eliminerei ogni riferimento alla violenza dalle sacre scritture e quello che resta andrebbe letto alla luce delle moderne scoperte scientifiche (quindi niente persecuzione degli omosessuali, niente punizione dei criminali, niente esclusione delle altre verità rivelate, niente discriminazione delle donne, niente manie di grandezza, etc). Sarebbe un Islam bellissimo! E assolutamente pacifico. Sono piccole modifiche adatte ai tempi, che TUTTI i VERI musulmani dovrebbero adottare, se davvero amano Allah e rispettano i Diritti Umani.

    @camillo said:
    ma trovi sempre strane scuse per criticare il cristianesimo.

    Impressione errata. Veramente ho menzionato Gesù soltanto perché dicevi che la violenza sarebbe soltanto nel Corano quando io la trovo anche nei Vangeli, anche nella Bibbia ebraica, anche nei Veda, nelle ideologie politiche, ovunque. In un topic che parla malissimo di una sola religione, manca l’equilibrio, le controparti. La critica non dev’essere fine a stessa ma sempre motivata e contestualizzata.

    @camillo said:
    Ma come? non eri per l’idea che tutte le religioni sono uguali

    La questione della spiritualità umana non può essere semplificata e liquidata così, in questo modo, perché molto più complessa e articolata. Tutte le grandi religioni provengono dalla stessa fonte (creatore o un gruppo di creatori) ed hanno le stesse finalità ma ognuna ha i suoi pregi e difetti che andrebbero approfonditi separatamente uno ad uno quindi compresi, non creduti e accettati ad occhi chiusi.

    C’è il significato originale di quegli insegnamenti e c’è il significato alterato, dal criminale di turno e dal potere per fini politico-militari. Alcuni insegnamenti vengono meglio esposti nel buddhismo, altri nel cristianesimo, altri ancora nell’islam etc. Quindi che senso avrebbe dire che la “religione X è meglio della religione Y”? Io prendo il meglio da tutte e contesto il peggio di ognuna. Non c’è meglio e peggio nel loro insieme (non è una gara) ma bisogna fare uno studio serio a 360° senza preconcetti per individuare le parti sane e attuali di ogni insegnamento quindi verificarlo, riconoscerlo interiormente, e attenersi solo a quello.

    @camillo said:
    e ispirate da Rael?

    Il Maitreya Rael, l’ultimo profeta prima del Giudizio Universale è nato nel 1946 dC e solo nel 1973 dC ha ricevuto il messaggio extraterrestre che da 43 anni sta portando nel mondo con coraggio ed entusiasmo; come dunque potrebbe essere, lui, ispiratore delle religioni fondate centinaia e migliaia di anni fa?


Stai vedendo 10 articoli - dal 651 a 660 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.