io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 874 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 1 anno, 12 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 671 a 680 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #312621

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    Una delle cose che più ho osservato nell’islam è: il GIOCARE con le parole…
    Gira la frittata reiterpreta chiarisci punto per punto.
    Ti vorrebbero far passare per stupido…

    Sarebbe impossibile capire le scritture senza una guida diretta in tempo reale da parte dell’autore delle scritture stesse, che per deisti-teisti è un Dio soprannaturale e che per me invece è una civiltà extraterrestre dunque uomini come noi, soltanto più progrediti. I veri cristiani te lo confermeranno, basta che glielo chiedi. Io non dico che soltanto i sacerdoti, “pastori” e imam possono leggere e comprendere i Vangeli e il Corano, tutti possono leggere e comprendere, dico però che soltanto chi dedica tutta la sua vita allo studio delle scritture può leggere e comprendere i Vangeli e il Corano – e ciò è valido per un qualsiasi culto religioso basato sui testi antichi contraddittori. E’ inconcepibile per me avventurarsi nella lettura letterale delle “sacre” scritture, del Mito dei vari popoli, e delle leggende, senza prima connettersi alla Sorgente dalla quale codesti insegnamenti racconti e spiegazioni indirettamente e in parte sono scaturiti tanto tempo fa. Chi desidera farlo è libero di tentare ma i risultati inevitabilmente saranno disastrosi, perché le parole, frasi, locuzioni, modi di dire nel campo spirituale hanno un significato diverso se non contrario al loro apparente significato letterale soprattutto se decontestualizzato. Ciò non è un caso, perché nell’originale trovi gli stessi giochi di parole più o meno incomprensibili alla prima lettura – dunque significati paralleli a più livelli – che successivamente vengono adoperati dagli esegeti per tornare all’origine. Ti faccio degli esempi: un testo criptato NON ha il significato che è stato scritto, occorre decriptarlo per trovare il VERO significato. Il testo criptato che appare serve per cercare il testo nascosto (in chiaro), non per essere preso sul serio. Ebbene il creatore o chi per lui ha voluto che soltanto colui che realmente dedica intera sua vita al creatore riuscisse progressivamente a scorgere versetto dopo versetto nel corso degli anni il significato profondo di tutte le scritture, ed è appunto necessario comprendere il significato profondo di tutte le scritture per poter comprendere, accettare, scegliere e mettere in pratica ognuno la sua religione in quanto si tratta di insegnamenti complementari. Per questo motivo, i veri Cristiani e veri Musulmani in questo mondo sono pochi. E per lo stesso motivo in questo mondo ci sono moltissimi finti sacerdoti, finti “pastori” e finti imam che insegnano quello che gli pare e non i Vangeli e il Corano. Questi criminali ti diranno che solo alcuni comprendono le scritture (affermazione vera) e che soltanto loro, codesti criminali, conoscono l’interpretazione originale (affermazione falsa). Per smascherare i finti sacerdoti, finti “pastori” e finti imam non è sufficiente dire “so tutto io” ma bisogna veramente conoscere l’interpretazione originaria di tutte le scritture. Non è il “giocare con le parole” ad essere sbagliato ma farlo con l’intenzione di ingannare il Prossimo. Sia il “buono” sia il “cattivo” ti dirà che quello che è scritto non significa quello che è scritto; con la differenza che il primo te lo dirà perché di solito ciò è vero, il secondo tira a indovinare nella migliore delle ipotesi, è un ciarlatano, oppure è un truffatore che sfrutta la Religione per fini politico-militari o di lucro. Nella peggiore delle ipotesi.

    @camillo said:
    chi non segue il corano sbaglia,

    Non chi non segue il Corano ma chi non segue la propria coscienza, il cui livello però dipende dai suoi sforzi di risvegliarsi oppure scegliere di restare oscuri-oscurati (illusi). Le “sacre” scritture sono la promemoria della realtà-verità che tutti abbiamo (o siamo) dentro, non viceversa.

    @camillo said:
    Poi a scuola fai un discorso logico sequenziale di matematica dove c’è poco da camuffare… sono persi… Per forza! Le palle che ci raccontiamo ingarbugliano la logica.
    La trasmissione del sapere attraverso il linguaggio è cosa delicata.
    Anche se si cerca di stabilire una rigorosità semantica accurata, gran parte del trasmesso va perduto nella fase ricevente, se poi trasformiamo tutto in una interpretazione … comodo. E si vede bene con centinaia di Imam

    Esattamente. Poiché in TV ci raccontano che la Religione sarebbe una banale “appartenenza esteriore” a qualcosa o qualcuno e non un capire, un comprendere e un sperimentare, come invece dovrebbe essere…

    @camillo said:
    In fin dei conti anche gli assassini fanatici che in nome di “Allah è grande” hanno ammazzato i vignettisti hanno interpretato a loro modo certe parti del corano versetti che dicono chiaramente di uccidere, mentire agli infedeli. Anzi FORSE I VERI ISLAMICI ORTODOSSI SONO LORO, in effetti se parli con loro questo ti dicono.

    Per questo ho detto che ai criminali dovrebbe essere severamente vietato di leggere le cosiddette “sacre” scritture – antiche/ recenti indifferentemente.


    #312622
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Immagino…Parole…. parole.. sempre in un unico senso, che nascondono l’islamico intrufolato dietro copertura raeliana, preoccupato di “Ammorbidire” e difendere l’indifendibile, perchè l’Islam attuale ha perso il messaggio, ha attaccato la SCIENZA nel momento in cui ha assassinato i vignettisti, con più o meno giustificazione della maggior parte degli Islamici.
    Allah è una storiella per giustificare i propri comodi.
    Strutture come lo sciamanesimo contengono più coerenza e logica di strutture obsolete ed intolleranti e antidemocratiche come l’ISLAM.
    In questi giorni si è scoperto che Imam mandavano soldi delle offerte all’ISIS. Ricordo i fischi nella partita di calcio della Turchia dopo le stragi nel minuto di silenzio.
    Erdogan sta distruggendo quel poco di democratico che c’era nell’islam.
    Io sono Charlie, proseguirò sempre nella battaglia contro il medio evo ignorante ISLAMICO, parolaio che pretende dagli altri libertà e democrazia e dove governa chiude porte finestre e peggiora di giorno in giorno.


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    #312625
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Due italiani feriti in Indonesia fatti dai soliti devoti che leggono il corano pensado che dica esattamente quello che è scritto in molte sure: uccidete gli infedeli. Con corollario: uccidete chi si oppone al fatto che l’ISLAM domini anche l’aspetto politico.
    Ovviamente siccome non c’è ancora la rivendicazione dicono che occorre avere prove … E chi vuoi che sia stato? I testimoni di Geova?

    A dire la verità un dubbio che sia di matrice Islamica ce l’hanno. Infatti recentemente è passata una legge che grossomodo ricorda ciò che fece Mustafa Kemal Atatürk in Turchia: io traduco con la frase:
    Libero stato in libero Islam.
    Insomma anche in Tailandia c’è qualche persona ragionevole e democratica, ma se cominciamo con la ragionevolezza che ne è della moltitudine di “devoti islamici ignoranti?”
    L’ISLAM ha bisogno di ignoranza e menzogna, una volta non era così, anzi tanto che i veri MISTICI avevano fondato il SUFISMO. Il Sufismo a me ricorda le linee esoteriche tipo RosaCroce lì sì che vedi distacco, conoscenza, amore. Ma sembrano eclissati inascoltati.

    In Turchia Erdogan sta uccidendo tutto ciò che di buono Mustafa Kemal Atatürk aveva costruito.
    Erdogan è un arrivista che è lontano dalla spiritualità mille miglia, si è appoggiato al fanatismo religioso per salire prima democraticamente, ora da puro dittatore.
    Già nelle ultime elezioni le cose erano apparse poco chiare, i voti gli ha avuti .. ma come? A mio avviso il buon Obama ( che sia un buono lo penso veramente, come lo è questo papa… ma l’inferno è lastricato di buone intenzioni) è stato giocato alla grande, da questo furbastro.
    Erdogan finanziava l’ISIS questo ormai lo sanno tutti.
    Erdogan ha sfruttato la strana esagerata avversità che Obama ha per il presidente della SIRIA Asad (ci sono infiniti personaggi peggiori, ma per un qualche motivo Obama vede lì il nemico assieme a Putin).
    Erdogan ha cominciato con i ricatti, usa i profughi, sfrutta la posizione geografica e il fatto che lì l’America ha basi importanti ecc. Gli scrupoli di Erdogan sono ridotti quasi a zero. Erdogan era preoccupatissimo per le prossime elezioni e per un opposizione interna che, nonostante i suoi bavagli, cominciava a far presa sulle menti non ottenebrate dagli imam al suo servizio.

    Quando la Russia per fare un dispetto ad Obama che vede in Putin dio sa quale demonio.. (Obama è strano… è un buono ma vede male e si lascia abbindolare) lo ha anticipatamente informato di un possibile Golpe.. è andato a nozze. Ha fatto l’auto-golpe. una sceneggiata ridicola, ma pesante nelle conseguenze. Aveva già le liste di giudici, dirigenti, professori, laici da colpire.
    Ora TUTTI vedono che è un dittatore, ma la sua gloria passerà! ne abbiamo viste di queste personalità… sempre finite male. Cancellate con infamia dalla storia.

    Intanto i ribelli di Aleppo finanziati e supportati dall’America in funzione anti Asad non ce la fanno più. Hanno mandato una lettera ad Obama dicendo grossomodo così: non ci servono supporti ma un appoggio militare.
    Obama però ormai non può più muoversi in quel senso, si sente responsabile e non vorrebbe abbandonarli, ma l’azione militare diretta è impossibile.
    La Siria è ancora uno stato sovrano.. Però si potrebbe rifare il giochino delle armi chimiche usate dai Ribelli accusando poi il governo di Asad e quindi l’ONU interviene e…
    Cosa fa allora Putin? Si preoccupa di bombardare i depositi di armi chimiche dei ribelli filo-americani.
    Ma come!!!! Anche i ribelli avevano le armi chimiche? Quelle armi odiate da Obama? Ma ad Obama non glielo ha detto nessuno? Insomma è tutto una farsa.
    Ecco la notizia di ieri:
    Per la quarta volta lo squadrone di Tu-22M3 decollati dal Sud della Russia ha colpito bersagli dell’ISIS in Provincia di Raqqa, questa volta concentrandosi contro un laboratorio di produzione di agenti chimici e i suoi magazzini di stoccaggio.


    #312627

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    […] Immagino… Parole…. parole.. sempre in un unico senso,

    Interessante analisi politica ma sulle questioni dottrinali non sarei tanto d’accordo… Nemmeno “amerai il prossimo tuo come te stesso” ha il significato apparente figuriamoci tutto il resto. Agli occhi di un principiante diventa “non amare il prossimo tuo perché non ami te stesso”, o peggio ancora “ama la maschera del prossimo tuo come ami anche la tua maschera”… Davvero pensi e sei convinto che le sacre scritture dovrebbero essere interpretate letteralmente e che il vero significato è esattamente quello che è scritto – anche quando decontestualizzato e palesemente non compreso, o contraddittorio?

    Quindi…

    «Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra: sono venuto a portare non pace, ma spada! Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa» (Matteo 10:34-36).

    «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu và e annunzia il regno di Dio» (Luca 9:60).

    «Ma ora, chi ha una borsa la prenda, e così chi ha una sacca; chi non ha spada, venda il mantello e ne compri una» (Luca 22:35).

    «E quelli ch’eran con lui, vedendo quel che stava per succedere, dissero: Signore, percoterem noi con la spada? E uno di loro percosse il servitore del sommo sacerdote, e gli spiccò l’orecchio destro» (Luca 49:50).

    «Ma essi non vollero riceverlo, perché era diretto verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: “Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?”» (Luca 9:53).

    «Che cosa farà dunque il padrone della vigna? Verrà e sterminerà quei vignaioli e darà la vigna ad altri. Non avete forse letto […]» (Marco 12:1-11).

    «Ma essi, udito ciò, esclamarono: “Non sia mai!”. Allora egli si volse verso di loro e disse: “Che cos’è dunque ciò che è scritto: La pietra che i costruttori hanno scartata, è diventata testata d’angolo? Chiunque cadrà su quella pietra si sfracellerà e a chi cadrà addosso, lo stritolerà”» (Luca 20:9-18).

    «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quei diciotto, sopra i quali rovinò la torre di Sìloe e li uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo» (Luca 13:2-5).

    «Taglialo. Perché deve sfruttare il terreno? Ma quegli rispose: Padrone, lascialo ancora quest’anno finché io gli zappi attorno e vi metta il concime e vedremo se porterà frutto per l’avvenire; se no, lo taglierai» (Luca 13:8-9).

    «Un tale gli chiese: “Signore, sono pochi quelli che si salvano?”. Rispose: “Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete […] Allontanatevi da me voi tutti operatori d’iniquità! Là ci sarà pianto e stridore di denti quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio e voi cacciati fuori”» (Luca 13:23-28).

    «Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno giorni nei quali si dirà: Beate le sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno allattato. Allora cominceranno a dire ai monti: Cadete su di noi! e ai colli: Copriteci! Perché se trattano così il legno verde, che avverrà del legno secco?» (Luca 23,28-31).

    «Ricorda loro che siano sottomessi ai magistrati e alle autorità, che siano ubbidienti, pronti a fare ogni opera» (Tito 3:1).

    «Siate sottomessi, per amor del Signore, a ogni umana istituzione: al re, come al sovrano; ai governatori, come mandati da lui per punire i malfattori e per dare lode a quelli che fanno il bene. Perché questa è la volontà di Dio: che, facendo il bene, turiate la bocca all’ignoranza degli uomini stolti […]. Onorate il re» (1 Pietro 2:13-17).

    «Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare TUTTO ciò che vi ho COMANDATO» (Matteo 28:19-20, CEI).

    «Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli» (Matteo 28:19, Nuova Riveduta).

    «Nessuno ha mai visto Dio» (Giovanni 1:18).

    «Non chiamate nessuno sulla terra vostro padre, perché uno solo è il Padre vostro, quello che è nei cieli. Non vi fate chiamare guide, perché una sola è la vostra Guida, il Cristo; […]» (Matteo 23:9-10).

    «In quel tempo, Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali aveva compiuto il maggior numero di miracoli, perché non si erano convertite: Guai a te, Corazin! Guai a te, Betsaida. Perché, se a Tiro e a Sidóne fossero stati compiuti i miracoli che sono stati fatti in mezzo a voi, già da tempo avrebbero fatto penitenza, ravvolte nel cilicio e nella cenere. Ebbene io ve lo dico: Tiro e Sidóne nel giorno del giudizio avranno una sorte meno dura della vostra. E tu, Cafàrnao, “sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai!”. Perché, se in Sòdoma fossero avvenuti i miracoli compiuti in te, oggi ancora essa esisterebbe! Ebbene io vi dico: Nel giorno del giudizio avrà una sorte meno dura della tua!» (Matteo 11:20-24).

    «Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. Gesù disse loro: Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata» (Matteo 24:1-2).

    «Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. […] per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine. […] allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. […] Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato. Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati. […] Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto TUTTE LE TRIBU’ DELLA TERRA, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli. […] sappiate che Egli è proprio alle porte. In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre. Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l’altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l’altra lasciata. […] Perciò anche voi state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà. […] Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così! In verità vi dico: gli affiderà l’amministrazione di tutti i suoi beni. Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire, […] arriverà il padrone quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa, lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti» (Matteo 24:4-51).

    «Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato» (Giovanni 3:17-18).

    «Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio incombe su di lui» (Giovanni 3:36).

    «Chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non avrà perdono in eterno: sarà reo di COLPA ETERNA» (Marco 3:28-30).

    «Non sarà perdonato né in QUESTO MONDO né in QUELLO FUTURO» (Matteo 12:32).

    «Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui» (1 Giovanni 2:15).

    «[…] perché tutto quello che è nel mondo […] non viene dal Padre, ma dal mondo. E il mondo passa […] ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno!
    Figlioli, questa è l’ultima ora. Come avete udito che deve venire l’anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l’ultima ora. Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri» (1 Giovanni 2:16-19).

    «Chi non è con me è contro di me» (Matteo 12:30).

    «ORA E’ IL GIUDIZIO DI QUESTO MONDO; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori» (Giovanni 12:31).

    «[…] il principe di questo mondo è stato giudicato» (Giovanni 16:11). «[…] egli non ha nessun potere su di me» (Giovanni 14:30).

    «Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto» (Luca 21:17-18).

    «Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù: […] sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano» (Esodo 20,2-5).

    «Maestro buono, che cosa devo fare per avere la vita eterna?. Gesù gli disse: Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti […]» (Marco 10:17-19).

    «La tua malvagità è quella che ti castiga; le tue infedeltà sono la tua punizione. Sappi dunque e vedi che cattiva e amara cosa è abbandonare il SIGNORE, il tuo Dio, e il non aver di me nessun timore, dice il Signore, DIO degli eserciti» (Geremia 2:19).

    «Metterò a morte i suoi figliuoli; […]» (Apocalisse 2:20-23).

    «Serpenti, razza di vipere, come scamperete al giudizio della geenna?» (Matteo 23:33).

    «Infatti, se persistiamo nel peccare volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati; ma una terribile attesa del giudizio e l’ardore di un fuoco che divorerà i ribelli. Chi trasgredisce la legge di Mosè viene messo a morte senza pietà sulla parola di due o tre testimoni. Di quale peggior castigo, a vostro parere, sarà giudicato degno colui che avrà calpestato il Figlio di Dio e avrà considerato profano il sangue del patto con il quale è stato santificato e avrà disprezzato lo Spirito della grazia? Noi conosciamo, infatti, colui che ha detto: “A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione!” E ancora: “Il Signore giudicherà il suo popolo”. È terribile cadere nelle mani del Dio vivente» (Ebrei 10:26-31).

    «[…] è impossibile ricondurli di nuovo al ravvedimento perché crocifiggono di nuovo per conto loro il Figlio di Dio e lo espongono a infamia […] se produce pruni e spine, non ha alcun valore ed è vicina alla maledizione: sarà infine arsa dal fuoco!» (Ebrei 6:6-8).

    «[…] il peccato è la violazione della legge» (1 Giov. 3:4). «[…] il salario del peccato è LA MORTE» (Romani 6:23). «Se uno vede il proprio fratello commettere un peccato che non conduce alla morte, preghi, e Dio gli darà la vita; s’intende a coloro che commettono un peccato che non conduce alla morte: c’è infatti un peccato che conduce alla morte; per questo dico DI NON PREGARE» (1 Giovanni 5:16-17).

    «Fuori i cani, gli stregoni, gli idolatri […]. Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro; […]» (Apocalisse 22:15-21). «Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi» (Matteo 7:6).

    «Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo» (Luca 14:26).

    «Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna» (Giovanni 12:25).

    «Se dunque siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù dove Cristo è seduto alla destra di Dio. Aspirate alle cose di lassù, non a quelle che sono sulla terra; poiché voi moriste […]» (Colossesi 3:1).

    «Servi, ubbidite in ogni cosa ai vostri padroni secondo la carne; non servendoli soltanto quando vi vedono, come per piacere agli uomini, ma con semplicità di cuore, temendo il Signore. Qualunque cosa facciate, fatela di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini, sapendo che dal Signore riceverete per ricompensa l’eredità. Servite Cristo, il Signore! Infatti chi agisce ingiustamente riceverà la retribuzione del torto che avrà fatto, senza che vi siano favoritismi» (Colossesi 3:25).

    «Che volete che io faccia per voi? Essi gli dissero: Concedici di sedere uno alla tua destra e l’altro alla tua sinistra nella tua gloria» (Marco 10:36-37).

    «Nessuno s’inganni. Se qualcuno tra di voi presume di essere un saggio in questo secolo, diventi pazzo per diventare saggio; perché la sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio» (1 Corinzi 3:18-19).

    «[…] perché Dio non è un Dio di confusione […]. Come si fa in tutte le chiese dei santi, le donne tacciano nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare; stiano sottomesse, come dice anche la legge. Se vogliono imparare qualcosa, interroghino i loro mariti a casa; perché è vergognoso per una donna parlare in assemblea» (1 Corinzi 14:33-35).

    «La donna impari in silenzio, con ogni sottomissione. Non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sull’uomo [di dettare legge], ma ordino che stia in silenzio» (1 Timoteo 2:11-12).

    «Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non fu Adamo ad essere ingannato, ma fu la donna che, ingannata, si rese colpevole di trasgressione. Essa potrà essere salvata partorendo figli, se persevererà nella fede […]» (1 Timoteo 2:13-15).

    «Ma voglio che sappiate che il capo di ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l’uomo […] ogni donna che prega o profetizza senza avere il capo coperto fa disonore al suo capo, perché è come se fosse rasa. Perché se la donna non ha il capo coperto, si faccia anche tagliare i capelli! Ma se per una donna è cosa vergognosa farsi tagliare i capelli o radere il capo, si metta un velo. 7 Poiché, quanto all’uomo, egli non deve coprirsi il capo, essendo immagine e gloria di Dio; […] perché l’uomo non viene dalla donna, ma la donna dall’uomo; e l’uomo non fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo. Perciò la donna deve, a causa degli angeli, avere sul capo un segno di autorità. […] Giudicate voi stessi: è decoroso che una donna preghi Dio senza avere il capo coperto? Non vi insegna la stessa natura che se l’uomo porta la chioma, ciò è per lui un disonore? […] Se poi a qualcuno piace essere litigioso, noi non abbiamo tale abitudine; e neppure le chiese di Dio» (1 Corinzi 11:3-16).

    «Ogni creatura che respira, lodi il SIGNORE. Alleluia» (Salmo 150:6)!

    Ordunque una possibile interpretazione letterale e decontestualizzata (cioè criminale) potrebbe essere la seguente: il CRISTIANO deve comprare armi, odiare il mondo padre madre amici fratelli figli quindi partire “in missione” (armato), accettare di buon grado martirio – qualunque cosa dovesse significare anche “farsi esplodere” nella sua “accezione moderna”, essere catastrofista-veggente e “apocalittico”, rinunciare alla ragione, e alla Terra, essere pazzo, offendere e sottomettere la donna – sulla qual testa metterà il velo, separarsi dai cani dai porci dai miscredenti e dai “morti”, picchiare fedeli poco fedeli cioè infedeli disubbidienti, amare il potere, conquistare quindi indottrinare il pianeta intero, anzi, l’universo secondo quanto ha comandato il suo messia Gesù 2000 anni fa dunque imporre quella “verità” ad ogni creatura (vuol dire convertire e battezzare) e se uno si oppone minacciare di morte il povero malcapitato, invocare gl’inferi, maledizioni, e fuoco dal Cielo sopra il ribelle di turno (a volte colpirlo con qualche arma terrena, o mistica) il quale ha osato sfidare le disposizioni e gli ordini imperituri del signore degli eserciti, l’iddio invisibile universale che nessuno ha mai visto e che però tutti, indistintamente, devono lodare e pagare, qui-ed-ora.

    Un quadro desolante, insomma, fanatico, talebano, integralista e… un po’ “jihadista”.

    @camillo said:
    perchè l’Islam attuale ha perso il messaggio, ha attaccato la SCIENZA

    «Non ha forse Dio dimostrato stolta la sapienza di questo mondo?» http://www.naiot.it/LaParolaFile/Spurgeon/lapazziadiDio.htm


    #312628
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @omega Said,
    Molto bene sono riuscito a rendere evidente ai pochi eventuali lettori come la pensi sul cristianesimo e come difendi gli ISLAMICI. Super parte? No non lo sei proprio.
    Gesù non amava la violenza mentre Maometto… ma ognuno lo può vedere se è libero pensatore.
    In qualche modo il messaggio Cristiano si è incanalato nel bene, (marito della scienza)
    I Vignettisti di Chalie avevano attaccato Papa e chiesa direi con molto più accanimento.
    Ma nessun cristiano ha ammazzato i vignettisti, ma se anche un pazzo lo avesse fatto TUTTI i CRISTIANI ATTUALI avrebbero criticato, manifestato.
    L’ISLAM si è incanalato nel male. TROPPI approvano! Scusano; Giustificano.
    Anche tu sei tra questi a mio avviso.
    Hai una paura matta che si parli male del tuo ISLAM, nonostante NON esista un paese ISLAMICO democratico


    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 3 mesi fa da camillo camillo.
    #312630

    Omega
    Partecipante

    @camillo said:
    Molto bene sono riuscito a rendere evidente ai pochi eventuali lettori come la pensi sul cristianesimo

    Ho previsto questa tua reazione ma niente è come sembra. Io amo quei versetti CRISTIANI che ho riportato, e so benissimo che Yahshua (Gesù) non ha insegnato la violenza ma ti ho voluto dimostrare con esempi pratici come decontestualizzando, un qualunque testo assume un significato alterato spesso contrario al suo senso originario. Se alteri la parola di Camillo agisci da antiCamillo, se alteri la parola di Omega agisci da antiOmega, se alteri la parola di Cristo agisci da antiCristo, dunque ugualmente se alteri la parola di Maometto agisci da antiMaometto. A chi giova però questa manipolazione volontaria delle Religioni? Uno dei comandamenti è: non mentire, non dire falsa testimonianza etc. Quando usi due pesi e due misure automaticamente alteri la parola di qualcuno e ciò porta all’incomprensione del testo nella migliore delle ipotesi, oppure alla malafede nella peggiore. Infatti ho detto che sia i Vangeli sia il Corano devono essere sempre DECRIPTATI dallo “Spirito” (coscienza superiore) e non interpretati letteralmente dalla mente convenzionale di un uomo ordinario (imam o teologo, o un “fedele” qualsiasi) per di più decontestualizzando ogni cosa. Il processo interiore di decriptazione delle Sacre Scritture non è per tutti (perché non tutti sono pronti a scoprire la realtà-verità di quegli insegnamenti), si preferisce la “tradizione” all’originale, ma è il libero arbitrio, va bene così. Per te è giusto interpretare letteralmente e decontestualizzare il Corano, ma decriptare i Vangeli. Due pesi due misure. Io invece dico che i Vangeli e il Corano entrambi insegnano la pace – per cui sono equivalenti, l’uno vale l’altro – a condizione di decriptare e contestualizzare tutte le scritture esistenti al mondo. In questi studi, l’imparzialità è obbligatoria. Anche il buon senso.

    @camillo said:
    I Vignettisti di Charlie […]

    Parli di quella vicenda come se qualcuno qui appoggiasse il loro assassinio, io e orsoinpiedi ti abbiamo già spiegato come la pensiamo in proposito (gli altri non saprei) ma tu non riesci ad accettare che qualcuno possa avere una Visione dei Mondi (politico-filosofica) diversa dalla tua e nello stesso tempo condannare quel crimine. Tu vorresti che noi ci convertiamo al tuo credo, solo allora saresti contento. Ma non accadrà mai, eh, prendere o lasciare.

    @camillo said:
    Hai una paura matta che si parli male del tuo ISLAM

    Versione riveduta e corretta: Ho una paura matta che tu ti perda e finissi nell’inferno cristiano ecco tutto. Islam può anche sparire, non conta più nulla.

    @camillo said:
    paese ISLAMICO democratico

    EDIT, PS. Ecco un esempio della famigerata “democrazia Occidentale” tanto amata da molti ma senza conoscerla affatto, Babilonia la Grande. Il Punto di Giulietto Chiesa: il Tribunale dell’Aja scagiona Milosevic. https://youtu.be/6myryvlbuiY


    #312754
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Di ritorno da ferie, sento in Rai New 24 lunga intervista al poeta Siriano Adonis.
    Incredibile! Dice esattamente quello che scrivo:
    L’islam ha perso il messaggio
    l’islam non ha saputo adeguarsi e modernizzarsi
    L’islam non è riuscito a creare uno dico uno stato democratico degno di tale nome
    L’islam, nonostante abbia anche stati ricchi, crea poco, piuttosto utilizza ciò che gli stati moderni laici producono.
    L’islam non fa un’autoanalisi
    Gli stati islamici devono “copiare” quello che ha fatto la cultura scientifica: SEPARAZIONE TRA STATO E RELIGIONE
    L’islam è nato da una base settaria e tribale e continua al suo interno questa lotta di supremazia.
    L’analisi storica dimostra che l’Islam si è imposto in base alla vittoria di una tribù sulle altre.
    Che l’islam sia impostato su una base di violenza (prosegue il Siriano) lo dimostra che ben 3 dei 5 successori di Maometto sono morti assassinati.

    Caspita! Ma allora anche lì tra gli Islamici c’è rimasto qualche pensatore libero, allora c’è speranza!


    #312786

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,
    questa secondo me è la dimostrazione lampante che la religione è pura alla sua fonte,ma viene subito avvelenata dall’interpretazione umana.
    Personalmente considero la religione come un atteggiamento spirituale intimo.
    Nessuno mi deve imporre nulla,nessuno deve darmi spiegazioni ed interpretazioni.Ciò che sento giusto è ciò che seguo.
    Con questo voglio dire che l’Islam,il Cristianesimo,l’Ebraismo,sono stati addomesticati da gruppi interessati a detenere un potere ed imporlo.
    Lo stesso Adonis ammette che “L’islam ha perso il messaggio”,ma io dico che non è solo l’Islam ad averlo perso.Troppe interpretazioni!
    Per questo dico che non esiste guerra tra religioni,ma solo tra uomini che odiano altri uomini.


    #312797
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @orsoinpiedi said:
    Per questo dico che non esiste guerra tra religioni,ma solo tra uomini che odiano altri uomini.

    A dire il vero se qualcuno ti spara addosso o ti mette le bombe una GUERRA c’è, senza dubbio.
    Nel nostro caso visto il titolo “NON SONO CHIARLIE” la questione è se c’è guerra tra il laicismo razionale e una particolare religione, l’ISLAM.
    La mia risposta è Sì con l’uccisione dei martiri Charlie è stata dichiarata guerra.

    Sulle religioni poi occorre fare un distinguo, ci sono alcune non invadenti e tolleranti come il Buddismo, altre come il cattolicesimo che erano pesantemente invadenti MA LA SCIENZA vi si è opposta e si sono calmate, ora si sono ridimensionate.
    Infine c’è la religione assolutista, razzista con le donne e altro, incapace di creare una democrazia, pretenziosa dei suoi diritti, incapace di accettare la ragionevolezza.
    Con quest’ultimo tipo di situazione non si può venire a patti finchè non comincia a fare una SERIA autocritica e si ridimensiona.

    L’errore che stiamo facendo è di generalizzare, e con questo tolleriamo l’intollerabile, giustifichiamo. Diciamo che ci sono degli ammalati anzi tutte le religioni potrebbero essere un po’ ammalate, ma non possiamo dare a tutte la stessa medicina. L’Islam in questo particolare momento storico è “fuori” è un malato gravissimo, e quel che è peggio cerca di dire che non lo è e vorrebbe mescolarsi ai sani.


    #312798

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,vediamo la stessa storia,ma sotto diverse angolazioni.In qualche maniera,e per certi versi,abbiamo ragione tutti e due.
    E’ come essere in una villa di campagna isolata.Si può ammirare il panorama una volta verso est,una volta verso ovest,una volta verso sud ed una volta verso nord.
    Lo stesso paesaggio ma con orizzonti diversi.Forse bisognerebe guardare tutto dall’alto,e questo è quello che mi sembra stia facendo l’amico Omega.


Stai vedendo 10 articoli - dal 671 a 680 (di 875 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.