io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie

Stai vedendo 10 articoli - dal 861 a 870 (di 875 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #319997
    orsoinpiedi
    Partecipante

    L’ISIS è tornato in Libia
    Non che se ne fosse mai completamente andato, ma da qualche settimana ha ricominciato a farsi vedere, e potrebbe essere un problema per la sicurezza dell’Europa

    Dopo poco meno di un anno dalla dura sconfitta subita nella città libica di Sirte, lo Stato Islamico (o ISIS) sta riemergendo in Libia sotto forma di cellule clandestine che operano soprattutto nell’esteso distretto di Giofra, un’area desertica nel centro del paese. Il rafforzamento dello Stato Islamico in Libia è un tema di cui esperti e analisti si occupano da qualche settimana e che oggi è stato raccontato estesamente da un articolo del Wall Street Journal scritto dai giornalisti Hassan Morajea (da Tunisi) e Benoit Faucon (da Londra). È un fenomeno che preoccupa molto le agenzie di intelligence europee, che temono che la Libia possa diventare un punto di partenza per i miliziani del gruppo che vogliono compiere attentati in Europa.
    segue http://www.ilpost.it/2017/09/18/isis-libia-attentati-europa/

    Non vi sembra strano che nessun mass-media italiano ne parli?Non vi sembra strano che non si riesca a far sparire dalla faccia della terra 500/1000 tagliagole ben localizzati?


    #319998
    Pasquale GalassoPasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Nessuna stranezza, non esiste libertà d’informazione. Noi di AG siamo liberi e non pagati da nessuno, al massimo possono zittirci come e quando vogliono, facendoci chiudere il giornale con qualsivoglia stratagemma, anche se venderemo cara la pelle in quel caso.

    Ma la verità è che con l’utilizzo volontario di migliaia news fake, a questi burattinai, oggi, la rete non più paura.

    La cosa grave è che molte persone tramite i socials, che hanno affossato i forum di discussioni, fanno il loro sporco gioco inconsapevolmente.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #320011
    orsoinpiedi
    Partecipante

    @pasgal said:
    Nessuna stranezza, non esiste libertà d’informazione. Noi di AG siamo liberi e non pagati da nessuno, al massimo possono zittirci come e quando vogliono, facendoci chiudere il giornale con qualsivoglia stratagemma, anche se venderemo cara la pelle in quel caso.

    Per questo mi piace AG

    @pasgal said:

    Ma la verità è che con l’utilizzo volontario di migliaia news fake, a questi burattinai, oggi, la rete non più paura.

    Creare una cortina fumogena,e la gente perdera’ interesse all’argomento

    @pasgal said:
    La cosa grave è che molte persone tramite i socials, che hanno affossato i forum di discussioni, fanno il loro sporco gioco inconsapevolmente.

    Molti consapevolmente,molto consapevolmente.
    Caro Pasquale,oggi la gente vuol risposte secche e veloci,e da piu credito ai mass/media che alla voce solitaria che porta argomentazioni.C’è troppo da pensare,da riflettere,da cercare.

    “Un popolo che non sa né leggere né scrivere, è un popolo facile da ingannare.”
    Che Guevara

    E aggiungo un popolo che non sa pensare.


    #320016
    J-newJ-new
    Partecipante

    @camillo said:
    Ora dovrebbe essere chiaro come il denaro petrolifero sia riuscito a penetrare in molti posti di comando o strategici.
    Avevo già accennato che il canale TV la7 si comportava nei confronti dell’Islam in modo troppo equivoco. Ora che il Qatar è stato “marchiato” e teoricamente isolato, ho osservato che il telegiornali di TV7 diversamente dagli altri si sono dilungati in molti dettagli su cosa comportasse il sanzionare il Qatar, il servizio era di quelli un po’ subliminali, alla fine lo spettatore non sapeva più se schierarsi veramente contro il Qatar… A buon intenditore… poche parole.
    A dire il vero anche se si sapeva che il MAGGIORE finanziatore era il Qatar, anche altri stati islamici hanno finanziato, sostenuto, giustificato sottobanco, e fomentato. Alcuni come la Turchia quando hanno ridotto si sono trovati una ritorsione in casa. La Arabia Saudita stessa sotto sotto ha operato insomma è un caos tremendo di “sepolcri imbiancati”

    Ora ti dovrebbe essere chiaro che di “sincero sostegno all’islam” non c’è nè, si creano certi fenomeni, si convince la gente in buona fede; non diversamente dagli europei al tempo delle crociate.

    Quando smetterai di guardare il paravento di comodo vedrai gli interessi economici e politici dietro, che non hanno religione… solo un portafoglio!


    #320370
    camillocamillo
    Partecipante

    Ho evitato di riportare gli ultimi attentati ISIS tra cui spicca il più odioso quello di New York sulla pista ciclabile.
    Penso sia EVIDENTE a tutti che il fulcro non è nella nazionalità, nè nel denaro ma nella religione.

    Ci sono poi grandi manovre sottobanco, alcune risibili amio avvisoper esempio:
    Avete presente la CIA quella che ha messo il NASO e molto di più su tutte le faccende delle americhe e oltre condizionando elezioni e molto altro, ebbene ultimamente è diventata garantista… ma guarda! Senza portare prove concrete ma solo fumose dichiarazioni asserisce che la Russia di Putin ha influenzato le elezioni.
    Putin continua a smentire…
    Beee fra CIA e Putin se permettete credo di più a Putin della CIA….


    #320386
    J-newJ-new
    Partecipante

    “Beee fra CIA e Putin se permettete credo di più a Putin della CIA….”

    Quello stesso Putin che mettendo un pupazzo a tenergli caldo il posto, è riuscito ad eludere il limite dei due mandati consecutivi. Zar subito!!!

    Che fa cercare come mafiosi delle Cantanti Punk ree di aver elevato una preghiera contro l’uomo forte di Mosca. Urka!

    Che stronca un milliardario russo reo di essere il suo oppositore politico, come non lo si vedeva dai tempi di Peppone alias Stalin!

    Che il suo più recente oppositore se ne dovuto andare in siberia per parlare ai suoi radunati! Ri-Urka!

    Questi due esempi non ti piacciono; ma per me più che i sogggetti interessati mi interessa il messaggio dentro:

    Canada minacciato da un diplomatico russo: “Conseguenze per i 31 ceceni a cui avete dato asilo” perchè gay!

    http://www.gay.it/attualita/news/canada-cecenia

    Ma che gl’è ne può fottere mai a Putin!?!?

    uccisa dopo le nozze. Il padre aveva chiesto la sua morte – Perchè trans musulmana!

    Russia: trans musulmana uccisa dopo le nozze. Il padre aveva chiesto la sua morte

    Ma non era il campione contro l’immigrazione musulmana!?

    In sintessi, la credibilità di Putin [LOL LOL]


    #320398
    orsoinpiedi
    Partecipante

    Siria: Mosca, Usa e alleati aiutano Isis
    Ministero Difesa, disturbata nostra aviazione per favorirne fuga

    Gli Stati Uniti e i loro alleati aiutano “direttamente” i terroristi dello Stato Islamico in Siria. Così il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass, sottolineando che la coalizione ha “tentato di disturbare” l’aviazione russa ad Abu Kamal per garantire la fuga degli jihadisti. Gli Usa – è l’accusa di Mosca – proteggono l’Isis per sfruttare i suoi militanti e raggiungere così gli obiettivi prefissati nel Medio Oriente. Per il ministero russo, i miliziani dell’Isis sostenuti dagli Usa agiscono travestiti da membri delle Forze Democratiche Siriane. L’offensiva governativa su Abu Kamal ha interrotto i piani americani che puntano a creare un territorio “pro-Usa” sulla sponda orientale dell’Eufrate, afferma ancora Mosca. “Gli Usa si sono rifiutati di bombardare un convoglio Isis in fuga da Abu Kamal usando come pretesto la Convenzione sui prigionieri di guerra”.

    fonte http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2017/11/14/siria-mosca-usa-e-alleati-aiutano-isis_1dc031cd-dfa6-436e-9ebb-a9b836911e18.html

    Ieri anche L7 ha dato la notizia con i filmati di camion pieni di terroristi dell’ISIS in fuga, lasciati fuggire dall’assedio con tutte le armi.
    Sono i foreign fighters,e poi ci danno gli allarmi sugli attentati.
    Se non fosse cosi tragica,ci sarebbe da schiantar da ridere.
    CI PRENDONO PER IL CULO!


    • Questa risposta è stata modificata 2 years, 1 month fa da orsoinpiedi.
    #320400
    J-newJ-new
    Partecipante

    Nooooooo!!!!!!!!!
    I russi con i loro amichetti Ezbollah e gli iraniani (basta vedere in casa loro) sono tutte brave persone disinteressate!!

    Se sei una grande potenza mondiale le mani te le sforchi (non che questo sia un allibi).
    Quale paese non difende i suoi interessi?
    I diritti umani in Russia sono un miraggio,
    Dopo le violenze di Charlottesville, Baltimora ha rimosso 4 statue di eroi confederati. Di notte, per evitare scontri. Via da Brooklyn targa del generale Lee

    http://www.huffingtonpost.it/2017/08/16/gli-stati-uniti-scoprono-la-vergogna-della-loro-storia_a_23079390/

    Nessuno è senza peccato; neppure l’America. Ma la differenza è come tutto.
    Se non la vuoi vedere….


    #320402
    orsoinpiedi
    Partecipante

    Una vecchia intervista a Daniel Estulin di Andrea Indini – Gio, 11/09/2014

    “Ecco chi tira i fili del terrore per sovvertire l’ordine mondiale”

    Daniel Estulin: “Il Bilderberg non è più così importante, la vera politica si svolge a un livello sovranazionale, al di sopra dei governi”. E fa i nomi di chi governa il mondo da dietro le quinte

    “Tutti gli eventi sono tra loro interconnessi. A leggere i giornali sembra che gli scontri in Ucraina siano un problema a sé, completamente slegati dagli scontri razziali di Ferguson o dalle persecuzioni razziali e religiose in Iraq e Siria”

    Prima di entrare nel merito delle tensioni tra la Russia e la Nato, Daniel Estulin (controverso autore del libro La vera storia del club Bilderberg) ci tiene a spiegare che “la Terra è un pianeta piccolo” e che, per andare fino in fondo, è fondamentale capire chi tira le fila. Perché “noi siamo solo burattini”.

    Estulin nasce nel 1966 a Vilnius. Della sua vita non si sa molto. Ma, chiacchierando, è lui stesso a raccontare delle battaglie del padre per una Russia più libera, della fuga in Canada e della passione per la politica, senza divisione tra interni e esteri, perché “la vera politica si svolge a un livello sovranazionale, al di sopra dei governi, tra quelle persone che governano il mondo da dietro le quinte”. Li chiama “shadow master” (signori dell’oscurità, ndr) e cerca di smascherarli nei suoi libri, da L’istituto Tavistock in avanti.

    Perché la Nato sta alzando i toni con la Russia?

    “Per capirlo bisogna guardare a Detroit, uno scenario post-apocalittico degno di un film di Will Smith. Le persone che tirano le fila del mondo vogliono che le guerre, la crescita zero e la deindustrializzazione ogni città del mondo assomigli a Detroit.”

    Progresso e sviluppo non dovrebbero essere direttamente proporzionali alla densità di popolazione?

    “Grazie ai progressi tecnologici, le società si sviluppano, creano di ricchezza e costruiscono. Ma chi tira le fila del mondo sa che la terra è un pianeta molto piccolo con risorse naturali limitate e una popolazione in continua crescita. Ora siamo 7 miliardi e stiamo già esaurendo le risorse naturali. Ci sarà sempre abbastanza spazio sul pianeta, ma non abbastanza cibo e acqua per tutti. Perché i potenti sopravvivano, noi dobbiamo morire.”

    Come intendono fare?

    “Distruggendo le nazioni a vantaggio delle strutture sovranazionali controllate dal denaro che gestiscono. Le corporazioni governano il mondo per conto dei governi che esse controllano. Così è successo con l’Unione Europea.”

    E Putin non rientra in questo disegno…

    “Pensavano di poterlo controllare…”

    Perché non ci riescono?

    “La Russia è una superpotenza nucleare. È questo che la rende tremendamente pericolosa agli occhi di questa gente. La Cina, per esempio, ha una grande popolazione ma non è una potenza nucleare. E per questo non è un pericolo. Mentre l’economia cinese può essere distrutta nel giro di un minuto, le tecnologie russe non possono essere annientate.”

    Dove vogliono arrivare col conflitto in Ucraina?

    “Togliere il gas all’Europa per farla morire di freddo… Quando parlo di potere, non lo identifico con persone che siedono su un trono, ma con un concetto sovranazionale. L’idea è appunto distruggere ogni nazione.”

    Alla fine non ci sarà più alcuna patria?

    “L’alleanza è orientata verso una struttura mondiale che per essere controllata ha bisogno di nazioni deboli.”

    È possibile fare qualche nome?

    “Christine Lagarde, Mario Draghi, Mario Monti, Petro Oleksijovyč Porošenko… tutte queste persone sono sostituibili. Prendete Renzi: la sua politica conduce alla distruzione dell’Italia. Perché lo fa, dal momento che dovrebbe fare l’interesse del vostro Paese? Non è logico.”

    Non è poi tanto diverso da Monti…

    “I vari Renzi, Monti, Prodi sono traditori dell’Italia, non lavorano nell’interesse del Paese. Renzi non ha mandato politico, nessuna legittimazione, non è stato eletto.”

    L’ultimo premier eletto democraticamente è stato Berlusconi.

    “E questo è il motivo per cui c’è stato uno sforzo così ben orchestrato per distruggerlo.”

    È il Bilderberg a tirare le fila?

    “Il Bilderberg era molto influente negli anni Cinquanta, nel mondo postbellico. Ora è molto meno importante di quanto non si creda. Organizzazioni come il Bilderberg o la Trilaterale non sono il vertice di nulla. Sono la cinghia di trasmissione. I veri processi decisionali hanno luogo ancora più in alto. L’Aspen institute è molto più importate del Bilderberg.”

    Nessuno ne parla.

    “I giornali mainstream fanno parte di questo gioco. Pensare che media come il New York Times, il Washington Post o Le Monde siano indipendenti, è da idioti. I giornalisti lavorano per azionisti, che decidono la linea editoriale del giornale.”

    Vale anche per l’Italia?

    “Il Corriere della Sera, la Stampa e il Sole 24Ore siedono spesso alle riunioni del Bilderberg. Non c’è metodo più efficace che far passare le loro idee nella stampa mainstream.”

    Anche l’estremismo e il terrorismo islamico rientrano in questo disegno?

    “Certamante. Non è possibile credere che Obama lavori nell’interesse degli Stati Uniti. Come è impensabile credere che un’organizzazione come l’Isis sia passata, nel giro di poche settimane, dall’anonimato più assoluto a rappresentare la peggiore organizzazione terroristica del mondo.”

    Come si “costruisce” un nemico?

    “Con gruppi come Isis, Hamas, Hezbollah o Al Qaeda, succede quello che chiamiamo blow-back, cioè quello che succede quando soffi il fumo e ti torna in faccia. L’effetto è sempre lo stesso: si costruisce e si finazia un gruppo terroristico, in Ucraina come in Medioriente, e dopo un certo periodo di gestazione questo ti torna indietro e ti colpisce. In ogni operazione non c’è mai un solo obiettivo, ma sempre molti obiettivi. Un obiettivo lavora per te, un altro contro di te.”

    Tutto già calcolato?

    “Un qualsiasi attacco implica l’uso dell’esercito e, quindi, la necessità di investire soldi nell’industria bellica. La formula è la stessa, cambiano solo i giocatori. Oltre alla guerra ci sono modi diversi per ottenere lo stesso risultato: la fame, la siccità, droghe, la malattie. Li stanno usando tutti. Così da un lato distruggono il mondo economicamente, dall’altro usano i soldi per sviluppare tecnologie così potenti e futuristiche da creare un gap tra noi e loro sempre più marcato.”

    Eppure faticano a contrastare l’ebola…

    “Macché! È solo un esempio per vedere la reazione della popolazione mondiale. Viene presentata come un’epidemia ma ha ammazzato appena tremila persone negli ultimi dieci anni. Ogni anno raffreddore, tosse e influenza ne uccidono 30mila solo negli Stati Uniti. La prossima volta che ci sarà una vera epidemia, conosceranno già le reazioni umane.”

    fonte http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ecco-chi-tira-i-fili-terrore-sovvertire-lordine-mondiale-1050906.html

    E si ritorna alle poche e vecchie famiglie che controllano il mondo.

    Da Pandora Tv con traduzione dall’inglese a cura di Alberto Scatto:

    Ex agente della CIA spiega minuziosamente il Governo Ombra USA

    (mettete i sottotitoli)

    Poi pensatela come volete……


    • Questa risposta è stata modificata 2 years, 1 month fa da orsoinpiedi.
    • Questa risposta è stata modificata 2 years, 1 month fa da orsoinpiedi.
    #320408
    J-newJ-new
    Partecipante

    Bildeberg e illuminati sono un problema, ma mai un “allibi” !!!!

    “L’ultimo premier eletto democraticamente è stato Berlusconi.

    “E questo è il motivo per cui c’è stato uno sforzo così ben orchestrato per distruggerlo.””

    Torna in campo Berlusconi ma non bisogna dimenticare che egli è un pluripregiudicato

    All’interno dell’editoriale odierno di Marco Travaglio, a proposito del ritorno di Berlusconi per le elezioni regionali siciliane, c’è scritto: “E torna pure Berlusconi, protagonista l’altroieri di una scena horror, da film degli zombie, e non solo per l’aspetto da mummia imbalsamata, al teatro Politeama di Palermo: lui, il frodatore pregiudicato, il corruttore pluriprescritto e l’amico dei mafiosi di nuovo indagato per strage, l’interdetto senza diritti civili che non può né votare né essere eletto, arringava la folla circondato da impresentabili come D’Alì, Genovese, Cascio e un esercito di condannati, imputati, inquisiti, riciclati, voltagabbana, scambisti di voti”. Alla luce della giusta notazione di Travaglio credo che sia opportuno ricordare agli italiani smemorati i numerosi reati del pluripregiudicato Berlusconi accertati dalla magistratura:

    SENTENZE DI CONDANNA PASSATE IN GIUDICATO

    – Processo Mediaset, frode fiscale, falso in bilancio, appropriazione indebita, creazione di fondi neri gestendo i diritti tv di Mediaset. Condannato in via definitiva, con sentenza della Corte di Cassazione del 1 agosto 2013, a 4 anni di reclusione, di cui 3 condonati per effetto dell’indulto disposto dalla legge 241 del 2006.

    SENTENZE DI NON DOVERSI PROCEDERE PASSATE IN GIUDICATO (REATI ESTINTI PER PRESCRIZIONE)

    – Lodo Mondadori, corruzione giudiziaria (attenuanti generiche).
    – Bilanci Fininvest 1988-1992, falso in bilancio e appropriazione indebita relativi ai bilanci Fininvest dal 1988 al 1992.
    – All Iberian 1, 23 miliardi di lire di finanziamenti illeciti al PSI di Bettino Craxi.
    – Consolidato Fininvest, falso in bilancio.
    – Caso Lentini, falso in bilancio.
    – Tangenti a David Mills, corruzione giudiziaria.
    – Rivelazione di informazioni coperte da segreto istruttorio relative all’inchiesta Bnl-Unipol. Il 7 marzo 2013 il Tribunale di Milano lo condanna a un anno di reclusione e al risarcimento di 80 000 euro in solido col fratello Paolo Berlusconi. Il 31 marzo 2014 la Seconda Corte d’Appello di Milano ha dichiarato la prescrizione del reato, confermando il risarcimento di 80 000 euro a Piero Fassino. La Corte di Cassazione conferma la prescrizione esattamente un anno dopo, il 31 marzo 2015.

    SENTENZE DI NON DOVERSI PROCEDERE PASSATE IN GIUDICATO (REATI ESTINTI PER INTERVENUTA AMINISTIA)

    – Falsa testimonianza P2 (amnistia applicata in fase dibattimentale).
    – Terreni Macherio, imputazione per uno dei due falsi in bilancio (amnistia applicata in seguito al condono fiscale del 1992).

    Ammesso che interessi…
    “meglio puttaniere che omosessuale!”


Stai vedendo 10 articoli - dal 861 a 870 (di 875 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.