Jorge Maria Bergoglio papa Francesco

Home Forum L’AGORÀ Jorge Maria Bergoglio papa Francesco

Questo argomento contiene 107 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Erre Esse 5 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 101 a 108 (di 108 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #143819
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    concordo
    da sempre


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #143821

    giorgi
    Partecipante

    [quote1385155157=orsoinpiedi]
    Perdonami giorgi,ma se rispetto Eugenio Siracusa,meno,molto meno il suo seguace Giorgio Bongiovanni,che considero solo un abile “imbonitore affarista”.
    [/quote1385155157]

    [color=#0000cc]I messaggi di Eugenio sono del tutto veritieri. [/color]Ha girato il mondo nel dare messaggi ai politici, ma niente nessuno lo ha ascoltato, (basta vedere la situazione che ci troviamo oggi). Purtroppo Eugenio Siragusa dopo la sua età e il suo grande lavoro che ha fatto ci ha lasciato. C'è ora Giorgio Bongiovanni che prosegue ma purtroppo fino che non avverra ciò che diffonde molte persone non gli danno fiducia. Tempo al tempo, e non penso che devono passare altri 50 anni.
    Questi sono alcuni messaggi di Eugenio ancora validi al giorno d'oggi:
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/messageu.htm

    Non vedo cosa dice di sbagliato Giorgio Bongiovanni, parla di una terza guerra mondiale, eppure a me sembra che già stiamo dentro ad una terza guerra mondiale, e non è più come le guerre passate, che una volta terminato la guerra si poteva poi riprenderci, ma oggi come oggi la guerra è ben diversa e pochi capiscono quale è la causa di questa guerra.

    Non la combattono con le armi ma con il clima, basta vedere che poco alla volta ci stanno colpire tutti, e soldi per riprendere ciò che è distrutto ce ne sono sempre meno, ci sono risorse energetiche completamente gratis ma quanto sembra non vogliono metterle in uso. I potenti che dominano il mondo hanno in mano la tecnologia che potrebbero lasciare un clima da paradiso terrestre, mentre adoperano questa tecnologia nel modo distruttivo, poco alla volta colpiscono l'umanità mondiale, siamo in sette miliardi su questa terra ed il loro modo per diminuire la popolazione è di creare questi cataclismi i quali uccidono persone e rendono sempre di più l'umanità alla povertà. Non ci sarà più ripresa, ma poco alla volta la crisi colpirà anche coloro che avrebbero creduto che sarebbero stati immuni. Questa arma di comandare il clima è la più micidiale delle guerre passate, entra lentamente e nessuno potrà essere in grado di fermarla.

    [color=#990000]Manipolazione climatica, prima parte:[/color]
    http://www.youtube.com/watch?v=D3oSZy1wvQ4
    ………..
    [color=#990000]Manipolazione climatica, seconda parte:[/color]
    http://www.youtube.com/watch?v=uoxO_YlWETM
    ………..
    [color=#990000]Manipolazione climatica, terza parte:[/color]
    http://www.youtube.com/watch?v=PdUFaqGqY8E


    #143822

    orsoinpiedi
    Partecipante

    “Giorgio Bongiovanni voleva sostituirsi a Gesù e lo ha detto a tutti e desiderava questo”

    “Invece ha sostituito questo desiderio con l'attività speculativa vendendo la verità e guadagnando centinaia di milioni”

    “Usa il mio simbolo abusivamente”

    “Aveva più volte detto che doveva sostituire la figura di Gesù, però non si è mai ricordato che l'inganno è peggiore del tradimento”

    “Ultimamente la croce non era vera (la stigmate)”

    “Dovete sapere che ne lucifero ne satana lo lasceranno un minuto in pace”

    “E' lui l'anticristo”

    cosi parlo il maestro del suo allievo……https://myspace.com/menphis75/video/intervista-eugenio-siragusa-su-giorgio-bongiovanni/58038920


    #143823

    giorgi
    Partecipante

    [quote1385189508=orsoinpiedi]
    “Giorgio Bongiovanni voleva sostituirsi a Gesù e lo ha detto a tutti e desiderava questo”

    “Invece ha sostituito questo desiderio con l'attività speculativa vendendo la verità e guadagnando centinaia di milioni”

    “Usa il mio simbolo abusivamente”

    “Aveva più volte detto che doveva sostituire la figura di Gesù, però non si è mai ricordato che l'inganno è peggiore del tradimento”

    “Ultimamente la croce non era vera (la stigmate)”

    “Dovete sapere che ne lucifero ne satana lo lasceranno un minuto in pace”

    “E' lui l'anticristo”

    cosi parlo il maestro del suo allievo……https://myspace.com/menphis75/video/intervista-eugenio-siragusa-su-giorgio-bongiovanni/58038920

    [/quote1385189508]

    Si questo è vero infatti Eugenio Siragusa aveva detto che Giorgio Bongiovanni non proseguiva la giusta strada, ma dobbiamo anche dire che tutti siamo umani e sbagliare o per orgoglio o per altri motivi può capitare. Oggi Eugenio Siragusa non c'è ed un suo parere al giorno d'oggi su Giorgio non lo possiamo avere.

    Giorgio in questi anni lui stesso dice che non è Gesù e riguardo alla croce sulla fronte è vero che negli anni passati la creava lui, ora non lo fa più, e ciò che sta divulgando oggi giorno è la verità, anche se in alcuni punti può esserci un qualcosa che non quadra, ma lui ultimamente ciò che divulga lo fa sinceramente.

    Giorgio Bongiovanni prima di avere le stimmate guadagnava 50 milioni al mese delle vecchie lire, (questo lo ha detto lui), ha lasciato il lavoro vendendo tutto per compiere la sua missione, oggi giorno non gli manca nulla, ha tutti i beni per poter vivere bene, ma non ha nemmeno il tempo per godersi la vita come farebbero molte persone con possibilità di denaro, ed è logico che per vivere ed affrontare le spese per portare avanti la sua missione c'è bisogno di denaro.

    Giorgio divulga tutto ciò che non va bene e riguarda la mafia e la chiesa, molti dei suoi ricavati vanno direttamente al terzo mondo, anche se per lui e per la sua famiglia non gli manca nulla, ma lui sta lavorando per la sua missione ed è molto impegnato giornalmente nel portare avanti ciò che gli viene detto.


    #143824

    giorgi
    Partecipante

    [color=#0000cc]Papa Francesco e la Sofferenza:[/color]

    -Papa Francesco sbaglia.
    [color=#990000]Le sofferenze di un bambino non fanno bene a nessuno[/color]

    Ai bambini polacchi, malati di gravi forme di tumore e di leucemia, papa Francesco ha detto: “Voi fate tanto bene alla Chiesa con le vostre sofferenze, sofferenze inspiegabili. Ma Dio conosce le cose e anche le vostre preghiere”. Ora, che le sofferenze di creature innocenti siano inspiegabili è pacifico, ma il Pontefice sbaglia affermando che tali sofferenze facciano bene alla Chiesa. Quei bambini, che sono malati ma non stupidi, avranno pensato: “Allora se guarisco, sottraggo del bene alla Chiesa? Per il bene della Chiesa conviene che io continui a soffrire?”. Sfido chiunque, Papa compreso, a citare un solo versetto del Vangelo che esprima il concetto aberrante che le sofferenze di un bambino facciano bene alla Chiesa. Le sofferenze di un bambino fanno male a tutti, e certamente fanno male anche a Dio. Solo in San Paolo, che non era un bambino, troviamo: “Ora io gioisco nelle sofferenze che sopporto per voi, e completo nel mio corpo ciò che manca dei patimenti del Cristo” (Col 1,24). Ed ecco il commento di Elio Peretto: «Non è facile capire come Paolo completi nel suo corpo ciò che manca alle sofferenze di Cristo. L’atto redentore del Cristo fu perfetto e sovrabbondante» (La Bibbia, Edizioni Paoline, 1981).
    [color=#9900cc]Renato Pierri[/color]

    http://risveglio.myblog.it/wp-content/uploads/sites/245753/2013/12/Papa-Francesco-e-sofferenza.pdf


    #143825
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    Padre Kramer, studioso di Fatima: Bergoglio non è il vero Papa

    04.dic 2013

    Padre Paul Leonard Kramer è uno dei più importanti studiosi di Fatima, autore del testo «La battaglia finale del Diavolo».
    Il 28 novembre scorso il Rev. Kramer ha annunciato sulla sua pagina Facebook che egli respinge l’elezione al papato di Bergoglio a causa di manifesta e notoria eresia presente nel recente documento di Magistero, l’Esortazione Apostolica «Evangelii Gaudium».
    La dichiarazione è stata tradotta in italiano da Radio Spada. Ve la riportiamo per intero:
    “Papa” Francesco in Evengelii Gaudium n. 247: “Uno sguardo molto speciale si rivolge al popolo ebreo, la cui Alleanza con Dio non è mai stata revocata”. Questo testo è una esplicita professione di eresia [cf. Nostra Aetate, n° 4, N.d.A.], direttamente opposta alla solenne definizione dogmatica di Papa Eugenio III e del Concilio Ecumenico di Firenze, e la dottrina detta dal supremo magistero di Papa Benedetto XIV in «Ex Quo Primum», che ripetutamente ed esplicitamente cita la definizione di Firenze, in cui l’alleanza Mosaica è stata “revocata” ed “abrogata”. Ho detto per anni che quando un “papa” ufficialmente insegnerà in modo esplicito e chiaro una eresia che chiaramente contraddice il dogma definito infallibilmente dalla fede Cattolica, allora tu saprai che egli è il falso papa profetizzato in molte profezie approvate dalla Chiesa ed apparizioni mariane [C.J.C. '17, 188, N.d.A.]. San Roberto Bellarmino, Sant’Alfonso Liguori, Sant’Antonio e Papa Innocenzo III tutti insegnano che quando un papa dimostra di essere un eretico manifesto, per esempio quando si mostra manifestamente e pubblicamente eretico, cessa di essere papa (o, se già era pubblico eretico era stato invalidamente eletto) perché egli non è Cattolico, non è un membro della Chiesa Cattolica. Bellarmino spiega che il Romano Pontefica è il capo visibile della Chiesa, e il capo è un membro. Uno che non è membro non può essere capo, e quindi l’elezione al supremo pontificato di un pubblico eretico è canonicamente nulla ed invalida. L’eresia di Bergoglio nel n. 247 è un così chiaro caso di manifesta, pubblica eresia, espressa in termini inequivocabili, che può essere detto senza dubbio che se tale proposizione n. 247 non è manifestamente eretica, allora nessun’altra cosa può essere detta tale. E’ moralmente impossibile che uno che manifestamente mostra un tale disprezzo per un dogma di fede definito, chiaramente negandolo, può essere creduto come possedente validamente l’ufficio di Romano Pontefice. San Francesco d’Assisi previde che un papa non eletto canonicamente non sarebbe stato “un vero pastore ma un distruttore”. Bergoglio perfettamente corrisponde alla descrizione.
    Sempre Radio Spada ha intervistato il Reverendo. Di seguito l’intervista. Che ognuno possa interpretarla nel modo giusto.
    1) Se la Sede è vacante, cosa dovrebbe fare secondo Lei un buon cristiano?
    Risp. Secondo il mio giudizio la Sede non è occupata da Bergoglio, ma non è propriamente vacante. Secondo le informazione che io ho ricevuto, le dimissioni di papa Benedetto XVI sono state forzate, e quindi invalide. Benedetto XVI secondo me- ed in base alle informazioni che ho, ndr – è ancora papa;
    2) In alcuni ambienti, si ritiene la Sede vacante già con Giovanni XXIII; perché per Lei la vacanza inizia ora?
    Risp. In passato, altri Papi hanno espresso posizioni eretiche. Ciò di per sé non fa di nessuno un apostata. L’eresia materiale non porta alla scomunica «latae sententiae». Bergoglio ha ricevuto la formazione dei gesuiti per avere l’ordinazione sacerdotale. Egli sa molto bene che la Chiesa ha dichiarato la revoca dell’Alleanza con gli Ebrei, e sa che il Concilio Vaticano I ha dichiarato che queste proposizioni dogmatiche sono «irriformabili in sé»; tuttavia, egli ha espresso il suo spregio per gli infallibili pronunciamenti del supremo Magistero tramite l’esplicita violazione di un dogma espressamente pronunciato. Nessun altro Papa, per quanto ne sia a conoscenza, lo ha mai fatto prima;
    3) Che relazioni avrà ora Lei con il Suo Vescovo?
    Risp. Io sono pensionato. Non ho avuto mai nessun problema con mio Vescovo e neanche con qualsiasi altro superiore ecclesiastico;
    4) Ritiene che le messe d’ora innanzi celebrate siano invalide, in quanto «una cum Bergoglio» che per Lei non è Papa?
    Risp. Secondo il Concilio di Trento, «materia et forma sacramenti essentia efficitur». Le parole «una cum Bergoglio» – nel «te igitur», ndr – non toccano la materia o la forma, e quindi non ha nessun effetto sulla validità della Messa;
    5) Come sarebbe possibile, per Lei, ripristinare la piena legittima giurisdizione nella Sede?
    Risp. Prima di tutto, i fedeli cattolici ed il clero devono essere informati che Benedetto XVI è ancora papa, non Bergoglio. Dopo una tale scandalosa raffica di eresie (letteralmente «eruzione eretica» o «sfogo eretico» – orig. «heretical outburst») nessun Cattolico può più avere fede in questo signor Bergoglio come fosse il supremo Pastore delle loro anime. Deve essere costretto alle dimissioni. Se non vi si riuscisse, la Divina Provvidenza porterà la crisi ad una soluzione, cosicché possa essere eletto un degno successore di papa Benedetto XVI allorché egli lascerà questo mondo o deciderà liberamente di dimettersi, senza minacce o costrizioni di alcun tipo.
    – See more at: http://www.losai.eu/padre-kramer-papa-bergoglio/#sthash.4z4Bqu66.dpuf


    #143826
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Il fatto è che per riconoscere un Papa bisogna essere cattolici.
    I documenti qui sopra citati sono pur sempre della Chiesa, insomma la stessa fa e disfa, che senso ha?


    #143827
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Molto molto interessante :VV:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 8 articoli - dal 101 a 108 (di 108 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.